I PIU' LETTI
DOMENICA AD ALTAMURA IL GRAN FINALE DELL’IRON BIKE
dalla Redazione | 11/12/2018 | 09:43

Ci siamo. Dopo una stagione lunga otto mesi l’Iron Bike si appresta a vivere l’atto finale, con la decima e ultima tappa che chiuderà il calendario e consacrerà i vincitori assoluti e di categoria. Domenica 14 ottobre sarà la Mediofondo Città di Altamura a porre la ciliegina sulla torta di una stagione emozionante, ricca di adrenalina e di colpi di scena. Organizzata dalla Orme Bike Altamura, sarà una tappa interamente murgiana, disegnata all’interno dei confini del Parco Nazionale. Un vero e proprio ritorno alle origini per l’Iron Bike, che sette anni fa muoveva i suoi primi passi, in questo periodo, con il trittico delle Masserie Murgiane.

Sarà un lunghissimo sprint per regolare le posizioni ancora aperte in classifica e contendersi le maglie di leader. Riusciranno Giuseppe Belgiovine, Fausto Santarsiero e Zeila Ruggiero a resistere agli assalti agguerriti degli avversari?

UN PERCORSO TUTTO MURGIANO – La Mediofondo Città di Altamura si disputerà su un tracciato interamente rinnovato. Con partenza e arrivo presso l’area attrezzata del Centro Visite Lamalunga “L’Uomo di Altamura”, i ragazzi dell’ASD Orme Bike Extreme hanno disegnato un percorso interamente murgiano di 46,5 km per complessivi 800 metri di dislivello. Con la peculiarità di non presentare affatto tratti asfaltati, per la gioia dei biker puristi, riserva anche dei tratti tecnici, come i complessivi 7 km in single track. Di tipologia mista, il percorso della Mediofondo alterna strade brecciate, tratturi in terra battuta, sottobosco, e Murgia aperta, lambendo alcuni luoghi tipici del carsismo locale, come il Pulo o la Grotta della Capra. Ricchi di strappi, che rendono particolarmente nervoso il percorso, i 46 km di gara sono complessivamente alla portata di tutte le gambe, anche se i favoriti per la vittoria e tutti coloro che hanno ancora ambizioni di classifica nella generale dovranno affrontare al meglio i “muri” che sfiorano il 20%. Tra tutte le brevi e ripide salite del tracciato spicca la più lunga, di 1,7 km con una pendenza media del 6%.

L’IRON BIKE E IL TERRITORIO: L’UOMO E IL PULO DI ALTAMURA – La grotta di Lamalunga è il luogo del ritrovamento dell'Uomo di Altamura. Struttura carsica, tipica dell’Alta Murgia, in una terra di lame, doline a pozzo e dalla dolina di crollo noma come il Pulo di Altamura, presenta un andamento della grotta non mai molto profondo, con spessore della roccia calcarea soprastante tra i 25 e i 30 metri. Al suo interno, il 3 ottobre 1993, fu scoperto lo scheletro fossile di un uomo di Neanderthal, che probabilmente si infilò nel cunicolo, in cerca di una via d’uscita, con il radio e la scapola fratturata. L'interesse dei media verso il reperto paleoantropologico Uomo di Altamura deriva da numerosi fattori quali la spettacolarità naturalistica dell'intero complesso rappresentato dalle ossa nell'ambiente carsico che le ha concrezionate, saldandole le une alle altre.
Di notevole importanza per i paleontologi, presenta anche la peculiarità di aver richiesto una particolare metodologia di indagine, che non alteri il particolare habitat. Oggi lo scheletro è osservabile mediante un sistema di telecamere.

Il Pulo di Altamura, invece, è la più grande dolina carsica dell'Alta Murgia, situata a 477 m slm a nord della città di Altamura. Originatasi dal crollo del volto di un’ampia cavità, la dolina ha un perimetro, misurato lungo l’orlo, di circa 1800 m. Il diametro più lungo è di poco superiore ai 500 metri. Il dislivello oscilla tra i 70 e i 75 metri. Il Pulo di Altamura contiene numerose grotte, ossia la "Grotta del colombo", la "Grotta dell'imbroglio" la "Grotta dell'orco", "Inghiottitoio del Pulo" localizzate in corrispondenza della lama di nord nord-est, "Grotta Mario" ubicata nella lama di nord-ovest.

I SERVIZI PER I PARTECIPANTI – Oltre all’assistenza sanitaria e al presidio del percorso, la Orme Bike Altamura ha previsto un pacco gara per i soli atleti non abbonati al circuito. Alla fine delle fatiche ciclistiche sarà possibile banchettare con amici e compagni di squadra con il tradizionale panino con salsiccia (più birra) al costo di € 4,00 a persona.

L’APPUNTAMENTO – Domenica ore 7.30 / 9.00 ritrovo, verifica licenze, consegna numero di gara, consegna CHIP presso Centro Visite Lamalunga “L’Uomo di Altamura”, all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Riunione tecnica alle 9:15 e alle 9:30 partenza ufficiale dell’ultima Mediofondo in mountain bike della stagione pugliese. Primi arrivi previsti per le 11:45 e premiazioni a partire dalle ore 14:00.

GLI ORGANIZZATORI: ORME BIKE EXTREME ALTAMURA – Punto di riferimento della Mountain Bike e del ciclismo su strada per la città di Altamura, la società che organizza l’ultima prova dell’Iron Bike ha nell’acronimo del suo nome la sua stessa mission. ORME sta infatti per Off Road Murgia ed Escursionismo. All’attivo ha la partecipazione in massa alla Sella Ronda Hero sin dal 2014 e quello dei grandi numeri è un altro fattore distintivo della Orme Bike, che per l’anno 2018 è arrivata a toccare l’ammirevole cifra di 110 atleti tesserati, in tutte le categorie, sia maschili che femminili.
Si è fatta promotrice dell’organizzazione di eventi cicloturistici e agonistici, così come eventi culturali trasversali a tema ciclistico, come “domenica senz’auto”, pedalate didattiche con le scuole medie e superiori; avviamento al ciclismo dei giovani. Sin dalla prima edizione dell’Iron Bike fa parte attivamente del circuito, organizzando una tappa che promuove il territorio murgiano di Altamura, storicamente disegnata su un percorso accessibile a tutti con il fine di favorire la componente del divertimento e della condivisione.

ISCRIZIONI – Le iscrizioni sono aperte a questo link sul portale dei cronometristi Icron.it. Inoltre tutti gli atleti tesserati presso la FCI, Federazione Ciclistica Italiana, sono tenuti tassativamente (pena l’esclusione dall’elenco dei partenti) ad effettuare l’iscrizione sul portale federale “Fattore K”. Tale obbligo vale sia per i cicloamatori che per gli agonisti. ID GARA 145182 (Mediofondo).
La quota di iscrizione, per i soli cicloamatori, è fissata in € 25,00, a cui aggiungere il costo del chip di cronometraggio (€ 5,00 da versare in loco ai cronometristi). I cicloturisti non tesserati, che prenderanno il via sul percorso non competitivo ad essi dedicato, pagheranno la stessa quota dei cicloamatori.
«La Società organizzatrice chiede la copia dell’avvenuto pagamento con i nomi dei relativi iscritti da inviare a  ormebikextreme@gmail.com per l’assegnazione del numero – spiegano dal team, sottolineando l’importanza di tale passaggio - del chip per cui richiederà alla consegna del tutto la ricevuta in originale del bollettino postale o del bonifico bancario».

LA FESTA FINALE DELL’IRON BIKE 2018 – La premiazione dell’edizione 2018 dell’Iron Bike MTB avrà luogo presso la sala ricevimenti Astoria Palace domenica 18 novembre. Nel corso della tradizionale festa conclusiva saranno consegnati i premi e le maglie di leader definitive. Contestualmente sarà presentato il calendario dell’edizione 2018, i cui lavori sono in avanzata fase di avanzamento. Maggiori dettagli dopo la tappa di Altamura.

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Il prossimo 12 maggio la Granfondo WHYsport Città di Valdagno festeggia il suo primo lustro di vita. C’è voluto relativamente poco tempo perché la manifestazione vicentina diventasse uno dei principali...

Ritorna anche nel 2019 una delle manifestazioni più originali e innovative del panorama ciclistico: stiamo parlando de LA RONDA, che Sabato 13 Aprile andrà in scena a Conegliano (TV) con...

Si può coniugare la passione per il ciclismo con la festa di Capodanno? Grazie al nuovo evento “Ride To Capodanno” organizzato da Witoor tutto questo è possibile.Dal 29 dicembre 2018...

Caldarola e i Monti Sibillini attendono tutti coloro che il 23 giugno decideranno di prendere parte alla Granfondo dei Sibillini - La cicloturistica, sesta prova del Marche Marathon - Ciclo...

Freddo e ciclismo sono due parole che possono convivere solo e soltanto se ci sono le giuste precauzioni, giusto? Coprirsi in maniera adeguata è la prima cosa logica...

Con una simpatica cerimonia in famiglia il Team Bellato Peseggia ha festeggiato l'altra sera i 25 anni di attività. Il sodalizio è nato il 20 dicembre del 1993 grazie ad...

La bici è il futuro, BikeEconomy la strada da seguire. Perché BikeEconomy non significa solo biciclette e accessori, ma anche turismo, salute, mobilità e molto molto altro. Quello che può...

Continua la partnership tra SIDI e il Team KATUSHA ALPECIN. Venerdì sera a Koblenz in Germania, nel quartier generale Canyon, si è tenuta la presentazione ufficiale del team che si...

Freddo e pioggia possono condizionare le vostre uscite in bici e farvi saltare importanti momenti di svago? Abitate in una località umida e siete stufi di tornare a...

Una capitale del Prosecco c’è già: è Valdobbiadene. L’altra arriverà nel 2019, quando per la prima volta oltre duemila ciclisti provenienti da tutto il mondo proveranno l’emozione di pedalare nel...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Spesso un capo invernale può essere troppo caldo oppure, talvolta, non è abbastanza isolante mentre in altri casi...
di Giorgio Perugini
Ammettiamolo, con i tempi che corrono valutare con attenzione le spese che vorremmo fare non è affatto una...
di Pietro Illarietti
Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobicitech dal titolo «Tested4You»: come facile intuire, i nostri tester proveranno per voi capi...
di Giorgio Perugini
  Due giorni a Cannes per una presentazione ufficiale Look non sono roba da poco. La casa francese continua ad...
di Giorgio Perugini
  Ho una personalissima lista di cose che mi fanno girare le scatole e quasi in cima all’elenco si posiziona...
di Giorgio Perugini
La sella perfetta esiste, questo è poco ma sicuro. Sarà l’unica che vi farà pedalare più comodamente rispetto ad altre...
di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
di Giorgio Perugini
  Tranquilli, i tempi son cambiati e non si cade in contraddizione desiderando un casco ventilato e aerodinamico. Oggi come...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto, era molto tempo che desideravo affrontare una prova Gravel e finalmente l’occasione si è presentata. Jeroboam 300...
di Giorgio Perugini
  Con questa review si chiude il lungo test svolto con le selle Repente iniziato circa un anno fa, una ...
di Giorgio Perugini
  Da un paio di anni è di gran moda indossare calzini colorati e vivaci mentre si pedala, un capo...
di Giorgio Perugini
Riciclare è la parola d’ordine quando si pensa all’ambiente e all’inutile spreco di materie prima una volta utilizzate per realizzare...
di Giorgio Perugini
Avete presente quelle nuvole gonfie di pioggia, pronte ad esplodere in un fragoroso temporale da un istante all’altro?...
di Giorgio Perugini
Sicurezza, ventilazione e aerodinamicità sono solo alcune delle voci che descrivono al meglio il casco Ventus, un progetto...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy