I PIU' LETTI
SOFIA CILENTI. Pronta a vincere, proprio come in gara
dalla Redazione | 14/03/2014 | 11:31

Ci sono storie che meritano di essere raccontate direttamente da chi le vive, perché da sole bastano a far arrivare il messaggio più profondo, senza il bisogno di alcun intermediario. È il caso della storia di Sofia Cilenti.

Mi chiamo Sofia! Sono sempre stata una ragazza con una buonissima salute! Studiavo e praticavo ciclismo a livello agonistico quindi mi allenavo tutti i giorni, avevo un’alimentazione perfetta e mi sottoponevo ogni 3 mesi agli esami del sangue! Lo sport era la mia vita e il sogno che coltivavo fin da bambina… Io avevo 17 anni.. Era luglio del 2012 quando dagli esami del sangue iniziò a vedersi che qualcosa non andava. . Si pensava alla stanchezza in fondo ero un’atleta.. Quindi mi diedero lo stesso l’abilità alle corse…

Attribuisco il primo segno di malattia quando dopo una gara di settembre ebbi un fortissimo mal di stomaco che durò delle ore.. Era tanto forte da farmi venire le lacrime agli occhi… Cosi arrivò la prima febbriciattola ma anche in quel momento si pensava ad un’influenza perciò quella settimana partecipai ai campionati italiani! Da lì in poi iniziai a sentirmi sempre più debole e stanca.. Gli allenamenti non andavano bene, in palestra non riuscivo nemmeno a correre più di due minuti di fila! Con novembre arrivò la febbre altissima che durava 2 settimane spariva qualche giorno e tornava! Dagli esami si rivelò mononucleosi! Allora per me era tutto chiaro la mononucleosi è facile da prendere in particolare se sei ciclista..

Nonostante tutto feci molti altri esami perché c’erano dei valori sballati che non erano da attribuire alla mononucleosi! Passavano i mesi e io divento maggiorenne festeggiando nel lettone di mamma e papà con una bella febbre..  Ed ecco che grazie a questo mio malessere arrivo’ il regalo che desideravo da anni.. Un cagnolino.. Forse sceso dal cielo per aiutarmi nel lungo cammino che mi stava aspettando.. Ormai andavo avanti e indietro da vari ospedali senza mai avere risposte.. In un centro infettivologo mi ero anche sentita dire che ero un’atleta e che non morivo di certo per un po’ di febbre.. Ma io stavo sempre più male.. La febbre durava sempre di più ed era sempre più alta.. Non andavo nemmeno più a scuola… A volte la febbre arrivava a 41 e mezzo ormai avevo tantissimi sintomi.. Quali fatica a respirare, male al petto, intensa sudorazione notturna, tosse, dolori al cuore e alle ossa, dimagrimento, un fastidiosissimo singhiozzo, ghiandole gonfie e visibili sul collo e molto altro.. A volte vedevo nero per dei minuti altre volte non ricordavo nemmeno più il mio nome.. Cosi una sera stavo particolarmente male che mi portarono al pronto soccorso dove fin da subito capirono la gravità della situazione.. Al mattino mi ricoverarono..

Fu un lungo ricovero! Fui sottoposta a una immensa varietà di esami del sangue e varie tac e pet biopsia ossea e del midollo .. il mio cuore a causa della febbre alta aveva ridotto la sua capacità quindi ero sotto controllo cardiaco 24 ore su 24! Cosi mi operarono d’urgenza …Avevo il terrore di non svegliarmi più dall’anestesia..Ero terrorizzata, quello fu l’unico momento della mia storia dove mi sentii debole.. Mi sentivo cosi piccola davanti a qualcosa di spaventoso… La sala operatoria era fredda ricordo solo che piangevo.. Non potevo credere di essere li.. Pensavo che dovevo essere in palestra quel giorno ma non era cosi.. L’intervento andò bene a parte il gran male dei giorni seguenti… Venivano a farmi visita le mie compagne, professori, amici e parenti tutti al mio servizio! I medici erano gentilissimi con me, mi sentivo una principessa! Tutti sapevano gia che si trattava di un tumore ma non riuscivano a capire quale tumore.. Tutti sapevano tranne me che ero ancora convinta di avere una tremenda mononucleosi…

Un giorno mia zia si sbaglio’ e mi disse: ah ma tu sei forte fai qualche chemio e passa tutto.. Chemio?? Quale chemio chiesi in lacrime a mia mamma? Subito pensai ai capelli.. Ai miei bellissimi capelli riccioluti.. Mia mamma mi disse che non avrei dovuto fare nessuna chemio allora mi tranquillizzai! Tornai a casa ma andavo e venivo dall’ospedale, era tutto un mistero ai miei occhi.. Tutte le notti piangevo dicevo alla mamma di non voler morire e di dirmi cos’avevo perché non stavo guarendo dopo tutti quei giorni di ospedale.. Mia mamma a quella domanda rispondeva sempre: non lo so amore.. Il dubbio mi torturava.. Se davvero era la fine anche in quelle condizioni avrei voluto fare tante cose belle a me bastava saperlo.. Ecco che un giorno in ospedale mi dissero di star tranquilla che probabilmente era solo una grave infezione nulla di più.. Ed io mi rimisi a far progetti volevo tornare subito in bici e a scuola! Purtroppo arrivo’ il giorno della verità quel giorno che cambiò la mia vita per sempre. .Finalmente avevano capito di quale tipo di male si trattava e decisero di dirmelo.. Era un linfoma di hodcking in stadio avanzato che si era esteso ad altri organi quali l’intestino cosa praticamente impossibile in un hodcking per questo la diagnosi era considerata rara.. Non so spiegare cosa provai.. Un senso di pesantezza, mi veniva da svenire… L’ematologo mi disse: sarà dura devi essere molto forte, testuali parole.. Piansi appena uscita dallo studio.. Cosa sarebbe stato di me? Ed eccomi alle Molinette di Torino un altro ospedale ancora più grande che mi spaventava ancora di più… Conobbi la mia dottoressa! Un angelo! Lei mi rassicuro’ subito io sarei guarita con chemio radio e se ci fosse stato bisogno di trapianto..Fui sottoposta a colon e gastro e mi misero il port per fare le chemio.. Dopo la colon per la febbre troppo alta non riuscivano più a svegliarmi dall’anestesia! Più passava il tempo più diventavo forte.. Pronta a tutto..

Pronta a vincere proprio come in gara! Ed è li che la mamma mi disse che ero speciale! Speciale perché ero diversa da tutti i miei coetanei! Ero speciale perché riuscivo a sorridere sempre nonostante tutto! A breve iniziai quegli interminabili 6 cicli di chemio! Atroci e strazianti! Rimanevo a letto molti giorni senza mangiare e vomitando di continuo.. ma poi passava e la voglia di vivere era tantissima dopo il dolore! Allora sorridevo a quella vita come non avevo mai fatto prima come se svegliarsi ogni mattina fosse un miracolo! Spesso non potevo sottopormi alla terapia a causa dei valori del sangue troppo bassi!! Facevo tantissime e dolorose iniezioni! I capelli erano caduti e inizialmente usavo la parrucca ma poi ho capito che la mia testolina era motivo di orgoglio e segno di grande forza! I controlli non andavano poi cosi bene addirittura una volta dopo due cicli il tumore non si era mosso.. La verità è che non mi sono mai arresa.. I giorni brutti c’erano ma c’erano anche quelli belli quando andavo in piscina e giocavo come fossi una bambina o quando riuscivo anche ad andare in bici alle volte! L’ultimo controllo fu quello decisivo! Era il 25/10/13 quando con stupore si scopri’ che non c’era bisogno di radio perché il tumore era in remissione! La gioia era immensa! Sentivo di avere il mondo in mano! Be non fu esattamente così perché ancora oggi sono sul divano con un po’ di influenza che scrivo! Ci vuole tempo per queste cose! Oggi ho 19 anni i miei capelli stanno ricrescendo morbidi e riccioluti, i nove chili presi a causa del cortisone sono diventati sei, il pallore e le occhiaie viola stanno andando via e ho eliminato definitivamente la mascherina! Il 12 marzo torno a scuola e presto anche a praticare il mio amato sport! Ora sto aiutando alcuni malati a reagire e a farsi forza! Negli ospedali ho imparato a vivere! Ho appreso il vero valore della vita lasciando alle spalle il superficiale..

A chi ci sta passando e a chi ci passerà: tornare a vivere si può!!!

Sofia

http://www.arcobalenodellasperanza.net/arcobaleno/pronta-a-vincere-proprio-come-in-gara.html?fb_action_ids=524905417626408&fb_action_types=og.likes

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
EX 900 Sport piace perché è dotata di un’autonomia straordinaria, perché ha un cuore italiano, perché è versatile ed è in grado di soddisfare sia chi ne fa un uso...

Finalmente Scerni è pronta a riassaporare le emozioni della mountain bike per celebrare l’edizione numero 10 del Trofeo Accademia della Ventricina dove sport e promozione del territorio vanno di pari...

L’asfalto è rovente, le fontanelle sono sempre troppo poche e la colonnina sale senza fermarsi, ma questo è il momento della stagione che preferisco e non mi dispiace affatto pedalare...

La ventiquattresima edizione de L'Eroica è annullata. La decisione è concordata tra organizzazione e Comune di Gaiole in Chianti alla luce delle regole imposte dalle autorità competenti che snaturerebbero, anche...

La prima domenica di agosto ha portato circa 150 bikers a mettersi in luce tra San Giovanni Rotondo e il suo paesaggio con i muretti a secco e con vista...

Quanto fatto da Prologo in collaborazione con il Politecnico di Milano non è solo una semplice sella, ma un progetto innovativo che sfrutta tecnologie 4.0 per offrire comfort e performance...

Il “bike-boom” scoppiato dopo il lockdown ha impresso un’accelerata vigorosa al settore del ciclismo, che già da alcune stagioni era in continua espansione. Una crescita che si prevede continuerà...

Se stai cercando una scarpa da gara o una calzatura tuttofare, le nuove SHIMANO ME7 e ME5 sono quello che fa per te. La ME7 è la scarpa da...

Il grande lavoro della Vastese Inn Bike continua senza sosta per infiocchettare nel migliore dei modi la ripresa della mountain bike in Abruzzo che avrà il suo giorno clou domenica...

Wilier Triestina SpA comunica l’avvenuta esecuzione dell’accordo con Pamoja Capital, family office svizzero-canadese, che attraverso un aumento di capitale è il nuovo socio di minoranza dell’azienda italiana di biciclette fondata...

Qualità e tecnicità sono due voci che precedono da sempre il marchio Assos e nessun appassionato ne fa mistero, posizionando spesso quanto prodotto dalla storica azienda svizzera ai primi posti...

Comincia il viaggio alla scoperta dei quattro comuni che saranno sedi di tappa nella seconda edizione di Appenninica MTB Parmigiano Reggiano Stage Race, in programma dal 27 Settembre...

Lo ripetiamo spesso per ricordare quanto sia difficile rinnovare prodotti che si avvicinano alla perfezione, ma il nuovo KASK Mojito³, basandosi sul successo del famoso Mojito X, alza ulteriormente l’asticella...

La nuova linea AGX di Prologo nasce per soddisfare tutto il bisogno di avventura e libertà che ognuno di noi vive, soprattutto dopo averne compreso l’importanza in seguito all’arrivo del...

Immaginatevi di abitare in mezzo alle Dolomiti venete, di svegliarvi una mattina, prendere la bicicletta e andare in Sicilia. È quello che ha fatto Giovanna Costa, 32enne insegnante di sostegno...

Nel 2019 non era stato possibile portare in strada la Gran Fondo Andora, dopo la gradita edizione del 2018 e così il GS Loabikers, ci ha riprovato nel 2020, ottenendo...

Non chiamiamoli saldi, ma promozioni sì. Da lunedì 3 agosto sulla piattaforma canyon.com sarà possibile approfittare di 48 di forti promozioni su tutte le E-Bike e gli accessori. Questo sì...

Alessandro Del Gallo e Daniele Silvestri ce l'hanno fatta: hanno scalato il loro Everest, anzi il loro personalissimo altimetro che misurava il dislivello affrontato è stato anche più “generoso”, evidenziando...

Con due nuove opzioni e una colorazione completamente nera, le nuove selle Antares Versus Evo R1 e R3 sono ancora più eleganti e offrono una seduta davvero innovativa, completamente stampata...

In casa Mtb Puglia si sta infatti lavorando per ultimare i dettagli della prima edizione della cross country XC del Poggio, datata domenica 2 agosto a San Giovanni Rotondo. La...

L’orizzonte è delineato: perduta giocoforza l’edizione 2020, la Granfondo Gimondi Bianchi è già pronta per maggio del prossimo anno a Bergamo, con 2700 partecipanti abili e arruolati e...

Probabilmente già molti di voi si sono innamorati delle RX8, scarpe gravel targate Shimano davvero strepitose. Grazie a contenuti tecnici di primissimo livello e materiali di alta qualità, le RX8...

Farina e biciclette non hanno mai avuto nulla in comune. Fino a qualche mese fa, quando sono diventati il simbolo della pandemia globale, nati dal desiderio di riscoprire l’autenticità e...

Pedalare alla scoperta del territorio in tutta sicurezza e nel rispetto dell'ambiente, per una vacanza piacevole e sostenibile. Questa è la proposta di E.ON, tra i principali operatori energetici del...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




Qualità e tecnicità sono due voci che precedono da sempre il marchio Assos e nessun appassionato ne fa mistero, posizionando...
di Giorgio Perugini
Nel momento più caldo dell’anno non si deve rinunciare al casco ma puntare su un prodotto leggero, sicuro e molto...
di Giorgio Perugini
Non tutti gli amatori desiderano suole rigide e tomaie iper contenitive ed il motivo è semplice, la ricerca delle massime...
di Giorgio Perugini
Il nostro Vincenzo Nibali è senza dubbio un immenso campione, un atleta geniale e moderno in grado di vincere su...
di Giorgio Perugini
In casa Veloflex non ne hanno mai fatto mistero, infatti, chiamano i loro copertoncini direttamente tubolari aperti, giusto per far...
di Giorgio Perugini
Ci sono prodotti che hanno fatto la storia del ciclismo, rivoluzionando completamente ogni concetto di vestibilità e sostegno offerto all’atleta....
di Giorgio Perugini
La e-bike è il futuro ed è l’emblema della nuova mobilità, per intenderci, quella sostenibile che promette di cambiare il...
di Giorgio Perugini
Il casco Giro Manifest Sferical è l’ultima novità destinata al mondo off-road che sfrutta la Spherical™ Technology creata in partnership...
di Giorgio Perugini
I gusti cambiano e cambiano soprattutto le esigenze di chi pedala, oggi più che mai. L’amatore evoluto passa molte ore...
di Giorgio Perugini
Dopo aver apprezzato in lungo e in largo la nuova chiusura powerstrap elaborata da fi’zi:k è arrivato il momento di...
di Giorgio Perugini
Per molti versi, cercando tra le bici più performanti e veloci in circolazione è difficile trovarne una comoda e accogliente...
di Giorgio Perugini
L'edizione speciale a tiratura limitata di un capo, di un accessorio o di una bici è una di quelle cose...
di Giorgio Perugini
Spesso con gli amici se ne discute a lungo ma non si arriva mai ad un punto. Chiacchiere da bar...
di Giorgio Perugini
Abbiamo imparato a conoscere Tubolito per via delle sue camere d’aria arancioni realizzate con uno speciale elastomero termoplastico. Detto così...
di Giorgio Perugini
Starvos WaveCel, il nuovo casco Bontrager, ha il grande merito di proporre la tecnologia WaveCel ad un pubblico più ampio,...
di Giorgio Perugini
Dopo aver calato una scala reale con la gamma Velo Road Racing, Pirelli ha messo le mani sul gravel con...
di Giorgio Perugini
Questa sella è dedicata agli scettici, soprattutto a quelli che guardano con diffidenza la stampa 3D, ritenendola valida solo per...
di Giorgio Perugini
Mi ero fatto altri programmi, ebbene sì, ma credo che lo steso valga per tutti voi. Non era ancora finito...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy