I PIU' LETTI
TANTE ORE IN SELLA, COME BISOGNA ALIMENTARSI? I CONSIGLI DELL'EQUIPE ENERVIT
di Giorgio Perugini | 20/05/2024 | 08:11

Le immagini del Giro d’Italia e le prime giornate calde hanno definitivamente scaldato i motori e dopo le prime gare dell’anno cominciano ad avvicinarsi le granfondo più rappresentative, manifestazioni in cui chilometraggio e dislivello giocano un ruolo decisivo. Se nelle gambe abbiamo messo km con tanti allenamenti, dobbiamo tenere presente che per erogare potenza su una lunga distanza serve anche una corretta integrazione. Con il supporto dell’Equipe Enervit e qualche dritta proviamo ad immaginare come programmare l’integrazione per affrontare una distanza importante.

La marcia d’avvicinamento

Partiamo dal presupposto che tutto fino ad ora sia andato secondo i piani, quindi con allenamenti commisurati al dislivello del percorso scelto e con i giusti chilometri nelle gambe. Durante i giorni a ridosso della manifestazione è consigliato togliere il piede dall’acceleratore ed evitare uscite lunghissime, una sorta di scarico pre-gara. È questo l’atteggiamento corretto per affrontare ad esempio una Maratona dles Dolomites o una Sportful Dolomiti, gare in cui chilometri, dislivello e temperature possono spremerci per bene. Nell’ultimo mese sarebbe buona cosa prendere le misure con distanze simili a quelle della gara a cui vogliamo partecipare, ma anche con gli integratori e capire quale risposta il nostro organismo possa avere. In casa Enervit c’è davvero molto tra cui scegliere, partendo proprio dalla linea di prodotti specifici C2:1PRO, perfetti per le attività endurance. 

Evitiamo di abbuffarci il giorno prima e poi una colazione leggera

Sfatiamo i miti, non serve fare infinita scorta di carboidrati il giorno prima e durante la colazione prima della gara. Come consiglia L’Equipe Enervit sarebbe opportuno aumentare leggermente la quota di carboidrati fino a 5-7g/Kg variandone le fonti. Sarà piuttosto lo “scarico” dell’ultima settimana a fare in modo che le riserve di glicogeno nei muscoli siano ai livelli desiderati. Scarico non vuol dire non fare nulla, sono consigliate delle attività in cui inserire un richiamo di forza e un ‘altra in cui fare girare le gambe velocemente. Mettete da parte le ansie e fatevi un bel riposo, andando a letto ad un orario corretto e senza appesantirvi. Il segreto in questi casi è rispettare le proprie abitudini senza strafare, tutto qui. La mattinata della granfondo regalatevi una colazione normale, pane e marmellata, gallette e marmellata o le classiche fette biscottate e poi non dimenticate di bere, aspetto che dovreste curare anche durante il giorno precedente ricorrendo se potete a bevande isotoniche come Isotonic Drink Arancia.  

Prima di arrivare in griglia gli ultimi ritocchi

Ad una colazione leggera, aspetto fondamentale per non partire a tutta in piena digestione, segue l’assunzione di un integratore in grado di rilasciare energia in maniera più lenta come il Pre Sport, una vera garanzia per avere tante energie a disposizione nella prima ora di gara. In questo caso si rivela utile il concentrato basato su diverse fonti di carboidrati scelto da Enervit, un mix arricchito con Isomaltulosio sotto forma di gelatina. Due gelatine forniscono 50 grammi di carboidrati, una bella scorta per partire rapidi. 

In corsa? Serve ascoltarsi e alimentarsi con costanza

Se decidiamo di correre per ottenere una personale prestazione dobbiamo “ascoltarci” e tenere sott’occhio i watt, infatti, in una gara lunga e con tanto dislivello esagerare in partenza e farsi prendere dall’entusiasmo potrebbe prosciugare le nostre riserve e farci sentire finiti già a metà percorso. Ogni quanto dovremmo mangiare? La strategia usuale prevede l’assunzione di 60 grammi di carboidrati per ora, motivo per cui troveremo ampio spazio di manovra nella linea C2:1 Pro. Prediligete barrette quando potete masticare con meno affanno e tenete i gel per i momenti più tirati, come spesso accade prima della salita. Ovviamente nel periodo di un’ora provate a mangiare una barretta anche a piccoli morsi, cercando di ascoltare il vostro corpo, anche un boccone ogni 20 minuti come fanno i professionisti. La priorità è sempre la stessa, ovvero quello di mantenere il serbatoio con la giusta dose di carboidrati.  

90 grammi di carboidrati per chi si è allenato

Questa è la dose di carboidrati suggerita per atleti molto allenati, sportivi dotati di motori potenti da alimentare a dovere. Ricordate che massimizzare l’apporto di carboidrati è possibile, ma è un risultato a cui arriviamo con l’allenamento. La nuova linea C2:1 PRO vi permette di arrivare a questi quantitativi scegliendo tra gel, barrette, preparati da sciogliere in borraccia e chews. Ho sperimentato più volte questi dosaggi su lunghissimi chilometraggi e ho sempre raggiunto l’obiettivo con buone energie disponibili. Le Carbo Chews (6 caramelle) apportano 30 grammi di carboidrati ve le consiglio poiché vi permettono comodamente di perfezionare i dosaggi. In precedenza vi ho parlato di allenamento anche per quanto riguarda l’integrazione, infatti, nell’ultimo mese e nelle uscite più lunghe sarebbe importante allenare l’intestino ad assorbire meglio i carboidrati. Da questo punto di vista vi sarà d’aiuto tutta la linea C2:1 PRO, un insieme di prodotti poco dolci e tollerati molto bene dall’intestino. Infine, ricordatevi di bere, altro aspetto fondamentale per veicolare meglio i carboidrati assunti. Se tutto andrà come deve andare, arriverete a consumare tra le 4000 e 5500 Kcal, un valore che crescerà ancora per chi resta in sella più tempo rispetto ai primi.

Recupero, riposo, buona alimentazione

Pianificare il recupero non è mai semplice per qualsiasi amatore, del resto la vita piena tra lavoro e famiglia spesso mette paletti difficili da aggirare. Detto questo, un buon recupero si comincia passata la linea del traguardo e più precisamente è nei primi 30’ che dobbiamo assumere un calibrato mix di proteine e carboidrati accompagnati come sempre da liquidi. Tutto quello che serve lo troviamo nel R2 Recovery Drink, una bevanda energetica a base di carboidrati e aminoacidi di alta qualità, quello che serve per supportare a dover la muscolatura. Da qui in poi un buon riposo e una settimana da dedicare ad uscite di scarico per poi riprendere richiami di forza e lunghe uscite, pronti per le prossime avventure. 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Si è tenuta ieri, alla presenza del membro del governo Cantonale, Mario Fehr, del Consigliere comunale Filippo Leutenegger e di altre personalità, la conferenza stampa organizzata dal Comitato Organizzatore Locale,...

Le ragioni per cui si desidera una e-road sono tante. C’è chi la sceglie per conquistare salite altrimenti troppo impegnative, chi per esplorare percorsi lontano da casa, o chi per...

Aliante Adaptive si affianca ai modelli Antares ed Argo andando a completare la famiglia di selle con cover stampate in 3D, il celebre sistema Adaptive messo a punto da Fizik...

È l’estate di Parigi 2024, è l’estate delle Olimpiadi. Tra storie, sogni e obiettivi, tutti gli occhi del mondo saranno sulla capitale francese. E ci saranno anche MCipollini e le...

Il modello Egos è uno di quelli utilizzati dal Team Bahrain Victorius, un casco destinato alle massime competizioni in cui gli atleti hanno bisogno di massima ventilazione. In questo progetto...

Grandi novità su Wikiloc: arrivano infatti due nuove funzionalità, vale a dire Route Planner e Mappe 3D. La piattaforma di navigazione outdoor consente ora di pianificare percorsi direttamente da casa...

Core e Concrete College sono le due collezioni pensate da Canyon per chi si ispira alla cultura del ciclismo, capi streetwear ma destinati a chi vive il fascino de ciclismo...

La sella NAGO è uno dei prodotti più iconici di Prologo, un modello che nella sua vita ha affiancato molti campioni in vittorie importantissime nelle classiche di un giorno e...

La maglia Ombra di Santini è stata pensata per essere un capo unisex e viene realizzata con tessuti Polartec®, Power Stretch™ e Delta™. Questo nuovo capo si distingue per il...

La nuova bici da cronometro e da triathlon Supersonica SLR di Wilier rappresenta molto di più di un semplice nuovo modello di altissima gamma, infatti, è la perfetta sintesi di...

Come era prevedibile, il gravel oggi è una specialità con due anime, una che vive di performance e velocità ed una decisamente più orientata all’avventura. Così Bianchi, dopo aver lanciato Impulso, la fast gravel...

La bicicletta è uno strumento capace di avvicinare persone e generazioni diverse. Che sia usata per la mobilità urbana, per una passione che accompagna sin dalla più tenera età, per...

Per il sesto anno consecutivo, Alé conferma la partnership con il Giro d’Italia dei giovani e firma un accordo con RCS Sport per la fornitura delle maglie dei leader di...

Colnago, bicicletta ufficiale del Tour de France, presenta la Colnago Fleur-de-Lys, un’opera d’arte prodotta in 111 esemplari numerati come omaggio a Firenze, la culla del Rinascimento, che ospiterà le Grand...

Q36.5, leader nell'abbigliamento tecnico per il ciclismo, è partner e fornitore tecnico ufficiale delle maglie di leader del Tour de Suisse 2024. Anche per quest’anno, il brand bolzanino e la...

Con i nuovi pedali Supervillain, Deity desidera alzare al massimo il livello delle prestazioni e lo fa alla grande andando anche oltre. Leggeri e forti, sono realizzati con la giusta...

Il 2024 riporta alla grande attenzione dei praticanti le bici endurance o allora, modelli polivalenti che regalano grande libertà e uscite in cui terreni misti e lunghi chilometraggi diventano la...

Alé è orgogliosa di annunciare la sua partnership con l'edizione 2024 del Lloyds Bank Tour of Britain femminile e maschile. La prestigiosa corsa a tappe di più giorni si svolge sulle...

Pedalare in gravel vuol dire essere pronti più o meno a tutto, un fattore che è da tenere ben presente visto che questa specialità ci espone ad una moltitudine di...

rh+, storico brand italiano specializzato nella creazione di capi ed accessori da sci, outdoor e ciclismo acquisisce Rosti Maglificio Sportivo con l’obiettivo di rafforzare la propria offerta sul mercato.  Rosti,...

Contro il caldo,  SIXS propone tre capi ActiveWear della nuova linea CLIMA II (due Jersey + una salopette corta) dalle grandi qualità che, insieme, grazie a tutta l’esperienza e agli ultimi aggiornamenti della tecnologia racchiusa nei...

Gli zaini idrici di Thule hanno dimostrato negli anni di avere un qualcosa di speciale, merito di una visione aziendale che punta tutto sulla elevata qualità delle lavorazioni e dei...

Niki Terpstra è pronto per affrontare le nuove sfide del mondo Gravel come ambassador caschi ed eyewear per Briko®, una nuova interessante sfida che vedrà l'ex prof olandese ed il...

Le bici da strada nell’ultimo periodo si stanno alleggerendo e non poco, un fattore importante che ci fa capire quanto la tecnologia abbia fatto notevoli passi avanti. “Non torneremo mai...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




Il modello Egos è uno di quelli utilizzati dal Team Bahrain Victorius, un casco destinato alle massime competizioni in cui...
La maglia Ombra di Santini è stata pensata per essere un capo unisex e viene realizzata con tessuti Polartec®, Power...
Gli zaini idrici di Thule hanno dimostrato negli anni di avere un qualcosa di speciale, merito di una visione aziendale...
di Giorgio Perugini
TPU si o TPU no? Lattice o butile? Possiamo dare più di una buona motivazione per avvalorare la scelta di...
di Giorgio Perugini
Il modello 029 di casa Salice nasce dalla grande esperienza maturata da Salice nelle massime competizioni, un terreno in cui...
di Giorgio Perugini
Sarebbe bello proporre soluzioni avanzate ad un prezzo altamente accessibile, no? È così che prende l’abbrivio la vita di due...
di Giorgio Perugini
Nei mesi passati Trek ha ampliato la propria linea di scarpe ad alte prestazioni per ciclismo su strada inserendo tre...
di Giorgio Perugini
Non molto tempo fa KASK presentò al mondo il casco Utopia, un casco modernissimo che ha stravolto gli schemi ottimizzando...
di Giorgio Perugini
Audace, moderno ma anche incredibilmente protettivo e versatile, ecco in poche parole cosa mi trasmette l’occhiale Kosmos PH di Limar,...
di Giorgio Perugini
I caschi sono tutti uguali? Certo che no e questo è un aspetto su cui più volte abbiamo cercato di...
di Giorgio Perugini
Da sempre in casa Trek la parola Madone ha un solo sinonimo ed è “velocità”. La nuova Madone SL 7...
di Giorgio Perugini
Laddove C sta per Carbonio e congiunzioni (anche se oggi dobbiamo parlare di parti), Colnago, Cambiago e Classe c’è anche...
di Giorgio Perugini
Se siete alla ricerca di un winter kit adeguato per pedalare in questo inverno, le proposte di Q36.5® vi daranno...
di Giorgio Perugini
Temevamo un arrivo repentino del freddo e così è stato, ora fuori le temperature sono scese molto e negli ultimi...
di Giorgio Perugini
Desiderate un’esperienza di ascolto ottima anche mentre correte o pedalate? Niente di più facile con le cuffie a conduzione ossea...
di Giorgio Perugini
Per molti amanti del gravel arriva la parte della stagione che regala emozioni forti, infatti, la natura che si appresta...
di Giorgio Perugini
Siamo a novembre e in alcune regioni d’Italia si registrano ancora temperature superiori ai 25°C, una situazione surreale che però...
di Giorgio Perugini
Leggerissime e rigide, ma anche veloci e incredibilmente scattanti, insomma, un set di ruote di livello incredibile alla portata di...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155
Pubblicità | Redazione | Privacy Policy | Cookie Policy | Contattaci

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy