I PIU' LETTI
GRANFONDO PER TUTTI, LA PROPOSTA RIVOLUZIONARIA DELLA “GIMONDI"
dalla Redazione | 31/07/2020 | 12:20

L’orizzonte è delineato: perduta giocoforza l’edizione 2020, la Granfondo Gimondi Bianchi è già pronta per maggio del prossimo anno a Bergamo, con 2700 partecipanti abili e arruolati e chissà quanti ancora che verranno. Saranno numeri importanti, al solito, ma la macchina organizzativa è già al lavoro per predisporre tutto al meglio, come e più di sempre.

Sicurezza è la parola chiave di questo appuntamento: a Giuseppe Manenti, da 25 anni il tenore silenzioso dell’evento, pochi possono insegnare qualcosa sull’argomento. Dopo la bufera Covid, sicurezza significa molti accorgimenti sanitari ma continua anche a significare possibilità di pedalare in piena tranquillità sulle strade. In questo senso la “Gimondi” fa scuola con uno spiegamento di mezzi e di uomini – appostati e in movimento – degno di una grande classica per professionisti. Sicurezza dev’essere e sicurezza sarà, a 360 gradi.

COME LA MARATONA DI NEW YORK E LA VASALOPPET

Nel frattempo l’orizzonte personale di Manenti è spostato molto più in là. I lunghi mesi di lockdown gli hanno dato l’opportunità per riflettere e convincersi che il tempo della svolta è arrivato. “Ci siamo confrontati con gli altri organizzatori delle maggiori granfondo italiane, Maratona delle Dolomiti, Nove Colli, Sportful e via andare. Siamo tutti persuasi che è tempo di costruire un grande dibattito con la Federciclismo. Il tema: aprire gli eventi di massa agli agonisti di tutte le categorie. Come tutte le maratone nell’atletica, da New York a Boston e le altre major. Come la Marcialonga o la Vasaloppet nello sci nordico”. 

Il tema non è nuovo ma la sollecitazione è forte: “Personalmente sono un sostenitore di questa svolta da almeno vent’anni – spiega Manenti – ma ora i tempi sono maturi, viste le conseguenze post-Coronavirus e come stanno cambiando abitudini e stili di vita. Le Granfondo sono ad un bivio: chi pensa di eliminare le classifiche e dunque l’agonismo rischia di distruggere questi appuntamenti. È un atteggiamento antistorico: ma come, si moltiplicano gli eventi virtuali, oggi da casa puoi fare il Fiandre, le tappe del Giro e del Tour, e qui pensiamo di mandare tutti a passeggio? L’agonismo è insito in ogni persona che va in bici a certi livelli, allenandosi con impegno e continuità. La sfida e il confronto sono il sale della vita, non solo delle corse, purché si giochi nel rispetto delle regole. Dunque, di cosa stiamo parlando?”

Giuseppe Manenti, ex azzurro e olimpionico, da 25 anni organizza la Gran Fondo Internazionale Gimondi Bianchi (Credits: Marco Quaranta). Clicca sulle immagini per scaricarle. Utilizzo gratuito con menzione dei credits.

PIÙ OPPORTUNITÀ PER TUTTI: NELLA MTB È GIÀ POSSIBILE

Manenti, ex ottimo passista e azzurro olimpionico prima di diventare organizzatore, è uomo di poche parole ma quando parla… “Guardiamo in faccia la realtà, faccio un esempio: trent’anni fa a Bergamo c’erano gare juniores a profusione ogni weekend… ora se ne svolgono al massimo otto all’anno. I giovani hanno bisogno di nuove opportunità per emergere: molte gare agonistiche, anche a livelli maggiori, arrancano, hanno bisogno di linfa nuova. Noi proponiamo una soluzione win-win: più opportunità per gli agonisti, che ne beneficiano economicamente e in visibilità. Più risorse per gli organizzatori. Già si fa nella MTB, perché non nella strada?”.

Troppo spesso, in effetti, le gare di massa diventano il cimitero degli elefanti, ex professionisti che trovano nelle granfondo nuovi spazi e opportunità economiche per continuare a fare il ciclista di mestiere senza averne più lo status. “Ecco perché aprire a tutti: le granfondo avranno un vincitore assoluto e poi graduatorie per età, come già avviene nelle maggiori maratone. Le griglie di partenza consentiranno comunque di proteggere la regolarità di gara tra partecipanti di diverso livello. In questo modo gli atleti agonisti avranno più opportunità di gareggiare, penso alle donne che in Italia hanno un calendario residuale. E ancora, restituiamo a chi va in bici il gusto dello sport individuale: qui abbiamo tutto quello che serve per una corsa vera, strade chiuse, varchi protetti, assistenza neutra, servizi medici. Abbiamo i controlli antidoping e possiamo incrementarli. C’è molto da guadagnare: un salvavita per un ciclismo che altrimenti faticherà a sostentarsi”.

IL MOMENTO GIUSTO PER CAMBIARE: INVITO AD UN CONFRONTO

Il sasso è lanciato: ora sta alla Federazione dare un segnale di apertura al dialogo. “Se cominciamo a lavorarci ora, nel 2022 si può partire, almeno con le manifestazioni più grandi e affermate, basta volerlo – aggiunge Manenti -. Né credo questo tema possa diventare uno strumento di contrapposizione, visto che i rinnovi elettorali sono alle porte: chi vuole il bene del ciclismo deve prendere in esame il progetto. Siamo disponibili ad organizzare subito un confronto serio e costruttivo in videoconferenza coinvolgendo gli attori più importanti e le voci di chi è in prima linea: il settore tecnico della FCI, i direttori sportivi e gli atleti. L’importante è avere un atteggiamento positivo e costruttivo, la soluzione c’è e può fare solo del bene: anche ai tanti corridori professionisti a cui la squadra può consentire di gareggiare come individuali quando non utilizzati nelle prove del calendario internazionale”.

Manenti conclude: “Dobbiamo tornare a ragionare come sistema-ciclismo, e non per corporazioni. Le difficoltà ci sono, è evidente, e crescono ogni giorno: le nuove regolamentazioni adottate per lo svolgimento delle gare pongono condizioni problematiche per uno sport che si pratica in mezzo alle strade e non in uno stadio. Tutte le posizioni e i punti di vista sono rispettabili ma è tempo di trovare una sintesi efficace perché il nostro mondo resti in equilibrio. La bicicletta commercialmente parlando non ha mai vissuto un periodo più radioso di quello attuale: Il mondo è cambiato e noi non possiamo pensare di rimanere fermi alla preistoria. In caso contrario, ci faremo del male da soli”.

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
La nuova collezione Adidas Eyewear abbraccia anche il mondo del ciclismo e lo fa con alcuni modelli decisamente performanti. Tra questi ho avuto il piacere di provare a lungo il...

La gamma di pedali KEO 2 Max porta avanti nel miglior modo una serie di concetti cari a LOOK ed esprime con grande chiarezza quanto i 35 anni di esperienza...

La Granfondo Stelvio Santini nel 2022 compie 10 anni ed è pronta a festeggiare il suo compleanno con i ciclisti italiani e stranieri che, a ogni edizione, partecipano numerosi per...

L’inverno non è amico della bici, questo è poco ma sicuro. Il freddo, lo sporco, la pioggia, il gelo e il sale distribuito sulle strade sono da sempre fattori che...

Il titolo italiano, quello europeo e poi la vittoria alla regina delle Classiche, la Parigi-Roubaix: Sonny Colbrelli è stato protagonista di una stagione davvero indimenticabile. Sidi ha deciso di concentrare...

Dopo gli ultimi mesi costellati di importanti successi messi a segno dai pistard italiani, è lecito aspettarsi un grande ritorno alla specialità dagli amanti del grande ovale. Miche con la...

"La pedalate gravel sono uno strumento di allenamento, ma anche uno modo per staccare la spina, per allontanarmi dalle auto, per immergermi nella natura... mi aiuta a rilassarmi", afferma un...

Il 2020 e il 2021 sono stati due anni molto difficili ed impegnativi a tutti i livelli per il ciclismo italiano ma, sotto gli aspetti legati all'attività sociale, hanno dato...

X-Bow nasce per soddisfare le richieste di chi cerca comfort e stabilità in tutti gli ambienti off-road e si presenta sia in versione tradizionale che Superflow con rail in TI316...

Tranquilli, nel nuovo e-shop di Veloplus le offerte del Black Friday non terminano ogGi ma a fine mese: un’occasione in più per scegliere bene il pezzo pregiato e portarlo a...

Una cosa è certa, il giovane marchio MB Wear ha la grande capacità di coprire bene diverse discipline come il ciclismo, il running  e lo sci. La nuova maglia invernale...

Il marchio di biciclette Cybro Industries è nato con l'idea di soddisfare qualsivoglia tipo di cliente, dagli amanti della velocità a chi preferisce il fuoristrada, passando per chi la bicicletta...

NOKO ELECTRIC POWER BIKE: nasce un nuovo progetto e-bike tutto italiano che ha voluto al fortemente al proprio fianco FSA e Vision per configurare tre mezzi esclusivi e ambiziosi. ...

Una splendida bici De Rosa è esposta alla Fiera Eicma in corso di svolgimento al polo di Rho-Pero. La De Rosa color giallo punta oro è allo stand Bafang, nell’affollatissimo  padiglione 22....

Presentato ad EICMA (Esposizione Internazionale delle Due Ruote) uno studio sulla contraffazione online promosso da Confindustria ANCMA e INDICAM: l’indagine, realizzata da FUB (Fondazione Ugo Bordoni) e DCP (Digital Content...

In diverse parti di Italia pare che l’inverno abbia già bussato a casa dei ciclisti, quindi che lo vogliate o no, probabilmente è arrivato il momento di fare il cambio...

Ci sono molte interpretazioni oggi riguardo il design delle moderne e-bike, ma una cosa è certa la visione offerta da MBM Cicli con la nuova La RUE è davvero unica....

Gaerne è pronta alle grande battaglie nel circuito ciclocross con la nuova scarpa G.SNX, un prodotto da vertice rinforzato per resistere allo sterrato e potenziato con il sistema BOA® per...

Arriva probabilmente il momento più duro dell’anno per noi ciclisti e oltre al freddo, dobbiamo fare l’abitudine anche ad una scarsa luce. Per quanto riguarda questo ultimo problema ci corre...

Sicuramente non ci gira intorno: infatti, Limar ha a cuore la vostra testa e ogni suo casco viene pensato per offrirvi la massima protezione. Non sfugge a questa regola il...

I tramonti di fuoco, le mattine con la brina sui prati e il silenzio dopo la pioggia. L’inverno è decisamente una delle stagioni più eccitanti per uscire in bicicletta ma...

La data già segnata in rosso da tutti gli appassionati è quella del 22 maggio 2022 con la Nove Colli che tornerà nella sua collocazione classica, quella primaverile, dopo la...

MAAP ha appena introdotto sul mercato i suoi nuovi Pro Bib 2.0, pantaloncini ad alte prestazioni che vanno a sostituire l’acclamato modello Pro Bib del 2019. Il marchio ha spinto...

Trek ha presentato la nuovissima Speed Concept, inaugurando un inedito design aerodinamico integrato che aiuta i triatleti a essere ancora più veloci. Oltre un decennio fa, Speed Concept ha preso...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Ingegnerizzata da Dallara, leggerissima e affascinante nelle sue linee sinuose, la nuova SLR Boost Tekno Superflow si presenta così nei...
di Giorgio Perugini
Spesso si ricade nella frase fatta «sono bastati pochi metri» per raccontare quanto un prodotto abbia la capacita positiva di...
di Giorgio Perugini
Nella nuova maglia Gravel Jersey 3/4 Isadore concentra tutta il proprio know-how e prende decisioni che si rivelano vincenti, fin...
di Giorgio Perugini
Il passaggio è davvero semplice, del resto il vento sa essere anche veloce, no? Salice ha preso la via più...
di Giorgio Perugini
Durante la scorsa stagione ho utilizzato prevalentemente le ruote URSUS Miura TC37 disc su strada, elemento naturale di questo meraviglioso...
di Giorgio Perugini
Gli occhiali KOO Demos sono tra gli occhiali preferiti del team Eolo-Kometa ed offrono un’ottima protezione grazie ad un design...
di Giorgio Perugini
Iconici, essenziali e apprezzatissimi da un esercito di appassionati che rivedono in questi occhiali il mito, il ciclismo dei campioni...
di Giorgio Perugini
Il calzino è un capo che spesso può fare una grande differenza, soprattutto  se indossiamo scarpe con suola in carbonio....
di Giorgio Perugini
Per ottimizzare un capo occorre togliere? Per rendere migliore lo stesso capo potrebbe essere utile semplificare e ridurre al minimo...
di Giorgio Perugini
L’alluminio non passa mai di moda e la riprova sono le ruote Miche Graff SP destinate alle gravel, un set...
di Giorgio Perugini
Leggerezza, ventilazione e aerodinamicità, come fare a trovare il giusto equilibrio in un completo da bici? Non è una cosa...
di Giorgio Perugini
Alé è un brand italiano che non ha bisogno di molte presentazioni, del resto si tratta di un marchio che...
di Giorgio Perugini
In questo ultimo anno abbiamo potuto tutti constatare quanto sia cresciuto il fenomeno gravel, un nuovo trend che ha confermato...
di Giorgio Perugini
La rivoluzione OCLV 800 Series abbraccia anche la gamma Madone esaltandone reattività e leggerezza, una dieta dimagrante per questo telaio...
di Giorgio Perugini
Il mercato delle e-bike corre veloce, un incremento davvero positivo che ha dimostrato quanto i nostri consumatori fossero in realtà...
di Giorgio Perugini
Finisseur, marchio prodotto da Deporvillage, azienda leader della vendita online per articoli sportivi, ha recentemente lanciato la propria collezione primavera-estate,...
di Giorgio Perugini
Si fa presto a dire pronto gara, infatti, questo è uno spot troppo spesso abusato. In casa Assos non si...
di Giorgio Perugini
Il casco Helios™ Spherical MIPS® è stato una delle ultime novità di Giro ed è un modello leggero e incredibilmente...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy