I PIU' LETTI
FI'ZI:K ANTARES VERSUS EVO 00 ADAPTIVE, WELCOME TO THE FUTURE
di Giorgio Perugini | 28/04/2020 | 08:30

Questa sella è dedicata agli scettici, soprattutto a quelli che guardano con diffidenza la stampa 3D, ritenendola valida solo per qualche esercizio di stile. fi’zi:k ha sviluppato una innovativa imbottitura stampata in 3D in collaborazione con Carbon®, azienda leader in questo settore e quello che è nato non è una semplice sella, ma la pura rappresentazione di quanto oggi si possa osare grazie alla tecnologia. Ecco a voi la nuova fi’zi:k Antares Versus EVO 00 Adaptive.

Per scegliere una nuova strada servono coraggio e idee chiare

fi’zi:k ha scelto la rinomata piattaforma Antares Versus 00 per questo importante battesimo, ma un domani grazie a questa tecnologia è facile intuire che ognuno potrà avere la propria sella su misura. La stampa 3D perfezionata da Carbon® grazie alla rivoluzionaria tecnologia Carbon Digital Light Synthesis™ definisce nello spazio una struttura « aperta » formata da un preciso schema, una sorta di traliccio che risponde a funzionalità diverse zona per zona senza che si possa però cogliere nel suo aspetto alcuna variazione. In poche parole, messe da parte le schiume utilizzate fino ad oggi, è finalmente possibile differenziare millimetro per millimetro la capacità con cui questa imbottitura risponde, programmando con estrema precisione la densità del materiale e quindi il supporto fornito all’atleta.

Novità e solide certezze come lo scafo e il Moebius Rail

Dal punto di visto estetico, l’impatto è incredibile, ma il riscontro più veritiero si trova con il tatto, infatti, basta maneggiare questo reticolato 3D giallo per percepirne le diverse densità. Da una zona all’altra c’è sempre un passaggio decisamente graduale in cui l’elasticità o lo smorzamento variano sensibilmente. Disponibile nelle versioni 274 x 139 mm ( 147g ) e 274 x 146 mm (154g ), Antares Versus EVO Adaptive 00 sfrutta un solido scafo in carbonio ad alto modulo abbinato al Moebius Rail anch’esso realizzato in carbonio. Questa è la solida base su cui poggia l’imbottitura Adaptive, una parte che abbiamo già apprezzato nella Antares Versus EVO 00.

Una novità fatta di grande sostanza

La sella Adaptive sfrutta un design maturato studiando una miriade di dati raccolti da fi’zi:k con studi biometrici di molti atleti, professionisti e non. Il risultato è una sella davvero molto confortevole, una piacevole sensazione che si avverte anche cambiando spesso posizione di seduta. Il supporto fornito dalla struttura stampata in 3D è continuo e si adatta dinamicamente alle pressioni apportate durante le diverse fasi della pedalata. Per quanto riguarda le vibrazioni, la struttura in 3D fa miracoli e se non fosse per quelle derivanti dal manubrio e dai pedali non si sentirebbe nulla. Il colore che vedete nelle foto, un verde /giallo, è il colore definitivo e resta tale e quale anche dopo diversi cicli di utilizzo. Potete anche sporcarla di fango, poi basterà un po’ d’acqua per rimuovere tutto.

 

Sembra arrivata dal futuro

Dal punto di vista degli attriti tra sella e tessuto del pantaloncino, non ho avvertito nulla di strano e i bordi dell’imbottitura, accuratamente smussati in fase di stampaggio, ben si comportano durante la pedalata senza mai ostacolarne i movimenti. Per quanto mi riguarda, il rodaggio con Antares Versus EvO 00 Adaptive è durato un minuto, una manciata di secondi per capire di essermi direttamente seduto sul futuro. Nelle varie uscite ho alternato salopette di Assos, Santini e Nalini, ottimi prodotti che hanno senza dubbio migliorato il comfort in sella. Il lungo canale che caratterizza le selle della linea Versus fa in modo che tutto funzioni alla grande anche se sono convinto che l’innovativo stampaggio in 3D sfruttato da fi’zi:k possa mettere in discussione la  sua futura funzione. La struttura a nido d’ape offre un buon grip, un grip che diventa via via maggiore quando piove, ma solo perché il pantaloncino e il fondello trattengono più acqua.

Design unico e tanto comfort, abbastanza per diventare la sella del Team Ineos

Per prima cosa a fi’zi:k va attribuito grande merito per aver intuito quanto potesse cambiare il futuro delle selle grazie ad un’azienda della Silicon Valley come Carbon® e alla sua innovativa stampa 3D. In secondo luogo, se mai ce ne fosse il bisogno, questa Antares Versus EvO 00 Adaptive conferma le grandi capacità del marchio veneto di fondere le tecniche e i materiali più innovativi con la migliore abilità artigianale. in terzo luogo, due colpi di pedale e Adaptive convince subito! Antares Versus EvO 00 Adaptive è stata la ciliegina sulla torta, visto che la ho utilizzata per completare l’assemblaggio di una Pedemonte Aurata RS, un prodotto di altissima fascia e italiano al 100%, accostandola ad altri elementi italiani come il Gruppo Campagnolo Chorus 12s e le  ruote Campagnolo Bora WTO 33. Come scritto in precedenza, il rodaggio di questa sella è durato pochissimo e ancora ricordo il primo giro fatto, 130km filati via lisci come l’olio e corsi in assoluto comfort. Rispetto alla Antares Versus EVO 00 è tutta un’altra musica ed il merito è tutto dell’imbottitura stampata in 3D. Dalla punta alla parte più larga della coda la sostanza della struttura a nido d’ape offre sempre il corretto supporto senza mai cedere completamente, un indizio che mi permette di capire con quanta precisione possa essere programmata la risposta dell’imbottitura in 3D.

www.fizik.com

 

 

 

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
A Gaiole in Chianti si è aperta ieri la "settimana santa" che sabato e domenica porterà circa 9000 ciclisti a percorrere le strade bianche del Chianti e della Val d'Orcia indossando...

Con all’attivo 80mila bici vendute nell’ultimo anno e ben oltre 600 rivenditori in tutta Italia,  BRERA CICLI va alla conquista del cuore di chi ama pedalare. Il Gruppo MANDELLI investe nella crescita del...

Capita spesso agli sportivi più audaci, quelli impegnati in gare o percorsi impegnativi dove la copertura telefonica resta un miraggio, ma può capitare a chiunque di finire in un luogo...

Uno degli eventi più attesi dal pubblico francese e internazionale sta per tornare: da giovedì 6 a domenica 9 ottobre si svolgerà l’edizione 2022 di Roc d’Azur. Il Bianchi Experience...

Ok, è vero, non è più estate. Detto questo, non fate il madornale errore di passare all’abbigliamento invernale, non è assolutamente il momento! Ora si viaggia bene con una maglia...

Continua con grandi sorprese la collaborazione tra il campione Tadej Pogačar e la nota azienda di calzature per il ciclismo DMT e proprio sul finire della stagione arriva la nuova...

È possibile annullare la linea di confine tra strada e sterrato? Secondo Corima sì ed è un compito semplice utilizzando le nuove ruote Essentia 40 All-Road. Veloci e leggere su...

Basta guardarla bene e la parentela c’è tutta. Non sbagliate, la nuova FACTOR OSTRO trae fortemente ispirazione dalla OSTRO VAM, la bici che corre su strada e ha anche vinto...

Celebrare i rider che fanno dello sport all’aria aperta e del contatto con la natura la propria passione, ispirandoli a porsi sempre nuovi obiettivi ed essere orgogliosi del proprio stile...

È possibile realizzare un casco senza impiegare colla? I materiali riciclati sono sicuri? Un casco composto da elementi indipendenti è affidabile? Ecco tre domande che trovano risposta nella nuova magia...

Oltre l’avventura, una sfida ai limiti delle capacità umane. L’ultra-ciclista Omar Di Felice alza di nuovo l’asticella. Dopo aver attraversato la regione himalayana fino al Campo Base dell’Everest (marzo 2021),...

È passato un anno dall’uscita di Flowerpower Wax, il lubrificante a base di cere naturali realizzato  senza additivi pericolosi messo a punto da Effetto Mariposa e test indipendenti lo incoronano...

Il momento è quello giusto per presentare novità importanti e MBM Bike, marchio italiano in constante crescita, fa parlare di sé con la nuova Hyperion Plus, una e-mtb full che anticipa...

Era l’anello mancante e ora, anche gli appassionati di gravel più scatenati avranno quel che desideravano per spingersi sui sentieri più impegnativi. Ecco a voi il nuovo Pirelli Cinturato Gravel...

Un percorso iniziato alcuni mesi fa, e ora Selle Italia presenta i risultati del processo di remake in cui rinnova la propria immagine digital lanciando un nuovo sito web, a...

CST Overton è il classico copertone semi-slick che tanto piace a chi pratica un gravel leggero, infatti, è una delle migliori soluzioni per affrontare a meraviglia i tratti in asfalto...

Descritte da molti atleti professionisti come le scarpe più prestazioni in assoluto, le nuove Shimano S-PHYRE RC903 e RC903W offrono il massimo in termini di tecnologia applicata alle calzature specifiche...

Fino a ieri c’era il foglio di un quotidiano, perfetto per tirarsi fuori dai guai nelle lunghe discese, ma oggi Q36.5® riprende questo concetto rifinendo Wind Shell, un accessorio essenziale ...

Il nuovo Classic Bibshort è un pantaloncino di alto livello sebbene il prezzo di 99, 99€ lo renda accessibile a molti. Il merito di un posizionamento così buono in termini...

I pantaloncini con bretelle MILLE GTS sono il capo che hanno segnato la svolta, infatti, hanno portato la nuova generazione MILLE all’interno della linea Total Comfort, quella progettata per le...

Santini e AusCycling presentano il kit della Nazionale Australiana che sarà indossato dai 29 corridori che gareggeranno ai Campionati del mondo di ciclismo su strada UCI 2022, che inizieranno questo...

MILKIT, azienda svizzera distribuita in esclusiva da AMG srl, ha ottenuto in brevissimo tempo l’attenzione del pubblico grazie a prodotti rivoluzionari. L’innovativo sistema di valvole tubeless, il Booster Milkit e...

I materiali riciclati dovrebbero tirarci fuori dai guai, questo è chiaro, ma spesso intorno ai capi realizzati con questi materiali circola ancora un po’ di diffidenza. Ecco, questo è un...

Vi proponiamo un articolo apparso su La Stampa, che traccia la fotografia attuale del mercato della bicicletta. Bianchi, Atala, Legnano. Sono solo alcuni dei grandi marchi di fabbrica del...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
I capi giusti per il gravel devono essere comodi e resistenti, meglio ancora se dotati di un ottimo pacchetto tecnico...
di Giorgio Perugini
La maglia ultraleggera è un must per l’estate, questo è certo, ma la maglia Clima di Q36.5® costruita con la...
di Giorgio Perugini
Nati per lo sterrato nelle declinazioni più leggere e avventurose, gli occhiali Norvik sono una delle ultime novità di 100%...
di Giorgio Perugini
Corsa N.EXT, l’ultimo arrivato nella grande famiglia Corsa di Vittoria, va ad inserirsi all’apice della categoria Competition, categoria compresa tra...
di Giorgio Perugini
Leggerissima, più resistente alle forature e completamente riciclabile. Cosa desiderare di più? Ecco a voi la nuova camera d’aria Ultra...
di Giorgio Perugini
È un vero piacere vedere un marchio italiano produrre la famosa maglia Gialla, l’emblema del Tour de France che rappresenta...
di Giorgio Perugini
Il gravel resta il fenomeno del momento ed chiaro che in breve anche il movimento professionistico scenderà su ghiaia per...
di Giorgio Perugini
Se girate in gravel con un po’ di spirito di avventura, apporta potete capire quanti e quali imprevisti si possano...
di Giorgio Perugini
Abbiamo tutti biciclette molto sofisticate, carbonio ovunque, del resto per ottenere tanta leggerezza occorre spingere con i materiali giusti, no?...
di Giorgio Perugini
I ragazzi di Ruff-Cycles hanno portato tonnellate di Rock’n’Roll nel mondo delle e-bike con prodotti che sembrano usciti direttamente dalle...
di Giorgio Perugini
La nuova C68, l’ultimo gioiello Colnago, proietta la casa di Cambiago nel futuro e lo fa con contenuti tecnici di...
di Giorgio Perugini
Race Special è la magia per il grande giorno, la maglia da indossare durante la gara per cui tanto vi...
di Giorgio Perugini
Nasce la C68, dove la C ricorda e riprende ben quattro parole che distinguono il marchio nel mondo: Colnago, Carbonio, Cambiago, Classe. Il...
di Giorgio Perugini
Equipe RSR S9 Targa è il nuovo bib di punta di Assos, un prodotto che racchiude il massimo del know...
di Giorgio Perugini
I guanti Blend di Prologo sono una delle ultime novità del marchio e sebbene non siano dotati della tecnologia CPC...
di Giorgio Perugini
All’apice della gamma di  caschi di casa Rudy Project troviamo i modelli Nytron e Spectrum, entrambi utilizzati dal Team Bahrain...
di Giorgio Perugini
Stiamo parlando di calzature all’apice della collezione, o quasi, visto che sopra di loro c’è solo un modello molto particolare....
di Giorgio Perugini
Esiste un casco che vada bene per tutte le stagioni? Probabilmente ne esistono diversi ma la maggior parte di questi...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155
Pubblicità | Redazione | Privacy Policy | Cookie Policy | Contattaci

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy