I PIU' LETTI
SPORTFUL DOLOMITI RACE, ARRIVA LA CARICA DEI 5000
dalla Redazione | 14/06/2019 | 08:33

I numeri confermano che la granfondo di Feltre, nel cuore delle Dolomiti Unesco e porta del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, calamita gli appassionati di ciclismo da tutto il pianeta: sono 35 i paesi rappresentati con amatori arrivati persino da Usa, Russia (Mosca), Ucraina, Argentina (Buenos Aires), Colombia, Canada. La quota di stranieri maggiore arriva da Germania, Olanda, Gran Bretagna, Ungheria, Danimarca, Polonia, Belgio, quest’anno anche molti dalla Francia e dalla Spagna. In totale sono oltre 500 gli stranieri che arriveranno a Feltre da ogni parte del mondo, rappresentando i 5 continenti. Boom di donne per un anno che già registra +500 iscritti rispetto al 2018, sono 350 infatti le donne, rispetto al totale degli iscritti.

A loro l’azienda Sportful riserva un occhio di riguardo creando una maglia ad hoc, tutta al femminile: taglio e grafica. 

SICUREZZA e PASSI CHIUSI. Il Pedale Feltrino si conferma tra i comitati organizzatori più attenti alla sicurezza in gara. Anche quest’anno, grazie alla preziosa collaborazione con le Amministrazioni comunali e Provinciali del Trentino, i passi saranno chiusi per il transito dei ciclisti (il Manghen per 6 ore, il Rolle per 3 ore, il Croce d’Aune per 6 ore).Sono circa 45 i mezzi del servizio sanitario (per un totale di quasi 100 tra medici e infermieri impiegati) che seguono come angeli custodi i ciclisti in gara con 7 moto sanitarie, 22 auto con equipaggi sanitari e 14 ambulanze in posti fissi e mobili nel cuore della gran fondo.

Grandissima attenzione viene data al Passo Manghen con personale ASA (che segnaleranno i punti radio soccorso) ogni tot metri a garanzia di un intervento puntuale e immediato. Nello stile Pedale Feltrino. Lungo i percorsi ci sono circa 500 ASA a presidio degli incroci e dei punti pericolosi, per loro lo staff della cucina (50 persone coordinate da uno chef della scuola alberghiera locale) preparano oltre 1.000 paniniche verranno distribuiti da due squadre che partono prima dei ciclisti per fare il giro di consegne del “pacco merenda”. 

Il tutto sarà gestito dal Centro di Coordinamento mezzi-sanità-scope allestito in Piazza Maggiore, monitorato tutto grazie alla strumentazione GPS installata in ogni mezzo (circa 95) dell’organizzazione che darà l’esatta posizione di tutti gli equipaggi in qualsiasi momento per la conseguente attivazione dei soccorsi in tempo reale.

ORARI CHIUSURE BELLUNESI. Domenica 16 sarà chiusa al traffico veicolare la strada che da Pedavena (bivio per Norcen) porta a passo Croce d’Aune dalle ore 10.30 alle ore 16.30. Le strade saranno impegnate dalla manifestazione - Da Ponte Oltra a Passo Croce d’Aune dalle 10.30 alle 18.15 - Dal centro di Pedavena, lungo via Murle, via Sant’Anna, via Fusinato dalle ore 10.30 alle ore 20.00.In questi casi il traffico veicolare sarà completamente chiuso fino al transito dell’auto con il cartello con scritto “fine gara”.

Saranno chiuse completamente dalle 10.30 al transito dell’auto di “fine manifestazione”(ore 20.00 circa) via Marconi, via XXXI Ottobre e via Mezzaterra.

ORARI CHIUSURE ZONA PRIMIERO. Le chiusure riguarderanno la SR50 dal Km. 114.450 dall’altezza bivio del Camping Valle Verde in località Predazzo per Bellamonte - Passo Rolle -San Martino di Castrozzafino al Km. 86.900 all’altezza Hotel San Martino con una chiusura in entrambi i sensi di marcia dalle ore 10.30 alle ore 13.30. Sempre la SR50 verrà poi chiusa da San Martino fino a Siror in entrambi i sensi di marcia dalle ore 11.15 alle ore 13.30. Da Siror al confine con la provincia di Belluno ci sarà invece una chiusura di 20 minuti dal passaggio della vettura “Inizio gara ciclistica” fino al passaggio della vettura “Fine gara ciclistica”.

Per quanto riguarda la Medio Fondo le chiusure riguarderanno la SP79 dalPasso Brocon a Canal San Bovo (in entrambi i sensi di marcia dalle 08.30 alle 11.30, da Canal San Bovo al Passo Gobbera (solo per 20 minuti al momento del passaggio delle vetture di controllo corsa) e dalPasso GobberaadImer(su entrambi i sensidi marcia dalle ore 09.30 alle ore 11.30).

UN EXPO A TUTTO TONDO. Il palaghiaccio tra venerdì e domenica diventa il cuore del ciclismo grazie anche all’expo che di anno in anno cresce. Sono circa 30 gli espositori presenteranno tutte le novità del mercato: dagli integratori, alle scarpe, selle, fanali, caschi, occhiali, abbigliamento e tutto quanto ruota attorno al mondo del ciclismo.

MEET&GREET con i CAMPIONI. Il sabato, dopo l’arrivo della Mini Gran Fondo Sportful – Franco Ballerini, c’è l’appuntamento imperdibile con i campioni che poi domenica correranno per una foto, un selfie e un autografo, per conoscere di persona i campioni. Quest’anno c’erano il campione olimpico Paolo Bettini e dello scalatore Joachim “Purito” Rodriguez, lo sciatore Manfred Moelgg, il campione di triathlonAlessandro De Gasperi, gli olimpionici Antonio Rossi e Jury Chechi, Dietmar Nockler argento e bronzo ai Mondiali di sci nordico. Partirà anche la prof Lara Vieceli con la collega Sofia Bertizzolo e l’ex prof bellunese Alex Turrin.

GLI SPAZZINI ANTI MALEDUCATI. Un’altra squadra speciale parte in coda ai ciclisti per... pulire i passi laddove i grandi cestoni delle “ecozone” non sono stati presi bene di mira dai granfondisti che sono talvolta un po’ maleducati e gettano le carte per terra. Abbiamo dovuto creare due Squadre di “Spazzini”per rendere al territorio l’ambiente pulito che c’era prima della granfondo. 

LA STAMPA INTERNAZIONALE SU FELTRE. Tante le testate che seguiranno la manifestazione, oltre ai quotidiani locali, le riviste specializzate e sui pedali anche Andrea Berton penna della Gazzetta dello Sport che fece il sopralluogo della tappa del Giro d’Italia assieme al Ct della Nazionale Davide Cassani. Ma ci saranno anche giornalisti tedeschi, inglesi, danesi, belgi, spagnoli e francesi. La maggior parte di loro seguirà la manifestazione vivendola in prima persona sui pedali.

DIRETTA STREAMING. Dopo gli ottimi risultati di ascoltodegli anni scorsi torna la diretta streaming della gara. In Piazza Maggiore sarà creato un piccolo studio con la conduzione di Paolo Mei (lo speaker dal Giro d’Italia) che farà la cronaca dal cuore della gara da dove due moto con altrettanti operatori seguiranno i ciclisti nelle fasi più accese della gara: dagli attacchi sul Manghen alle battaglie sul passo Rolle con la sferzata finale a 2 km dallo scollinamento di Passo Croce d’Aune e la novità della scalata al Monte Avena con i suoi 2.7 km infernali. La diretta inizierà alle ore 10.30.Potrà essere seguita dal sito www.sportfuldolomitirace.it oppure dalla pagina Facebook.

LA SELLA SPECIAL EDITION by SELLE ITALIA. Per celebrare il traguardo dei 25 anni della Sportful Dolomiti Race, Selle Italia ha pensato alla limited edition SP-01Boost Sportful Dolomiti Race. Una sella prodotta in soli 25 pezzi che reca sulla copertura il lupo del Manghen e sul naso la scritta “25 l'anno del Giro”in onore alla 20.tappa del Giro d’Italia che si è corsa proprio lungo lo stesso tracciato della manifestazione rivolta agli amatori.

Solo 25 pezzi. Un pezzo unico. Uno resterà in casa Pedale Feltrino, la società che organizza la granfondo.Il comitato organizzatore ha poi deciso di non venderle ma di darle in premio al primo uomo e alla prima donna dei percorsi Medio Fondo e Granfondo. Sarà consegnata anche al 25.o uomo e alla 25.ma donna che taglieranno il traguardo sia del medio fondo che del granfondo. Una sella special edition sarà data anche all’uomo e alla donna che scollineranno Passo Manghen e Passo Croce d’Aune-Monte Avena per 25mi. 

MAGLIA SPECIALE by SPORTFUL NEL PACCO GARA DEGLI ISCRITTI. Nel pacco gara gli iscritti troveranno una maglia da ciclismo Bodyfit pro evo by Sportful. Un modello dalle caratteristiche particolari, utilizzata dai professionisti in diverse condizioni climatiche. Alcuni dettagli ricorderannoi 25 anni della granfondo, il colore grigioargento e lo speciale logo che riprende il passaggio del Giro d’Italia lungo il percorso della granfondo. Sulla nuca il logo della società organizzatrice, il Pedale Feltrino. L’arancio riprende i colori del partner dell’evento, l’azienda Sportful .La versione da donna si differenzia per il colore bianco e la vestibilità femminile.

PIT STOP CAFFE’ SEGAFREDO A PASSO ROLLE. La Sportful Dolomti Race è stata la prima granfondo ad avere il pitstop in cima ad un passo. Grazie alla collaborazione con Segafredo, anche quest’anno musica e caffè offerto da due splendide hostess per tutti i ciclisti di passaggio. L’anno scorso ne fecero oltre 1.400. All’arrivo Forza a Feltre il pasta party del palaghiaccio pastasciutte spettacolari ma anche gli speciali canederlifatti dall’associazione di Imer, un buon yogurt Lattebusche e una birra fresca by Birra Dolomiti.

PIOL: “CONTENTISSIMI DELLA CRESCITA DELL’EVENTO”. Alla vigilia della 25. Edizione della granfondo Sportful Dolomiti Race, Ivan Pioi traccia un primo bilancio e guarda al futuro: “Siamo contenti dei numeri, uno dei migliori di sempre con oltre 500 iscritti piu dell’anno scorso. Sarà l’effetto Giro d’Italia? Certo è che il maltempo di maggio non ci ha aiutati ad abbattere quota 5.000 come avremmo voluto, ma ci siamo vicinissimi. Vediamo sabato sera se riusciremo a raggiungere l’obiettivo, riapriamo le iscrizioni venerdi e sabato”.

Venerdì alle 12 si comincia con l’apertura dell’’Expo al Palaghiaccio e la riapertura delle iscrizioni.“Siamo molto soddisfatti anche dell’interesse che il nostro evento ha suscitato sui grani brand del ciclismo, il palaghiaccio ospita da tradizione un’Expo che conta quest’anno su una trentina di espositori di caratura internazionale”.

Per i suoi 20 anni, la Mini Gran Fondo Sportful - Franco Ballerini cambia per la prima volta formula, lascia la strada e si sposta in Pra del Moro per un tracciato da fare tutto in mtb, forse più congeniale alla maggior parte dei bambini. “Quest’anno proviamo cosi, volevamo coinvolgere la nostra scuola di mtb guidata dal pluricampione italiano Mattia De Paoli - ci pareva una cosa interessante -potranno venire in Pra del Moro tutti i bambini anche i non tesserati. Obiettivo farli divertire e promuovere questo sport nei giovanissimi. Ci saranno percorsi di difficoltà diverse per ogni fascia di età”.

Il meteo almeno per quest’anno sembra essere favorevole: “Si, le previsioni sono buone, ma anche molto calde tanto che rafforzeremo il servizio scopa perché temiamo che le alte temperature mettano in crisi i meno allenati. E abbiamo aumentato i quantitativi di acqua e liquidi ai ristori, anche se ci sono molte fontane lungo i percorsi”.

Nozze d’argento tra Pedale Feltrino e granfondo, se vi guardate indietro cosa vedete? 

“Sembra ieri che siamo partiti,main realtà non è proprio cosisono passati 25 anni. E’cambiato il modo di lavorarerispetto a 25 anni fa: da organizzatori improvvisati siamo diventati professionisti dell’organizzazione con un modello di lavoro che è stato adottato in tutta Italia e non solo. 25 anni fa volevamo diventare una granfondo di riferimento in Italia, ci siamo riusciti. Addirittura quest’anno abbiamo tra gli ospiti il Prefetto Sgalla, una delle massime autorità della Polizia di Stato. Una persona molto capace e aperta a dialogo che sta lavorando ad un nuovo disciplinare per le granfondo e a Feltre cercherà spunti. Poi abbiamo spostato l’asticella e l’obiettivo è diventato quello diraggiungere quota 4000. Ci siamo riusciti. Adesso ci piacerebbe abbattere la soglia dei 5000 ma siamo sempre penalizzati dalla scarsa ricettività alberghiera anche se negli anni l’aumento di B&B e il loro grande senso di ospitalità ci ha aiutato molto. Purtroppo molti ancora ci scrivono dicendo che non partecipano perché non sanno dove andare a dormire. Noi riempiamo strutture in un raggio di 30-40 km, ma non basta”.

Nel futuro cosa vede?

“Per il futuro mi auguro di avere sempre bel tempo, mi preoccupa sempre il maltempo e la convivenza delle auto che in questi anni è diventata sempre piùdifficile“.

Il sogno nel cassetto?

“Il mio sogno? Riuscire un giorno a correre io la Sportful Dolomiti Race”. 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Alla vigilia del training camp con la sua squadra Team Trek-Segafredo di cui Enervit è Official Nutrition Partner, Elisa Longo Borghini, tra le cicliste più forti nel panorama italiano, ci...

È iniziato il 29 giugno il viaggio benefico in sella di Alessandro Mucci, torinese ventitreenne, triatleta e neolaureato in Economia e Commercio, che ha voluto farsi un doppio regalo per...

Cambia la mobilità in città e cresce l’utilizzo di monopattini elettrici, biciclette tradizionali e a pedalata assistita. Ad aumentare non è solo il mercato di queste soluzioni “verdi”, ma anche...

Swapfiets, azienda fondata nel 2014 nei Paesi Bassi e diventata rapidamente uno dei principali fornitori di micro mobilità in Europa con oltre 200.000 utenti attivi tra Paesi Bassi, Germania,...

Il ragionamento indipendente come diritto di libertà. E' questo il principio applicato da Vittorio Ferrante e dal comitato organizzatore della Granfondo di Casteggio, che si sarebbe dovuta svolgere domenica 6...

Il  Comitato Organizzatore della Granfondo Terre dei Varano, sentito il Comune di Camerino e le autorità sanitarie competenti, viste le ancora non chiare normative che dovrebbero disciplinare le manifestazioni ciclistiche,...

Free your wild soul. Competere, vincere, l’essenza selvaggia della vita. Avversari veri di fianco a te. Stessa strada, un solo vincitore nell’unica racing Arena in Italia. Stiamo parlando di Pain...

Non si tratta di una bici di piccola taglia adattata al meglio per un pubblico femminile, ma finalmente di un vero e proprio progetto dedicato che mette il corpo femminile...

La mascherina ci accompagna ormai in molte delle nostre attività quotidiane, ma risulta sicuramente scomoda in alcuni contesti e, soprattutto, quando si svolge attività sportiva; se poi stiamo parlando di...

Pedalare e viaggiare attraverso le B-Road, le strade asfaltate secondarie e poco frequentate o nei tratti di fuoristrada, con le bici con la piega curva e le ruote grasse è...

Festeggiamenti rimandati al 2021 per Enervit, storico Main Partner della Maratona Dles Dolomites-Enel, che celebrerà i 20 anni di questo sodalizio davvero speciale, con la granfondo ciclistica amatoriale più famosa...

Il 19 e 20 Settembre andrà in scena la prima edizione del Valtellina Ebike Festival. Un week-end dedicato alla mountain-bike elettrica con iniziative, gare ed escursioni sullo sfondo di un’area...

Start Time – dopo il gradimento palesato da tutti i partecipanti al primo Round emiliano, il secondo appuntamento approda in Lombardia. A gestire “le danze” ci sarà una squadra esperta,...

Da quasi 20 anni la Val di Sole, in Trentino, è la Capitale italiana di chi ama la bicicletta, e la mountain bike in particolare. Quest’anno, per una volta,...

#TornaInSella con Mapei Sport continua anche a luglio. Il Centro Ricerche Mapei Sport sostiene gli sportivi che hanno ripreso la loro attività dopo il lockdown, prolungando per un altro mese lo sconto del 20% sui 5...

Desiderate qualcosa di più colorato per festeggiare il ritorno in bici dopo mesi di incertezze legate al Covid-19? Ecco per voi le nuove 11 varianti cromatiche con cui KASK rilancia...

Dopo l’indiscutibile successo ottenuto nelle passate edizioni con la Terminillo Marathon, nelle versioni granfondo e mediofondo, l’emergenza Covid-19 ha indotto gli organizzatori di ZeroLimits Team a rinviare la sesta edizione...

È iniziata, dal 27 giugno al 27 settembre, un’estate di pedalate in quota, discese emozionanti, sana fatica, adrenalina, aria fresca e paesaggi incantati: siamo a Movimënt, l’altopiano car-free dell’Alta Badia,...

Non so voi, ma quando mi fermo al bar per un caffè o una bibita, cerco di non perdere mai di vista la bici. Lo so, 99 volte non succede...

I capi da ciclismo sono forti e delicati al tempo stesso. Forti perché sono creati apposta per resistere alla nostra attività, al sole e al sudore, delicati perché per mantenere...

Si è conclusa la tre giorni di sopralluoghi all'Isola d'Elba dove nell’ottobre 2021 si correrà il Mondiale Marathon. Il CT Mirko Celestino, in compagnia dei due...

Inutile girarci attorno, ogni bici dovrebbe essere equipaggiata con una bella luce, almeno quella posteriore! Di soluzioni in commercio ne esistono moltissime ma mi permetto di segnalarvi X-LITE100, un fanalino...

Partendo dall’ottima base rappresentata dalla forcella Helm i tecnici di Cane Creek, distribuita da RMS,   hanno lavorato duro per ottenere Helm MKII, una nuova forcella che promette performance elevate...

La Moa Sport è composta per oltre l’80%  da personale femminile. Proprio per questo motivo è stato deciso, in collaborazione con l’Istituto Don Calabria, di creare una divisa dedicata alla...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
I gusti cambiano e cambiano soprattutto le esigenze di chi pedala, oggi più che mai. L’amatore evoluto passa molte ore...
di Giorgio Perugini
Dopo aver apprezzato in lungo e in largo la nuova chiusura powerstrap elaborata da fi’zi:k è arrivato il momento di...
di Giorgio Perugini
Per molti versi, cercando tra le bici più performanti e veloci in circolazione è difficile trovarne una comoda e accogliente...
di Giorgio Perugini
L'edizione speciale a tiratura limitata di un capo, di un accessorio o di una bici è una di quelle cose...
di Giorgio Perugini
Spesso con gli amici se ne discute a lungo ma non si arriva mai ad un punto. Chiacchiere da bar...
di Giorgio Perugini
Abbiamo imparato a conoscere Tubolito per via delle sue camere d’aria arancioni realizzate con uno speciale elastomero termoplastico. Detto così...
di Giorgio Perugini
Starvos WaveCel, il nuovo casco Bontrager, ha il grande merito di proporre la tecnologia WaveCel ad un pubblico più ampio,...
di Giorgio Perugini
Dopo aver calato una scala reale con la gamma Velo Road Racing, Pirelli ha messo le mani sul gravel con...
di Giorgio Perugini
Questa sella è dedicata agli scettici, soprattutto a quelli che guardano con diffidenza la stampa 3D, ritenendola valida solo per...
di Giorgio Perugini
Mi ero fatto altri programmi, ebbene sì, ma credo che lo steso valga per tutti voi. Non era ancora finito...
di Giorgio Perugini
Ci sono ritorni e ritorni, questo è vero, concordate? Talvolta un ritorno può essere un flop e altre meno e...
di Giorgio Perugini
Con Killer SLR Pittorico 3D la bici diventa come la tela di un pittore e vi riporta direttamente nel momento...
di Giorgio Perugini
Veloflex è uno di quei marchi che non hanno bisogno di tante presentazioni, infatti, sono largamente conosciuti da chi pretende...
di Giorgio Perugini
Ci sono tecnologie che fanno la differenza, una di queste, almeno per quanto riguarda la costruzione bici, è IsoSpeed. Preferite...
di Giorgio Perugini
Lo ammisi subito e senza mai tirarmi indietro, la Grail mi ha fatto impazzire fin dalla sua presentazione....
di Giorgio Perugini
Conoscevo molto bene Olympia Boost, oggetto di una review approfondita esattamente l’anno scorso, quindi, visto l’ottimo feedback avuto...
di Giorgio Perugini
Chiamatela Killer SLR, anzi Killer SLR ElectroDisko. Non è un semplice bici, ma un pezzo d’arte in movimento....
di Giorgio Perugini
Pensate ancora che la rinomata scorrevolezza dei cuscinetti Campagnolo sia solo una leggenda? Eh no ragazzi, si tratta...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy