I PIU' LETTI
FI'ZI:K INFINITO R1 KNIT, LE REGINE DEL TOUR DE FRANCE
di Giorgio Perugini | 20/10/2018 | 10:42

Le nuove Infinito R1 Knit nascono per offrire al ciclista una nuova esperienza in termini di calzata, sia in termini prestazionali ma anche dal punto di vista della ventilazione grazie all’innovativa costruzione in maglia della tomaia. Detto così sembra tutto molto semplice, soprattutto considerando l’esponenziale diffusione delle sneaker realizzate con questo procedimento, ma una cosa è certa, le scarpe da ciclismo sono tutta un’altra storia e devono garantire una resistenza alla deformazione notevole per contrastare le enormi forze in gioco.

Fi’zi:k ha messo a punto una scarpa che stupisce in ogni contesto e punta con sicurezza a soddisfare anche i ciclisti più forti ed esigenti come un certo Geraint Thomas, fresco vincitore del Tour de France.

Le tomaie realizzate a maglia saranno decisamente il trend futuro, del resto, con questa procedura costruttiva è possibile plasmare tomaie con zone di supporto differenziate, una possibilità che apre davvero a scenari suggestivi in termini prestazionali. Elasticità e rigidità possono essere posizionate in aree specifiche per supportare al meglio il gesto della pedalata in tutte le sue fasi.

Al primo colpo d’occhio, le Infinito R1 Knit si confermano eleganti, una dote che coinvolge tutte le sue parti, dalla tomaia fino alla suola. Ogni dettaglio segue un canone di design intorno a cui il marchio sta costruendo una vera famiglia di prodotti. Scendendo nei dettagli, la tomaia delle R1 Knit è formata da una parte in maglia e da una parte che potremmo definire tradizionale, una scelta che riesce a cogliere i migliori aspetti di entrambe le strutture.

Da una parte, quella in maglia assicura una costante ventilazione, dall’altra, la parte tradizionale in microtex offre un solido approdo per i due rotori Boa®. Si tratta comunque di una tomaia complessa ma estremamente efficiente sotto ogni aspetto, merito del sistema Volume Control e del Dynamic Arch Support, quest’ultimo ben sorretto dal cavo una volta serrato il rotore.

Tutte le zone in tessuto hanno il compito di mantenere la ventilazione costante e di consentire, in caso di eventuale pioggia, una rapida asciugatura. Osservando da vicino la lavorazione, si può notare benissimo come le parti « piene » vengano posizionate il punti in cui serve maggior resistenza, mentre quelle più aperte sono inserite laddove le tensioni rimangono nettamente inferiori.

Il tallone può contare su un supporto rigido, una base solida su cui lavora alla perfezione il primo rotore Boa@. Il secondo rotore, quello posizionato in basso, grazie al cavo e ai suoi passaggi sul fianco del piede assicura un contenimento dei volumi di primo livello.

Comunque, il solito plauso va fatto al sistema di chiusura Boa®, in particolare ai due rotori LP1-B, una soluzione che non entra in crisi mai e può contare su un funzionamento sempre esemplare. Le varie guide realizzate in tessuto fanno scorrere il cavo a dovere facilitando una chiusura omogenea in tutte le sue parti.

La suola in carbonio Full UD si presenta con tre prese d’aria frontali, una centrale e ben quattro posizionate nella sua parte posteriore. Rigida e dotata di canali interni, offre un deciso supporto e una rigidezza elevata, sensazioni che abbiamo già largamente apprezzato nella loro prima versione.

Come è facile notare dalle foto, le nuove Infinito R1 ed il discorso vale ancor di più per le Knit sono state decisamente riprogettate nella loro parte superiore. La soletta è ben strutturata e offre un valido supporto su tutta la sua superficie, esattamente come abbiamo già registrato nella prova delle Fi’zi:K Aria R3 (qui la review).

L’unica parte delle R1 Knit che non mi convince totalmente è il tacco, anche se sostituibile rimane forse troppo duro per garantire la corretta stabilità sul terreno mentre si cammina. Per evitare che si verifichi una eventuale scalzata o limitati movimenti del piede all’interno della scarpa, fi’zi:k inserisce nella trama del tessuto che riveste l’imbottitura del tallone diverse micro sfere in silicone, una soluzione geniale che semplifica di molto le cose.

 

Il test di queste R1 Knit va avanti da molto, un periodo in cui ho potuto regolarmente alternarle con la versione tradizionale R1 Infinito. La tomaia così configurata offre decisi benefici in merito alla ventilazione, forse non quanto vi potreste aspettare, visto che la tomaia non è  realizzata interamente in maglia. Il mio parere rimane comunque ottimo poiché Fi’zi:k con questa tomaia « ibrida » concilia tutte le campane e non mostra alcuna debolezza strutturale.

La colorazione nera è più soggetta ad accumulare il calore ma nel complesso le temperature sono costantemente tenute a bada dalla ventilazione. La parte in maglia ha un trattamento superficiale per far in modo che l’acqua non entri, ma se incontrate anche un po’ di pioggia dovrete rassegnarvi ad avere i piedi bagnati. Non disperatevi però, l’asciugatura rimane molto rapida!

Il lavoro fatto sullo schema di chiusura e sulla sovrapposizione dei tessuti sul collo del piede è fenomenale, infatti, mai e poi mai ho registrato i tipici dolori causati dalle pressioni in questa zona e la riprova è la mancanza assoluta di segni sulla pelle una volta tolte scarpe e calze. Da un punto di vista del design devo ammettere che Fi’zi:k ha fatto centro e anche se la bellezza è soggettiva, desidero sbilanciarmi affermando che il lavoro svolto dalla matita dei progettisti è sublime.

Il verdetto è ottimo e non potrebbe essere altrimenti. Mi aspetto a questo punto una evoluzione futura in cui la struttura a maglia costituirà l’intera tomaia, mantenendo inalterate le ottime performance strutturale del modello odierno.

 

https://www.fizik.com/eu_en/

 

★★★★☆ prezzo

★★★★★ competizione

★★★★★ comodità

★★★★★ rifiniture

★★★★★ solidità

★★★★★ ventilazione

★★★★★ rigidità suola

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
La prima domenica di giugno c’è un appuntamento fisso nel calendario delle marathon di ciclismo su strada: la Granfondo Stelvio Santini, la...

Sono già più di ottocento i ciclisti che domenica 21 ottobre parteciperanno alla IV edizione di Pedalando per la Ricerca, l’iniziativa charity a sostegno della ricerca sulla malattia genetica grave...

L’organizzazione tecnica e logistica delle precedenti edizioni ha riscosso sempre un grande successo, ed è per questo che la Fosbike si ripresenta per la sua 28esima edizione con la stessa...

È finita la stagione 2018 ed è già ora di parlare dell’anno che verrà: lo facciamo con tanta carica, di energie e di novità! Molte sono quelle della South Garda...

La "All Terrain Bike" per divertirsi fuoristrada con facilità, senza rinunciare agli accorgimenti tecnici della casata tedesca e all’eleganza dei nuovi modelli e-mtb “Intube”, con batteria integrata. Centurion affina la...

Domenica 28 ottobre 2018 a Dossobuono (VR) si svolgerà “L'Olimpica” strade bianche – colline moreniche, un evento non competitivo riservato agli appassionati del ciclismo vintage. Organizzata dalla Società Ciclistica...

Molti rincorrono questo obbiettivo come il sogno di una vita, un appuntamento annuale in cui ogni ciclista professionista corre con il cuore per portarsi a casa il titolo...

È stato definito il calendario del Jeko Umbria Marathon Mtb 2018, circuito off road che porterà a scoprire alcune delle più belle località dell'Umbria e ad affrontare percorsi davvero affascinanti...

Stretta finale sulla cessione di una minoranza di Manifattura Valcismon, storica società con sede a Fonzaso (Belluno), specializzata nell’abbigliamento tecnico-sportivo. Il fondo Equinox, secondo quanto risulta a Radiocor, è in...

Lo storico marchio padovano Scapin entra a far parte di un nuovo gruppo imprenditoriale. Bettella Srl, con sede a Limena (Padova) ha perfezionato l’acquisizione di Scapin Bicycles dalla Cicli Olympia...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
di Giorgio Perugini
  Tranquilli, i tempi son cambiati e non si cade in contraddizione desiderando un casco ventilato e aerodinamico. Oggi come...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto, era molto tempo che desideravo affrontare una prova Gravel e finalmente l’occasione si è presentata. Jeroboam 300...
di Giorgio Perugini
  Con questa review si chiude il lungo test svolto con le selle Repente iniziato circa un anno fa, una ...
di Giorgio Perugini
  Da un paio di anni è di gran moda indossare calzini colorati e vivaci mentre si pedala, un capo...
di Giorgio Perugini
Riciclare è la parola d’ordine quando si pensa all’ambiente e all’inutile spreco di materie prima una volta utilizzate per realizzare...
di Giorgio Perugini
Avete presente quelle nuvole gonfie di pioggia, pronte ad esplodere in un fragoroso temporale da un istante all’altro?...
di Giorgio Perugini
Sicurezza, ventilazione e aerodinamicità sono solo alcune delle voci che descrivono al meglio il casco Ventus, un progetto...
di Giorgio Perugini
Gran Turismo in ambito automobilistico va ad indicare una auto con prestazioni elevate, ma anche confortevole e incline...
di Giorgio Perugini
Le ruote Aelous XXX nascono per stupire e catturare gli sguardi. Scure, cattive e leggere divorano l’asfalto con...
di Giorgio Perugini
Siamo quasi alla fine di stagione e si avvicinano gli ultimi due appuntamenti targati Eroica, Eroica Dolomiti e...
di Giorgio Perugini
II mese di settembre è un mese bugiardo, permettetemi lo sfogo, almeno dal punto di vista climatico. Basta...
di Giorgio Perugini
  Il dilemma è sempre lo stesso, ventilato o aerodinamico? Oggi scegliere il casco giusto, tralasciando i fenomeni di costume...
di Giorgio Perugini
  Bike Inside è un marchio di abbigliamento ciclistico giovane e reattivo e negli ultimi anni ha avviato tantissime collaborazioni...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy