I PIU' LETTI
FI'ZI:K INFINITO R1 KNIT, LE REGINE DEL TOUR DE FRANCE
di Giorgio Perugini | 10/08/2018 | 10:22

Le nuove Infinito R1 Knit nascono per offrire al ciclista una nuova esperienza in termini di calzata, sia in termini prestazionali ma anche dal punto di vista della ventilazione grazie all’innovativa costruzione in maglia della tomaia. Detto così sembra tutto molto semplice, soprattutto considerando l’esponenziale diffusione delle sneaker realizzate con questo procedimento, ma una cosa è certa, le scarpe da ciclismo sono tutta un’altra storia e devono garantire una resistenza alla deformazione notevole per contrastare le enormi forze in gioco.

Fi’zi:k ha messo a punto una scarpa che stupisce in ogni contesto e punta con sicurezza a soddisfare anche i ciclisti più forti ed esigenti come un certo Geraint Thomas, fresco vincitore del Tour de France.

Le tomaie realizzate a maglia saranno decisamente il trend futuro, del resto, con questa procedura costruttiva è possibile plasmare tomaie con zone di supporto differenziate, una possibilità che apre davvero a scenari suggestivi in termini prestazionali. Elasticità e rigidità possono essere posizionate in aree specifiche per supportare al meglio il gesto della pedalata in tutte le sue fasi.

Al primo colpo d’occhio, le Infinito R1 Knit si confermano eleganti, una dote che coinvolge tutte le sue parti, dalla tomaia fino alla suola. Ogni dettaglio segue un canone di design intorno a cui il marchio sta costruendo una vera famiglia di prodotti. Scendendo nei dettagli, la tomaia delle R1 Knit è formata da una parte in maglia e da una parte che potremmo definire tradizionale, una scelta che riesce a cogliere i migliori aspetti di entrambe le strutture.

Da una parte, quella in maglia assicura una costante ventilazione, dall’altra, la parte tradizionale in microtex offre un solido approdo per i due rotori Boa®. Si tratta comunque di una tomaia complessa ma estremamente efficiente sotto ogni aspetto, merito del sistema Volume Control e del Dynamic Arch Support, quest’ultimo ben sorretto dal cavo una volta serrato il rotore.

Tutte le zone in tessuto hanno il compito di mantenere la ventilazione costante e di consentire, in caso di eventuale pioggia, una rapida asciugatura. Osservando da vicino la lavorazione, si può notare benissimo come le parti « piene » vengano posizionate il punti in cui serve maggior resistenza, mentre quelle più aperte sono inserite laddove le tensioni rimangono nettamente inferiori.

Il tallone può contare su un supporto rigido, una base solida su cui lavora alla perfezione il primo rotore Boa@. Il secondo rotore, quello posizionato in basso, grazie al cavo e ai suoi passaggi sul fianco del piede assicura un contenimento dei volumi di primo livello.

Comunque, il solito plauso va fatto al sistema di chiusura Boa®, in particolare ai due rotori LP1-B, una soluzione che non entra in crisi mai e può contare su un funzionamento sempre esemplare. Le varie guide realizzate in tessuto fanno scorrere il cavo a dovere facilitando una chiusura omogenea in tutte le sue parti.

La suola in carbonio Full UD si presenta con tre prese d’aria frontali, una centrale e ben quattro posizionate nella sua parte posteriore. Rigida e dotata di canali interni, offre un deciso supporto e una rigidezza elevata, sensazioni che abbiamo già largamente apprezzato nella loro prima versione.

Come è facile notare dalle foto, le nuove Infinito R1 ed il discorso vale ancor di più per le Knit sono state decisamente riprogettate nella loro parte superiore. La soletta è ben strutturata e offre un valido supporto su tutta la sua superficie, esattamente come abbiamo già registrato nella prova delle Fi’zi:K Aria R3 (qui la review).

L’unica parte delle R1 Knit che non mi convince totalmente è il tacco, anche se sostituibile rimane forse troppo duro per garantire la corretta stabilità sul terreno mentre si cammina. Per evitare che si verifichi una eventuale scalzata o limitati movimenti del piede all’interno della scarpa, fi’zi:k inserisce nella trama del tessuto che riveste l’imbottitura del tallone diverse micro sfere in silicone, una soluzione geniale che semplifica di molto le cose.

 

Il test di queste R1 Knit va avanti da molto, un periodo in cui ho potuto regolarmente alternarle con la versione tradizionale R1 Infinito. La tomaia così configurata offre decisi benefici in merito alla ventilazione, forse non quanto vi potreste aspettare, visto che la tomaia non è  realizzata interamente in maglia. Il mio parere rimane comunque ottimo poiché Fi’zi:k con questa tomaia « ibrida » concilia tutte le campane e non mostra alcuna debolezza strutturale.

La colorazione nera è più soggetta ad accumulare il calore ma nel complesso le temperature sono costantemente tenute a bada dalla ventilazione. La parte in maglia ha un trattamento superficiale per far in modo che l’acqua non entri, ma se incontrate anche un po’ di pioggia dovrete rassegnarvi ad avere i piedi bagnati. Non disperatevi però, l’asciugatura rimane molto rapida!

Il lavoro fatto sullo schema di chiusura e sulla sovrapposizione dei tessuti sul collo del piede è fenomenale, infatti, mai e poi mai ho registrato i tipici dolori causati dalle pressioni in questa zona e la riprova è la mancanza assoluta di segni sulla pelle una volta tolte scarpe e calze. Da un punto di vista del design devo ammettere che Fi’zi:k ha fatto centro e anche se la bellezza è soggettiva, desidero sbilanciarmi affermando che il lavoro svolto dalla matita dei progettisti è sublime.

Il verdetto è ottimo e non potrebbe essere altrimenti. Mi aspetto a questo punto una evoluzione futura in cui la struttura a maglia costituirà l’intera tomaia, mantenendo inalterate le ottime performance strutturale del modello odierno.

 

https://www.fizik.com/eu_en/

 

★★★★☆ prezzo

★★★★★ competizione

★★★★★ comodità

★★★★★ rifiniture

★★★★★ solidità

★★★★★ ventilazione

★★★★★ rigidità suola

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Grandi novità su Wikiloc: arrivano infatti due nuove funzionalità, vale a dire Route Planner e Mappe 3D. La piattaforma di navigazione outdoor consente ora di pianificare percorsi direttamente da casa...

Core e Concrete College sono le due collezioni pensate da Canyon per chi si ispira alla cultura del ciclismo, capi streetwear ma destinati a chi vive il fascino de ciclismo...

La sella NAGO è uno dei prodotti più iconici di Prologo, un modello che nella sua vita ha affiancato molti campioni in vittorie importantissime nelle classiche di un giorno e...

La maglia Ombra di Santini è stata pensata per essere un capo unisex e viene realizzata con tessuti Polartec®, Power Stretch™ e Delta™. Questo nuovo capo si distingue per il...

La nuova bici da cronometro e da triathlon Supersonica SLR di Wilier rappresenta molto di più di un semplice nuovo modello di altissima gamma, infatti, è la perfetta sintesi di...

Come era prevedibile, il gravel oggi è una specialità con due anime, una che vive di performance e velocità ed una decisamente più orientata all’avventura. Così Bianchi, dopo aver lanciato Impulso, la fast gravel...

La bicicletta è uno strumento capace di avvicinare persone e generazioni diverse. Che sia usata per la mobilità urbana, per una passione che accompagna sin dalla più tenera età, per...

Per il sesto anno consecutivo, Alé conferma la partnership con il Giro d’Italia dei giovani e firma un accordo con RCS Sport per la fornitura delle maglie dei leader di...

Colnago, bicicletta ufficiale del Tour de France, presenta la Colnago Fleur-de-Lys, un’opera d’arte prodotta in 111 esemplari numerati come omaggio a Firenze, la culla del Rinascimento, che ospiterà le Grand...

Q36.5, leader nell'abbigliamento tecnico per il ciclismo, è partner e fornitore tecnico ufficiale delle maglie di leader del Tour de Suisse 2024. Anche per quest’anno, il brand bolzanino e la...

Con i nuovi pedali Supervillain, Deity desidera alzare al massimo il livello delle prestazioni e lo fa alla grande andando anche oltre. Leggeri e forti, sono realizzati con la giusta...

Il 2024 riporta alla grande attenzione dei praticanti le bici endurance o allora, modelli polivalenti che regalano grande libertà e uscite in cui terreni misti e lunghi chilometraggi diventano la...

Alé è orgogliosa di annunciare la sua partnership con l'edizione 2024 del Lloyds Bank Tour of Britain femminile e maschile. La prestigiosa corsa a tappe di più giorni si svolge sulle...

Pedalare in gravel vuol dire essere pronti più o meno a tutto, un fattore che è da tenere ben presente visto che questa specialità ci espone ad una moltitudine di...

rh+, storico brand italiano specializzato nella creazione di capi ed accessori da sci, outdoor e ciclismo acquisisce Rosti Maglificio Sportivo con l’obiettivo di rafforzare la propria offerta sul mercato.  Rosti,...

Contro il caldo,  SIXS propone tre capi ActiveWear della nuova linea CLIMA II (due Jersey + una salopette corta) dalle grandi qualità che, insieme, grazie a tutta l’esperienza e agli ultimi aggiornamenti della tecnologia racchiusa nei...

Gli zaini idrici di Thule hanno dimostrato negli anni di avere un qualcosa di speciale, merito di una visione aziendale che punta tutto sulla elevata qualità delle lavorazioni e dei...

Niki Terpstra è pronto per affrontare le nuove sfide del mondo Gravel come ambassador caschi ed eyewear per Briko®, una nuova interessante sfida che vedrà l'ex prof olandese ed il...

Le bici da strada nell’ultimo periodo si stanno alleggerendo e non poco, un fattore importante che ci fa capire quanto la tecnologia abbia fatto notevoli passi avanti. “Non torneremo mai...

“Ho sempre desiderato pedalare su una bicicletta così bella e finalmente ho realizzato il mio sogno.” Queste sono le prime parole dette da Henok Mulubrhan di fronte alla sua nuova...

Prologo, azienda italiana produttrice di selle ad alte prestazioni, è lieta di annunciare il nuovo accordo raggiunto con il Tour de France per la realizzazione delle selle ufficiali per le...

STR sta per “Suspend The Rider” ed è un concetto forte e chiaro che è diventato parte integrante di alcuni progetti targati Specialized. Dall’introduzione del FutureShock nel 2016 sul modello...

JonnyMole, studio internazionale di design e comunicazione con sede a Cittadella (Padova), ha celebrato il suo 25º anniversario lo scorso giovedì 23 maggio 2024, in occasione della tappa padovana del...

Quella con cui Jonathan Milan ha vinto tre tappe al giro portandosi a casa la Maglia Ciclamino è una Trek Madone SLR tutta in tinta, una bici dal design avveniristico...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




La maglia Ombra di Santini è stata pensata per essere un capo unisex e viene realizzata con tessuti Polartec®, Power...
Gli zaini idrici di Thule hanno dimostrato negli anni di avere un qualcosa di speciale, merito di una visione aziendale...
di Giorgio Perugini
TPU si o TPU no? Lattice o butile? Possiamo dare più di una buona motivazione per avvalorare la scelta di...
di Giorgio Perugini
Il modello 029 di casa Salice nasce dalla grande esperienza maturata da Salice nelle massime competizioni, un terreno in cui...
di Giorgio Perugini
Sarebbe bello proporre soluzioni avanzate ad un prezzo altamente accessibile, no? È così che prende l’abbrivio la vita di due...
di Giorgio Perugini
Nei mesi passati Trek ha ampliato la propria linea di scarpe ad alte prestazioni per ciclismo su strada inserendo tre...
di Giorgio Perugini
Non molto tempo fa KASK presentò al mondo il casco Utopia, un casco modernissimo che ha stravolto gli schemi ottimizzando...
di Giorgio Perugini
Audace, moderno ma anche incredibilmente protettivo e versatile, ecco in poche parole cosa mi trasmette l’occhiale Kosmos PH di Limar,...
di Giorgio Perugini
I caschi sono tutti uguali? Certo che no e questo è un aspetto su cui più volte abbiamo cercato di...
di Giorgio Perugini
Da sempre in casa Trek la parola Madone ha un solo sinonimo ed è “velocità”. La nuova Madone SL 7...
di Giorgio Perugini
Laddove C sta per Carbonio e congiunzioni (anche se oggi dobbiamo parlare di parti), Colnago, Cambiago e Classe c’è anche...
di Giorgio Perugini
Se siete alla ricerca di un winter kit adeguato per pedalare in questo inverno, le proposte di Q36.5® vi daranno...
di Giorgio Perugini
Temevamo un arrivo repentino del freddo e così è stato, ora fuori le temperature sono scese molto e negli ultimi...
di Giorgio Perugini
Desiderate un’esperienza di ascolto ottima anche mentre correte o pedalate? Niente di più facile con le cuffie a conduzione ossea...
di Giorgio Perugini
Per molti amanti del gravel arriva la parte della stagione che regala emozioni forti, infatti, la natura che si appresta...
di Giorgio Perugini
Siamo a novembre e in alcune regioni d’Italia si registrano ancora temperature superiori ai 25°C, una situazione surreale che però...
di Giorgio Perugini
Leggerissime e rigide, ma anche veloci e incredibilmente scattanti, insomma, un set di ruote di livello incredibile alla portata di...
di Giorgio Perugini
Al celebre marchio francese Café du Cycliste non mancano certo stile ed inventiva, del resto, basta sfogliare le pagine della...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155
Pubblicità | Redazione | Privacy Policy | Cookie Policy | Contattaci

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy