I PIU' LETTI
RACE CROSS AMERICA. MAX SALA, L'AVVENTURA E IL DRAMMA
dalla Redazione | 10/12/2018 | 07:42

Massimiliano Sala è medico sociale del Manchester City ma da sempre ha la passione per la bicicletta. E ha deciso di partecipare, il mese scorso, alla Race Across America, una gara di ultraciclismo, la più dura del mondo. Un “coast to coast” per un totale di 5 mila chilometri da percorrere in un massimo di 12 giorni.

«Vorrei raccogliere fondi per la Fondazione del Manchester City, che da trent’anni si occupa di bambini disabili. In questa città 1 bimbo su 5 ha problemi di disabilità. Il perché? Qualità della vita, congiunzioni genetiche (leggi DNA, ndr). È un’area molto endemica, tanti possono essere i fattori di rischio» ci aveva spiegato illustrandoci la sua impresa.

Purtroppo l'avventura di Massimiliano Sala non è stata coronata da successo e anzi ha toccato momenti di dramma assoluto. A raccontarcelo è lo stesso Massimiliano: «Purtroppo la mia avventura non è andata come volevo. Mi hanno fermato dopo 2000 miglia, quindi a 2/3 di gara».

Cosa è successo?

«Dopo 1400 miglia ho avuto un problema neurologico alla cervicale e non potevo tenere la testa dritta. Non riuscivo a vedere la strada ma non mi sono fermato. Dopo circa 1800 miglia mi hanno ricoverato per colpo di calore. Io non ricordo nulla, quindi mi fido. Sono ripartito ma purtroppo qualche ora dopo, nel corso della notte, in discesa sono caduto e ho riportato un trauma cranico, dopo che ho sbattuto la testa contro il guardrail e sono volato nel fosso. Anche lì mi sono rimesso in bici e ho continuato ma qualche ora dopo la Race director e la mia Crew mi hanno fermato perché sbandavo troppo ed ero troppo confuso. È stata la delusione più grande della mia vita. Io volevo continuare ma me lo hanno impedito».

Ora come stai?

«Sono tornato a casa e mi hanno fatto tutti gli esami perché sospettavano la presenza di un ematoma intra cranico. Fortunatamente l'esito è stato negativo. Però non possso andare in bici e non posso fare attività fisica per un mese. Hanno stilato una diagnosi di trauma cranico con riduzione delle funzioni cognitive. Io mi sento molto meglio adesso anche se sono ancora un po’ rallentato e ho qualche problema di forza e coordinazione nelle mani. Passerà e tornerò in sella. Questa storia non può finire qui. Ve lo prometto».

ARTICOLI CORRELATI

Massimiliano Sala, il medico che pedala per i bambini

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Freddo e ciclismo sono due parole che possono convivere solo e soltanto se ci sono le giuste precauzioni, giusto? Coprirsi in maniera adeguata è la prima cosa logica...

Con una simpatica cerimonia in famiglia il Team Bellato Peseggia ha festeggiato l'altra sera i 25 anni di attività. Il sodalizio è nato il 20 dicembre del 1993 grazie ad...

La bici è il futuro, BikeEconomy la strada da seguire. Perché BikeEconomy non significa solo biciclette e accessori, ma anche turismo, salute, mobilità e molto molto altro. Quello che può...

Freddo e pioggia possono condizionare le vostre uscite in bici e farvi saltare importanti momenti di svago? Abitate in una località umida e siete stufi di tornare a...

Una capitale del Prosecco c’è già: è Valdobbiadene. L’altra arriverà nel 2019, quando per la prima volta oltre duemila ciclisti provenienti da tutto il mondo proveranno l’emozione di pedalare nel...

Dopo il successo della prima edizione, anche nel 2019 torna la Race Cup Mtb Centro Italia, circuito interregionale che si svolgerà su 4 gare tutte organizzate sotto l’egida della Federazione...

Le Festività natalizie sono alle porte e gli organizzatori della 10ª Granfondo San Benedetto del Tronto - Ciù Ciù del 26 maggio 2019 hanno pensato a quattro super promozioni. La...

La grande giornata di Faè do Oderzo, dove è in programma il cross internazionale, si è aperta con le gare destinate agli amatori. In campo maschile nuovo successo di Giuseppe...

Polartec® non dorme mai sugli allori ed ogni suo prodotto è il frutto di una ricerca spasmodica verso il miglioramento, un miglioramento studiato per mettere l’atleta nella miglio...

Ormai l'inverno ha rimepito le nostre giornata e chi ama pedalare fuoristrada deve ricorrere a prodotti di alta gamma per combattere contro il freddo. Gaerne per esempio propone la nuova...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Spesso un capo invernale può essere troppo caldo oppure, talvolta, non è abbastanza isolante mentre in altri casi...
di Giorgio Perugini
Ammettiamolo, con i tempi che corrono valutare con attenzione le spese che vorremmo fare non è affatto una...
di Pietro Illarietti
Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobicitech dal titolo «Tested4You»: come facile intuire, i nostri tester proveranno per voi capi...
di Giorgio Perugini
  Due giorni a Cannes per una presentazione ufficiale Look non sono roba da poco. La casa francese continua ad...
di Giorgio Perugini
  Ho una personalissima lista di cose che mi fanno girare le scatole e quasi in cima all’elenco si posiziona...
di Giorgio Perugini
La sella perfetta esiste, questo è poco ma sicuro. Sarà l’unica che vi farà pedalare più comodamente rispetto ad altre...
di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
di Giorgio Perugini
  Tranquilli, i tempi son cambiati e non si cade in contraddizione desiderando un casco ventilato e aerodinamico. Oggi come...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto, era molto tempo che desideravo affrontare una prova Gravel e finalmente l’occasione si è presentata. Jeroboam 300...
di Giorgio Perugini
  Con questa review si chiude il lungo test svolto con le selle Repente iniziato circa un anno fa, una ...
di Giorgio Perugini
  Da un paio di anni è di gran moda indossare calzini colorati e vivaci mentre si pedala, un capo...
di Giorgio Perugini
Riciclare è la parola d’ordine quando si pensa all’ambiente e all’inutile spreco di materie prima una volta utilizzate per realizzare...
di Giorgio Perugini
Avete presente quelle nuvole gonfie di pioggia, pronte ad esplodere in un fragoroso temporale da un istante all’altro?...
di Giorgio Perugini
Sicurezza, ventilazione e aerodinamicità sono solo alcune delle voci che descrivono al meglio il casco Ventus, un progetto...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy