I PIU' LETTI
SUNSET BIKE, LA PRIMA DI TABARELLI
dalla Redazione | 19/09/2018 | 07:57

Ha ancora 18 anni, è originario di un piccolo comune nella provincia di Mantova, corre difendendo i colori di un team prestigioso come il Focus Selle Italia dove militano nomi quali Tiberi e Bertolini, mercoledì si troverà a dover affrontare la prima prova degli esami di maturità ma quest'oggi non ha voluto perdere l'occasione d'essere ai nastri di partenza perché: "...la Sunset mi piace, volevo tornarci a tutti i costi, indipendentemente dal risultato, perché avevo bisogno di sfogarmi un po' su di un tracciato che amo prima di immergermi nelle prove degli esami! Ed ora sono qui a festeggiare la mia prima vittoria...è bellissimo!"

Si racconta in queste poche parole la splendida giornata del giovane Leonardo Tabarelli che non ha avuto rivali sui sentieri della 12ª Sunset Bike, la manifestazione allestita dai ragazzi della Polisportiva Pertica Bassa guidati dal presidente Manuel Bacchetti che ancora una volta ha portato l'evento ad essere un grande evento, ma anche una grande festa di sport e divertimento per gli atleti e per tutti gli abitati del piccolo comune valsabbino: "È stata una giornata intensa ed impegnativa, ma lo diciamo tutti gli anni - commenta Bacchetti - bello vedere sempre così tanta gente e bello avere tanti atleti provenienti da tutta Italia tornare a casa stanchi ma soddisfatti. Il merito va tutto alle tante persone che collaborano e rendono tutto questo possibile!"

41 i kilometri del nuovo tracciato, poco più di 1800 i metri di dislivello che gli oltre 200 bikers hanno dovuto affrontare per percorrere l'intero anello di gara disegnato sulle montagne che stanno a cornice di Pertica Bassa, in gran parte ricalcando il percorso permanente recentemente inaugurato dalla stessa Polisportiva.

Dopo il via dato puntualmente alle ore 09.30 è subito Tabarelli a portarsi in testa per tenere alta l'andatura del gruppo nel lungo tratto asfaltato che conduce all'abitato di Avenone dove ha inizio l'altrettanto lunga ascesa sterrata sino al 'Pian del Ben' e quindi al GPM di giornata. Al comando si forma ben presto un quartetto composto oltre che dal giovane biker mantovano anche da Simone Arici (FM Bike Factory), dal camuno Enzo Gnani (Gnani Bike Team) e da Luca Paniz (Team Spacebikes) mentre alle loro spalle Francesco Mensi (Niardo) e Claudio Sagata (Todesco) faticano a tenere il ritmo.

La gara prende la svolta decisiva proprio in prossimità del GPM posto ai 1653mt di altitudine ai piedi del Mte.Ario, subito dopo la nuova variante che per la prima volta ha portato i bikers ad attraversare Malga Croce affrontando un micidiale strappo prima di lanciarsi in discesa: "Leonardo ha allungato appena prima di scollinare - ha dichiarato Gnani, uno dei pretendenti alla vittoria - ci ha colto un po' di sopresa prendendoci quei metri che poi non siamo più riusciti a chiudere!"

Tabarelli si lancia in discesa senza più guardarsi alle spalle, affronta l'ultima salita verso Pso. Croce a testa bassa ed imbocca il tratto tecnico preoccupandosi solo di non commettere errori che possano compromettere quanto costruito: "A dire il vero un picco errore l'ho commesso - racconta Tabarelli al traguardo - ho sbagliato una curva e sono pure scivolato a terra, ma ho visto che dietro di me non arrivava nessuno quindi sono risalito in sella e mi sono proprio goduto tutti gli ultimi 2km!" Alle spalle del vincitore fanno gara assieme Gnani ed Arici, ma anche Gnani sbaglia nell'ultima discesa servendo su di un piatto d'argento la seconda piazza al bresciano Arici già leader di categoria nel circuito Brixia.

Al femminile la festa è tutta 'made in Pertica Bassa' grazie al successo di Simona Cè (Pol. Pertica Bassa) capace di sfruttare il fattore campo e lasciarsi alle spalle tutte le avversarie. Simona transita per prima già al GPM ed amministra con sicurezza il vantaggio fino al traguardo: "Una vittoria bellissima che dedico a tutti i ragazzi del team ed a tutta Pertica Bassa - ha commentato Simona - bello vincere in casa, bello farlo in una giornata così, con così tanta gente a fare il tifo! Resterà per sempre una giornata indimenticabile!" Alle spalle di Simona chiudono nell'ordine Serena Tasca (Gardasport), autrice di una splendida rimonta nel finale in discesa, e Chiara Mandelli (Spacebikes) che si deve accontentare del terzo gradino del podio anche a causa di una caduta che l'ha rallentata nelle battute finali.

Cala così il sipario sulla 12ª edizione della Sunset Bike. Tra fatiche e sudore, tra divertimento e natura, tra posti incantati e profumi indimenticabili. Già, profumi! Come quelli a cui hanno ceduto i bikers che non hanno voluto perdersi l'opportunità di partecipare al 'Sunset Party' dove le tipicità della cucina locale erano le protagoniste indiscusse, tutte da assaporare: "Terminare la giornata così, con un sorriso stando seduti a tavola a condividere la nostra tradizione è la cosa più bella - conclude Manuel Bacchetti - il mio augurio è che ognuno dei presenti abbia apprezzato la festa, perché la Sunset è una festa prima di tutto! E l'invito è ovviamente all'anno prossimo, quando la festa sarà certamente ancora più grande e...gustosa!"

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Il percorso di Selle Italia a fianco dei principali eventi ciclistici internazionali porta questa volta l’azienda “fuori strada”. Quest’anno il brand di Asolo sarà infatti, per la prima volta, fornitore...

Tornare per vedere cosa è cambiato, ma soprattutto per valorizzare ancora una volta un territorio in via di ricostruzione: a distanza di un anno, Bosch ha deciso di organizzare un...

La H4F Sport è pronta per l’ultima fatica organizzativa della stagione 2018: la Randonèe Cammino di Francesco è una pedalata non competitiva aperta davvero a tutti, in quanto saranno messi...

Arrivano novità importanti per tutti coloro che domenica 23 settembre decideranno di prendere parte alla Granfondo di Casteggio. Dopo gli ultimi sopralluoghi effettuati dagli organizzatori, è stato deciso di introdurre...

Il classico circuito che da anni sancisce l’inizio della stagione agonistica, giunge alla 11° edizione con novità interessanti, date rinnovate e una tappa sostituita. Era l’inverno del 2009 quando il...

Prima tappa veneziana per il 31° Trofeo d'Autunno e ultima per la Veneto Cup domenica 16 settembre a Torre di Mosto. La competizione, preparata dal Team Velociraptors, nonostante la concomitanza...

Il 38enne campano Luigi Ferritto è il vincitore della  Castel di Sangro, a cura della SSD Corona d'Abruzzo di Chieti. Presso la rinomata località sangrina si sono dati appuntamento una...

  Homo Faber è una esposizione in cui competenze, artigianalità, raffinatezza e ingegno viaggiano sullo stesso binario per stupire e far innamorare i visitatori. Non si tratta di una semplice...

Per il terzo anno consecutivo è una giovane promessa della mountain bike ad aggiudicarsi l'ormai tradizionale trofeo che da undici edizioni accompagna l'attività di promozione del Circuito Bresciacup.   L'11º...

Jena è la nuova bici in carbonio per il gravel, nata per darti la più ampia libertà di scelta nelle tue uscite. Che sia pura performance su strade bianche e...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Riciclare è la parola d’ordine quando si pensa all’ambiente e all’inutile spreco di materie prima una volta utilizzate per realizzare...
di Giorgio Perugini
Avete presente quelle nuvole gonfie di pioggia, pronte ad esplodere in un fragoroso temporale da un istante all’altro?...
di Giorgio Perugini
Sicurezza, ventilazione e aerodinamicità sono solo alcune delle voci che descrivono al meglio il casco Ventus, un progetto...
di Giorgio Perugini
Gran Turismo in ambito automobilistico va ad indicare una auto con prestazioni elevate, ma anche confortevole e incline...
di Giorgio Perugini
Le ruote Aelous XXX nascono per stupire e catturare gli sguardi. Scure, cattive e leggere divorano l’asfalto con...
di Giorgio Perugini
Siamo quasi alla fine di stagione e si avvicinano gli ultimi due appuntamenti targati Eroica, Eroica Dolomiti e...
di Giorgio Perugini
II mese di settembre è un mese bugiardo, permettetemi lo sfogo, almeno dal punto di vista climatico. Basta...
di Giorgio Perugini
  Il dilemma è sempre lo stesso, ventilato o aerodinamico? Oggi scegliere il casco giusto, tralasciando i fenomeni di costume...
di Giorgio Perugini
  Bike Inside è un marchio di abbigliamento ciclistico giovane e reattivo e negli ultimi anni ha avviato tantissime collaborazioni...
di Giorgio Perugini
  Pedaled è un marchio che mi stupisce sempre ed il merito di queste piacevoli sensazioni è da attribuire alla...
di Giorgio Perugini
  Sono passati circa quattro mesi da quando sono tornato a pedalare su un pedale Shimano, li alterno in particolare...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto e non ne faccio un mistero, sono stato tra i primi in Italia ad utilizzare i prodotti...
di Giorgio Perugini
  Questo marchio non è certo ai suoi primi giorni di vita, infatti, è ben dagli anni ’80 che Titici...
di Giorgio Perugini
  Che il ciclismo di oggi sia fortemente contaminato dalla moda non è certo una scoperta ma è proprio questa...
di Giorgio Perugini
Le nuove Infinito R1 Knit nascono per offrire al ciclista una nuova esperienza in termini di calzata, sia in termini...
di Giorgio Perugini
L’edizione 2018 dell’Eroica (qui il Link dell’Eroica Gaiole) si sta avvicinando ed una cosa è certa, è decisamente...
di Giorgio Perugini
Nella mia esperienza da ciclista ho imparato che le vecchie regole valgono per tutti e una delle più note in...
di Giorgio Perugini
Che tipo di ciclista sei? Sei ossessionato dalla velocità o ti piace stare sempre a ruota? Se ti piace prendere...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy