I PIU' LETTI
BIKE ECONOMY. SANTILLI: L'ITALIA NON PERDA IL TRENO
dalla Redazione | 16/01/2018 | 09:29

Le due ruote sono un potente volano economico, ce lo ha ricordato di recente la bella puntata di Presa Diretta, che in prima serata su Rai 3 si è occupata di mobilità sostenibile, affermando che "la bicicletta ci salverà". Di quest'idea è da sempre un paladino Gianluca Santilli che con la sua Bicitaly e la Fondazione Manlio Masi da due anni a questa parte organizza il Bike Economy Forum, mettendo a confronto gli attori di uno dei segmenti più attivi e in crescita della moderna economia compatibile, quella legata alla bicicletta ed alle filiere che ha aperto, dall’industria alle infrastrutture, dalla salute, all’ambiente, alla tecnologia, per un giro di affari che, in tutta Europa, ha superato i 500 miliardi di euro.


«Sono felice che questi argomenti stiano diventando di interesse anche a casa nostra. Al Forum dell'anno scorso hanno partecipato numerose autorità, compreso il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio. La prossima puntata importante sarà il 2 febbraio, quando inaugureremo l'Osservatorio della Bike Economy con l'appoggio del Ministero dallo Sviluppo Economico. L'obiettivo è creare un centro di eccellenza e di riferimento per tutto ciò che ruota attorno a questo mondo di ricchezze e opportunità. L'emanazione della legge quadro sulla ciclabilità ha stanziato 500 milioni di euro per per favorire ciclovie come la Ven-To e il GRAB di Roma che speriamo prima o poi vedrà effettivamente la luce. Il boom della bici è un fenomeno economico di grande importanza ed è solo all'inizio perchè ci sono tanti comparti che possono nascere ad esso legati, pensiamo solo a due esempi come la moda e l'alimentazione, che iniziano a studiare come interfacciarvisi» racconta a tuttobiciweb Santilli.


A riprova, basti notare che a Pitti Uomo nei giorni scorsi sono stati presentati capi dedicati ai ciclisti urbani, giubbotti di moda tecnologici che favoriscono la sicurezza stradale con frecce luminose sulla schiena di chi li indossa e sono allo studio capi che tra gorotex e cachemire ci permetteranno di arrivare in ufficio senza bagnarci o sporcarci.

«Ci sono tanti settori interconnessi alle due ruote: salute, turismo, mobilità, smart city... e tante iniziative ed eventi in cui spunta la bici. Il grande problema è che da noi mancano le infrastrutture adatte, come strade protette e ciclovie: se non si investirà in questo senso si faticherà molto ad aumentare il numero delle persone che pedalano nelle nostre città invece di usare altri mezzi. Lo hanno capito grandi metropoli come Londra e Parigi che investono milioni per creare strade dedicate alla bici. A noi basterebbe copiare questi bei modelli» prosegue l'avvocato romano.


E ancora: «Dobbiamo migliorare il dialogo tra le varie associazioni, con l'ACI stiamo cercando di creare una commistione perchè le macchine imparino a rispettare tutti gli utenti dalla strada. La priorità sono infrastrutture intelligenti e iniziative imprenditoriali. L’Italia è il primo produttore di bici d’Europa, con un giro di affari che supera il miliardo di euro tra produzione industriale, componentistica e riparazioni, con decine di migliaia di addetti ma abbiamo bisogno di una svolta culturale. Abbiamo perso tanti treni ma questa legge, seppur perfettibile, è stata emanata e dimostra che le autorità nazionali hanno capito che questo treno va preso. Conviene prenderlo. Ha numeri importanti, ha creato interesse. Sono convinto che sulla piazza non ci sia sufficiente competenza per rendere i progetti realtà, per questo abbiamo voluto creare un osservatorio che collaborando con università, centri di ricerca ed esperti, possa diventare un punto di riferimento e consulenza per i sindaci e chi deciderà di investire davvero nella bicicletta».


Santilli evidenzia infine un grande pericolo che corre il nostro ambiente. «Tutti si sono accorti delle potenzialità della bike economy tranne il mondo del ciclismo. Al Forum erano presenti varie componenti, mancava però chi produce bici e chi gestisce il ciclismo a livello professionistico. Il vero problema è questo, i nostri grandi marchi sono all'interno di un ciclone ma non se ne sono accorti, vivono in una sorta di caos calmo molto rischioso. Quando i grandi gruppi entreranno in questo business spazzeranno via chi non è strutturato e pronto ad accettare la sfida. In Italia abbiamo i maggiori e migliori produttori ma sono tutte imprese piccole o medie, che soffrono il passaggio generazionale e, se non si daranno una mossa aggregandosi a partner finanziari per sviluppare le proprie capacità aziendali, finiranno per essere acquisiti da gruppi esteri come successo a Pinarello oppure spariranno».

 

Per approfondimenti: www.bikeconomyforum.com.


Giulia De Maio

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Si è tenuta ieri, alla presenza del membro del governo Cantonale, Mario Fehr, del Consigliere comunale Filippo Leutenegger e di altre personalità, la conferenza stampa organizzata dal Comitato Organizzatore Locale,...

Le ragioni per cui si desidera una e-road sono tante. C’è chi la sceglie per conquistare salite altrimenti troppo impegnative, chi per esplorare percorsi lontano da casa, o chi per...

Aliante Adaptive si affianca ai modelli Antares ed Argo andando a completare la famiglia di selle con cover stampate in 3D, il celebre sistema Adaptive messo a punto da Fizik...

È l’estate di Parigi 2024, è l’estate delle Olimpiadi. Tra storie, sogni e obiettivi, tutti gli occhi del mondo saranno sulla capitale francese. E ci saranno anche MCipollini e le...

Il modello Egos è uno di quelli utilizzati dal Team Bahrain Victorius, un casco destinato alle massime competizioni in cui gli atleti hanno bisogno di massima ventilazione. In questo progetto...

Grandi novità su Wikiloc: arrivano infatti due nuove funzionalità, vale a dire Route Planner e Mappe 3D. La piattaforma di navigazione outdoor consente ora di pianificare percorsi direttamente da casa...

Core e Concrete College sono le due collezioni pensate da Canyon per chi si ispira alla cultura del ciclismo, capi streetwear ma destinati a chi vive il fascino de ciclismo...

La sella NAGO è uno dei prodotti più iconici di Prologo, un modello che nella sua vita ha affiancato molti campioni in vittorie importantissime nelle classiche di un giorno e...

La maglia Ombra di Santini è stata pensata per essere un capo unisex e viene realizzata con tessuti Polartec®, Power Stretch™ e Delta™. Questo nuovo capo si distingue per il...

La nuova bici da cronometro e da triathlon Supersonica SLR di Wilier rappresenta molto di più di un semplice nuovo modello di altissima gamma, infatti, è la perfetta sintesi di...

Come era prevedibile, il gravel oggi è una specialità con due anime, una che vive di performance e velocità ed una decisamente più orientata all’avventura. Così Bianchi, dopo aver lanciato Impulso, la fast gravel...

La bicicletta è uno strumento capace di avvicinare persone e generazioni diverse. Che sia usata per la mobilità urbana, per una passione che accompagna sin dalla più tenera età, per...

Per il sesto anno consecutivo, Alé conferma la partnership con il Giro d’Italia dei giovani e firma un accordo con RCS Sport per la fornitura delle maglie dei leader di...

Colnago, bicicletta ufficiale del Tour de France, presenta la Colnago Fleur-de-Lys, un’opera d’arte prodotta in 111 esemplari numerati come omaggio a Firenze, la culla del Rinascimento, che ospiterà le Grand...

Q36.5, leader nell'abbigliamento tecnico per il ciclismo, è partner e fornitore tecnico ufficiale delle maglie di leader del Tour de Suisse 2024. Anche per quest’anno, il brand bolzanino e la...

Con i nuovi pedali Supervillain, Deity desidera alzare al massimo il livello delle prestazioni e lo fa alla grande andando anche oltre. Leggeri e forti, sono realizzati con la giusta...

Il 2024 riporta alla grande attenzione dei praticanti le bici endurance o allora, modelli polivalenti che regalano grande libertà e uscite in cui terreni misti e lunghi chilometraggi diventano la...

Alé è orgogliosa di annunciare la sua partnership con l'edizione 2024 del Lloyds Bank Tour of Britain femminile e maschile. La prestigiosa corsa a tappe di più giorni si svolge sulle...

Pedalare in gravel vuol dire essere pronti più o meno a tutto, un fattore che è da tenere ben presente visto che questa specialità ci espone ad una moltitudine di...

rh+, storico brand italiano specializzato nella creazione di capi ed accessori da sci, outdoor e ciclismo acquisisce Rosti Maglificio Sportivo con l’obiettivo di rafforzare la propria offerta sul mercato.  Rosti,...

Contro il caldo,  SIXS propone tre capi ActiveWear della nuova linea CLIMA II (due Jersey + una salopette corta) dalle grandi qualità che, insieme, grazie a tutta l’esperienza e agli ultimi aggiornamenti della tecnologia racchiusa nei...

Gli zaini idrici di Thule hanno dimostrato negli anni di avere un qualcosa di speciale, merito di una visione aziendale che punta tutto sulla elevata qualità delle lavorazioni e dei...

Niki Terpstra è pronto per affrontare le nuove sfide del mondo Gravel come ambassador caschi ed eyewear per Briko®, una nuova interessante sfida che vedrà l'ex prof olandese ed il...

Le bici da strada nell’ultimo periodo si stanno alleggerendo e non poco, un fattore importante che ci fa capire quanto la tecnologia abbia fatto notevoli passi avanti. “Non torneremo mai...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




Il modello Egos è uno di quelli utilizzati dal Team Bahrain Victorius, un casco destinato alle massime competizioni in cui...
La maglia Ombra di Santini è stata pensata per essere un capo unisex e viene realizzata con tessuti Polartec®, Power...
Gli zaini idrici di Thule hanno dimostrato negli anni di avere un qualcosa di speciale, merito di una visione aziendale...
di Giorgio Perugini
TPU si o TPU no? Lattice o butile? Possiamo dare più di una buona motivazione per avvalorare la scelta di...
di Giorgio Perugini
Il modello 029 di casa Salice nasce dalla grande esperienza maturata da Salice nelle massime competizioni, un terreno in cui...
di Giorgio Perugini
Sarebbe bello proporre soluzioni avanzate ad un prezzo altamente accessibile, no? È così che prende l’abbrivio la vita di due...
di Giorgio Perugini
Nei mesi passati Trek ha ampliato la propria linea di scarpe ad alte prestazioni per ciclismo su strada inserendo tre...
di Giorgio Perugini
Non molto tempo fa KASK presentò al mondo il casco Utopia, un casco modernissimo che ha stravolto gli schemi ottimizzando...
di Giorgio Perugini
Audace, moderno ma anche incredibilmente protettivo e versatile, ecco in poche parole cosa mi trasmette l’occhiale Kosmos PH di Limar,...
di Giorgio Perugini
I caschi sono tutti uguali? Certo che no e questo è un aspetto su cui più volte abbiamo cercato di...
di Giorgio Perugini
Da sempre in casa Trek la parola Madone ha un solo sinonimo ed è “velocità”. La nuova Madone SL 7...
di Giorgio Perugini
Laddove C sta per Carbonio e congiunzioni (anche se oggi dobbiamo parlare di parti), Colnago, Cambiago e Classe c’è anche...
di Giorgio Perugini
Se siete alla ricerca di un winter kit adeguato per pedalare in questo inverno, le proposte di Q36.5® vi daranno...
di Giorgio Perugini
Temevamo un arrivo repentino del freddo e così è stato, ora fuori le temperature sono scese molto e negli ultimi...
di Giorgio Perugini
Desiderate un’esperienza di ascolto ottima anche mentre correte o pedalate? Niente di più facile con le cuffie a conduzione ossea...
di Giorgio Perugini
Per molti amanti del gravel arriva la parte della stagione che regala emozioni forti, infatti, la natura che si appresta...
di Giorgio Perugini
Siamo a novembre e in alcune regioni d’Italia si registrano ancora temperature superiori ai 25°C, una situazione surreale che però...
di Giorgio Perugini
Leggerissime e rigide, ma anche veloci e incredibilmente scattanti, insomma, un set di ruote di livello incredibile alla portata di...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155
Pubblicità | Redazione | Privacy Policy | Cookie Policy | Contattaci

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy