I PIU' LETTI
LE STORIE DEL FIGIO. ANTONIO MOLTENI, UNA VITA A DUE RUOTE E UN MUSEO CHE E' RAGIONE DI VITA
di Giuseppe Figini | 29/11/2022 | 08:08

Antonio Mario Molteni è nato a Eupilio il 28 giugno 1944, e tuttora residente nel medesimo comune nella zona di Erba, in provincia di Como, piacevole località alle pendici del monte Cornizzolo, altitudine m. 1241, luogo frequentatissimo dagli amanti del parapendio e delle pedalate in salita, che offre un vastissimo e bellissimo panorama, a largo raggio, sui monti circostanti e la sottostante pianura. Eupilio, con belle costruzioni molte delle quali risalgono al 1800, comprende nel suo ambito anche parte dei laghi prealpini del Segrino e di Pusiano. E’ nella fascia collinare della Brianza che fruisce di un clima assai favorevole e che ha incentivato, nel tempo, lo sviluppo di una florida attività florovivaistica. E Antonio Molteni, quale attività professionale, è stato un imprenditore in tale settore ma non solo. Già da qualche tempo potrebbe permettersi una distesa, tranquilla e serena pensione con la famiglia, ma così non è. E vediamo il perché.

Eupilio è passaggio praticamente obbligato per chi, dalla pianura lombarda, sale verso il Passo Ghisallo. Geograficamente è il valico stradale che collega la pianura brianzola, tramite la Valassina, con la parte alta del Triangolo Lariano, ossia il territorio compreso tra i due rami del Lario, quello di Como e quello di Lecco. Ciclisticamente il Ghisallo, quale salita, è comunemente inteso il versante da Bellagio, una delle “perle” del lago di Como, all’altezza dell’antico lavatoio in pietra fino alla cima, quello con le pendenze più sensibili. Per contro, salendo dalla Valassina, l’ascesa è definita nel gergo ciclistico, “il Magreglio”, ossia il nome del comune dove, a pochissimi metri dal valico, sorgono, fra splendidi panorami, l’antica chiesetta Santuario e, a fianco, la moderna e spaziosa struttura del Museo del Ciclismo, entrambi accomunati dalla dicitura “Madonna del Ghisallo”.

Il nome Ghisallo pare derivare da quello di un nobile medievale della zona che, assalito da briganti, fece il voto di erigere una chiesetta alla Madonna qualora gli fosse stata salvata la vita. E il Ghisallo, nelle sue varie declinazioni, è sempre stato ed è, particolarmente negli ultimi anni, presenza e preoccupazione vissuta con serietà, impegno e partecipazione, nel suo ruolo di presidente del Museo del Ciclismo quale successore del grande Fiorenzo Magni, di Antonio Molteni.

La declinazione e l’inclinazione ciclistica di Antonio Molteni risalgono al 1960 quando inizia a gareggiare in bicicletta quale “esordiente” nella società più vicina a casa, la Ciclistica Erbese, esperienza continuata anche nella categoria maggiore degli ”allievi”, ancora nell’Erbese, dove si fa le ossa, come si dice. Raggiunta la categoria “dilettanti” si trasferisce al blasonato Club Ciclistico Canturino 1902, anno della sua fondazione, realtà di primo riferimento nel settore che quest’anno ha festeggiato i 120 anni di vita ininterrotta, per passare quindi al Velo Club Melzo dove ha conquistato tre vittorie, e poi al Velo Club Como, squadre di buon livello. Con un sorriso un po’ ironico e un po’ amaro Antonio Molteni parla del suo personale palmarès che, definisce “piuttosto scarno e magro”. Sorride nel puntualizzare, ovviamente velocemente, un po’ glissando su questo non secondario risvolto della sua carriera giovanile in sella alla bici, che a determinarlo a smettere fu un’operazione d’appendicite e il crescente impegno richiesto dal suo lavoro personale. E’ pur vero che anche durante il suo periodo agonistico, lavorava già, e alacremente, nell’azienda di famiglia.

C’è poi il periodo, dal 1978, quando eletto sindaco di Eupilio, quasi un sindaco a vita poiché ha mantenuto la carica per 25 anni, tangibile testimonianza della stima dei suoi amministrati, quasi un record, forse per compensare, il suo “piuttosto scarno” curriculum di pedalatore. E’ stato pure assessore nella Comunità Montana del Triangolo Lariano dal 1974 al 1991, altro incarico di lunga durata, dove ha approfondito conoscenze di uomini e valori del suo territorio.

Il suo impegno civile è sempre stato improntato al puro spirito di servizio in favore delle comunità territoriali e che, visto la durata dei mandati, sono stati evidentemente riconosciuti e apprezzati dagli amministrati.

Pure in questi ruoli Antonio Molteni non ha mai dimenticato il ciclismo, anzi! Nel 1987 è il fondatore del Velo Club Eupilio, società attiva fino al 2019, nella categoria “juniores”, dove hanno gareggiato, fra molti altri, nomi di rilievi giunti alla ribalta del professionismo quali Luca Paolini, Paolo Longo Borghini, Gian Paolo Cheula e Danilo Napolitano.

Quale consigliere della Banca di Credito Cooperativo di Alzate Brianza, una diffusa rete bancaria nazionale che è stata presieduta da un grande appassionato quale Vittorio Ghezzi, patron delle forti formazioni ciclistiche Itla e Iclas e dell’organizzazione del Giro della Brianza, ha promosso pure il finanziamento del Giro della Provincia di Como, importante corsa a livello nazionale della categoria “allievi” per una decina d’anni.

Poi, con vari amici, ha contribuito a costituire la società Lario Organizzazioni che ha realizzato per molti anni il prestigioso Piccolo Giro di Lombardia, classica internazionale del calendario “dilettanti”, rilevandolo dalla gloriosa Bruzzanese Brill, società con i colori giallo neri di un quartiere nord milanese, Bruzzano, nei pressi di Affori.

 

All’inizio degli anni ’90, con un gruppo di amici appassionati di ciclismo, si attiva per la costruzione di un museo del ciclismo per ospitare i cimeli che gli appassionati donavano e che, per ragioni fisiche di spazio, non potevano più essere ospitati nella chiesetta-santuario della Madonna del Ghisallo. Un’iniziativa, quasi un sogno, che con l’entrata in scena del grande Fiorenzo Magni e della sua fortissima e volitiva personalità di vero “Leone delle Fiandre”, poi supportata dalla generosità degli eredi della famiglia anche dopo la scomparsa dieci anni fa di Fiorenzo, concreta in tempi assai rapidi con la realizzazione di una moderna e pregevole struttura museale. Sorge subito a fianco della chiesetta-santuario della Madonna protettrice dei ciclisti la moderna costruzione del Museo del Ciclismo, inaugurato ufficialmente nell’ottobre del 2006 con il passaggio del Giro di Lombardia. E le campane del santuario squillano sempre gioiosamente al passaggio delle corse di varie categorie. Il Museo presenta quasi mille metri di superficie espositiva su vari livelli, biblioteca, locali d’accoglienza, in meravigliosa e spettacolare ambientazione fra i monti, il lago di Como in un’atmosfera permeata da sentimenti e tangibili, storici, ricordi ciclistici di varie epoche.

Nel 2014 Antonio Molteni rileva la carica di Presidente della Fondazione del Museo del Ciclismo, un’avventura che lo coinvolge praticamente a tempo pieno, con l’aiuto che definisce “indispensabile e vitale” per il Museo di un affiatato ed efficiente gruppo di volontari, volontari veri, che lo sostengono, dietro le quinte negli eventi che si susseguono e pure nell’impegnativa quotidianità, ma sempre in primissima fila quando c’è da rimboccarsi le maniche e lavorare, per la gestione della struttura e del prezioso contenuto che per molti, in Italia e all’estero, così come è per lui, è prima di tutto un sentimento e una vera passione di vita.

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Nel 2023, Julbo diventa partner per tre anni della squadra ciclistica professionistica Groupama-FDJ! Il marchio conferma così la sua volontà di essere presente nel mondo del ciclismo, equipaggiando i corridori...

Ciclo Promo Components Spa e la Green Project Bardiani-CSF Faizanè confermano la loro partnership anche per la stagione 2023. L’azienda veneta distribuisce in Italia marchi famosi di aziende leader...

La Speedmax non è solo una semplice bici da triathlon, è diventata leggenda a suon di record e vittorie ed è costantemente aggiornata e migliorata sotto ogni punto di vista...

Se avete il chiodo fisso per le esplorazioni e i viaggi in bici e cercate capi di un determinato valore che sappiano tirarvi fuori da ogni imprevisto, la nuova Men’s...

Oggi grazie ad Alessandro, il meccanico di Joule, il negozio di Giussano dotato anche di un ottimo e-commerce, faremo chiarezza su come regolare la lunghezza della catena nelle trasmissioni ad...

Assos ha siglato un accordo pluriennale per diventare partner e fornitore di abbigliamento tecnico da ciclismo per il Tudor Pro Cycling Team. La formazione di Fabian Cancellara, ex pro tanto...

Non poteva esserci modo migliore per cominciare la stagione, infatti, è con grande entusiasmo che FSA riprende la prima vittoria tra i professionisti del nuovo gruppo K-FORCE WE12s, un successo...

Sia chiaro, che l’universo femminile si appassioni sempre più alla bici non è solo una buona notizia, è una splendida notizia! Basta guardarsi in giro, le donne sui pedali sono...

Il Team Corratec, appena approdato tra le formazioni Professional, ha iniziato molto bene la stagione alla Vuelta a San Juan ed è proprio German Nicolas Tivani, velocista argentino, ad aver...

Se è vero che nelle competizioni la differenza tra un vincitore e il primo dei perdenti può dipendere anche da pochi secondi, è vero anche che alcuni prodotti vengono attentamente...

Garmin ha annunciato ufficialmente le oltre 20 squadre di ciclismo professionistico che sponsorizzerà per la stagione 2023. Utilizzando i prodotti Garmin per competere ai massimi livelli, i team avranno il pregio di rappresentare il brand nelle gare...

La giacca Finisseur Pro Gravel è il classico capo trasversale, quello che sfrutterete alla grandissima nel gravel ma anche in altri momenti passati all’aperto. Per molti potrebbe non essere così,...

La nuova Wilier Granturismo SLR ha vinto il premio Design & Innovation award 2023 per la categoria strada. Il Design & Innovation Award (DI.A) è molto più di una semplice onorificenza. È...

Le nuove Dual Sport di Trek - specialmente i modelli 1, 2 e 3 - montano forcelle rigide, spiccano per leggerezza e polivalenza grazie a telai semplici ed affidabili abbinati a ruote da...

Probabilmente siete tra quei ciclisti che hanno sempre un gran freddo alle mani e per anni ha non investito denaro nell’acquisto di guanti che promettevano molto calore dietro a forme...

Una delle tante cose belle portate dal crescente movimento gravel riguarda la rottura degli schemi a livello estetico, una grande apertura fatta sopratutto di nuovi colori che in questo caso...

La notizia che gli appassionati dell’innovativo marchio ligure stavano aspettando è realtà, il nuovo configuratore Exept è online! Direttamente online potremo selezionare lo schema colore che preferiamo, scegliere tra le...

La rivoluzionaria gamma di e-bike e-Omnia, pensata per soddisfare le esigenze di ogni tipologia di ciclista, si presenta nel 2023 con tre nuove colorazioni per i modelli C-Type...

Se il CX è la vostra passione e cercate ruote estremamente polivalenti, veloci e leggere vi consiglio tre modelli prodotti da URSUS, tutti sfruttati alla grande anche da Team Selle...

Giro Sport Design annuncia oggi il lancio del casco Aries Spherical™, un prodotto decisamente innovativo che si posiziona al primo posto nella classifica realizzata dall’Università Virginia Tech, una laboratorio indipendente...

Anche per il 2023 Nalini prosegue la sua collaborazione a fianco del Team DSM, con l’obiettivo di produrre capi sempre più mirati e orientati alle prestazioni della squadra olandese UCI...

Astana Qazaqstan Team e Limar pronti per la nuova stagione 2023! Gli atleti sono già impegnati nel Santos Tour Down Under, la prima corsa a tappe del calendario UCI World Tour in corso fino...

E' stata presentata quest'oggi la nuova maglia da gara del Team corratec che rinnova colori e design per questa prima stagione tra gli UCI Pro Team. Non cambia il fornitore...

Lo so, le previsioni meteo raccontano che nelle prossime tre settimane avremo a che fare con il freddo, ma a dirla tutta, non sarebbe la prassi? Normalità o no, con...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




La giacca Finisseur Pro Gravel è il classico capo trasversale, quello che sfrutterete alla grandissima nel gravel ma anche in...
Lo so, le previsioni meteo raccontano che nelle prossime tre settimane avremo a che fare con il freddo, ma a...
di Giorgio Perugini
Se siete freddolosi sappiate che con queste scarpe e un bel completo invernale non avrete più scuse per lamentarvi! Ecco...
di Giorgio Perugini
Lo strato isolante Polartec® Alpha® Direct è probabilmente l’elemento che ha rivoluzionato il modo di costruire le giacche dedicate al...
di Giorgio Perugini
Le mani calde sono una priorità in questi giorni freddi, quindi investire in un bel paio di guanti resta sempre...
di Giorgio Perugini
Probabilmente la Johdah Targa di Assos è la giacca sportiva invernale più completa di sempre per l’azienda svizzera, un capo...
di Giorgio Perugini
I tempi cambiano e i desideri degli stradisti orientati alle bici elettriche pare siano arrivati alle orecchie di chi le...
di Giorgio Perugini
Chi pedala per necessità in città lo sa bene, freddo e pioggia possono diventare una vera noia da affrontare negli...
di Giorgio Perugini
LOOK svela oggi la nuova 765 Optimum, l’ultima bici dedicata all’endurance che farà felici una larghissima fetta di appassionati. La...
di Giorgio Perugini
Chi pratica ciclismo e si allena duramente anche in inverno lo sa bene, quando si fatica servono capi dinamici in...
di Giorgio Perugini
Non tutti possono avere molte bici a propria disposizione, né è assolutamente detto che questo sia un desiderio condiviso dai...
di Giorgio Perugini
MAAP crede nel gravel e non lo nasconde, infatti, il marchio australiano possiede probabilmente una delle linee prodotto più ampie...
di Giorgio Perugini
I capi giusti per il gravel devono essere comodi e resistenti, meglio ancora se dotati di un ottimo pacchetto tecnico...
di Giorgio Perugini
La maglia ultraleggera è un must per l’estate, questo è certo, ma la maglia Clima di Q36.5® costruita con la...
di Giorgio Perugini
Nati per lo sterrato nelle declinazioni più leggere e avventurose, gli occhiali Norvik sono una delle ultime novità di 100%...
di Giorgio Perugini
Corsa N.EXT, l’ultimo arrivato nella grande famiglia Corsa di Vittoria, va ad inserirsi all’apice della categoria Competition, categoria compresa tra...
di Giorgio Perugini
Leggerissima, più resistente alle forature e completamente riciclabile. Cosa desiderare di più? Ecco a voi la nuova camera d’aria Ultra...
di Giorgio Perugini
È un vero piacere vedere un marchio italiano produrre la famosa maglia Gialla, l’emblema del Tour de France che rappresenta...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155
Pubblicità | Redazione | Privacy Policy | Cookie Policy | Contattaci

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy