I PIU' LETTI
OLYMPIA. BOOST, VELOCE COME UN MISSILE
di Giorgio Perugini | 02/08/2018 | 09:25

Che tipo di ciclista sei? Sei ossessionato dalla velocità o ti piace stare sempre a ruota? Se ti piace prendere il vento in faccia e la tua passione ciclistica vive dai 40km/h in su, allora devi provare la nuova Olympia Boost! In questo modello, ogni singolo particolare strutturale è stato plasmato per ottenere la migliore aerodinamicità possibile. Soluzioni tecniche d’avanguardia e una cura maniacale per i dettagli sono il biglietto da visita di una bici che trasuda velocità da ogni singola fibra di carbonio.

Iniziamo per una volta a parlare dei dettagli, anche perché il telaio è dotato di forme e soluzioni aerodinamiche che parlano davvero chiaro. L’Aero Bottle Cage (il porta borraccia integrato) è l’esempio di come la componentistica possa fondersi nel design del telaio.

Ed è così che questo componente viene perfettamente inserito nel tubo obliquo, facendo in modo che la borraccia, una volta alloggiata, venga completamente protetta sia dal tubo stesso che dalle due ali con cui contiene la borraccia. Come vedete, nulla viene lasciato al caso e la funzionalità dell’oggetto rimane la medesima senza alcun svantaggio per l’utilizzatore.

La chiusura sella Ghost Seat Clamp viene del tutto celata nel telaio, tanto che per alzare o abbassare la sella basterà infilare una chiave brugola in un piccolo foro posto sotto lo snodo formato da tubo orizzontale e tubo piantone.

Il sistema frenante è basato sui freni Direct Mount, un impianto che consente una migliore resa aerodinamica rispetto ai caliper tradizionali e regala frenate da riferimento, inoltre, cosa non da poco, questo schema permette il montaggio di pneumatici da 28mm.

Olympia, partner di Vittoria, ha potuto constatare in diversi test svolti in piena collaborazione con il celebre marchio produttore di pneumatici che le gomme da 28c risultino più scorrevoli e veloci rispetto ad un 25c. In particolare, è proprio un tubolare o un copertoncino da 28mm a riempire perfettamente gli spazi vuoti tra telaio e cerchio, assicurando una resa aerodinamica nettamente più vantaggiosa.

L’anteriore, oltre che da una affilatissima e precisa forcella, è caratterizzato da un attacco manubrio che si integra al mm alle forme del tubo sterzo ( in dotazione ci sono anche  distanziali aggiuntivi ). Il sistema si chiama Integrated Stem e minimizza l’impatto dell’aria offrendo soprattuto grande rigidità. Di fatto, in questa zona è proprio il tubo orizzontale a tendere leggermente verso l’alto risalendo idealmente sull’attacco manubrio.

Il telaio è un monoscocca realizzato con carbonio T1000, una struttura disegnata dal vento e raccolta intorno ai suoi profili essenziali. i cablaggi interni consentono il montaggio di tutti i più recenti gruppi, compresi quelli elettronici. Il triangolo anteriore risulta molto rigido e ha dimensioni generose soprattuto nella parte bassa, differentemente, quello posteriore è più contenuto in proporzione ma si dimostra massiccio e fermo se sottoposto a grandi forze.

Il freno posteriore viene posizionato appena dietro il movimento centrale in modo da lasciare liberi i foderi alti mentre il reggisella, anch’esso di produzione Olympia, ha un profilo alare e offre una facilissima regolazione per la sella. Dal punto di vista concettuale, mi sembra che i tubi abbiano forme Kamm, una teoria con cui si traggono i migliori vantaggi aerodinamici riducendo sensibilmente i volumi e il conseguente utilizzo di materiale aggiuntivi.

La Boost che abbiamo avuto in prova è allestita con gruppo completo Shimano Dura Ace 9100, cerchi Vittoria Qurano 60, tubolari Vittoria Corsa Competizione G+, manubrio Ritchey WCS Carbon Stem II e sella Selle Italia SLR. Durante tutto il periodo del test, questa Boost ha affrontato per lo più percorsi pianeggiati, al massimo collinari, con solo tre uscite lunghe caratterizzate da un importante dislivello.

Una cosa è chiara, Boost adora la velocità e non è solo per le sue forme, ma anche per il modo in cui ti accoglie in sella. Stack e Reach definiscono una posizione in sella raccolta e aerodinamica, ma tutto accade senza grandi sacrifici poiché la bici rimane decisamente compatta.

Viaggiare pancia a terra risulta comodo e redditizio, un beneficio per chi desidera stare regolarmente sopra i 40. I tubolari da 28 e i cerchi Qurano da 60 sono un invito alla velocità e alla costanza, una vera marcia in più. Il modo in cui questa sezione da 28c migliora il rotolamento e aumenta il comfort copiando alla perfezione l’asfalto è davvero imbarazzante, una vera supremazia per la combinazione Vittoria ruota/copertura.

Nel suo insieme, Boost è una bici davvero particolare, infatti, non passa certo inosservata e quando è in gruppo ruba l’attenzione degli altri ciclisti. L’aerodinamica è estrema, lo si vede nelle scelte fatte anche per la componentistica. La salita non è certo il suo forte ma in questo caso penso che siano proprio i cerchi così alti a remare contro, basterebbe avere in casa un profilo da 35/40mm per fare regolarmente un buon dislivello.

In compenso, basta viaggiare in gruppo o sfidare la pianura per apprezzare a fondo le sue grandi doti di velocista. L’attacco manubrio e il portaborraccia integrato diventano in breve due tratti distintivi del mezzo, due elementi che stupiscono e convincono.

Personalmente adoro sentire il manubrio stabile e rigido, soprattutto quando pedalo furi sella e qui le flessioni sono davvero poche. Un solo rammarico, qui come su altri casi di bici aero, avrei preferito la combinazione di corone 52/36, probabilmente più adatta ad una bici con queste caratteristiche.

Nel complesso si tratta comunque di una bici rigida che trova ruoli da protagonista nelle nervose e veloci gare in circuito e perché no, anche nei triathlon, ad eccezione delle prove corse con bici da cronometro.

La grafica e la verniciatura seguono il design di Boost sottolineandone le forme, un lavoro di gusto che valorizza al 100% l’intero progetto. Qualità, soluzioni tecniche e componenti di primo livello vanno così a configurare una bici unica pronta a sfidare con voi qualsiasi record.

 

www.olympiacicli.it

 

★★★★★ design

★★★★★ finiture

★★★★★ tecnologia

★★★★★ pianura

★★★★☆ leggerezza

★★★★★ montagna

★★★★★ comodità

★★★★☆ versatilità

★★★★★ aerodinamica

 

Nel test abbiamo utilizzato:

 

-Completo Pedaled ( Nagoya Aero Jersey-Bibshort Nagoya Aero )

-Guanti Pedaled Lightweight Gloves

-Scarpe Fi:zi’k  Infinito R1 Knit

-Casco KASK Protone

-Occhiali KOO Open

-Garmin 1030

-Pedali Kéo Blade Carbon

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
E’ una scarpa molto leggera, infatti, in soli 287 grammi incorpora tutto quello che un ciclista cerca in calzature robuste, funzionali e confortevoli. Le G-Volata sono un prodotto ricco dal...

Lavora a pieno ritmo la macchina organizzativa della 6ª Granfondo Squali-Trek, che si terrà il 14, il 15 e il 16 maggio a Cattolica e Gabicce Mare,  con apertura dell’area expo già da venerdì 14 maggio...

Undici piste ciclabili che collegano le Dolomiti al Garda, avvicinando ambienti unici e i borghi più caratteristici in ogni vallata e più di 8000 chilometri di percorsi per...

La nuova linea Kinetic di Northwave mette sul piatto tecnologia, innovazione, nuovi fondelli e fit studiati in base alle esigenze di ogni ciclista, oltre ad design elegante e sobrio. Il...

Siamo precisamente a 6 mesi dall’evento GF Nibali – 5 Mila Marche che si svolgerà a Porto Recanati (Mc), e quale data migliore potevamo scegliere per annunciare il nostro ingresso...

Per un anno le cicliste e i ciclisti di tutto il mondo hanno dovuto rinunciare all’Eroica Dolomiti, ma sabato 4 settembre si svolgerà di nuovo l’originale evento vintage nel cuore...

Il countdown è cominciato: mancano meno di due mesi alla settima edizione dell’Alta Via Stage Race e l’Organizzazione svela l’affascinante percorso che attraverserà la Liguria lungo l'Alta Via dei Monti...

Così come fu nella prima edizione della Granfondo Città di Diano Marina, anche il prossimo fine settimana di sabato 17 e domenica 18 aprile, la cittadina rivierasca darà il benvenuto...

Come sempre impeccabile il lavoro dell’Asd Cicli Sport Mania per allestire il Memorial Mario Parmegiani. Quella di Popoli è ormai una classica di primavera della mountain bike abruzzese che si...

La famiglia WTO si è allargata ed è completissima, infatti, tra le 33, le 45, le 60 e le 77mm Campagnolo ha messo insieme una piattaforma moderna e performante adatta...

Un buon bicchiere di vino è capace di suscitare emozioni, appagare una necessità sensoriale, far vivere un momento di benessere. Le emozioni di un vino si legano anche ai ricordi...

La Costa degli Etruschi Epic non ha voluto deludere i tanti appassionati che le hanno e le stanno dando fiducia. Mantenere la gara in calendario, in questa situazione difficile, è...

Bontrager ha presentato oggi la nuovissima linea Aeolus RSL, ampliando la propria offerta di ruote ad alte prestazioni, spostando molto in alto l’asticella delle prestazioni. Le nuove Aeolus RSL saranno...

In origine fu il primo impianto integrato nel modello elettrico di punta della collezione Bianchi, l’avveniristico e-SUV nel 2019, un modello spaziale sotto ogni aspetto, tradizione che oggi continua con...

Tra due mesi si svolgerà la seconda edizione della BERGHEM#molamia, evento cicloamatoriale in programma domenica 13 giugno 2021, a Gazzaniga, in Valle Seriana. La BERGHEM#molamia vuole far scoprire il benessere...

Che l’Appennino emiliano-romagnolo fosse il cuore pulsante di Appenninica MTB Stage Race lo si era capito già dal nome, ma a ribadire questo legame profondo da oggi c’è anche un...

È stata inaugurata oggi la Ciclovia del Sole sull’ex ferrovia Bologna-Verona da Mirandola (Tramuschio) a Sala Bolognese (Osteria Nuova): 46 km realizzati in due anni dalla Città metropolitana di Bologna...

Topeak, marchio distribuito in Italia da Ciclo Promo Components, ha in catalogo oggetti meravigliosi e praticissimi ed uno dei miei preferiti è il mini utensile Mini 20 PRO, un pezzo...

Briko®, storico brand italiano di attrezzatura e accessori sportivi, ha da sempre progettato i propri prodotti lavorando su performance e tecnologia, con particolare attenzione alla sicurezza dei propri atleti e...

Una simpatica iniziativa lanciata dai gemelli Enzo e Maurizio Giustozzi, organizzatori della Gf dei Sibillini, in accordo con Sonia Roscioli, coordinatrice del Marche Marathon - Ciclo Promo Components - Trofeo Namedsport. Tra tutti quelli che,...

Martedì 13 aprile un grande evento per inaugurare la Ciclovia del Sole sull’ex ferrovia Bologna-Verona. Per rispettare le misure anti-Covid sarà senza pubblico ma trasmesso in diretta su social, web...

Xenia Materials è un’azienda italiana con sede a Vicenza diventata famosa per la sua capacità di ingegnerizzare e produrre materiali innovativi a base polimerica per l’applicazione nei settori più avanzati. L’azienda...

La Bottega di Alcide è un laboratorio artigianale che si avvale della Stampa 3D per realizzare le sue idee e Alcide Pece è il creativo che produce Climb3D, un prodotto...

La parentesi primaverile riservata agli Under 23 ha portato una ventata di novità all'interno della Work Service Marchiol Vega: oltre alle buone prestazioni offerte dai ragazzi diretti da Mirco Lorenzetto,...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Il casco Helios™ Spherical MIPS® è stato una delle ultime novità di Giro ed è un modello leggero e incredibilmente...
di Giorgio Perugini
Selle Italia ha pensato bene di proporre il nuovissimo modello Flite anche in versione Gravel e vi dirò, operazione riuscita...
di Giorgio Perugini
È davvero difficile raccontarvi se un gruppo è migliore di un altro, del resto, comprenderete quante siano le differenze tra...
di Giorgio Perugini
I generi esistono ancora? Si direbbe di sì per quanto riguarda la tipologia di telaio, in effetti, esiste quello aero,...
di Giorgio Perugini
23 grammi vi sembrano tanti? Io sono certo che siano pochissimi e racchiudere tanta tecnologia in un peso così contenuto...
di Pietro Illarietti
Si chiama Revolution e suona tanto di reazionario, ma in realtà si tratta di una bicicletta che va addomesticata e...
di Pietro illarietti
Si chiama Eclipse, un nome suggestivo, che significa eclisse. Una novità di casa Somec, azienda italianissima di Lugo di...
di Giorgio Perugini
È veramente difficile trovare ultimamente un marchio oltre a POC che si sia distinto di più per il design dei...
di Pietro Illarietti
Si chiama Aqua Pro Jacket, by Sportful, e nel nome c'è molta dell'essenza di questo capo che si propone...
di Giorgio Perugini
Le abbiamo già conosciute, infatti ve ne ho parlato in occasione della loro presentazione, del resto la speciale edizione Les...
di Giorgio Perugini
Un casco oggi deve rispondere davvero a molti requisiti, inoltre, per molti è diventato un capo/accessorio da abbinare speso a...
di Giorgio Perugini
Se vi piacciono i telai classici e avete il pallino per i prodotti leggeri, con la nuova Pedemonte Aurata RS...
di Giorgio Perugini
È passato un mese abbondante dal lancio della nuova gamma di tubeless prodotti da Pirelli e non ci sono dubbi,...
di Giorgio Perugini
Le Bont Vaypor S sono scarpe dalle altissime prestazioni ed è il motivo principale che le fa preferire da molti...
di Giorgio Perugini
Il casco Ventus 2.0 e gli occhiali Supernova formano un’accoppiata appagante dal punto estetico e interessantissima dal punto di vista...
di Giorgio Perugini
Che Trenta 3K Carbon sia un casco vincente, comodo e sicuro lo dimostrano in ogni occasione gli atleti del UAE...
di Giorgio Perugini
Sutro è un modello iconico e ha dalla sua molte caratteristiche tecniche oltre ad un design che ha spopolato nell’ultimo...
di Giorgio Perugini
Qualità e tecnicità sono due voci che precedono da sempre il marchio Assos e nessun appassionato ne fa mistero, posizionando...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy