I PIU' LETTI
PEDEMONTE. AURATA GRAVEL NON HA LIMITI
di Giorgio Perugini | 24/12/2020 | 09:41

Spesso abbiamo raccontato bici gravel su queste pagine, sottolineando la loro polivalenza e il senso di libertà che regalano, del resto, guidare una bici gravel vuol dire prendersi tempo per sé, concentrandosi sul divertimento e basta. Aurata Gravel di Pedemonte Bike è la gravel migliore su cui abbia pedalato fino ad ora, un mezzo tuttofare di immensa qualità. Leggera come nessuna altra, comoda e guitabilissima, è stata mia compagna di viaggio in questo 2020 difficile sfruttando alla grande diversi set di ruote e pneumatici.

Fatte a mano, bici super

Se pensi a Pedemonte bike pensi alla grand qualità dei suoi prodotti, una  originalità che rende questi telai unici nel panorama mondiale. Diamo a Cesare quel che è di Cesare, Sergio Pedemonte, titolare dell’omonima azienda, è un artigiano moderno, capace, concreto e le sue bici sono madie Genova, scusate se è poco. Dimenticate le difficolta nel reperire le bici di questi ultimi tempi, da lui l’unica attesa si basa sul tempo che serve per produrla partendo dalle vostre misure ( eh sì, sono su misura! ), poi, in breve sarà tra le vostre mani come la avete scelta.

Design e colorazioni, tradizione e colpo di genio

Aurata Gravel nasce dall’omologo modello stradale e lo fa con le giuste differenziazioni seppur mantenga l’eleganza e in parte le gentili dimensioni delle tubazioni. Il telaio viene realizzato con Torayca T800, m46j ed è impreziosito con una raffinato pattern esterno a trama romboidale, ovviamente accostato al cangiante che contraddistingue da anni il brand Pedemonte. Il risultato estetico è illuminante e mette in chiaro subito una cosa: la lingua di Pedemonte è la stessa parlata dal carbonio. Se dovessi basare il successo del suo appeal dal numero di persone che si sono fermate a vederla o mi hanno rincorso per conoscerla bene, direi che tutto è riuscito alla perfezione. 

Un anno intenso, stessa base ma anche diversi outfit

Il carro posteriore è bello lungo e sfoggia un fodero basso destro incurvato, una soluzione che regala molti vantaggi nella guida. Tutto il resto viene curato nei minimi dettagli, dal passaggio dei cavi interno fino all’inserimento delle sedi su cui fissare portapacchi da bikepacking. La bici viene fornita con reggisella in carbonio da 27.2mm nel kit telaio o completata su vostre indicazioni da Pedemonte. Nel mio caso sono partito dal kit telaio e ho montato un fenomenale  gruppo Shimano GRX e manubrio/pipa PRO, mentre le ruote sono state diverse, cosi come le selle. In particolar modo ho sfruttato tantissimo le URSUS TC37 Disc, le Shimano GRX e le FSA K-Force, spesso gommate Pirelli Cinturato in diverse misure e formati, infine, per le selle ho affidato tutto a Prologo, Repente e fi’zi:k. In molti casi, visto e considerato che la Gravel viene identificata come un mezzo tutto fare, ho affiancato un set di ruote da sterrato alle URSUS montate direttamente con copertoni stradali ultra performanti. È proprio in questi salti che si avverte la magistrale progettazione di Aurata Gravel, un mulo da trail ma anche un fulmine sull’asfalto.

Solidità totale, ma anche tanta leggerezza

La zona del movimento centrale ospita un 386 Press-fit ed è rinforzata in kevlar mentre il tubo sterzo conico da 1’’ 1/8 e 1’’ 1/2 assicura una precisione nella guida assoluta. Il mio telaio, una taglia M pesa solo 980 grammi e ha un valore di rigidità di 115N/M! La geometria scelta da Pedemonte premia l’equilibro, quella sottile linea di duttilità che permette di fare tutto con Aurata Gravel senza alcuna rinuncia. Ho girato spessissimo con amici a bordo di Mtb e spesso con altri in sella a Gravel delle migliori marche e ho potuto constatare che nel salto da asfalto a sterrato o viceversa, questa Aurata Gravel non ha eguali. Forcellini in alluminio anticorodal e perni passanti completano il quadro di un prodotto che si affaccia al mercato mondiale senza alcun timore.

Dimmi come pedali e ti dirò chi sei

Cosa ci si aspetta da una gravel? Mi sono fatto questa domanda diverse volte, senza mai trovare una risposta che accontenti tutti. Ritengo di essere un ciclista esigente e abituato per passione a pedalare su mezzi molto leggeri e reattivi, quindi, a bordo di Aurata Gravel ho ritrovato tutto quello che volevo. Generalmente le gravel sono un po’ pesanti e offrono ottimo comfort nello sterrato, perdendo però velocità e rapidità sui fondi più compatti e in salita. Aurata Gravel esce dagli schemi guadagnando il massimo dei punteggi in qualsiasi frangente. È veloce negli scatti, in salita e sul passo, inoltre, offre una trazione incredibile ( soprattutto con ruote da 29’’ ) e sullo sterrato sembra in tutto e per tutto una mtb.  Personalmente ho scelto Aurata Gravel per vivere al 100% le colline e le montagne vicino a casa ( il Grande Anello dei SIbillini è il top ), ma anche per gustarmi qualche passo asfaltato sempre negli stessi luoghi. Mi sono ritrovato spesso a percorrere sentieri complicati, più adatti ad una mtb ma lei non ha mai battuto ciglio. La forcella Columbus Cross con rake variabile vi permette di cucirvi addosso la bici, un particolare che fa una grande differenza in alcuni contesti. La clearance è ampia, quindi potete montare in sicurezza anche un bel 47x700 specificandolo in fase di realizzazione.

La qualità del fatto a mano in Italia ha un sapore particolare

Se compri Pedemonte compri il sogno, porti a casa il «  su misura » che ti cambia la vita e migliora il tuo passo, ovunque. Questo è un passaggio chiave che occorre specificare, del resto ogni bici prodotta da Pedemonte nasce a Genova e viene venduta direttamente in azienda ed è realizzata coltamente a mano. Tutto viene progettato con cura maniacale e il processo di lavorazione si basa sulla grande esperienza che Pedemonte ha sviluppato nella produzione di componenti in carbonio per l’automotive di alto livello. Aurata Gravel non patisce alcun terreno e in base alle vostre attitudini di guida può diventare un missile sull’asfalto e una macchina da divertimento sullo sterrato. Salti e derapate sono nelle corde di questo telaio, tanto quanto lo è la precisione e la reattività messa sull’asfalto. In definitiva, Aurata Gravel è un mezzo unico nel suo genere, una gravel bike con gli attributi e offre mille buone ragioni per farsi desiderare e utilizzare a fondo!

www.pedemonte.bike

 

 

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
In occasione dell’Electrify Expo, il più grande festival della mobilità sostenibile dell’America del Nord, Serial1 ha presentato la S1 TRIBUTE. Prima e-bike dell'esclusiva Serie S1 di Serial1, la S1 TRIBUTE...

La Colli della Sabina non smette di stupire. Anche domenica, in occasione della sua 10ª edizione, a Passo Corese (Rieti), i 1.500 partecipanti (veri) e i tanti accompagnatori sono rimasti...

La storia di Inpeak, startup di Breslavia (Polonia) presente sul mercato da 4 anni, è quella di molte giovani e vincenti aziende. Tutto è partito da un garage ed ora,...

Si chiude con tanti colpi di scena e un italiano sul podio la Coppa del mondo UCI di mountain bike 2021. A Snowshoe, in West Virginia, il gran finale del...

Sembrerebbe una frase ad effetto, ma prima di pubblicizzare così questo prodotto la stessa Mu-off ha fatto eseguire test su test. Il risultato pone il super lubrificante Ludicrous AF al...

Repente continua l’ampliamento e il perfezionamento della propria collezione attraverso l’introduzione di nuove metodologie costruttive e materiali di ultimissima generazione. Spyd 3.0 - 142 è l’ultima sorpresa di casa ed...

Nuova straordinaria vittoria del motore Polini E-P3+ nel secondo round delle Campionato Enduro World Series, andato in scena giovedì 16 settembre a Finale Ligure (SV). Una gara articolata su 12...

SIXS, marchio storico produttore di capi intimi, introduce un nuovo materiale chiamato Blazefit al fine di innalzare ulteriormente la qualità e le performance dei propri capi. Ovviamente stiamo parlando di...

Rudy Project ha voluto omaggiare il neo campione d’Europa Sonny Colbrelli e la sua straordinaria stagione realizzando una versione speciale degli occhiali Cutline e del casco aeroad Nytron. La parte...

A inizio mese al Passo San Lucio è stata ufficialmente presentata la ciclovia trasnazionale dedicata alle E-mountainbike, nata nell’ambito del progetto Interregionale Italia- Svizzera “E-bike”. Il luogo di confine tra...

I dati non dicono altro, nel 2021 il numero dei ciclisti nelle nostre città è cresciuto a dismisura, un segnale importante per la mobilità sostenibile e per tutto quello che...

Continua e si approfondisce la collaborazione fra VR|46 Racing Apparel, azienda a cui Valentino Rossi fa capo, ed MT Distribution, con la presentazione oggi all’Italian Bike Festival di Rimini del...

Il casco Limar Ultralight Evo occupa da molto nella testa degli appassionati un posto di assoluto privilegio, infatti, grazie ad una leggerezza sbalorditiva si impone come la soluzione più leggera sul...

E' stata una giornata ricca di soddisfazioni e di emozioni quella vissuta a Lavarone, in provincia di Trento, per i ragazzi del Team trevigiano Sogno Veneto in occasione dei Campionati...

DYORA 2/3 rappresenta un deciso ampliamento della collezione da corsa femminile targata Assos, una gamma completa dedicata alle cicliste che desiderano continuare a dare il massimo nonostante la variabilità delle...

All4cycling, e-commerce internazionale di riferimento per gli appassionati di ciclismo con un punto vendita a Varese, collabora con la società Società Ciclistica Alfredo Binda supportando la prima edizione della gara...

La terza tappa del Circuito Mtb Maremma Tosco Laziale non tradisce le attese: la nuova data della Sinalunga Bike ha permesso di vivere un’altra bellissima giornata di sport in provincia...

Italian Bike Festival chiama, Rimini e il popolo della bicicletta rispondono! Si è appena conclusa al Parco Fellini la IV edizione della più importante manifestazione italiana dedicata al mondo della...

La Gran Fondo Strade Bianche by Pinarello ha preso il via dalla splendida cornice della Fortezza Medicea, dove i 5000 protagonisti hanno dato il primo colpo di pedale in una...

La Granfondo Stelvio Santini 2021 ha richiamato a Bormio oltre 1.187 amatori che hanno dato vita a una competizione combattuta e, come sempre, emozionante. «Anche quest’anno, nonostante le difficoltà del...

Cambiare le regole del gioco è quanto DMT si è prefissata di fare nelle ultime stagioni e l’impatto di questa strategia è stata letteralmente devastante, infatti, con diversi modelli da...

Nel 2020 è stato uno dei pochissimi eventi internazionali a disputarsi nonostante l’emergenza sanitaria. E anche nel 2021 il fascino di una domenica a pedalare nel cuore delle colline del...

La tonalità bronzo è l’ultima nuova tendenza in fatto di moda e design. Come dice il nome, si tratta di una combinazione tra rosso-arancione-marrone, molto simile all'ossido di ferro e...

Il marchio italiano Titici lancia ALL-IN, il primo telaio gravel in alluminio con passaggio cavi integrato. Realizzato in Italia, personalizzabile nelle misure e nei colori. Presentazione ufficiale all’Italian Bike Festival...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Durante la scorsa stagione ho utilizzato prevalentemente le ruote URSUS Miura TC37 disc su strada, elemento naturale di questo meraviglioso...
di Giorgio Perugini
Gli occhiali KOO Demos sono tra gli occhiali preferiti del team Eolo-Kometa ed offrono un’ottima protezione grazie ad un design...
di Giorgio Perugini
Iconici, essenziali e apprezzatissimi da un esercito di appassionati che rivedono in questi occhiali il mito, il ciclismo dei campioni...
di Giorgio Perugini
Il calzino è un capo che spesso può fare una grande differenza, soprattutto  se indossiamo scarpe con suola in carbonio....
di Giorgio Perugini
Per ottimizzare un capo occorre togliere? Per rendere migliore lo stesso capo potrebbe essere utile semplificare e ridurre al minimo...
di Giorgio Perugini
L’alluminio non passa mai di moda e la riprova sono le ruote Miche Graff SP destinate alle gravel, un set...
di Giorgio Perugini
Leggerezza, ventilazione e aerodinamicità, come fare a trovare il giusto equilibrio in un completo da bici? Non è una cosa...
di Giorgio Perugini
Alé è un brand italiano che non ha bisogno di molte presentazioni, del resto si tratta di un marchio che...
di Giorgio Perugini
In questo ultimo anno abbiamo potuto tutti constatare quanto sia cresciuto il fenomeno gravel, un nuovo trend che ha confermato...
di Giorgio Perugini
La rivoluzione OCLV 800 Series abbraccia anche la gamma Madone esaltandone reattività e leggerezza, una dieta dimagrante per questo telaio...
di Giorgio Perugini
Il mercato delle e-bike corre veloce, un incremento davvero positivo che ha dimostrato quanto i nostri consumatori fossero in realtà...
di Giorgio Perugini
Finisseur, marchio prodotto da Deporvillage, azienda leader della vendita online per articoli sportivi, ha recentemente lanciato la propria collezione primavera-estate,...
di Giorgio Perugini
Si fa presto a dire pronto gara, infatti, questo è uno spot troppo spesso abusato. In casa Assos non si...
di Giorgio Perugini
Il casco Helios™ Spherical MIPS® è stato una delle ultime novità di Giro ed è un modello leggero e incredibilmente...
di Giorgio Perugini
Selle Italia ha pensato bene di proporre il nuovissimo modello Flite anche in versione Gravel e vi dirò, operazione riuscita...
di Giorgio Perugini
È davvero difficile raccontarvi se un gruppo è migliore di un altro, del resto, comprenderete quante siano le differenze tra...
di Giorgio Perugini
I generi esistono ancora? Si direbbe di sì per quanto riguarda la tipologia di telaio, in effetti, esiste quello aero,...
di Giorgio Perugini
23 grammi vi sembrano tanti? Io sono certo che siano pochissimi e racchiudere tanta tecnologia in un peso così contenuto...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy