I PIU' LETTI
GIORNO DELLA SCORTA. IN ARRIVO IL NUOVO DISCIPLINARE PER LE SCORTE TECNICHE
di Roberto Sgalla* | 03/11/2018 | 07:28

Il disciplinare per le scorte tecniche alle competizioni ciclistiche compie quest’anno 16 anni. Un tempo sufficientemente lungo per consolidarne gli effetti e far maturare nuove idee. Infatti, il mondo delle competizioni è sempre in movimento, si evolve, corre veloce sulle strade come i ragazzi che devono essere scortati sempre in maggiore sicurezza. Per questo motivo, il testo del Disciplinare, nonostante i numerosi aggiornamenti, richiede ancora qualche intervento correttivo che il Ministero dell’interno, d’intesa con la FCI ed il Ministero dei trasporti, ritiene utile predisporre.

L’attenzione specifica è rivolta alle grandi manifestazioni. Infatti, mentre per le competizioni che vedono la partecipazione di non più di 200 concorrenti, il Disciplinare offre la massima protezione possibile, per le grandi manifestazioni (gran fondo soprattutto) è necessario prevedere misure aggiuntive idonee a garantire meglio la sicurezza dei concorrenti. 

Così, per le manifestazioni con più di 200 concorrenti, appare indispensabile prevedere la presenza al seguito della corsa di almeno 3 ambulanze o veicoli sanitari equiparati. Ed ancora: per tali manifestazioni, oltre al personale abilitato di scorta, deve essere prevista anche la presenza di almeno 4 persone in possesso della specifica tessera di motostaffettista rilasciata dalla Federazione Ciclistica Italiana ovvero dell'equipollente titolo rilasciato da un Ente di promozione sportiva, aumentati di 2 unità ogni cento concorrenti oltre i 200 concorrenti.

Per le grandi manifestazioni, si avverte l’esigenza di disciplinare meglio il tema, importante anche per la sicurezza dei concorrenti, delle barriere protettive al traguardo, soprattutto per le gare più importanti. Il tema è caro anche alla Federazione Ciclistica Italiana che è già intervenuta con i regolamenti federali ma appare necessario sia inserita anche nel Disciplinare per le scorte come strumento di protezione passiva, alla stessa stregua di quella attiva rappresentata da personale di scorta ed ASA.

Un’attenzione particolare è necessaria per le manifestazioni che vedono la partecipazione di oltre 1.000 concorrenti. In questi casi, si prevede che debba essere in ogni caso garantita la presenza di personale addetto ai servizi di segnalazione aggiuntiva per tutte le intersezione ed i punti sensibili del percorso. Nelle rotatorie aventi grande diametro o particolarmente complesse devono essere presenti almeno 2 abilitati.

Il crescente numero delle manifestazioni mostra, con tutta evidenza, che il numero degli scortatori abilitati, in alcune aree territoriali, non è più sufficiente e ciò sarà ancora più vero in relazione ai nuovi obblighi sopraindicati. Per questo motivo, raccogliendo una grande disponibilità delle associazioni di volontariato che raccolgano personale che svolge funzioni di polizia stradale, si è ritenuto opportuno che l’attestato di abilitazione per la scorta possa essere rilasciato senza esame a coloro che dipendono dalla Polizia di Stato, dall’ Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria o da Corpi o Comandi di Polizia Municipale o Provinciale e sono abilitati allo svolgimento dei compiti di polizia stradale da almeno 5 anni ovvero che sono stati congedati o dimessi senza demerito o posti in quiescenza dalle predette amministrazioni da meno di 5 anni. 

Si tratta di misure che permetteranno una crescita del livello qualitativo delle competizioni che impegnano molti concorrenti a tutto vantaggio della sicurezza di chi ha scelto, anche semplicemente per passione, di fare questo bellissimo sport.

Misure che il Ministero dell’Interno sottoporrà alla valutazione della FCI per trovare poi la loro ufficializzazione con l’apposito decreto congiunto Mit e Interno. 

* Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato – Presidente CNDCS - FCI

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Comprarsi una bicicletta nuova è sempre un passo importante ed è, credo in ogni singolo caso, l’avverarsi di un sogno. Rincorrere il modello preferito fino al tanto agognato...

Dopo la sua introduzione su Cento10AIR e Cento10PRO, l'iconica finitura Ramata è ora disponibile su Cento10NDR, il modello di punta per la categoria Endurace. Il Cento10NDR ha ridefinito i limiti...

Prima gara prima vittoria! Ci ha pensato il giovane corridore belga Jasper Philipsen a regalare a Sidi il primo successo nel World Tour della stagione 2019. Philipsen, 20 anni, si...

“Cycling is an art”, recita il claim di Selle Repente, nuovo partner di assoluta qualità della Gran Fondo Tarros Montura a partire dall’edizione 2019. Ed è proprio l’arte del ciclismo...

L’edizione del 2018 (quella dei XX anni dalla storica doppietta Giro - Tour di Pantani, per intenderci) ci ha regalato davvero grandi emozioni. Prima di tutto, la partecipazione di oltre...

MsTina torna online con un’e-shop ricco di capi tecnici per ciclismo di altissima qualità, al giusto prezzo: il brand, che fa capo all’ex campione di Francia Marcel Tinazzi, punta per...

Reduce-IT e Vital, due nuovi studi presentati in occasione del Congresso dell’American Heart Association (AHA) a novembre 2018 e pubblicati sul New England Journal of Medicine, hanno confermato l’utilità degli acidi...

Da gennaio 2019 Cicli Liotto rivoluziona le linee grafiche delle sue biciclette, a partire dal storico logo che mantiene il simbolo dell’aquila, racchiusa ora in una stilizzazione minimal, elegante e...

«Sul fronte del turismo stiamo lavorando bene ma occorre guardare avanti essere lungimiranti. Continuare a pedalare: l'Emilia-Romagna è abituata a pedalare, ad andare avanti». Lo ha detto, il presidente dell'Apt...

Se non amate il freddo o quando uscite dall’ufficio è già buio per andare in bici, l’allenamento indoor fa al caso vostro. Il dilemma di molti ciclisti durante l’inverno...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Air Speed è il casco migliore ad una velocità media di 40km/h e chi lo dice ha fatto...
di Giorgio Perugini
Generalmente in questo periodo dell’anno mi affido a pneumatici invernali, una scelta spesso obbligata per via del pessimo...
di Giorgio Perugini
La giacca Vega Extreme di Santini, posizionata al vertice della nuova linea high performance per fronteggiare le rigide...
di Giorgio Perugini
Chi di voi pensa al marchio Ursus, dovrebbe ricordare che questa azienda, oltre a produrre alcune delle migliori ruote attualmente...
di Giorgio Perugini
Ci sono ciclisti che sono sospinti da un solo desiderio: ottenere e provare sempre qualcosa in più per...
di Giorgio Perugini
Spesso un capo invernale può essere troppo caldo oppure, talvolta, non è abbastanza isolante mentre in altri casi...
di Giorgio Perugini
Ammettiamolo, con i tempi che corrono valutare con attenzione le spese che vorremmo fare non è affatto una...
di Pietro Illarietti
Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobicitech dal titolo «Tested4You»: come facile intuire, i nostri tester proveranno per voi capi...
di Giorgio Perugini
  Due giorni a Cannes per una presentazione ufficiale Look non sono roba da poco. La casa francese continua ad...
di Giorgio Perugini
  Ho una personalissima lista di cose che mi fanno girare le scatole e quasi in cima all’elenco si posiziona...
di Giorgio Perugini
La sella perfetta esiste, questo è poco ma sicuro. Sarà l’unica che vi farà pedalare più comodamente rispetto ad altre...
di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
di Giorgio Perugini
  Tranquilli, i tempi son cambiati e non si cade in contraddizione desiderando un casco ventilato e aerodinamico. Oggi come...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto, era molto tempo che desideravo affrontare una prova Gravel e finalmente l’occasione si è presentata. Jeroboam 300...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy