I PIU' LETTI
MTB, KERSCHBAUMER È CAMPIONE D'ITALIA
dalla Redazione | 20/10/2018 | 10:42

Si è concluso, tra conferme e novità, il primo giorno dei Campionati italiani assoluti di mountain bike. Per XCO il primo gradino del podio è stato calcato da Kerschbaumer per gli Elite, Zanotti per Under 23, Avondetto per gli Juniores, Lechner, Tovo e Specia per le rispettive categorie femminili. I Campionati italiani proseguiranno domani, domenica 22 luglio, con le finali downhill e bike trial.

Grande conferma per gli Elite XCO, con la stravincita di Gerhard Kerschbaumer, recente primo posto alla tappa di Coppa del Mondo in Andorra, che ha letteralmente bruciato i suoi competitor sul duro tracciato di gara lungo 4,2 km, creato dal Gs Aosta. A seguire le punte di diamante del C.S. Carabinieri, Luca e Daniele Braidot, quest’ultimo in grado di una rimonta eccezionale su Bianchi e Colledani, nel corso degli ultimi due giri. Spettacolari i passaggi tecnici sui molteplici tratti creati artificialmente in occasione dei Campionati: dai salti del Plan Bois Jump, passando per tratti guidati tra pietraie e radici su single track in crinale, gli Elite non si sono risparmiati in quanto a esibizione di performance e grande abilità tecnica. Tra i team si può affermare che il C.S. Carabinieri abbia dominato questo Campionato, con tre atleti classificati dal 2° al 4° posto.

Gerhard Kerschbaumer: “Il percorso era molto bello, l’ho trovato simile a quello di Andorra: la salita era giusta, in discesa ho incontrato tratti tecnici molto belli, in particolar modo la penultima discesa con il drop era da interpretare”.

Luca Braidot: “Nonostante ci sia una sana competizione anche all’interno del team, abbiamo fatto gioco di squadra per posizionarci nel miglior modo possibile; ognuno di noi ha sfruttato le proprie peculiarità per dare il meglio, chi spingendo in salita e chi conducendo in discesa”.

Una gara emozionante anche quella delle giovani promesse italiane under 18 del Cross Country olimpico, con il distacco totale del nuovo campione italiano Juniores Simone Avondetto sui compagni di gara. L’altitudine ha giocato a suo favore, togliendo il fiato a Filippo Fontana, affiancato ad Avondetto per i primi due giri, finché la salita ha creato il distacco. Inizialmente la terza e la quarta posizione erano occupate da Zaccaria Toccoli e Andrea Colombo, in una gara che si è configurata a coppie, fino all’ultimo giro, dove si è svolto un colpo di scena finale, grazie al sorpasso energico di Toccoli, che si è classificato secondo, seguito dall’ex campione italiano Juniores Fontana, a un minuto dal primo classificato. “Il percorso è molto tecnico – ha commentato Simone Avondetto – non c’erano momenti per riposarsi, era tutto da spingere; il tratto nel bosco ha rappresentato il punto più duro a livello agonistico, ma anche il più divertente”.

Dagli Under 23 ci sono state novità dal sapore valdostano: Juri Zanotti, Alessandro Serravalle e Alessio Agostinelli hanno combattuto strenuamente per tutto il tempo, fino alla volata finale degli ultimi 500 metri che ha visto la coppia Zanotti-Serravalle strappare il traguardo con pochi metri di distanza tra le reciproche ruote. Settimana di grandi emozioni per Serravalle, il primo valdostano a laurearsi, nel giro di pochi giorni, sia medaglia d’argento agli Italiani FCI di mountain bike, che alla triennale di Scienze Motorie di Torino. Figlio d’arte Serravalle, la madre è la stessa Anna Bovet che nel 1993 arrivò 8° agli stessi Campionati italiani a Pila (quando Paola Pezzo, oggi madrina dell’evento, conquistò l’oro): “Purtroppo non sono riuscito ad arrivare primo neanche quest’anno ma, proseguendo la tradizione di famiglia, sono riuscito a migliorare il risultato di mia madre”. Zanotti si riconferma Campione italiano al suo primo anno dal passaggio in U23, dando ancora prova delle sue abilità, appena approdato in categoria superiore.

Entusiasmante la rinascita delle donne, partite a scaglioni nelle tre categorie Elite, U23 e Junior, con la riconferma della Campionessa Elite Eva Lechner, habituée dei podi nazionali. Una gara molto accesa a Pila, con l’impegno delle veterane ma segnata anche dalla chiara emergenza dei nuovi talenti, nello specifico Giada Specia, Campionessa Junior, e Marika Tovo, oro U23, che “si stanno distinguendo per crescente bravura – ha specificato Paolo Garniga, responsabile FCI fuoristrada – diventando sempre più competenti a livello tecnico, in particolare in discesa, e dando alla Federazione e le associazioni nuove speranze nel panorama giovanile delle donne”. Ottimismo per la Tovo, che è riuscita a portare a casa l’oro (e posizionarsi seconda assoluta) passando il traguardo a piedi, a causa del cambio bloccato dalla bandiera tricolore. Un inconveniente che ha solo anticipato l’inno nazionale per la sua riconferma a Campionessa nazionale, questa volta in categoria superiore rispetto allo scorso anno. Inconveniente spiacevole per la promettente Martina Berta (U23) che, a seguito di un incidente su un tratto tecnico artificiale al quarto passaggio, ha riportato un trauma a un braccio, elemento che l’avrebbe portata al ritiro, nonostante la sua seconda posizione.

Le qualifiche del Campionato downhill si sono svolte su un terreno dall’aderenza perfetta, grazie alla pioggia del venerdì notte, che ha compattato il fondo generalmente sabbioso. Tra gli ostacoli studiati dall’organizzazione gara, con la consulenza dell’ex campione del mondo Corrado Herin, il percorso è stato articolato su salti, drop, pietraie, sfruttando le pendenze impegnative delle Alpi valdostane. La classifica completa è consultabile al link: www.cronotorino.it/risultati/ciclismo/gravitalia_2018/CI_Pila/index.html

Il grandissimo parterre del Pila Bike Festival e dei Campionati italiani assoluti di mountain bike si articola lungo il territorio di Pila, con due palchi posizionati accanto agli arrivi delle tre discipline, con un contorno pensato per tutte le famiglie di fan che stanno assistendo allo spettacolare evento che incorona i nuovi campioni italiani. Saranno infatti operativi anche domani il villaggio evento all’arrivo della telecabina Aosta-Pila, con tutte le attrazioni outdoor sportive e commerciali, a fianco dell’arrivo del downhill, e il parterre con pump track “world cup” con le balance bike Strider e il Pila Adventure Park, a ridosso dei percorsi di XCO e bike trial.

 

Per seguire tutte le novità del Pila Bike Festival e i Campionati italiani assoluti: www.facebook.com/campionatoitalianomtb2018.

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
La prima domenica di giugno c’è un appuntamento fisso nel calendario delle marathon di ciclismo su strada: la Granfondo Stelvio Santini, la...

Sono già più di ottocento i ciclisti che domenica 21 ottobre parteciperanno alla IV edizione di Pedalando per la Ricerca, l’iniziativa charity a sostegno della ricerca sulla malattia genetica grave...

L’organizzazione tecnica e logistica delle precedenti edizioni ha riscosso sempre un grande successo, ed è per questo che la Fosbike si ripresenta per la sua 28esima edizione con la stessa...

È finita la stagione 2018 ed è già ora di parlare dell’anno che verrà: lo facciamo con tanta carica, di energie e di novità! Molte sono quelle della South Garda...

La "All Terrain Bike" per divertirsi fuoristrada con facilità, senza rinunciare agli accorgimenti tecnici della casata tedesca e all’eleganza dei nuovi modelli e-mtb “Intube”, con batteria integrata. Centurion affina la...

Domenica 28 ottobre 2018 a Dossobuono (VR) si svolgerà “L'Olimpica” strade bianche – colline moreniche, un evento non competitivo riservato agli appassionati del ciclismo vintage. Organizzata dalla Società Ciclistica...

Molti rincorrono questo obbiettivo come il sogno di una vita, un appuntamento annuale in cui ogni ciclista professionista corre con il cuore per portarsi a casa il titolo...

È stato definito il calendario del Jeko Umbria Marathon Mtb 2018, circuito off road che porterà a scoprire alcune delle più belle località dell'Umbria e ad affrontare percorsi davvero affascinanti...

Stretta finale sulla cessione di una minoranza di Manifattura Valcismon, storica società con sede a Fonzaso (Belluno), specializzata nell’abbigliamento tecnico-sportivo. Il fondo Equinox, secondo quanto risulta a Radiocor, è in...

Lo storico marchio padovano Scapin entra a far parte di un nuovo gruppo imprenditoriale. Bettella Srl, con sede a Limena (Padova) ha perfezionato l’acquisizione di Scapin Bicycles dalla Cicli Olympia...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
di Giorgio Perugini
  Tranquilli, i tempi son cambiati e non si cade in contraddizione desiderando un casco ventilato e aerodinamico. Oggi come...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto, era molto tempo che desideravo affrontare una prova Gravel e finalmente l’occasione si è presentata. Jeroboam 300...
di Giorgio Perugini
  Con questa review si chiude il lungo test svolto con le selle Repente iniziato circa un anno fa, una ...
di Giorgio Perugini
  Da un paio di anni è di gran moda indossare calzini colorati e vivaci mentre si pedala, un capo...
di Giorgio Perugini
Riciclare è la parola d’ordine quando si pensa all’ambiente e all’inutile spreco di materie prima una volta utilizzate per realizzare...
di Giorgio Perugini
Avete presente quelle nuvole gonfie di pioggia, pronte ad esplodere in un fragoroso temporale da un istante all’altro?...
di Giorgio Perugini
Sicurezza, ventilazione e aerodinamicità sono solo alcune delle voci che descrivono al meglio il casco Ventus, un progetto...
di Giorgio Perugini
Gran Turismo in ambito automobilistico va ad indicare una auto con prestazioni elevate, ma anche confortevole e incline...
di Giorgio Perugini
Le ruote Aelous XXX nascono per stupire e catturare gli sguardi. Scure, cattive e leggere divorano l’asfalto con...
di Giorgio Perugini
Siamo quasi alla fine di stagione e si avvicinano gli ultimi due appuntamenti targati Eroica, Eroica Dolomiti e...
di Giorgio Perugini
II mese di settembre è un mese bugiardo, permettetemi lo sfogo, almeno dal punto di vista climatico. Basta...
di Giorgio Perugini
  Il dilemma è sempre lo stesso, ventilato o aerodinamico? Oggi scegliere il casco giusto, tralasciando i fenomeni di costume...
di Giorgio Perugini
  Bike Inside è un marchio di abbigliamento ciclistico giovane e reattivo e negli ultimi anni ha avviato tantissime collaborazioni...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy