I PIU' LETTI
GF SQUALI, I CONSIGLI DEL PREPARATORE LUCA FANTOZZI
dalla Redazione | 01/02/2019 | 07:40

Luca Fantozzi, classe 1990, è di San Giovanni in Marignano e lavora a Cattolica: vive, dunque, lungo il percorso della Granfondo #Squali, oltre ad essere un cicloamatore “di quelli che vanno”. Ex corridore fino alla categoria juniores, laureato in Scienze motorie, di professione fa il preparatore ciclistico e il biomeccanico. La persona giusta, quindi, per darci qualche “dritta” sulla preparazione più adatta alla nostra granfondo di domenica 12 maggio.

In tanti hanno già cerchiato in rosso, sul calendario, la data della #Squali: come avvicinarsi nel migliore dei modi? “Prima di tutto bisogna scegliere se optare per il percorso corto oppure per il lungo. E non bisogna scegliere in base al chilometraggio, ma verificando la durata dei percorsi, chiaramente tenendo conto della propria prestazione. Chi ha già fatto la #Squali può verificare il tempo impiegato nell’ultima edizione, gli altri possono fare una stima attingendo alle classifiche. Poi passeremo alla verifica dei nostri allenamenti, scegliendo il percorso più adatto in base a quante ore riusciamo a stare in sella con brillantezza”.

Come possiamo impostare una tabella di allenamento appropriata per questo appuntamento? “Un cicloamatore di livello medio deve iniziare a fare sul serio a fine gennaio, inserendo nelle proprie uscite delle salite che abbiano, in termini di durata, la stessa lunghezza delle ascese che incontreranno alla #Squali. Pensiamo, per quanto riguarda il percorso corto, al colle di Saludecio e Mondaino. Troviamo sulle nostre strade salite di quindici, venti minuti: questo tipo di allenamento è più consigliabile rispetto alle lunghe uscite di fondo, di durata superiore alle stesse granfondo”.

Per chi fa il lungo, ci sono accorgimenti particolari da adottare in allenamento? “Vale la stessa regola di chi fa il corto. Bisogna trovare un paio di salite lunghe, di venti/trenta minuti, per simulare l’Altavelio e Urbino. Poi qualche saliscendi simile alla Panoramica. Impostando percorsi di questo genere saremo certamente pronti per un appuntamento come la #Squali, chiaramente ognuno secondo il proprio livello”.

Proiettiamoci al giorno della gara. Pensando ad un consiglio in particolare, cosa suggeriresti ai nostri granfondisti? “A parte le salite, di cui abbiamo già accennato, dobbiamo ricordarci di mangiare nei tratti in cui la strada è più o meno pianeggiante, senza ritardare l’appuntamento con la barretta o col panino, perché quando avvertiamo gli stimoli della fame è già troppo tardi. Nel percorso corto si può mangiare a Santa Maria del Monte, prima di scendere a Morciano e risalire per Saludecio, e poi nel tratto di strada verso Tavullia e Monteluro. Nel lungo, invece, consiglio di alimentarsi sempre a Santa Maria del Monte, come nel corto, e poi nella discesa che da Urbino porta verso Colbordolo. Ma un rapido snack va consumato anche prima della Panoramica, a pochi chilometri dall’arrivo”.

Cosa ne pensi, tecnicamente, del tracciato della #Squali? “Al di là della spettacolarità paesaggistica, che chiaramente è l’elemento di maggiore richiamo, quello corto è un percorso dove ci sono pochi momenti per riposare, e allo stesso tempo non ci sono salite davvero impegnative. Nel lungo, invece, il maggiore impegno è concentrato nella parte centrale. È una granfondo pedalabile, adatta anche ai meno allenati che, certamente, non avranno problemi a portarla a termine”.

Chiudiamo con qualche indicazione sull’alimentazione in gara. Alla #Squali abbiamo dei ristori iper-forniti: il granfondista di livello medio, che non lotta per il piazzamento, cosa deve prediligere durante la sosta? “Facciamo un passo indietro. Sia nel corto che nel lungo, è necessario sapere fin dall’inizio in quali punti del percorso alimentarsi. Quindi, mentalmente, bisogna fissare il momento per la barretta, quello per il panino, e quello per la sosta piede a terra, al ristoro. La regola è mangiare qualcosa ogni quarantacinque minuti, con una riserva extra in tasca, per ogni evenienza. Ai ristori la prima cosa è riempire le borracce, possibilmente una con acqua ed una con i sali. Non abbuffiamoci: privilegiamo i carboidrati, cerchiamo la frutta, magari anche una fetta di crostata, ma senza rimpinzarsi. Rischieremmo, infatti, di andare incontro ad un picco glicemico, che ci farebbe avvertire un senso di pesantezza tale da condizionare la prestazione. Ma la sosta è d’obbligo, anhe perché assolutamente meritata”.

Intervista a cura di Pierpaolo Bellucci di Pi.Be. Cycling Press

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Che la bici possa avere un’utilità sociale, ormai un fatto assodato. Ma che possa rivelarsi utile anche a scuola, è sicuramente una novità. Accade che nella scuola di Valgella a Teglio,...

Un timido assaggio di primavera sta caratterizzando il clima della Penisola negli ultimi giorni e gli specialisti della Mountain Bike hanno iniziato a mordere il freno in vista dell’inizio della...

Dopo l'ottimo successo e i consensi fatti registrare nella prima edizione, svoltasi il primo luglio 2018, tornerà domenica 23 giugno 2019 la ciclostorica denominata "La Via dei Carraresi" dedicata alla...

Poco più di un mese e ci siamo.  La Granfondo Le Strade Rosa sta radunando a sé atlete e appassionate da tutta Italia e, per premiare la viva passione che...

Domenica 7 luglio gran finale per il Jeko Umbria Marathon Mtb a Massa Martana (Pg) in occasione della Martani Superbike Mtb Race.    Nuova la location della segreteria, che sarà spostata...

Domenica 23 giugno l’Italian Ciclotour si sposterà a Caldarola (Mc) per la 29ª Granfondo dei Sibillini - La Cicloturistica, quarta prova di questo nuovo circuito che porterà i partecipanti a...

Sono tanti i motivi che invogliano ad accogliere l’invito degli organizzatori della Granfondo Tarros Montura per partecipare all’edizione del prossimo 31 marzo: innanzitutto la storia, la tradizione di un evento...

Mancano poche ore alla partenza ufficiale dell’Iron Bike Puglia 2019 da quel di Alberobello e tutto il circuito è in fermento. La rassegna di mountain-bike sotto l’egida della Federazione Ciclistica...

Sarà il Colle del Quarzo a tenere sotto scacco i partecipanti della 1a Gran Fondo Città di Ceriale, che andrà in scena domenica 3 marzo, con partenza e arrivo dalla...

Il campione Marco Aurelio Fontana è un’atleta di assoluto livello e dopo anni di competizioni nella mtb ha raccolto importanti soddisfazioni sia a livello nazionale che internazionale,...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Probabilmente il vero inverno ce lo siamo già lasciato alle spalle ma come l’esperienza insegna, la fine di...
di Giorgio Perugini
Aerodinamiche, rigide il giusto e molto comode, queste prime tre caratteristiche vanno a tracciare i profili delle nuove...
di Giorgio Perugini
Air Speed è il casco migliore ad una velocità media di 40km/h e chi lo dice ha fatto...
di Giorgio Perugini
Generalmente in questo periodo dell’anno mi affido a pneumatici invernali, una scelta spesso obbligata per via del pessimo...
di Giorgio Perugini
La giacca Vega Extreme di Santini, posizionata al vertice della nuova linea high performance per fronteggiare le rigide...
di Giorgio Perugini
Chi di voi pensa al marchio Ursus, dovrebbe ricordare che questa azienda, oltre a produrre alcune delle migliori ruote attualmente...
di Giorgio Perugini
Ci sono ciclisti che sono sospinti da un solo desiderio: ottenere e provare sempre qualcosa in più per...
di Giorgio Perugini
Spesso un capo invernale può essere troppo caldo oppure, talvolta, non è abbastanza isolante mentre in altri casi...
di Giorgio Perugini
Ammettiamolo, con i tempi che corrono valutare con attenzione le spese che vorremmo fare non è affatto una...
di Pietro Illarietti
Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobicitech dal titolo «Tested4You»: come facile intuire, i nostri tester proveranno per voi capi...
di Giorgio Perugini
  Due giorni a Cannes per una presentazione ufficiale Look non sono roba da poco. La casa francese continua ad...
di Giorgio Perugini
  Ho una personalissima lista di cose che mi fanno girare le scatole e quasi in cima all’elenco si posiziona...
di Giorgio Perugini
La sella perfetta esiste, questo è poco ma sicuro. Sarà l’unica che vi farà pedalare più comodamente rispetto ad altre...
di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy