I PIU' LETTI
GF SQUALI, I CONSIGLI DEL PREPARATORE LUCA FANTOZZI
dalla Redazione | 01/02/2019 | 07:40

Luca Fantozzi, classe 1990, è di San Giovanni in Marignano e lavora a Cattolica: vive, dunque, lungo il percorso della Granfondo #Squali, oltre ad essere un cicloamatore “di quelli che vanno”. Ex corridore fino alla categoria juniores, laureato in Scienze motorie, di professione fa il preparatore ciclistico e il biomeccanico. La persona giusta, quindi, per darci qualche “dritta” sulla preparazione più adatta alla nostra granfondo di domenica 12 maggio.

In tanti hanno già cerchiato in rosso, sul calendario, la data della #Squali: come avvicinarsi nel migliore dei modi? “Prima di tutto bisogna scegliere se optare per il percorso corto oppure per il lungo. E non bisogna scegliere in base al chilometraggio, ma verificando la durata dei percorsi, chiaramente tenendo conto della propria prestazione. Chi ha già fatto la #Squali può verificare il tempo impiegato nell’ultima edizione, gli altri possono fare una stima attingendo alle classifiche. Poi passeremo alla verifica dei nostri allenamenti, scegliendo il percorso più adatto in base a quante ore riusciamo a stare in sella con brillantezza”.

Come possiamo impostare una tabella di allenamento appropriata per questo appuntamento? “Un cicloamatore di livello medio deve iniziare a fare sul serio a fine gennaio, inserendo nelle proprie uscite delle salite che abbiano, in termini di durata, la stessa lunghezza delle ascese che incontreranno alla #Squali. Pensiamo, per quanto riguarda il percorso corto, al colle di Saludecio e Mondaino. Troviamo sulle nostre strade salite di quindici, venti minuti: questo tipo di allenamento è più consigliabile rispetto alle lunghe uscite di fondo, di durata superiore alle stesse granfondo”.

Per chi fa il lungo, ci sono accorgimenti particolari da adottare in allenamento? “Vale la stessa regola di chi fa il corto. Bisogna trovare un paio di salite lunghe, di venti/trenta minuti, per simulare l’Altavelio e Urbino. Poi qualche saliscendi simile alla Panoramica. Impostando percorsi di questo genere saremo certamente pronti per un appuntamento come la #Squali, chiaramente ognuno secondo il proprio livello”.

Proiettiamoci al giorno della gara. Pensando ad un consiglio in particolare, cosa suggeriresti ai nostri granfondisti? “A parte le salite, di cui abbiamo già accennato, dobbiamo ricordarci di mangiare nei tratti in cui la strada è più o meno pianeggiante, senza ritardare l’appuntamento con la barretta o col panino, perché quando avvertiamo gli stimoli della fame è già troppo tardi. Nel percorso corto si può mangiare a Santa Maria del Monte, prima di scendere a Morciano e risalire per Saludecio, e poi nel tratto di strada verso Tavullia e Monteluro. Nel lungo, invece, consiglio di alimentarsi sempre a Santa Maria del Monte, come nel corto, e poi nella discesa che da Urbino porta verso Colbordolo. Ma un rapido snack va consumato anche prima della Panoramica, a pochi chilometri dall’arrivo”.

Cosa ne pensi, tecnicamente, del tracciato della #Squali? “Al di là della spettacolarità paesaggistica, che chiaramente è l’elemento di maggiore richiamo, quello corto è un percorso dove ci sono pochi momenti per riposare, e allo stesso tempo non ci sono salite davvero impegnative. Nel lungo, invece, il maggiore impegno è concentrato nella parte centrale. È una granfondo pedalabile, adatta anche ai meno allenati che, certamente, non avranno problemi a portarla a termine”.

Chiudiamo con qualche indicazione sull’alimentazione in gara. Alla #Squali abbiamo dei ristori iper-forniti: il granfondista di livello medio, che non lotta per il piazzamento, cosa deve prediligere durante la sosta? “Facciamo un passo indietro. Sia nel corto che nel lungo, è necessario sapere fin dall’inizio in quali punti del percorso alimentarsi. Quindi, mentalmente, bisogna fissare il momento per la barretta, quello per il panino, e quello per la sosta piede a terra, al ristoro. La regola è mangiare qualcosa ogni quarantacinque minuti, con una riserva extra in tasca, per ogni evenienza. Ai ristori la prima cosa è riempire le borracce, possibilmente una con acqua ed una con i sali. Non abbuffiamoci: privilegiamo i carboidrati, cerchiamo la frutta, magari anche una fetta di crostata, ma senza rimpinzarsi. Rischieremmo, infatti, di andare incontro ad un picco glicemico, che ci farebbe avvertire un senso di pesantezza tale da condizionare la prestazione. Ma la sosta è d’obbligo, anhe perché assolutamente meritata”.

Intervista a cura di Pierpaolo Bellucci di Pi.Be. Cycling Press

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
È della tedesca Carla Hahn e del britannico Max Greensill il primo titolo europeo giovanile della storia dell'XC Eliminator. Il format fa il suo ingresso nell'edizione 2019 di Pila (Valle...

In un mondo di predatori, dovrai tu stesso diventare selvaggio. #eurekaairdisc #becomesavage. Ecco la campagna marketing per la nuova Eureka Air disc 2020 di Guerciotti, che sarà svelata a Eurobike...

21 tappe per un totale di 3.272, 2 chilometri: questi i numeri de La Vuelta 2019 che si correrà dal 24...

Vivaci, spiritosi e sempre più colorati, i calzini dell’estate sono targati MB Wear ed in particolare appartengono alla nuova collezione Summer Edition. 3 fantasie diverse, leggeri e tecnici...

La Storia della “XX Settembre” / “Roma-Napoli-Roma” è alquanto variegata ed altalenante nonché poco nota ed a molti addirittura sconosciuta.  E’ una delle corse più “antiche” d’Italia....

Santo Stefano è un mondo che conduce immancabilmente al suo passato storico, che si perde agli inizi dell’anno mille, così come nella storia più recente, quella raccontata da Cesare Pavese,...

La Coppa del Mondo di Cross Country e Downhill è storia di qualche settimana fa, ma la Val di Sole si prepara ad ospitare un nuovo appuntamento di prestigio, sempre all’insegna delle...

Manca un mese alla sesta edizione della 6 ore in mountain bike, Bibione Bike Trophy. Confermato il circuito ad anello di 13 chilometri, con qualche piccola modifica...

Quest’anno nei giorni 7-8 settembre si svolgerà a Folgaria sull’Alpe Cimbra, la 9^ edizione della DUE GIORNI FOLGARIA TRIAL – memorial Kuno Boniatti e coppa memorial Paolo Alberti. Dopo le prime due...

  È doppietta azzurra nel Team relay Under 17 del Campionato Europeo giovanile di Pila (valle d'Aosta): Michael Pecis, Nils Laner e Noemi Plankensteiner...

Siamo quasi alla fine delle ferie estive e questo vuol dire che si sta avvicinando la  nuova stagione ciclocross! Guerciotti presenta il suo nuovo modello in carbonio di entrata gamma...

Abbiamo già parlato della nuova collezione SIXS e anche del nuovo logo aziendale, una novità che accompagna con grande stile gli ottimi prodotti di questa intraprendente azienda Italiana,...

Venerdi' 16 Agosto, mentre in Italia era notte fonda, il canadese Tyler Mislawchuk,  portacolorI del Deda Triathlon Team, ha firmato una volata vincente nel “Tokyo Olympic Qualication...

Tutto è pronto per dare il via alla competizione più dura e impegnativa delle Alpi, giunta alla sua 39. edizione e che ha raggiunto oltre 19.000 richieste d’adesione, Domenica 01...

Il popolo del pedale è chiamato all’appello per l’ultimo appuntamento previsto nel ricco calendario Pedalatium 2019 e lo farà sull’inedito campo di gara di Subiaco, scegliendo fra i due percorsi...

Ancora nuvole basse e pioggia a fare da ‘quinta’ al Time Trial del primo pomeriggio, con protagoniste le Under 17 Donne, categoria che come la precedente vede...

È finalmente giunta l’ora zero. Ha preso il via, questa mattina, sotto una leggera pioggia, a Pila (Valle d’Aosta) il Campionato Europeo giovanile di MountainBike. In programma,...

Il casco Ventral di Poc aveva un compito arduo, ovvero far dimenticare agli amanti del marchio lo storico casco Octal, un vero must degli ultimi anni. Ventral metteva...

Sono passate solo poche settimane da un appuntamento davvero indimenticabile di Mercedes-Benz UCI Mountain Bike World Cup a Daolasa di Commezzadura (2-4 Agosto), quando 25.000 persone hanno avuto l’opportunità di vivere un weekend eccezionale per...

Dopo una tregua di 55 giorni, tanto è trascorso dalla Crespadoro Bike del 30 giugno, il circuito Bike World Zerowind Cup 2019 torna sulla scena per il suo epilogo nella...

Pila (Valle d’Aosta) presa d’assalto da giovani da tutt’Europa e trasformata nella nuova ‘Babele’; tanti idiomi, paesaggio colorato dalle maglie delle varie Nazioni e sodalizi ciclistici e un unico linguaggio:...

Ci sono tanti modi per alleggerire una bici e detto come va detto, alcuni espongono a dei rischi. I componenti super leggeri costano molto e consentono spesso un...

Emil Johansson è tornato sul tetto del mondo. Il 20enne svedese alla fine del 2017, alla sua prima stagione, si era laureato Campione FBM World Tour quando era ancora un adolescente,...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




Abbiamo già parlato della nuova collezione SIXS e anche del nuovo logo aziendale, una novità che accompagna con...
Il casco Ventral di Poc aveva un compito arduo, ovvero far dimenticare agli amanti del marchio lo storico...
di Giorgio Perugini
Il periodo estivo rimette in strada molti appassionati, pronti a sfidare il caldo e le strade roventi. Non...
di Giorgio Perugini
Tutti voi conoscerete Scicon per via delle borse portabici, probabilmente le migliori in circolazione, ma possiamo tranquillamente ricordare...
di Giorgio Perugini
Cosa ci aspettiamo da un completo estivo? Generalmente lo vogliamo leggero e ben realizzato con tessuti all’avanguardia, aero ma anche...
di Giorgio Perugini
La gravel è la bici del momento, inutile negarlo. In un momento di vacche magre, molti si sono...
di Giorgio Perugini
Le giornate bollenti sono arrivate tutte insieme e uscire a pedalare vi mette nella condizione di essere sempre...
di Giorgio Perugini
Chi adora pedalare al caldo nelle belle giornate estive può affidarsi al cycling kit di PEdAL ED composto...
di Giorgio Perugini
Il grande processo di rinnovamento in casa SIXS è stato confermato dal nuovo logo e dal nuovo simbolo...
di Giorgio Perugini
Il nuovo Omne Air Spin, un casco polifunzionale presentato pochi mesi fa da Poc, è un prodotto polifunzionale che...
di Giorgio Perugini
Le edizione limitate sono delle vere chicche per gli appassionati, soprattutto quando queste sono legate ad un evento...
di Giorgio Perugini
UYN non si nasconde affatto e mette subito in chiaro di avere una missione: essere meglio di tutto...
di Giorgio Perugini
Wilier negli ultimi anni ci ha deliziato con modelli entusiasmanti e raffinati, impreziositi con colorazioni uniche come il...
di Giorgio Perugini
La ricerca spinge sempre verso l’ottimizzazione delle performance e visto che si tratta di un pneumatico, la scorrevolezza,...
di Giulia De Maio
In occasione della 24H di mountain bike più famosa e partecipata al mondo abbiamo testato la Gomma Vittoria Mezcal Graphene...
di Giorgio Perugini
Settimana scorsa sembrava di essere tornati indietro nel tempo, più precisamente a novembre 2018 mentre oggi è arrivata...
di Giorgio Perugini
Optare per una Aero-Bike significa scendere a compromessi, quindi veloce sì ma il comfort resta un miraggio. Questo...
di Giorgio Perugini
Il ciclismo ha incontrato negli anni diversi step evolutivi, basti guardare le vecchie bici in acciaio, ora soppiantate...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy