I PIU' LETTI
MAPEI SPORT, L'ALLENAMENTO DEL FUTURO È GIÀ QUI
dalla Redazione | 30/11/2017 | 09:52

La ricerca di nuove metodologie di allenamento prosegue senza sosta al Centro Ricerche Mapei Sport. La struttura sostenuta da MAPEI Group, azienda leader mondiale nella produzione di adesivi e prodotti chimici per l’edilizia, è un centro ricerche di eccellenza che opera in ambito sportivo svolgendo attività di ricerca scientifica e fornendo altresì assistenza multisettoriale agli atleti al fine di migliorare la loro prestazione. 
Nell'arco di quest'anno sono tante le pubblicazioni firmate dai ricercatori, medici e tecnici sportivi di Olgiate Olona (Va), come le novità nel campo dell'allenamento specializzato in discipline quali calcio, ciclismo, pallacanestro, podismo, golf, sci alpino e sport motoristici. 
Un argomento molto interessante che si è iniziato ad indagare in Mapei Sport sono i test "attentivi" tramite il motion tracking object (MOT) che misurano la capacità di rimanere concentrati e i tempi di reazione ad uno stimolo dell'atleta grazie alla realtà virtuale. La sperimentazione con il visore VR è iniziata con i ciclisti professionisti della Trek Segafredo e i giovani del vivaio della Polartec Kometa di Alberto Contador e Ivan Basso. 
«Stiamo sondando il campo dell'attenzione, che offre aspetti interessanti e assolutamente attuali legati, per esempio, alla prevenzione delle cadute nel ciclismo. Studiare il livello di attenzione di un individuo è una sfida affascinante che ci permette di raccogliere dati di confronto e svolgere analisi tempo fa impensabili. Solo fino ad alcuni anni fa si era convinti che il cervello non potesse modificare la sua struttura, oggi invece la scienza ha dimostrato che è in grado di farlo tramite un processo chiamato brain plasticity, costruendo nuove connessioni neuronali, e questa caratteristica sembra poter essere migliorata tramite l’allenamento mentale» spiega Andrea Morelli, responsabile del settore ciclismo e del laboratorio analisi del movimento.
Un altro tema a cui gli esperti del centro varesino stanno dedicando tempo ed energie è l'allenamento in occlusione o blood flow restriction training, che sarà argomento del prossimo progetto di studio finanziato dal 6° assegno di ricerca Aldo Sassi per laureati in scienze motorie promosso da Mapei in collaborazione con la Fondazione Giuseppina Mai di Confindustria, i cui risultati verranno presentati l'anno prossimo in occasione dell'8° Convegno Centro Ricerche MAPEI Sport
«Già da qualche anno questa tecnica, utilizzata sia in ambito riabilitativo che per l’allenamento, aveva attirato la nostra attenzione per i vantaggi che sembra fornire alla prestazione. Quindi, dopo un’attenta analisi della bibliografia scientifica - com’è nostra abitudine per verificarne la fattibilità - abbiamo iniziato a eseguire dei test preliminari in laboratorio e definire dei protocolli pratici per poi utilizzarli nello studio in acuto che vedrà la luce tra alcuni mesi. Questo è stato un passo fondamentale anche per valutare come eventualmente applicarla con i ciclisti in totale sicurezza. È importante sottolineare che si tratta di una pratica di lavoro per ora utilizzata in allenamenti mirati a migliorare la forza, quindi in sedute di pesistica in palestra oppure durante la fase riabilitativa post infortunio, infatti una delle peculiarità della metodica in corso di studio è quella che permette allenamenti con carichi più bassi senza rischiare ricadute» prosegue Andrea Bosio, responsabile del settore ricerca in Mapei Sport. «Nel ciclismo, uno sport dove sappiamo essere predominante la componente aerobica, è fondamentale capire se e come questa metodologia possa essere inserita ed affiancata alle altre nella programmazione dell’allenamento» aggiunge ancora Morelli. 
Nel corso di questa stagione al centro diretto dal dottor Claudio Pecci è stata valutata anche la stimolazione transcraniale (tDCS), ma non è stato ritenuto opportuno, e altresì prematuro, iniziare uno studio al riguardo e, tantomeno, procedere alla sua applicazione  su atleti professionisti. Decisione presa per motivi etici, in quanto, anche se già atleti professionisti hanno dichiarato di utilizzarla con risultati fin troppo incoraggianti, al riguardo non vi è ancora una posizione chiara di autorità di riferimento come la World Anti-Doping Agency (WADA).



The search for new training methods continues unabated at Mapei Sport Research Center. The structure supported by MAPEI Group, the world's leading manufacturer of adhesives and building chemicals, is a research center of excellence that operates in the sports field by carrying out scientific research activities and also providing multisectoral assistance to athletes in order to improve their performance.
This year many publications have been signed by Olgiate Olona (Va) researchers, medical and sport technicians and there have been many novelties in the field of training specialized in disciplines such as football, cycling, basketball, run, golf, alpine skiing and motor sports.
A very interesting topic that has begun to be investigated in Mapei Sport is the "attentive" tests through the motion tracking object (MOT) that measure the ability to stay focused and reaction times to athlete stimulation thanks to virtual reality. Experimentation with the VR viewer started with the professional cyclists of Trek Segafredo and Polartec Kometa continental team of Alberto Contador and Ivan Basso.
«We are exploring the field of attention, which offers interesting and absolutely current aspects linked, for example, to the prevention of falls in cycling. Studying an individual's level of attention is a fascinating challenge that allows us to gather comparative data and carry out analyzes time ago unthinkable. Only a few years ago, people was convinced that the brain could not change its structure, but science today has shown that it is able to do so by means of a process called brain plasticity, building new neuronal connections, and this feature seems to be able to be improved through mental training» explains Andrea Morelli, head of the cycling area and the movement analysis laboratory.
Another topic to which Mapei Sport's experts are devoting time and energy is blood flow restriction training, which will be the subject of the next study project funded by the 6th research check Aldo Sassi for graduates in motor science promoted by Mapei in collaboration with Giuseppina Mai Foundation of Confindustria, whose results will be presented next year at 8th MAPEI Sport Research Center Conference.
«For a few years, this technique, used both in rehabilitation and training, has attracted our attention to the benefits that it seems to provide for performance. So, after a careful analysis of the scientific bibliography - as is our habit to verify its feasibility - we started to carry out preliminary laboratory tests and define practical protocols to use them in the acute study that will light in a few months. This was also a key step in evaluating how to apply it to cyclists in total safety. It is important to emphasize that this is a practice work that is now used in workouts aimed at improving strength, so in gym sessions or during post-injury rehabilitation, one of the peculiarities of the method being studied is that it allows workouts with lower loads without risking relapse» continues Andrea Bosio, head of the research field at Mapei Sport.
«In cycling, a sport where we know that the aerobic component is predominant, it is crucial to understand if and how this methodology can be integrated and alongside others in training programs» adds Morelli.
During this season, transcranial stimulation (tDCS) was also evaluated at the center directed by Dr. Claudio Pecci, but it was not considered appropriate, and premature, to start a study on it and, at least, to apply it to professional athletes; a decision taken for ethical reasons, as even though professional athletes have stated that they are using it with far too encouraging results, there is still no clear position from reference authority such as the World Anti-Doping Agency (WADA).

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Eccellenza chiama eccellenza ed è così che nasce questo matrimonio tra RMS e Cane Creek, due realtà che noi appassionati conosciamo bene. RMS è un’azienda leader in Italia...

Saranno 153 chilometri di assoluto splendore quelli del Percorso Permanente di Eroica Montalcino che da fine maggio costituirà, di sicuro, uno fra i viaggi a pedali più belli al mondo....

Pedalatium, il Challenge alla scoperta delle Perle del Lazio, sta per tagliare il nastro simbolico di partenza con la Medio Fondo IL COLONNELLO, di scena a Vetralla domenica 3 marzo...

Si avvicina l’appuntamento con l’edizione numero 22 della Green Fondo Paolo Bettini – La Geotermia. Pomarance, la località geotermica che rappresenta per eccellenza il “cuore caldo della Toscana”, si appresta...

Nella splendida location del Castello Odescalchi di Ladispoli, si è svolta ieri la presentazione ufficiale della Gran Fondo Mare e Laghi in programma il prossimo 17 marzo. Una presentazione che...

Domenica 9 giugno l’Italian Ciclotour si sposterà nelle Marche, esattamente a Visso (Mc), dove si terrà la 3ª Pedalata per la Sibilla, terza prova di questo...

Il ciclismo moderno ha ormai solo un lontano ricordo delle soste canoniche: se ai tempi di Moser dal Mondiale di Ciclocross alla Sanremo ci passavano due mesi esatti, oggi, con...

La Federazione Ciclistica Italiana insieme all’Agenzia per la Mobilità del Comune di Roma si impegna per una città migliore, più pulita, sicura e a misura di bicicletta e...

In questi anni il ruolo dell’Ambassador è diventato un fenomeno molto diffuso visto e considerato il suo ruolo nei social network e nelle varie community. LOOK è un...

l 6 luglio, giorno in cui il Tour de France partirà da Bruxelles con la Grand Départ, Continental inizierà il suo primo anno in qualità di uno dei cinque Main...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Probabilmente il vero inverno ce lo siamo già lasciato alle spalle ma come l’esperienza insegna, la fine di...
di Giorgio Perugini
Aerodinamiche, rigide il giusto e molto comode, queste prime tre caratteristiche vanno a tracciare i profili delle nuove...
di Giorgio Perugini
Air Speed è il casco migliore ad una velocità media di 40km/h e chi lo dice ha fatto...
di Giorgio Perugini
Generalmente in questo periodo dell’anno mi affido a pneumatici invernali, una scelta spesso obbligata per via del pessimo...
di Giorgio Perugini
La giacca Vega Extreme di Santini, posizionata al vertice della nuova linea high performance per fronteggiare le rigide...
di Giorgio Perugini
Chi di voi pensa al marchio Ursus, dovrebbe ricordare che questa azienda, oltre a produrre alcune delle migliori ruote attualmente...
di Giorgio Perugini
Ci sono ciclisti che sono sospinti da un solo desiderio: ottenere e provare sempre qualcosa in più per...
di Giorgio Perugini
Spesso un capo invernale può essere troppo caldo oppure, talvolta, non è abbastanza isolante mentre in altri casi...
di Giorgio Perugini
Ammettiamolo, con i tempi che corrono valutare con attenzione le spese che vorremmo fare non è affatto una...
di Pietro Illarietti
Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobicitech dal titolo «Tested4You»: come facile intuire, i nostri tester proveranno per voi capi...
di Giorgio Perugini
  Due giorni a Cannes per una presentazione ufficiale Look non sono roba da poco. La casa francese continua ad...
di Giorgio Perugini
  Ho una personalissima lista di cose che mi fanno girare le scatole e quasi in cima all’elenco si posiziona...
di Giorgio Perugini
La sella perfetta esiste, questo è poco ma sicuro. Sarà l’unica che vi farà pedalare più comodamente rispetto ad altre...
di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy