I PIU' LETTI
PEDALED. COMPLETO NAGOYA AERO, ALTE PRESTAZIONI CON CLASSE
di Giorgio Perugini | 20/08/2018 | 09:46

 

Pedaled è un marchio che mi stupisce sempre ed il merito di queste piacevoli sensazioni è da attribuire alla grande capacità con cui i suoi capi riescono a mescolare performance e stile. Non basta utilizzare due colori fuori dal coro per creare un prodotto di carattere e purtroppo non sono i soli tessuti a far la differenza. Creare un linea di abbigliamento originale e funzionale è una ricerca complessa ed è un progetto che richiede tempo, dedizione e scelte importanti. Lo sa bene Pedaled e il completo Nagoya Aero ne è un perfetto esempio.

Nagoya Aero Jersey alla bilancia fa solo 100 grammi scarsi in taglia S ed è senza ombra di dubbio un prodotto pronto gara. La storia vuole che sia nato dalla preziosa collaborazione con il Team JLT Condor, questo per fornirvi qualche dettaglio in più. La sua realizzazione vede impiegati tessuti leggerissimo, tra cui uno mesh per fornire una migliore via d’uscita per l’umidità prodotta dal corpo mentre il secondo è un tessuto navetta ad alte prestazioni.

La principale caratteristica di quest’ultimo tessuto è la sua composizione, leggermente più alta rispetto al solito nella componente elastica, una soluzione che lo rende nettamente più elastico e compatto. La costruzione in pannelli fa in modo che il capo vesta attillato come una seconda pelle senza recare compressioni ulteriori dovute alla posizione in sella.

Le cuciture sono piatte e fanno in modo che la maglia vesta alla perfezione scivolando in posizione una volta indossata. Le tasche posteriori hanno un taglio particolare, infatti, viste da sinistra verso destra vanno diminuendo in altezza offrendo l’opportunità di stivare velocemente in esse quello che ritenete più importante.

Vi faccio un esempio: nella tasca a destra, quella più piccola per intenderci, inserisco le barrette e i gel, in quella centrale il cellulare e in quella più capiente e alta metto pompa, Fast etc…

Il taglio di questa jersey è aerodinamico, una destinazione d’uso che emerge osservando il colletto basso, l’elastico posteriore piatto e le maniche leggermente più lunghe e aderenti.

Il Bibshort Nagoya Aero è progettata per assecondare i veloci movimenti fatti nelle competizioni ed è così che alterna lo stesso tessuto navetta utilizzato per la jersey e il leggero tessuto Lycra®. Il primo assicura una costante compressione muscolare ed è altamente resistente agli attriti mentre il secondo, utilizzato nei punti giusti della coscia e del fianco, apporta quel pizzico di elasticità in più per assecondare il lavoro della muscolatura.

Lo schema delle bretelle, piatte e realizzate sempre con tessuto navetta, fanno in modo che la schiena possa contare su zone particolarmente aperte per massimizzare l’allontanammo del sudore dal corpo. Nel pannello posteriore, appena sotto la diramazione delle due bretelle, vengono posizionati due taschini per custodire radiolina o oggetti di valore.

Il fondello di Elastic Interface® è lo stesso che abbiamo utilizzato sulla salopette Daikann Winter (qui il nostro LINK) ed è realizzato in schiuma. È composto da due parti separate (unite da una cucitura centrale) composte da schiuma, da 80kg/m3 per le zone di maggior contatto con il corpo e da schiuma più sottile da 60kg/m3 per le aree in cui serve maggior libertà di movimento. Un bell’elastico gestisce l’aderenza al fondo gamba in modo che nulla si muova neanche durante le situazioni di maggior intensità agonistica.

Il kit convince in ogni contesto anche se è da considerarsi a tutti gli effetti un completo fuori dagli schemi. Il tessuto navetta, alcuni lo amano altri lo soffrono, è molto particolare e ha il difetto di causare una eccessiva sudorazione se indossato a pelle. Questo rovescio della medaglia è dovuto all’alta composizione elastica, la stessa però che favorisce una migliore resa aerodinamica, una spiccata compressione e una rapidissima asciugatura.

I vari inserti in mesh hanno il compito di favorire un più veloce allontanamento dell’umidità prodotta dall’attività, ma la migliore soluzione per evitare un eccessiva sudorazione è vestire anche un intimo estivo. Per il resto, tutto è curato nei minimi dettagli e offre una resa eccellente. Le grafiche e le colorazioni sono un fiore all’occhiello di Pedaled e oltre a questo classico grigio/nero potete puntare su una versione rossa/nera e una azzurra/nera, ovviamente con tre diverse tonalità di colore come nel caso della nostra maglia.

Il bib è proprio quello che ti aspetti da un capo creato per le competizioni, leggero e aderente e dotato di una ottima resistenza. A mio parere qui ci starebbe bene un fondello più performante e privo di cuciture, un dettaglio strutturale che può essere avvertito se siete soliti pedalare su una sella priva di canale centrale.  Detto questo, si tratta forse di pignolerie, il kit merita voti eccellenti sotto ogni aspetto.

Durante il test ho sempre indossato i guanti estivi Lightweight Gloves, eleganti e comodi. Il palmo in pelle offre tip e comfort mentre il dorso è leggero ed elastico. Fortunatamente non ci sono velcri, ma solo una bella fascia elastica interna. L’originalità del marchio Pedaled è riuscita alla perfezione con una collezione che è pura al 100%, tanto che non potrete mai notare similitudini con altri marchi mentre è probabile che avvenga il contrario.

 

pedaled.com

 

★★★★★ stile

★★★★★ aerodinamicità

★★★★★ rapporto qualità/prezzo

★★★★☆comodità complessiva

★★★★★ rifiniture, cuciture

★★★★★ resistenza all’usura e ai lavaggi

★★★★★ leggerezza tessuti

★★★★☆ fondello

 

Equipaggiamento nel servizio fotografico:

 

-Casco Limar Air Master

-Occhiali Limar S9

-Scarpe Fi’zi:k Infinito R1 Knite

-Bici Pedemonte Mutador Campagnolo Disc

-Borraccia Ablocc

-Calze Oxeego Pixel

-Vittoria Fast

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
La Granfondo Campagnolo Roma, una delle granfondo più iconiche e scenografiche al mondo, è uno dei quattro grandi eventi sportivi della Capitale a partecipazione di massa che si sono uniti...

«Come è iniziato per noi il 2019? Bene, molto bene. I numeri sono lì da vedere. Più 15%, battute tutte le aspettative degli analisti sia in termini di fatturato che...

In occasione dell'appuntamento Internazionale di Verona supportato dal main sponsor Santa Cruz Bicycles, il Santa Cruz Fsa Pro Team si presenterà al completo con Gioele Bertolini finalmente all'esordio stagionale! Una...

Sfrecciare a tutta fino alla linea del traguardo. Un brivido di nome velocità che ti sfiora e ti percuote. Nel ciclismo, la categoria degli sprinter conosce molto bene il concetto...

Ancora pochi giorni per iscriversi con appena 35 euro alla 5ª Granfondo Città di Ancona in programma domenica 3 marzo. La quota terminerà il 24 febbraio. Dal 25 febbraio al...

Altri cinque anni insieme, nel solco di una tradizione storica. Gli organizzatori della Granfondo Felice Gimondi e Bianchi - marchio ciclistico italiano di fama mondiale e produttore di biciclette caratterizzate...

La rete ciclabile europea si estende per oltre 70.000 chilometri. In Italia nei prossimi anni andranno realizzati almeno 15.000 km di infrastrutture ciclabili. Si stima che la ciclabilità generi un...

La gamma di prodotti AVIP di POC è nata con la precisa intenzione di fornire al ciclista capi di qualità contraddistinti da una innovativa disposizione dei colori, uno...

Alexey Lutsenko della Astana Pro Team - compagine World Tour equipaggiata interamente con calzature Northwave Extreme Pro - è sempre più lanciato verso la conquista del titolo generale del Tour...

Il tema della sicurezza in strada per i ciclisti è di particolare attualità. Sono numerose le campagne sostenute da atleti professionisti per spingere gli amanti delle due ruote a rendere...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Probabilmente il vero inverno ce lo siamo già lasciato alle spalle ma come l’esperienza insegna, la fine di...
di Giorgio Perugini
Aerodinamiche, rigide il giusto e molto comode, queste prime tre caratteristiche vanno a tracciare i profili delle nuove...
di Giorgio Perugini
Air Speed è il casco migliore ad una velocità media di 40km/h e chi lo dice ha fatto...
di Giorgio Perugini
Generalmente in questo periodo dell’anno mi affido a pneumatici invernali, una scelta spesso obbligata per via del pessimo...
di Giorgio Perugini
La giacca Vega Extreme di Santini, posizionata al vertice della nuova linea high performance per fronteggiare le rigide...
di Giorgio Perugini
Chi di voi pensa al marchio Ursus, dovrebbe ricordare che questa azienda, oltre a produrre alcune delle migliori ruote attualmente...
di Giorgio Perugini
Ci sono ciclisti che sono sospinti da un solo desiderio: ottenere e provare sempre qualcosa in più per...
di Giorgio Perugini
Spesso un capo invernale può essere troppo caldo oppure, talvolta, non è abbastanza isolante mentre in altri casi...
di Giorgio Perugini
Ammettiamolo, con i tempi che corrono valutare con attenzione le spese che vorremmo fare non è affatto una...
di Pietro Illarietti
Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobicitech dal titolo «Tested4You»: come facile intuire, i nostri tester proveranno per voi capi...
di Giorgio Perugini
  Due giorni a Cannes per una presentazione ufficiale Look non sono roba da poco. La casa francese continua ad...
di Giorgio Perugini
  Ho una personalissima lista di cose che mi fanno girare le scatole e quasi in cima all’elenco si posiziona...
di Giorgio Perugini
La sella perfetta esiste, questo è poco ma sicuro. Sarà l’unica che vi farà pedalare più comodamente rispetto ad altre...
di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy