I PIU' LETTI
CHARLY GAUL, UN MARE DI CICLISTI IN MONTAGNA ALLA SFIDA UCI
dalla Redazione | 09/07/2018 | 07:04

Un “mare” di ciclisti in montagna ed un senese davanti ad un lucchese, oggi, fra Trento e il Monte Bondone.

La diretta RAI Sport ha premiato una magnifica e soleggiata tredicesima edizione de “La Leggendaria Charly Gaul – UCI Gran Fondo World Series”, vinta, nel percorso granfondo di 141 km e 4000 metri di dislivello, da Fabio Cini (4h25’38’’), un’autentica impresa quella del toscano, capace di tenere dietro il vincitore dello scorso anno Stefano Cecchini (4h26’01’’) con una strategia di gara a dir poco impeccabile. In terza posizione della gara nata per onorare le gesta del “leggendario” Charly Gaul nell’incredibile tappa del Giro d’Italia del 1956, il vicentino Enrico Zen (4h26’53’’). Al femminile Jessica Leonardi (5h12’56’’) ha trionfato “in casa”, su una stremata Barbara Lancioni (5h14’29’’) e sulla slovena Erika Jesenko (5h19’28’’), atleta del challenge Alpe Adria Tour.

Da Trento al Monte Bondone anche un percorso mediofondo di 57 km e 2000 metri di dislivello, con Francesco Avanzo (2h00’39’’) a superare in volata il “collega” Andrea Zamboni (2h00’42’’), mentre sul gradino più basso del podio si è piazzato Stefano Borgese (2h01’04’’). Nel mediofondo femminile l’esperta Olga Cappiello (2h25’19’’) ha sopraffatto nel finale la giovane compagna di squadra Deborah Rosa (2h26’23’’), terza Milena Felici (2h30’29’’).

Piazza Duomo a Trento era affollatissima sin dalla partenza, praticamente punteggiata di ciclisti al cospetto della fontana del Nettuno. Al via (come sostegno) Francesco Moser, il corridore italiano più vincente di sempre, e Jury Chechi, altra leggenda dello sport, questa volta ad anelli, partito per il percorso mediofondo ma fuori classifica, e giunto con circa mezz’ora di distacco dal vincitore. Inizio di una seconda carriera? Scherzi a parte, “La Leggendaria Charly Gaul” è un must per i corridori UCI Gran Fondo World Series e per gli appassionati delle due ruote, l’organizzazione di APT Trento, Monte Bondone, Valle del Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale offre il meglio ai propri atleti, e l’entusiasmo è salito alle stelle quando sul maxischermo situato in zona d’arrivo comparivano le immagini della diretta RAI. I primi a sfilare sul traguardo sono stati i mediofondisti maschi, con Francesco Avanzo ed Andrea Zamboni a duellare appaiati lungo i tornanti dell’erta trentina prima di giocarsi tutto in volata. Ad alzare le braccia al cielo è stato Avanzo, con il poliedrico Zamboni – bravo anche in mtb - a chiudere secondo come lo scorso anno. Avanzo all’arrivo ha detto: “Sapevo che arrivando in volata avrei vinto, anche perché io e Andrea ci conosciamo molto bene”. Una salita testata qualche giorno fa da Avanzo in compagnia di una ‘leggenda’ del ciclismo amatoriale trentino e non solo, Silvano Janes: “Il ‘Tasso’ è sempre il ‘Tasso’ – afferma Avanzo - più invecchia e più va forte, è una potenza soprattutto mentale. Il segreto è l’allenamento e la voglia di non mollare mai”. L’esperienza è stata fondamentale anche tra le mediofondiste, con Olga Cappiello a preservarsi per il rush finale sconfiggendo l’audacia di Deborah Rosa, troppo arrembante nelle prime fasi della contesa: “Il segreto per tener dietro le più giovani? La passione e la voglia di soffrire”.

I granfondisti hanno ‘sfidato’ il Monte Bondone per ben due volte da due diversi versanti, e Fabio Cini è veramente salito in cattedra. Molteplici gli ‘attacchi’ di Cecchini, ma Cini è rimasto a ruota tornante dopo tornante, il primo in piedi sui pedali sfruttando la propria agilità e magrezza, il secondo sempre seduto a pedalare con costanza e tenacia, falcata dopo falcata. E a proposito di “falchi”, a commentare le gesta degli atleti c’era proprio un “Falco”, Paolo Savoldelli, vincitore del Giro d'Italia nel 2002 e nel 2005 e straordinario discesista, come un falco in picchiata. E proprio quando Cecchini sembra prendere il volo, Cini sferra l’attacco decisivo e parte rifilando ben nove secondi a 500 metri dal traguardo: “Emozione unica, me la sono giocata benissimo. Lui magro e scalatore, io passista, ma in una salita così lunga sono riuscito a tenere. Ci voleva una gara perfetta per riuscire a vincere”. Stefano Cecchini applaude l’avversario: “La strategia di Cini è stata perfetta, se lo merita, giusto qualche settimana fa gli dissi che è un grande corridore”. Forse rallentare lasciando passare il senese avrebbe agevolato il compito del lucchese, ma cambiare il proprio stile di corsa a volte è come cambiare idea quando si è dato la propria parola. Poco più tardi, dopo oltre cinque ore di gara, giunge alla finish line Jessica Leonardi, atleta della Val di Non che solo qualche anno fa iniziò ad appassionarsi alla bicicletta: “D’ora in poi solo percorsi granfondo perché bisogna gestirsi, ci vuole tanta testa, e queste sono le gare che fanno per me. Vincere qui in casa è una grande soddisfazione”.

Arrivederci all’anno prossimo, per un’altra sfida leggendaria, sempre grazie alla ASD Charly Gaul ed alla APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.

Info: www.laleggendariacharlygaul.it

 

percorso 141 km maschile

1 Cini Fabio Asd Cicli Copparo 04:25:38; 2 Cecchini Stefano Scott Team Granfondo 04:26:01; 3 Zen Enrico New Green Paper Trek 04:26:53; 4 Elettrico Tommaso Asd Team Cps Cycling 04:27:35; 5 Scotti Federico Cannondale-Gobbi-Fsa 04:29:16; 6 Salimbeni Luigi A.S.D. Trz Cycling Team 04:31:55; 7 Romano Domenico Biemme Garda Sport S.S.D. 04:32:53; 8 Terzi Daniele A.S.D. Stemax Team 04:35:25; 9 Van Goolen Jurgen 04:36:50; 10 Muraro Carlo A.S.D. Stemax Team 04:37:08

 

percorso 141 km femminile

1 Leonardi Jessica Team Lapierre - Trentino 05:12:56; 2 Lancioni Barbara Somec-Mg.K Vis-Lgl 05:14:29; 3 Jesenko Erika 05:19:28; 4 Passuti Sonia A.S.D. Stemax Team 05:24:08; 5 Billi Barbara Ktm Asd Scatenati 05:29:01; 6 Marchesini Arianna Somec-Mg.K Vis-Lgl 05:30:00; 7 Vandenbroeck Inge 05:36:59; 8 Pöhl Kerstin Rsv Stuttgart-Vaihingen 05:42:31; 9 Padoan Claudia Asd Iperlando 05:42:58; 10 Cecchi Monica Asd Gruppo Ciclistico 05:45:24

 

percorso 57 km maschile

1 Avanzo Francesco Biemme Garda Sport S.S.D. 02:00:39; 2 Zamboni Andrea Carina - Brao Caffe' 02:00:42; 3 Borgese Stefano Asd Centro Fai Da TE 02:01:04; 4 Lombardi Davide Cykeln Team Pol. Asd 02:01:10; 5 Zonta Tiziano Asd Swatt Club 02:01:13; 6 Pontalto Andrea Ale' Cipollini Ita 02:01:18; 7 Sivo Marco Team Falasca Zama Greco 02:03:06; 8 Sogne Alessandro Asd Team Brema Pissei 02:03:06; 9 Bergamo Daniele Carina - Brao Caffe' 02:03:07; 10 Zanrossi Riccardo Highroad Team 02:03:13

 

percorso 57 km femminile

1 Cappiello Olga Team De Rosa Santini 02:25:19; 2 Rosa Deborah Team De Rosa Santini 02:26:23; 3 Felici Milena Velo Roma Asd 02:30:29; 4 Lari Marina Team Bike Innovation 02:33:51; 5 Zambotti Barbara Somec-Mg.K Vis-Lgl 02:34:32; 6 Sbrighi Paola Ktm Asd Scatenati 02:35:14; 7 Albanese Silvia Asd Sant Luis Zen 02:35:48; 8 Tosadori Orietta Biemme Garda Sport S.S.D. 02:37:35; 9 Benda Laura Ale' Cipollini 02:37:50; 10 Emaldi Gabriella Somec-Mg.K Vis-Lgl 02:38:05

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Uno sprint da velocista. Cosmobike Show ha chiuso alla Fiera di Verona il weekend dedicato alla passione-bici, registrando 32mila visitatori. Il nuovo format consumer di festival nazionale per le due...

Sin dalla sua nascita il Salese Factory Team, il sodalizio che si occupa del ciclismo fuoristrada, ha sempre avuto come punto di riferimento il motto "Insieme si vince" e per...

Giovani, ambiziosi e impegnati nel produrre oggetti dal design innovativo, senza mai dimenticare la loro funzionalità. Questi sono gli indizi per scoprire e conoscere CarbonWorks, un’azienda giovane che...

Il weekend più frizzante della stagione sta per avvicinarsi, ormai sono poche le settimane che ci dividono dal Colnago Cycling Festival 2019. Nella giornata del 14 febbraio c'è stata la prova...

In coda al talk inaugurale, all'interno di Cosmobike Show alla Fiera di Verona, sono stati consegnati i premi della quarta edizione dell'Oscar Italiano del cicloturismo, l’Italian Green Road Award, premio...

Si avvicina il cambio quota per il Jeko Umbria Marathon Mtb 2019, al quale si potrà aderire con 120 euro fino al 20 febbraio, quota che poi sarà di 140 euro...

Il sodalizio Crocelle Race Team inizia ufficialmente il suo percorso di avvicinamento alla terza edizione della cross country Crocelle Race Park per far si che questo appuntamento, datato domenica 14...

Ci sarà tempo soltanto fino al 20 febbraio per aderire all’Umbria Tuscany Mtb, novità 2019 per gli appassionati della mountain bike che porterà a pedalare tra Umbria e Toscana, offrendo...

Nella splendida cornice del Bianchi Cafè & Cycles di Milano, ha preso ufficialmente il via la stagione 2019 per il Team Bianchi Countervali, la formazione factory in cui corrono Stephane...

Da 40 anni lavora la plastica e una sera a cena ha avuto l’illuminazione: costruire una bicicletta a bassissimo costo, sfruttando proprio la plastica da buttare. Venti anni di studio,...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Aerodinamiche, rigide il giusto e molto comode, queste prime tre caratteristiche vanno a tracciare i profili delle nuove...
di Giorgio Perugini
Air Speed è il casco migliore ad una velocità media di 40km/h e chi lo dice ha fatto...
di Giorgio Perugini
Generalmente in questo periodo dell’anno mi affido a pneumatici invernali, una scelta spesso obbligata per via del pessimo...
di Giorgio Perugini
La giacca Vega Extreme di Santini, posizionata al vertice della nuova linea high performance per fronteggiare le rigide...
di Giorgio Perugini
Chi di voi pensa al marchio Ursus, dovrebbe ricordare che questa azienda, oltre a produrre alcune delle migliori ruote attualmente...
di Giorgio Perugini
Ci sono ciclisti che sono sospinti da un solo desiderio: ottenere e provare sempre qualcosa in più per...
di Giorgio Perugini
Spesso un capo invernale può essere troppo caldo oppure, talvolta, non è abbastanza isolante mentre in altri casi...
di Giorgio Perugini
Ammettiamolo, con i tempi che corrono valutare con attenzione le spese che vorremmo fare non è affatto una...
di Pietro Illarietti
Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobicitech dal titolo «Tested4You»: come facile intuire, i nostri tester proveranno per voi capi...
di Giorgio Perugini
  Due giorni a Cannes per una presentazione ufficiale Look non sono roba da poco. La casa francese continua ad...
di Giorgio Perugini
  Ho una personalissima lista di cose che mi fanno girare le scatole e quasi in cima all’elenco si posiziona...
di Giorgio Perugini
La sella perfetta esiste, questo è poco ma sicuro. Sarà l’unica che vi farà pedalare più comodamente rispetto ad altre...
di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
di Giorgio Perugini
  Tranquilli, i tempi son cambiati e non si cade in contraddizione desiderando un casco ventilato e aerodinamico. Oggi come...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy