I PIU' LETTI
CHARLY GAUL, UN MARE DI CICLISTI IN MONTAGNA ALLA SFIDA UCI
dalla Redazione | 19/09/2018 | 07:57

Un “mare” di ciclisti in montagna ed un senese davanti ad un lucchese, oggi, fra Trento e il Monte Bondone.

La diretta RAI Sport ha premiato una magnifica e soleggiata tredicesima edizione de “La Leggendaria Charly Gaul – UCI Gran Fondo World Series”, vinta, nel percorso granfondo di 141 km e 4000 metri di dislivello, da Fabio Cini (4h25’38’’), un’autentica impresa quella del toscano, capace di tenere dietro il vincitore dello scorso anno Stefano Cecchini (4h26’01’’) con una strategia di gara a dir poco impeccabile. In terza posizione della gara nata per onorare le gesta del “leggendario” Charly Gaul nell’incredibile tappa del Giro d’Italia del 1956, il vicentino Enrico Zen (4h26’53’’). Al femminile Jessica Leonardi (5h12’56’’) ha trionfato “in casa”, su una stremata Barbara Lancioni (5h14’29’’) e sulla slovena Erika Jesenko (5h19’28’’), atleta del challenge Alpe Adria Tour.

Da Trento al Monte Bondone anche un percorso mediofondo di 57 km e 2000 metri di dislivello, con Francesco Avanzo (2h00’39’’) a superare in volata il “collega” Andrea Zamboni (2h00’42’’), mentre sul gradino più basso del podio si è piazzato Stefano Borgese (2h01’04’’). Nel mediofondo femminile l’esperta Olga Cappiello (2h25’19’’) ha sopraffatto nel finale la giovane compagna di squadra Deborah Rosa (2h26’23’’), terza Milena Felici (2h30’29’’).

Piazza Duomo a Trento era affollatissima sin dalla partenza, praticamente punteggiata di ciclisti al cospetto della fontana del Nettuno. Al via (come sostegno) Francesco Moser, il corridore italiano più vincente di sempre, e Jury Chechi, altra leggenda dello sport, questa volta ad anelli, partito per il percorso mediofondo ma fuori classifica, e giunto con circa mezz’ora di distacco dal vincitore. Inizio di una seconda carriera? Scherzi a parte, “La Leggendaria Charly Gaul” è un must per i corridori UCI Gran Fondo World Series e per gli appassionati delle due ruote, l’organizzazione di APT Trento, Monte Bondone, Valle del Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale offre il meglio ai propri atleti, e l’entusiasmo è salito alle stelle quando sul maxischermo situato in zona d’arrivo comparivano le immagini della diretta RAI. I primi a sfilare sul traguardo sono stati i mediofondisti maschi, con Francesco Avanzo ed Andrea Zamboni a duellare appaiati lungo i tornanti dell’erta trentina prima di giocarsi tutto in volata. Ad alzare le braccia al cielo è stato Avanzo, con il poliedrico Zamboni – bravo anche in mtb - a chiudere secondo come lo scorso anno. Avanzo all’arrivo ha detto: “Sapevo che arrivando in volata avrei vinto, anche perché io e Andrea ci conosciamo molto bene”. Una salita testata qualche giorno fa da Avanzo in compagnia di una ‘leggenda’ del ciclismo amatoriale trentino e non solo, Silvano Janes: “Il ‘Tasso’ è sempre il ‘Tasso’ – afferma Avanzo - più invecchia e più va forte, è una potenza soprattutto mentale. Il segreto è l’allenamento e la voglia di non mollare mai”. L’esperienza è stata fondamentale anche tra le mediofondiste, con Olga Cappiello a preservarsi per il rush finale sconfiggendo l’audacia di Deborah Rosa, troppo arrembante nelle prime fasi della contesa: “Il segreto per tener dietro le più giovani? La passione e la voglia di soffrire”.

I granfondisti hanno ‘sfidato’ il Monte Bondone per ben due volte da due diversi versanti, e Fabio Cini è veramente salito in cattedra. Molteplici gli ‘attacchi’ di Cecchini, ma Cini è rimasto a ruota tornante dopo tornante, il primo in piedi sui pedali sfruttando la propria agilità e magrezza, il secondo sempre seduto a pedalare con costanza e tenacia, falcata dopo falcata. E a proposito di “falchi”, a commentare le gesta degli atleti c’era proprio un “Falco”, Paolo Savoldelli, vincitore del Giro d'Italia nel 2002 e nel 2005 e straordinario discesista, come un falco in picchiata. E proprio quando Cecchini sembra prendere il volo, Cini sferra l’attacco decisivo e parte rifilando ben nove secondi a 500 metri dal traguardo: “Emozione unica, me la sono giocata benissimo. Lui magro e scalatore, io passista, ma in una salita così lunga sono riuscito a tenere. Ci voleva una gara perfetta per riuscire a vincere”. Stefano Cecchini applaude l’avversario: “La strategia di Cini è stata perfetta, se lo merita, giusto qualche settimana fa gli dissi che è un grande corridore”. Forse rallentare lasciando passare il senese avrebbe agevolato il compito del lucchese, ma cambiare il proprio stile di corsa a volte è come cambiare idea quando si è dato la propria parola. Poco più tardi, dopo oltre cinque ore di gara, giunge alla finish line Jessica Leonardi, atleta della Val di Non che solo qualche anno fa iniziò ad appassionarsi alla bicicletta: “D’ora in poi solo percorsi granfondo perché bisogna gestirsi, ci vuole tanta testa, e queste sono le gare che fanno per me. Vincere qui in casa è una grande soddisfazione”.

Arrivederci all’anno prossimo, per un’altra sfida leggendaria, sempre grazie alla ASD Charly Gaul ed alla APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.

Info: www.laleggendariacharlygaul.it

 

percorso 141 km maschile

1 Cini Fabio Asd Cicli Copparo 04:25:38; 2 Cecchini Stefano Scott Team Granfondo 04:26:01; 3 Zen Enrico New Green Paper Trek 04:26:53; 4 Elettrico Tommaso Asd Team Cps Cycling 04:27:35; 5 Scotti Federico Cannondale-Gobbi-Fsa 04:29:16; 6 Salimbeni Luigi A.S.D. Trz Cycling Team 04:31:55; 7 Romano Domenico Biemme Garda Sport S.S.D. 04:32:53; 8 Terzi Daniele A.S.D. Stemax Team 04:35:25; 9 Van Goolen Jurgen 04:36:50; 10 Muraro Carlo A.S.D. Stemax Team 04:37:08

 

percorso 141 km femminile

1 Leonardi Jessica Team Lapierre - Trentino 05:12:56; 2 Lancioni Barbara Somec-Mg.K Vis-Lgl 05:14:29; 3 Jesenko Erika 05:19:28; 4 Passuti Sonia A.S.D. Stemax Team 05:24:08; 5 Billi Barbara Ktm Asd Scatenati 05:29:01; 6 Marchesini Arianna Somec-Mg.K Vis-Lgl 05:30:00; 7 Vandenbroeck Inge 05:36:59; 8 Pöhl Kerstin Rsv Stuttgart-Vaihingen 05:42:31; 9 Padoan Claudia Asd Iperlando 05:42:58; 10 Cecchi Monica Asd Gruppo Ciclistico 05:45:24

 

percorso 57 km maschile

1 Avanzo Francesco Biemme Garda Sport S.S.D. 02:00:39; 2 Zamboni Andrea Carina - Brao Caffe' 02:00:42; 3 Borgese Stefano Asd Centro Fai Da TE 02:01:04; 4 Lombardi Davide Cykeln Team Pol. Asd 02:01:10; 5 Zonta Tiziano Asd Swatt Club 02:01:13; 6 Pontalto Andrea Ale' Cipollini Ita 02:01:18; 7 Sivo Marco Team Falasca Zama Greco 02:03:06; 8 Sogne Alessandro Asd Team Brema Pissei 02:03:06; 9 Bergamo Daniele Carina - Brao Caffe' 02:03:07; 10 Zanrossi Riccardo Highroad Team 02:03:13

 

percorso 57 km femminile

1 Cappiello Olga Team De Rosa Santini 02:25:19; 2 Rosa Deborah Team De Rosa Santini 02:26:23; 3 Felici Milena Velo Roma Asd 02:30:29; 4 Lari Marina Team Bike Innovation 02:33:51; 5 Zambotti Barbara Somec-Mg.K Vis-Lgl 02:34:32; 6 Sbrighi Paola Ktm Asd Scatenati 02:35:14; 7 Albanese Silvia Asd Sant Luis Zen 02:35:48; 8 Tosadori Orietta Biemme Garda Sport S.S.D. 02:37:35; 9 Benda Laura Ale' Cipollini 02:37:50; 10 Emaldi Gabriella Somec-Mg.K Vis-Lgl 02:38:05

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Il percorso di Selle Italia a fianco dei principali eventi ciclistici internazionali porta questa volta l’azienda “fuori strada”. Quest’anno il brand di Asolo sarà infatti, per la prima volta, fornitore...

Tornare per vedere cosa è cambiato, ma soprattutto per valorizzare ancora una volta un territorio in via di ricostruzione: a distanza di un anno, Bosch ha deciso di organizzare un...

La H4F Sport è pronta per l’ultima fatica organizzativa della stagione 2018: la Randonèe Cammino di Francesco è una pedalata non competitiva aperta davvero a tutti, in quanto saranno messi...

Arrivano novità importanti per tutti coloro che domenica 23 settembre decideranno di prendere parte alla Granfondo di Casteggio. Dopo gli ultimi sopralluoghi effettuati dagli organizzatori, è stato deciso di introdurre...

Il classico circuito che da anni sancisce l’inizio della stagione agonistica, giunge alla 11° edizione con novità interessanti, date rinnovate e una tappa sostituita. Era l’inverno del 2009 quando il...

Prima tappa veneziana per il 31° Trofeo d'Autunno e ultima per la Veneto Cup domenica 16 settembre a Torre di Mosto. La competizione, preparata dal Team Velociraptors, nonostante la concomitanza...

Il 38enne campano Luigi Ferritto è il vincitore della  Castel di Sangro, a cura della SSD Corona d'Abruzzo di Chieti. Presso la rinomata località sangrina si sono dati appuntamento una...

  Homo Faber è una esposizione in cui competenze, artigianalità, raffinatezza e ingegno viaggiano sullo stesso binario per stupire e far innamorare i visitatori. Non si tratta di una semplice...

Per il terzo anno consecutivo è una giovane promessa della mountain bike ad aggiudicarsi l'ormai tradizionale trofeo che da undici edizioni accompagna l'attività di promozione del Circuito Bresciacup.   L'11º...

Jena è la nuova bici in carbonio per il gravel, nata per darti la più ampia libertà di scelta nelle tue uscite. Che sia pura performance su strade bianche e...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Riciclare è la parola d’ordine quando si pensa all’ambiente e all’inutile spreco di materie prima una volta utilizzate per realizzare...
di Giorgio Perugini
Avete presente quelle nuvole gonfie di pioggia, pronte ad esplodere in un fragoroso temporale da un istante all’altro?...
di Giorgio Perugini
Sicurezza, ventilazione e aerodinamicità sono solo alcune delle voci che descrivono al meglio il casco Ventus, un progetto...
di Giorgio Perugini
Gran Turismo in ambito automobilistico va ad indicare una auto con prestazioni elevate, ma anche confortevole e incline...
di Giorgio Perugini
Le ruote Aelous XXX nascono per stupire e catturare gli sguardi. Scure, cattive e leggere divorano l’asfalto con...
di Giorgio Perugini
Siamo quasi alla fine di stagione e si avvicinano gli ultimi due appuntamenti targati Eroica, Eroica Dolomiti e...
di Giorgio Perugini
II mese di settembre è un mese bugiardo, permettetemi lo sfogo, almeno dal punto di vista climatico. Basta...
di Giorgio Perugini
  Il dilemma è sempre lo stesso, ventilato o aerodinamico? Oggi scegliere il casco giusto, tralasciando i fenomeni di costume...
di Giorgio Perugini
  Bike Inside è un marchio di abbigliamento ciclistico giovane e reattivo e negli ultimi anni ha avviato tantissime collaborazioni...
di Giorgio Perugini
  Pedaled è un marchio che mi stupisce sempre ed il merito di queste piacevoli sensazioni è da attribuire alla...
di Giorgio Perugini
  Sono passati circa quattro mesi da quando sono tornato a pedalare su un pedale Shimano, li alterno in particolare...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto e non ne faccio un mistero, sono stato tra i primi in Italia ad utilizzare i prodotti...
di Giorgio Perugini
  Questo marchio non è certo ai suoi primi giorni di vita, infatti, è ben dagli anni ’80 che Titici...
di Giorgio Perugini
  Che il ciclismo di oggi sia fortemente contaminato dalla moda non è certo una scoperta ma è proprio questa...
di Giorgio Perugini
Le nuove Infinito R1 Knit nascono per offrire al ciclista una nuova esperienza in termini di calzata, sia in termini...
di Giorgio Perugini
L’edizione 2018 dell’Eroica (qui il Link dell’Eroica Gaiole) si sta avvicinando ed una cosa è certa, è decisamente...
di Giorgio Perugini
Nella mia esperienza da ciclista ho imparato che le vecchie regole valgono per tutti e una delle più note in...
di Giorgio Perugini
Che tipo di ciclista sei? Sei ossessionato dalla velocità o ti piace stare sempre a ruota? Se ti piace prendere...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy