I PIU' LETTI
MONDIALE MEZZO IRONMAN, VI RACCONTO LA MIA AVVENTURA
di Alessandro Turci | 11/09/2018 | 07:51

Port Elizabeth, in Sudafrica, è una splendida città sul mare che ha ospitato sabato e domenica 1 e 2 settembre gli ultimi mondiali di triathlon su distanza di mezzo Ironman, vale a dire 1,9 km di nuoto, 90 km di ciclismo e infine la mezza maratona, 21 chilometri di corsa a piedi.

Triatleti professionisti e amatori, i migliori selezionati dal circuito di gare che si svolgono in tutto il mondo, si sono sfidati in quello scenario mozzafiato che è la Nelson Mandela Bay. Nuoto nell’oceano, ciclismo su un percorso molto tecnico (con circa 900 metri di dislivello) reso ancora più impegnativo dall’asfalto rugoso e ondulato, tutt’altro che perfettamente piatto, infine la corsa a piedi tutta in città con una cornice di pubblico incredibile. Stimate circa 250mila presenze.

Personalmente ho guadagnato la mia qualifica a Zell, in Austria, nell’agosto 2017 ottenendo il quarto posto di categoria con successiva slot (la qualifica) tra le sei disponibili per il mio gruppo di età. Da quel momento è iniziato il lungo cammino che mi ha portato alla prova clou dell’anno. Ci vuole circa un giorno di viaggio per raggiungere Port Elizabeth, tre voli con scali a Dubai e Cape Town e un ultimo volo interno per raggiungere la “friendly city”, come dicono i locali, che si adagia sulla baia dedicata al premio Nobel e storico leader per la lotta all’apartheid.

Grande fortuna, non c’è fuso orario da smaltire, stessa ora di casa, quindi dopo un giorno il viaggio è più o meno smaltito se si riesce a riposare sull’aereo. Io sono arrivato il lunedì precedente l’evento, cosa che mi ha consentito di sfruttare tutti i vantaggi del programma tecnico messo a disposizione degli atleti dall’organizzazione, impeccabile anche in questo. Nuoto nella baia su un percorso a due boe  di circa 600 metri protetti dalle moto d’acqua e dalle canoe (il pericolo squali esiste) e ciclismo scortati dalla polizia per uscire dalla città e affrontare una parte del percorso, circa 45 chilometri, insieme agli altri triatleti (ogni volta circa 3-400 presenze). Organizzazione, come detto, di altissimo livello sia nella parte puramente tecnica (consegna numeri e dotazione per la gara, briefing e allestimento zone cambio) sia in quella relativa alla sicurezza con percorsi di ciclismo e corsa a piedi interamente chiusi al traffico per tutti e due i giorni di gara.

Sabato 1 settembre la prova femminile, il giorno successivo, domenica 2 settembre, quella maschile. Ad aprire le prove i professionisti, primi a partire alle 7.30, e a seguire tutti gli altri suddivisi negli age group, le categorie di età con sistema rolling start, dieci concorrenti ogni dieci secondi per non creare gruppi folti in acqua e prevenire in un certo senso anche i gruppi in bici, dove la scia tra atleti non è consentita (si deve stare ad almeno sei biciclette di distanza dal ciclista che precede). Sono regolate anche le operazioni di sorpasso, massimo 25 secondi per passare altrimenti si deve stare dietro.

La mia gara è andata bene, come da programma. Un buon nuoto nell’oceano, per me che non nuoto mai in acque libere è stato fondamentale. La frazione di ciclismo è stata più che soddisfacente, con un percorso molto più difficile di quello rilevato sulla carta. Continui saliscendi, asfalto rugoso e irregolare, in più pioggia dall’inizio alla fine a rendere il tutto ancora più impegnativo e pericoloso. La mezza maratona cittadina ha risolto i problemi di scoramento che ad un certo della gara arrivano per tutti, campioni compresi. Il folto pubblico presente su tutto il percorso ha dato quella spinta necessaria a completare gli ultimi chilometri, quelli più difficili per l’esaurimento fisico e psicologico. Per me un 21mo posto finale di categoria (50-54 anni) come giusto premio per una preparazione lunga e meticolosa. 

Tra i professionisti vittoria di Jan Frodeno in campo maschile su Alistar Brownlee (tre medaglie d’oro olimpiche in due) davanti allo spagnolo Javier Gomez, campione uscente. Una gara stratosferica corsa a ritmi folli, mezza maratona in 1h06’ per il campione tedesco. Tra le donne si è confermata la svizzera Daniela Ryf, quarto titolo consecutivo e record, che ha preceduto la britannica Lucy Charles, terza la tedesca Anne Haug. Da segnalare (purtroppo) la totale assenza di atleti italiani, sia uomini sia donne tra i professionisti. Il miglioramento dovrebbe passare da questo tipo di gare, anche a costo di prendere sonori schiaffoni da questi incredibili campioni. Folta, invece, la pattuglia degli age group con ben 121 presenze.     

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Sale la febbre per il Trofeo Aken che, il prossimo 22 settembre, dopo lo show del Rally di Romagna, riporterà a Riolo Terme lo spettacolo dell'off-road. In località Monte Mauro,...

È scattato il conto alla rovescia In Valseriana per la prima edizione di Presolana E-Bike, evento che il 28 e 29 settembre permetterà a tutti gli appassionati di scoprire il...

Le scarpe Bontrager Ballista le abbiamo provate per voi mesi fa e hanno messo sul piatto un ottimo equilibrio prestazionale ben supportato da materiali, soluzioni e dettagli tecnici...

Prima Vuelta a Espana, primo trionfo. Si è conclusa sul gradino più alto del podio l'avventura di Primoz Roglic, sloveno del Team...

Si chiudono con l'ennesima giornata trionfale per gli azzurri i Campionati del Mondo di Paraciclismo, in scena in questi giorni ad Emmen. L'Italia porta a casa altre due medaglie d'oro,...

Cala il sipario sulla seconda edizione di Italian Bike Festival. La più importante manifestazione italiana dedicata al mondo della bici e ai suoi appassionati non ha tradito...

Edizione sontuosa e ricca di significati, oggi, sulla leggendaria salita dell’Alpe di Pampeago per cinque volte arrivo del Giro d’Italia, dove i grimpeur erano alle prese con la mitica cronoscalata...

Si avvicina a grandi passi la data del 22 settembre per lo svolgimento della Matese Enduro Legend. Ogni giorno che passa lievita decisamente l’attesa a Telese Terme ed anche per...

"Questo di sette è il più gradito giorno, Pien di speme e di gioia:Diman tristezza e noia" ha scritto Giacomo Leopardi nella poesia Il Sabato del Villaggio. Il sabato, per Leopardi,...

L’allenamento indoor ben svolto è probabilmente alla base di una stagione ben riuscita, soprattutto se problemi di tempo e cattive condizioni atmosferiche si frappongono tra voi e una...

Italian Bike Festival supera a pieni voti il giro di boa dell’edizione 2019. La seconda giornata della più importante manifestazione italiana dedicata al mondo della bici si...

Dopo le prove a cronometro, i Campionati del mondo di ciclismo paralimpico entrano nel vivo con le prime prove in linea. E non si ferma la...

La sfortuna si è accanita contro Michele Pittacolo. Ai campionati del mondo di paraciclismo in corso a Emmen, in Olanda, il portacolori della Pitta Bike, che correva da campione uscente...

Conoscendo da anni Gianfranco Fanton riteniamo che nessuna decisione è stata più sofferta di quella che raccontiamo. A fine anno Fanton lascerà infatti la presidenza del ciclismo amatoriale orobico che...

GIRO D’ITALIA DI HANDBIKE: PRESENTATA LA FINALISSIMA DI ASSISI LA DECIMA EDIZIONE SI CONCLUDE IL 29 SETTEMBRE 2019   Assisi 13 settembre 2019. La prestigiosa Sala della...

La Granfondo dei Tre Santuari del Fermano è nel finale di stagione un appuntamento al quale non solo gli appassionati di ciclismo possono rinunciare. Il neo comitato di promozione del...

Grazie alla particolare conformazione del loro territorio, diviso tra montagne, ampi spazi e corsi d’acqua, le Valli Resilienti sono il luogo ideale per un’esperienza in sella alla propria bicicletta. Siamo...

Recentemente vi abbiamo proposto la review completa delle Kr1 ( qui il link ), la calzatura da ciclismo ad alte prestazioni completamente realizzata in maglia 3D, un prodotto...

Anno nuovo divisa nuova? Certo che sì e la proposta di Alé Cycling all'Italian Bike Festival si fa oltremodo interessante: «Presso il nostro truck, avremo il piacere di presentare Alé...

Trek annuncia una serie di novità nella propria gamma di mountain bike elettriche. Si tratta della rivoluzionaria Rail - una e-MTB long travel rivolta ai ciclisti più esigenti - e...

Le notti d’estate sono fatte per pedalare, e anche questa stagione l’ha confermato: il tour estivo delle Bike Night ha portato tremila persone in viaggio di notte....

Venerdì 18 Ottobre sarà la serata della premiazioni finali, una grande festa per tutti; atleti e team, finalmente potranno godere del loro momento di gloria salendo sul palco...

Il Bike Team Bucchianico sta quasi portando a termine il lavoro in ambito organizzativo per allestire la Gran Sasso Mtb Marathon penultima prova dell’Abruzzo Mtb Cup 2019 in data 15...

Trionfo azzurro nella terza giornata di gare ad Emmen, palcoscenico dei Campionati del mondo di paraciclismo 2019. Gli azzurri dominano le prove a cronometro portandosi a...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Forza e coraggio, arriva il periodo più difficile dell’anno per quanto riguarda il modo di vestirsi direte le...
di Giorgio Perugini
Oakley, storico e rinomato marchio produttore di occhiali, ha lanciato l’anno scorso la sua collezione di caschi dedicati...
di Giorgio Perugini
Air PRO non è semplicemente un casco leggero e perfettamente a suo agio nelle calde giornate estive, è...
Gli occhiali Julbo Aero sono pensati per chi ama praticare sport governati della velocità ed è proprio per...
di Giorgio Perugini
Le giornate calde proseguono e se tutto va come nelle passate stagioni, il completo estivo rimarrà ancora a...
di Giorgio Perugini
Abbiamo già parlato della nuova collezione SIXS e anche del nuovo logo aziendale, una novità che accompagna con...
di Giorgio Perugini
Il casco Ventral di Poc aveva un compito arduo, ovvero far dimenticare agli amanti del marchio lo storico...
di Giorgio Perugini
Il periodo estivo rimette in strada molti appassionati, pronti a sfidare il caldo e le strade roventi. Non...
di Giorgio Perugini
Tutti voi conoscerete Scicon per via delle borse portabici, probabilmente le migliori in circolazione, ma possiamo tranquillamente ricordare...
di Giorgio Perugini
Cosa ci aspettiamo da un completo estivo? Generalmente lo vogliamo leggero e ben realizzato con tessuti all’avanguardia, aero ma anche...
di Giorgio Perugini
La gravel è la bici del momento, inutile negarlo. In un momento di vacche magre, molti si sono...
di Giorgio Perugini
Le giornate bollenti sono arrivate tutte insieme e uscire a pedalare vi mette nella condizione di essere sempre...
di Giorgio Perugini
Chi adora pedalare al caldo nelle belle giornate estive può affidarsi al cycling kit di PEdAL ED composto...
di Giorgio Perugini
Il grande processo di rinnovamento in casa SIXS è stato confermato dal nuovo logo e dal nuovo simbolo...
di Giorgio Perugini
Il nuovo Omne Air Spin, un casco polifunzionale presentato pochi mesi fa da Poc, è un prodotto polifunzionale che...
di Giorgio Perugini
Le edizione limitate sono delle vere chicche per gli appassionati, soprattutto quando queste sono legate ad un evento...
di Giorgio Perugini
UYN non si nasconde affatto e mette subito in chiaro di avere una missione: essere meglio di tutto...
di Giorgio Perugini
Wilier negli ultimi anni ci ha deliziato con modelli entusiasmanti e raffinati, impreziositi con colorazioni uniche come il...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy