I PIU' LETTI
CARRERA. AR01 DISC, PIÙ POTENZA E PIÙ CONTROLLO
di Giorgio Perugini | 18/07/2018 | 09:44

 

Siete indecisi se puntare sui dischi o rimanere fedeli al sistema frenante tradizionale? In effetti questo è un bel dubbio, uno di quelli che vi pone davanti ad una scelta importante. La maggior parte dei ciclisti pensa che una bici con freni a disco sia necessariamente più pesante e meno divertente ma credeteci, non è così. La differenza di peso si ritrova spesso solo nella componentistica, anche se gli ultimi gruppi e le ruote destinate ai freni a disco sono già diventati più leggeri rispetto un tempo.

La bici Carrera AR01 che vedete spesso nei nostri redazionali esiste anche in versione Disc, del resto, basta una forcella appositamente studiata per la trasformazione completa mentre il telaio nasce già predisposto per accogliere anche le pinze flat mount. Questa bici aero con il freno a disco diventa ancor più un vero missile da pianura, questo è poco ma sicuro.

Il telaio è uno splendido monoscocca realizzato con carbonio T-8000 che brilla per rigidezza e aerodinamica. La tecnologia utilizzata da Carrera, azienda italiana amatissima anche all’estero, permette un notevole compattamento delle fibre con un processo che elimina tutto materiale superfluo esaltando le doti del carbonio. Il peso della taglia M si assesta sui 1100 grammi mentre ne servono poco più di 360 per la forcella anteriore.

Il centro del progetto AR01 è lo speciale cockpit integrato, una « pipa » aerodinamica, leggera e robusta come poche altre al mondo. Questa particolare struttura ospita il passaggio dei cavi a scomparsa e assicura un totale controllo del mezzo, aggiungendo una precisione sulla guida davvero elevata. È proprio grazie a questa parte oversize che si apprezza ancor di più la forcella con testa conica e si riesce a gestire in maniera sensazionale anche le frenate più violente.

Ad un triangolo anteriore così schiacciato e veloce se ne abbina uno posteriore massiccio, l’ideale per rispondere colpo su colpo alle violente accelerazioni. Il movimento centrale di tipo press fit 86x41 assicura una risposta ai carichi sempre all’altezza.

La bici che vedete nella gallery è da considerarsi come kit telaio, infatti, a parte il gruppo completo Shimano Ultegra Disc R8020, disponibile nei montaggi Carrera, troviamo le ruote Ultegra WH-RS770,  il manubrio FSA K-Force, la sella Stealth PRO  e i copertoncini Vittoria Corsa Competizione da 25mm.

Questa AR01 ha una gran voglia di correre, del resto l’aerodinamica e la guarnitura con corona da 52 rendono facili le alte velocità. Il peso aggiuntivo di questo montaggio si sente sulle lunghe salite, mentre nei percorsi collinari tutto fila sempre liscio. In discesa la stabilità è totale e passare i 90 diventa davvero semplice. Per quanto riguarda le caratteristiche del prodotto, non siamo distanti dalla versione con freni tradizionali, anche se quest’ultima rimane a mio modo di vedere le cose la bici più versatile. La colorazione nera/nera opaca è elegante e sposa qualsiasi tipo di montaggio.

Il terreno ideale di questa configurazione disc potrebbe essere anche quello delle gare in circuito, del resto i rilanci, le variazioni di velocità e le violente volate sono il suo pane. I perni passanti e tutta la stabilità dell’avantreno sono elementi da riferimento su cui impostare anche una guida aggressiva, anche se rimango dell’idea che le bici con i freni a disco permettano ingressi in curva vellutati senza alcun bisogno di tirare la staccata all’ultimo secondo.

Sul passo non c’è storia, le alte velocità regolari diventano una normalità grazie anche ai copertoncini Vittoria, pazzeschi nell’aggiungere confort alla marcia (qui la nostra review ). Altro discorso è una frenata di emergenza, in questo frangente la potenza è nettamente maggiore e i metri per arrestarsi sono ridotti all’osso.

In alternativa, la AR01 Disc potrebbe ricoprire benissimo il ruolo tuttofare di prima bici, ma a questo punto non sarebbe male puntare su componenti più leggeri per arrivare a 7kg scarsi. La scelta dipende nettamente da voi, passare definitivamente al disco non è cosa da poco, ma sono certo che il modo migliore per farlo sia quello di puntare su una bici top di gamma, completa sotto ogni aspetto.

 

www.carrera-podium.it

 

★★★★★ design

★★★★★ finiture

★★★★☆ tecnologia

★★★★★ pianura

★★★☆☆ leggerezza

★★★★☆ montagna

★★★★★ comodità

★★★★☆ versatilità

★★★★★ aerodinamica

 

Equipaggiamento

-casco Briko Aries

-Occhiali Briko SuperleggeroXL

-Completo Pordoi Bicycle Line

-Scarpe Shimano RP9

-Gruppo Shimano Ultegra Disc R8020

-Ruote Ultegra WH-RS770

-Pneumatici Vittoria Corsa Competizione 25mm

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
La festa sul podio, la premiazione con champagne e il premio di una Pinarello vintage, l'abbraccio con gli amici: tutto bello ma tutto falso, cancellato, annullato. Finale col giallo alla...

Domenica 30 settembre si torna al mare. Per tanti sarà anche l'ultima occasione per godersi una giornata di sole in Riviera, prima di prepararsi alle lunghe giornate autunnali immersi nella...

Cambio di rotta deciso anche alla luce delle strategie commerciali delle aziende del settore. In pista tutta l’esperienza di Veronafiere come organizzatore diretto da 120 anni di eventi e rassegne...

  Bicycle Line, azienda trevigiana che da più di 30 anni disegna e produce abbigliamento per il ciclismo, è diventata sponsor tecnico dell’ARI, Audax Randonneur Italia. Ebbene sì, il popolo...

Friedrichshafen, si cambia. Gli organizzatori di Messe Friedrichshafen hanno ufficialmente spostato la data per Eurobike 2019: originariamente prevista dal 31 luglio al 3 agosto, la  28a edizione della fiera del...

G.TORNADO è l’ideale per chi ricerca un prodotto funzionale e ricco di contenuti tecnici da utilizzare al meglio sia in gara che in allenamento. E’ una calzatura molto leggera, la...

Albstadt, Nove Mesto na Morave, Val di Sole, Andorra-Vallnord: prosegue la striscia vincente dell’elvetica Sina Frei negli appuntamenti U23 di Coppa del Mondo di Mountain Bike. Domenica 15 Luglio, la...

Sono Martino Fruet e Anna Oberparleiter, stelle del Team Lapierre Trentino Alè, i vincitori del Cimbra Cross-GP Scratch Tv, gara eliminator che si è corsa nella suggestiva location del lago...

Domenica 15 Luglio 2018 è andata in scena l’ottava tappa del Giro della Campania Off Road 2018 sul Lago Laceno (Bagnoli Irpino), con il “II Trofeo MTB Altopiano del Lago...

Massimiliano Sala è medico sociale del Manchester City ma da sempre ha la passione per la bicicletta. E ha deciso di partecipare, il mese scorso, alla Race Across America, una...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Gli occhiali da ciclismo Bollé si sono confermati in queste stagioni nelle posizioni di vertice per quanto riguarda design e...
di Giorgio Perugini
La storia di Nalini è un po’ la storia del ciclismo, inutile negarlo, diverse sono state le formazioni gloriose che...
di Giorgio Perugini
La nuova Collezione continuativa 365 di Santini Cycling Wear che vi abbiamo presentato all’inizio della primavera rappresenta fedelmente lo spirito...
di Giorgio Perugini
Ci siamo, le tanto amate giornate calde che desideravamo questo inverno non sono un miraggio, anzi, ci siamo già ritrovati...
di Giorgio Perugini
  Siete indecisi se puntare sui dischi o rimanere fedeli al sistema frenante tradizionale? In effetti questo è un bel...
di Giorgio Perugini
Correva l’anno 2006 e le ossa disegnate su guanti utilizzati da diversi campioni della mtb diventavano in breve un simbolo...
Il Corsa è uno pneumatico straordinario, probabilmente uno dei prodotti più amati dai professionisti per correre ogni tipo di competizione....
Stiamo giusto per affrontare il momento clou della stagione, infatti, in questo periodo sono posizionate le prove più dure del...
Noi di tuttoBICI abbiamo già avuto modo di conoscere bene il progetto SP-01, la sella da strada più evoluta di...
Il periodo delle vacanze, corte o brevi che siano, si sta avvicinando e molti di noi si stanno chiedendo quale...
Un occhiale destinato al ciclismo deve rispondere complessivamente a molti requisiti per essere all’altezza dell’utilizzo sportivo che se ne vuole...
Basta osservare la storia del ciclismo, dagli albori fino ad oggi per rimanere impressionati dalle continue evoluzioni che hanno stravolto...
Dopo aver rotto il ghiaccio in Coppa del Mondo di Mountain Bike, aggiudicandosi il secondo round di Albstadt (Germania), Jolanda...
Correva l’anno 1987 ed il mitico Stephen Roche riusciva nella magica tripletta Giro, Tour e Mondiale, una combinazione colta in...
Molti di voi potrebbero pensare che per ottenere il miglior pedale in grado di misurare la potenza basterebbe mettere insieme...
Purtroppo siamo abituati a pensare che per avere una bici top di gamma serva mettere sul piatto una grande somma...
Se c’è un accessorio che si rivela determinante nella gestione della guida delle moderne mtb, quello è senza dubbio il...
Sidi è uno di quei marchi che ha fatto la storia del ciclismo, una lunga storia fatta di passione e...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy