I PIU' LETTI
TREK. LA DOMANE+ SLR6 E' FLUIDA, SILENZIOSA, LEGGERA E CONFORTEVOLE
di Giorgio Perugini | 12/12/2022 | 08:08

I tempi cambiano e i desideri degli stradisti orientati alle bici elettriche pare siano arrivati alle orecchie di chi le pensa e le produce. Cosi nasce la nuova Domane+ SLR di Trek, una bici elettrica che segna una svolta in questo settore. Leggera e dotata di una assistenza decisamente naturale, conquisterà il cuore e uno spazio nel box di moltissimi ciclisti.

Semplice, unica ed equilibrata

Ottimo è il bilanciamento dei pesi e il suo comportamento, tanto che indipendentemente dall’assistenza elettrica resta preciso, equilibrato e confortevole, merito di una geometria che ricalca quella della Domane SLR e di una drive unit centrale dal peso contenutissimo. Proprio così, la stessa geometria scelta da Trek per accompagnare gli atleti professionisti sul podio di gare durissime come la Parigi-Roubaix!

Il carbonio OCLV 800 permette all’azienda americana di limare ulteriormente il peso rispetto alla precedente versione, un carbonio che non si limita però solo ad offrire una sostanziosa dieta dimagrante, infatti, il pregiato carbonio messo a punto da Trek offre anche più resistenza e ripaga con carattere nei punti dove serve. Il sistema IsoSpeed inserito sullo snodo tra tubo orizzontale e tubo verticale ha il grande merito di smorzare le vibrazioni e le irregolarità derivanti del terreno, un successo in questo caso condiviso con le coperture Bontrager R3 Hard-Case Lite da 32mm ( la clearance vi permette di spingervi fino al 40C! ). Il sistema è nascosto agli occhi, ma vi assicuro che c’è e si sente, un’integrazione a livello di meccanica e design a dir poco perfetta.

Dimenticavo, è una Domane+ SLR

Ebbene sì, se gli stradisti orientati verso l’acquisto di a una bici elettrica chiedono forme e ingombri normali e una assistenza più naturale, Trek risponde con la nuova Domane SLR dotata di motore TQ HPR 50 da 300 watt di potenza di picco ( 250 nominale continua massima ) e 50 Nm di coppia per una pedalata più naturale possibile. Il motore Harmonic ping ring di TQ eccelle nel rapporto tra autonomia, assistenza, peso e velocità ed è davvero molto compatto, un fattore che premia il contenimento dei volumi soprattutto a livello di movimento centrale.

Il sistema non usa cinghie per trasmettere motricità ma una serie di ingranaggi che rende il funzionamento fluido, inoltre spicca per una silenziosità pazzesca e garantisce un supporto naturale, pacato, semplicemente perfetto su strada. Nel tubo obliquo si nasconde una bella batteria da 360Wh che offre circa 100 km di autonomia in modalità Eco e si rivela comunque adeguata se inserite nei vostri giri un bel dislivello. Sempre in questa zona trovate anche la presa per alimentare la batteria.

L’assistenza c’è ed è discreta

L’autonomia come potete immaginare subisce variazioni importanti in base al vostro stile di pedalata, al vostro peso e al dislivello che desiderate affrontare. Ovviamente se si va oltre ai 25 km/h tutto si spegne e vi dovrete basare solo sulle vostre forze. La nuova Domane+ SLR viaggia veloce in pianura, infatti, ad alimentazione terminata, il motore non influisce sulla pedalata a tutto vantaggio del vostro divertimento. Il discorso cambia nei percorsi vallonati, quelli in cui il motore immette potenza e qui sarete voi a sceglie una delle tre modalità di assistenza (1, 2 e 3). I primi due livelli sono quelli che personalmente preferisco poiché aiutano, ma in maniera soft. Il livello 3 di assistenza è un vero e proprio turbo ed è sì gustoso, ma è anche quello che mangia più batteria e probabilmente si allontana di più da quanto richiesto dalla maggior parte degli utenti. Però c’è e se volete usarlo per rimanere anche in un gruppo più veloce di voi in salita, sappiate che potrete farlo.

Detto questo, penso che chi compra una bici come questa preferisca dosare il sistema per metterci del proprio, per divertirsi e portare a casa anche giri da 120km com circa 2000 mt di dislivello. Se questo non vi basta, vi suggerisco di aggiungere la Range Extender, la batteria aggiuntiva da 160Wh che arriva ad aumentare l’autonomia del 44%.

Bilanciamento dei pesi esemplare, è una bici tradizionale

Il motore e la batteria ci sono, ma lei si guida in maniera tradizionale. In discesa resta precisa, stabile e ben bilanciata, mentre in salita, una volta trovata la corretta posizione in sella, vi sorprenderà per la comodità che offre anche nei momenti di maggior sforzo. I comandi che trovate accanto alle leve sul manubrio vi permettono di regolare tutto mentre pedalate senza dover utilizzare i tasti presenti sul display posto sul tubo orizzontale. Comunque, il display integrato da due pollici resta ben leggibile e se desiderate personalizzare l’erogazione sappiate che potrete farlo tramite l’App Trek Central (a dire il vero potrete farlo anche con l’app TQ). A mio parere, quanto proposto dalle tre mappature basta e avanza ed è decisamente programmato a dovere. A rendere ancora più naturale la pedalata ci pensa un Fattore Q minimo (distanza tra l’esterno di una pedivella e l’esterno di quella opposta) e una silenziosità del motore fuori dal comune. Con un peso di 1800 grammi il motore HPR50 posto sul movimento centrale permette una distribuzione dei pesi esemplare, una configurazione che preferisco nettamente rispetto a quanto offerto dai motori inseriti sui mozzi posteriori.

Montaggio adeguato, grande affidabilità

La Domane+ SLR 6 che ho provato per voi è montata con un affidabilissimo gruppo Shimano 105 Di2 con corone da 50/34 e pacco pignoni 11/34, abbastanza per non rimanere mai fermi in salita. Le ruote in carbonio Aeolus Pro 37 montate con pneumatici Bontrager R3 Hard-Case Lite sono decisamente robuste, leggere e scorrevoli. La sella Bontrager Verse Short Elite è decisamente comoda mentre il resto della componentistica è scelta come sempre in casa Bontrager. Il peso della bici completa supera di pochissimo 12,5 kg pedali compresi, un valore decisamente interessante se si pensa alla polivalenza offerta da questa moderna e-road.

Come va? Chi la troverà irresistibile?

Partiamo dal gruppo, un 105 Di2 che gira con una precisione incredibile, tanto da farvi venire più di un dubbio se fare un upgrade verso un Ultegra o un Dura-Ace Di2. Il motore HPR50 si inserisce nella vostra pedalata con una discrezione assoluta tanto da non farvi percepire cosa possa essere cambiato nella vostra spinta sui pedali, ma lui c’è e ve ne potete rendere conto bene se la strada comincia a salire. Dimenticatevi il calcio nel sedere tipico di coppie che arrivano a 90Nm, qui tutto è fluido, pacifico e assai redditizio in termini di consumi. Se Trek voleva creare un mezzo per far abbracciare l’elettrico ad una più ampia fetta di appassionati, per quanto mi riguarda la missione è già riuscita. I primi due livelli di assistenza sono semplicemente perfetti, con un terzo livello che potrete utilizzare per cercare di spingervi oltre i vostri limiti…anche se non penso che un atteggiamento simile rispecchi le volontà di Trek. Superati i 25km/h il motore molla e da 26km/h in su tutto dipende dalle vostre gambe.

La nuova Domane+ SLR non è una bici da sparo, è un mezzo a pedalata assistita che allungherà il raggio della vostra azione sul territorio facendovi realmente divertire in sella. Mi sono permesso anche un po’ di sterrato, un terreno su cui questa Domane + SLR può ben figurare, grazie anche a IsoSpeed. Non servono chilometri e chilometri per creare un buon feeling, la bici si guida davvero bene con una confidenza che è immediata, anche a livello di frenata (i rotori da 160mm sono adeguati). Sinceramente non penso che il peso di 12,6 kg diventi un problema e lo ripeto, il merito di tanta facilità nella guida deriva da un perfetto bilanciamento dei pesi. Sul display potrete leggere il wattaggio aggiunto dal motore e quello applicato da voi, la velocità, l’autonomia residua e la velocità media. Per questo allestimento dovrete spendere 8.999,00€, un prezzo elevato che però si rapporta in maniera bilanciata a quello del modello muscolare. Qui trovate comunque i vari allestimenti messi a punto da Trek. Chi comprerà la nuova Domane+ SLR ? Semplice, tutti quelli che hanno trovato le e-road prodotte fino ad ora un po’ troppo ingombranti e potenti…

www.trekbikes.com

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Se avete il chiodo fisso per le esplorazioni e i viaggi in bici e cercate capi di un determinato valore che sappiano tirarvi fuori da ogni imprevisto, la nuova Men’s...

Oggi grazie ad Alessandro, il meccanico di Joule, il negozio di Giussano dotato anche di un ottimo e-commerce, faremo chiarezza su come regolare la lunghezza della catena nelle trasmissioni ad...

Assos ha siglato un accordo pluriennale per diventare partner e fornitore di abbigliamento tecnico da ciclismo per il Tudor Pro Cycling Team. La formazione di Fabian Cancellara, ex pro tanto...

Non poteva esserci modo migliore per cominciare la stagione, infatti, è con grande entusiasmo che FSA riprende la prima vittoria tra i professionisti del nuovo gruppo K-FORCE WE12s, un successo...

Sia chiaro, che l’universo femminile si appassioni sempre più alla bici non è solo una buona notizia, è una splendida notizia! Basta guardarsi in giro, le donne sui pedali sono...

Il Team Corratec, appena approdato tra le formazioni Professional, ha iniziato molto bene la stagione alla Vuelta a San Juan ed è proprio German Nicolas Tivani, velocista argentino, ad aver...

Se è vero che nelle competizioni la differenza tra un vincitore e il primo dei perdenti può dipendere anche da pochi secondi, è vero anche che alcuni prodotti vengono attentamente...

Garmin ha annunciato ufficialmente le oltre 20 squadre di ciclismo professionistico che sponsorizzerà per la stagione 2023. Utilizzando i prodotti Garmin per competere ai massimi livelli, i team avranno il pregio di rappresentare il brand nelle gare...

La giacca Finisseur Pro Gravel è il classico capo trasversale, quello che sfrutterete alla grandissima nel gravel ma anche in altri momenti passati all’aperto. Per molti potrebbe non essere così,...

La nuova Wilier Granturismo SLR ha vinto il premio Design & Innovation award 2023 per la categoria strada. Il Design & Innovation Award (DI.A) è molto più di una semplice onorificenza. È...

Le nuove Dual Sport di Trek - specialmente i modelli 1, 2 e 3 - montano forcelle rigide, spiccano per leggerezza e polivalenza grazie a telai semplici ed affidabili abbinati a ruote da...

Probabilmente siete tra quei ciclisti che hanno sempre un gran freddo alle mani e per anni ha non investito denaro nell’acquisto di guanti che promettevano molto calore dietro a forme...

Una delle tante cose belle portate dal crescente movimento gravel riguarda la rottura degli schemi a livello estetico, una grande apertura fatta sopratutto di nuovi colori che in questo caso...

La notizia che gli appassionati dell’innovativo marchio ligure stavano aspettando è realtà, il nuovo configuratore Exept è online! Direttamente online potremo selezionare lo schema colore che preferiamo, scegliere tra le...

La rivoluzionaria gamma di e-bike e-Omnia, pensata per soddisfare le esigenze di ogni tipologia di ciclista, si presenta nel 2023 con tre nuove colorazioni per i modelli C-Type...

Se il CX è la vostra passione e cercate ruote estremamente polivalenti, veloci e leggere vi consiglio tre modelli prodotti da URSUS, tutti sfruttati alla grande anche da Team Selle...

Giro Sport Design annuncia oggi il lancio del casco Aries Spherical™, un prodotto decisamente innovativo che si posiziona al primo posto nella classifica realizzata dall’Università Virginia Tech, una laboratorio indipendente...

Anche per il 2023 Nalini prosegue la sua collaborazione a fianco del Team DSM, con l’obiettivo di produrre capi sempre più mirati e orientati alle prestazioni della squadra olandese UCI...

Astana Qazaqstan Team e Limar pronti per la nuova stagione 2023! Gli atleti sono già impegnati nel Santos Tour Down Under, la prima corsa a tappe del calendario UCI World Tour in corso fino...

E' stata presentata quest'oggi la nuova maglia da gara del Team corratec che rinnova colori e design per questa prima stagione tra gli UCI Pro Team. Non cambia il fornitore...

Lo so, le previsioni meteo raccontano che nelle prossime tre settimane avremo a che fare con il freddo, ma a dirla tutta, non sarebbe la prassi? Normalità o no, con...

Il nuovo Team femminile UCI WorldTour ISRAEL PREMIER-TECH ROLAND ha scelto di pedalare con LIMAR! Il debutto di stagione è avvenuto al Santos Tour Down in Australia, dove le atlete hanno indossato il casco Limar AIR ATLAS nella bellissima...

Se cercate un fanale posteriore che aggiunga sicurezza ad ogni vostra uscita su strada, SEEMEE 508 di Magicshine, marchio distribuito da Ciclo Promo Components, è un prodotto che dovete tenere...

Uno degli esercizi fondamentali per l’allenamento della forza degli arti inferiori è lo squat. Tuttavia, diverse modalità di questo esercizio potrebbero portare a risultati diversi. Federico Donghi, responsabile del...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




La giacca Finisseur Pro Gravel è il classico capo trasversale, quello che sfrutterete alla grandissima nel gravel ma anche in...
Lo so, le previsioni meteo raccontano che nelle prossime tre settimane avremo a che fare con il freddo, ma a...
di Giorgio Perugini
Se siete freddolosi sappiate che con queste scarpe e un bel completo invernale non avrete più scuse per lamentarvi! Ecco...
di Giorgio Perugini
Lo strato isolante Polartec® Alpha® Direct è probabilmente l’elemento che ha rivoluzionato il modo di costruire le giacche dedicate al...
di Giorgio Perugini
Le mani calde sono una priorità in questi giorni freddi, quindi investire in un bel paio di guanti resta sempre...
di Giorgio Perugini
Probabilmente la Johdah Targa di Assos è la giacca sportiva invernale più completa di sempre per l’azienda svizzera, un capo...
di Giorgio Perugini
I tempi cambiano e i desideri degli stradisti orientati alle bici elettriche pare siano arrivati alle orecchie di chi le...
di Giorgio Perugini
Chi pedala per necessità in città lo sa bene, freddo e pioggia possono diventare una vera noia da affrontare negli...
di Giorgio Perugini
LOOK svela oggi la nuova 765 Optimum, l’ultima bici dedicata all’endurance che farà felici una larghissima fetta di appassionati. La...
di Giorgio Perugini
Chi pratica ciclismo e si allena duramente anche in inverno lo sa bene, quando si fatica servono capi dinamici in...
di Giorgio Perugini
Non tutti possono avere molte bici a propria disposizione, né è assolutamente detto che questo sia un desiderio condiviso dai...
di Giorgio Perugini
MAAP crede nel gravel e non lo nasconde, infatti, il marchio australiano possiede probabilmente una delle linee prodotto più ampie...
di Giorgio Perugini
I capi giusti per il gravel devono essere comodi e resistenti, meglio ancora se dotati di un ottimo pacchetto tecnico...
di Giorgio Perugini
La maglia ultraleggera è un must per l’estate, questo è certo, ma la maglia Clima di Q36.5® costruita con la...
di Giorgio Perugini
Nati per lo sterrato nelle declinazioni più leggere e avventurose, gli occhiali Norvik sono una delle ultime novità di 100%...
di Giorgio Perugini
Corsa N.EXT, l’ultimo arrivato nella grande famiglia Corsa di Vittoria, va ad inserirsi all’apice della categoria Competition, categoria compresa tra...
di Giorgio Perugini
Leggerissima, più resistente alle forature e completamente riciclabile. Cosa desiderare di più? Ecco a voi la nuova camera d’aria Ultra...
di Giorgio Perugini
È un vero piacere vedere un marchio italiano produrre la famosa maglia Gialla, l’emblema del Tour de France che rappresenta...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155
Pubblicità | Redazione | Privacy Policy | Cookie Policy | Contattaci

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy