I PIU' LETTI
ITALIA. Il segreto? È l'alimentazione
dalla Redazione | 26/09/2015 | 08:21

Frutta secca, cibi con basso carico glicemico, materie prime rigorosamente “made in Italy” ed un integratore innovativo a base di flavonoli che potrebbe fare la differenza. Queste le linee-guida della dieta mondiale confezionata dal faentino Iader Fabbri, il consulente tecnico nutrizionale della Nazionale Italiana di Ciclismo che, nel prossimo weekend, a Richmond, darà l'assalto alla maglia iridata. Prima della partenza per gli States, gli abbiamo rivolto qualche domanda per capire cosa mangeranno i nostri corridori durante la rassegna in Virginia.
 
Dottor Fabbri, lei è alla sua seconda esperienza mondiale con la nazionale italiana di ciclismo. Rispetto ad un anno fa, sul piano della cultura dell'alimentazione, che cosa è cambiato in seno alla Federazione Italiana?
"Direi tanto e, per fortuna, in meglio. Certo, c'è ancora molto da fare perché si può sempre migliorare, ma sicuramente stiamo andando verso la direzione giusta. Rispetto ad un anno fa, l'ambiente della Federazione azzurra, ma direi di tutto il ciclismo italiano, è diventato molto più sensibile e ricettivo nei confronti dell'alimentazione applicata allo sport. L'intero movimento, anche sulla scorta delle esperienze positive introdotte in particolare dai team anglosassoni, ha ormai compreso l'importanza dell'aspetto nutrizionale per il miglioramento della performance. E, in questo senso, va dato atto al commissario tecnico Davide Cassani e all'equipe medica della Federazione di essere stati, ancora una volta, precursori".

Perché, nel 2015, è così difficile far attecchire la cultura del "mangiar sano"?
"In realtà, come dicevo, in questi ultimi anni sono stati fatti progressi significativi. Il mio lavoro con la Federazione, in tal senso, è molto importante perché incide in maniera positiva sull'attività agonistica degli atleti azzurri, ma anche per i riflessi preziosi che può avere sull'attività giovanile, un ambito che dev'essere considerato prioritario. La cultura di un'alimentazione corretta, infatti, non è solo importante per gli atleti, ma anche e soprattutto per i giovani di questa generazione, sui quali incombe minaccioso il dilagante fenomeno dell'obesità".

Qual è nel ritiro azzurro il suo rapporto con gli atleti?
"In Nazionale ci sono corridori che già assisto come consulente tecnico durante l'intera stagione. Con loro è semplice lavorare perché hanno già assimilato gran parte delle mie idee e del mio metodo e dunque, in virtù di un rapporto fiduciario, le "resistenze" sono minime e la sintonia pressoché totale".

E con quelli che vede, per la prima volta, solo in ritiro?
"Qui il discorso è più complesso, perché questi corridori ragionano ovviamente in base agli schemi che hanno assimilato dai team per i quali corrono tutto l'anno che, a volte, possono anche divergere dal mio 'credo' e dalle mie metodologie. A loro, in perfetta sintonia con l'equipe medica, offro soprattutto un servizio di supporto per cercare di non snaturare radicalmente le loro abitudini alimentari. Allo stesso tempo, però, cerchiamo di creare i presupposti per una 'cultura dell'alimentazione' legata alle performance, motivando le eventuali scelte e discutendone sempre assieme.

Sul piano alimentare, come si gestisce un atleta ad una settimana dai mondiali?
"Nella cosidetta 'fase di scarico' è importante soprattutto non acquisire peso né liquidi in eccesso. Agli azzurri abbiamo dato cibi ricchi di proteine nobili di alta qualità con carboidrati a medio-basso carico glicemico".

Lei, in particolare, è un sostenitore della frutta secca oleosa…
"In base alle mie ricerche è un alimento prezioso per gli atleti perché contiene acidi grassi essenziali e poli-insaturi. La frutta secca è saziante, ricca di fibre, fornisce un apporto energetico importante ma, soprattutto, non aumenta la glicemia e neppure l'insulinemia".

Il fuso orario (sei ore di differenza da Richmond all'Italia) può essere un problema?
"E' un fattore che, ovviamente, abbiamo preso in considerazione. Anche sul piano nutrizionale, il metabolismo degli atleti deve abituarsi gradualmente al nuovo fuso, per questo, già dal periodo di preparazione in Italia, abbiamo modificato gli orari dei pasti, posticipandoli con gradualità".

L'approvvigionamento energetico in gara viene calibrato anche in base alle caratteristiche del tracciato?
"Certo, il percorso è una variabile importante, così come lo saranno le condizioni climatiche che possono cambiare, anche sensibilmente, le esigenze nutrizionali degli atleti in gara. Abbiamo pianificato tutte i possibili scenari e, dunque, da questo punto di vista, non ci faremo trovare impreparati".

Qualche novità che utilizzerete negli States?
"Un integratore alimentare a base di cacao e ricco di flavonoli. Si tratta di un prodotto testato scientificamente che, applicato allo sport, ha dato eccellenti riscontri perché migliora la fluidità sanguigna e garantisce così, nel massimo sforzo, un risparmio di ossigeno.

Cosa mangeranno i nostri azzurri a Richmond?
"Sicuramente pietanze di grande qualità, visto che molte materie prime le porteremo direttamente dall'Italia. In generale, il menù del mondiale sarà, nell'impostazione base, uguale per tutti anche se, di concerto con il nostro chef, ho cercato di variare il più possibile l'offerta di piatti per intercettare i gusti di ogni atleta. E' chiaro poi che ciascun corridore ha delle esigenze più specifiche che andremo ad assecondare, ma sempre nel rigoroso rispetto di un regime nutrizionale ottimale".

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Sono 11.000 i cicloamatori iscritti all’edizione della Nove Colli che si correrà il 26 settembre, una partecipazione che va oltre ogni più rosea aspettativa. L’adesione e la conferma delle iscrizioni...

Saranno diversi gli eventi collegati alla 3ª Granfondo Michele Scarponi - Strade Imbrecciate, che domenica 26 settembre sarà organizzata dal Gc Michele Scarponi, in collaborazione con l’ASD Waypoint Filottrano. L'evento...

Le nuove pulegge oversize di absoluteBLACK® hanno il piglio tecnologico giusto per stabilire nuovi standard in termini di prestazioni e sfoggiano un design avveniristico e aerodinamico come mai prima d’ora...

Le Olimpiadi sono il più importante evento sportivo al mondo, atteso dagli atleti per poter realizzare un sogno maturato per anni. Inseguire la gloria di una medaglia olimpica richiede talento,...

Possiamo dirlo con grande sicurezza, anche perché in queste pagine non abbiamo mai sottovalutato la potenzialità del gravel, .Siamo nel 2021 e nonostante lo tsunami portato dalla pandemia, le bici...

Dal 16 al 19 luglio varie squadre di appassionati provenienti da diverse nazioni europee hanno percorso i sentieri di Carosello 3000 per partecipare alla grande caccia al tesoro in mountain-bike...

Italian Bike Festival, la più importante manifestazione italiana dedicata all’universo della bicicletta e ai suoi appassionati, ritroverà finalmente uno dei suoi storici contenuti dedicati al cicloturismo.In occasione della IV edizione...

Domenica Primo Maggio 2022 va segnata sul calendario con tre parole: Gran Fondo Liotto. Appuntamento quindi con la 22° edizione della manifestazione vicentina che celebrerà la passione per il bel ciclismo...

Difficilmente ho visto un Tour the France volato via più velocemente di questo, un tour che ci ha riservato imprevisti e tante sorprese, ma anche una spietata verità, il buon...

L’anno scorso era mancata l’ondata di cicloamatori sulle strade trevigiane per la storica Granfondo Pinarello. Quest’anno, però, il prestigioso appuntamento è tornato in grande stile per la 24esima edizione, aprendo,...

Colnago è lieta di presentare la V3Rs Capsule Collection, ispirata ai successi del fuoriclasse sloveno della UAE Team Emirates, vincitore delle ultime due edizioni del Tour de France. Le tre...

Eh già, lo ha fatto di nuovo! Tadej Pogcar ha sbaragliato la concorrenza infliggendo distacchi abissali ai suoi inseguitori e si è portato a casa il suo secondo Tour de...

Sembra che POC abbia cavalcato alla perfezione la moda degli ultimi tempi mettendo a punto l’occhiale Devour, moda che premia le dimensioni extralarge delle lenti. Tutto questo permette agli occhiali...

Per la 18esima volta, un corridore gommato Vittoria vince la gara a tappe più importante al mondo. Anche quest’anno, gli pneumatici in cotone Corsa hanno portato Tadej Pogacar e...

Nova Eroica Buonconvento, ovvero emozioni a pedali in un territorio che ad ogni curva regala una cartolina da sogno. Un evento che si rinnova, che cambia scenografia e arricchisce chi...

Il TeaM femminile tedesco UCI Ceratizit WNT Pro Cycling ha stretto un’importante partnership con CORE Body Temperature Monitoring, un’azienda svizzera che ha messo a punto un dispositivo da agganciare alla...

Lo so, la prima domanda che vi state facendo è: reggerà? Ebbene sì e con una forza incredibile. Questo è stato anche il mio primo dubbio, del resto, per affidare...

Domenica 25 luglio si corre a Corte Franca (BS) il Campionato Nazionale CSI di Mountain Bike, specialità Cross Country (XC). Metodo classico, il percorso di gara, nervoso, non duro, frizzantino,...

Iconici, essenziali e apprezzatissimi da un esercito di appassionati che rivedono in questi occhiali il mito, il ciclismo dei campioni che ha scritto pagine e pagine di storia moderna. Alba...

Il primo semestre del 2021 conferma la crescita delle due ruote elettriche. Dopo l’ottima performance del mercato nel 2020, che ha fatto segnare un +84, 5% nei dati di vendita...

Sarà un fine settimana di forti emozioni e divertimento quello che attende Bianchi dal 16 al 18 luglio 2021 al fianco di NOVA Eroica, l’evento gravel in puro stile Eroica....

Numeri da capogiro sul web, una attenzione mediatica senza precedenti, e il ritorno del pubblico a bordo pista in Val Casies e nel gran finale di La Thuile....

La Granfondo Internazionale Felice Gimondi Bianchi è pronta a tornare in calendario, per un appuntamento che tutti gli amanti delle due ruote attendono con trepidazione. La data prescelta dall’organizzazione per la 24a edizione è...

Officine Mattio è una realtà vincente del panorama ciclistico e imprenditoriale italiano, ha sede a Cuneo, città incastonata tra le Alpi e il mare, nel nord-ovest d’Italia. Abbreviata in...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




Iconici, essenziali e apprezzatissimi da un esercito di appassionati che rivedono in questi occhiali il mito, il ciclismo dei campioni...
di Giorgio Perugini
Il calzino è un capo che spesso può fare una grande differenza, soprattutto  se indossiamo scarpe con suola in carbonio....
di Giorgio Perugini
Per ottimizzare un capo occorre togliere? Per rendere migliore lo stesso capo potrebbe essere utile semplificare e ridurre al minimo...
di Giorgio Perugini
L’alluminio non passa mai di moda e la riprova sono le ruote Miche Graff SP destinate alle gravel, un set...
di Giorgio Perugini
Leggerezza, ventilazione e aerodinamicità, come fare a trovare il giusto equilibrio in un completo da bici? Non è una cosa...
di Giorgio Perugini
Alé è un brand italiano che non ha bisogno di molte presentazioni, del resto si tratta di un marchio che...
di Giorgio Perugini
In questo ultimo anno abbiamo potuto tutti constatare quanto sia cresciuto il fenomeno gravel, un nuovo trend che ha confermato...
di Giorgio Perugini
La rivoluzione OCLV 800 Series abbraccia anche la gamma Madone esaltandone reattività e leggerezza, una dieta dimagrante per questo telaio...
di Giorgio Perugini
Il mercato delle e-bike corre veloce, un incremento davvero positivo che ha dimostrato quanto i nostri consumatori fossero in realtà...
di Giorgio Perugini
Finisseur, marchio prodotto da Deporvillage, azienda leader della vendita online per articoli sportivi, ha recentemente lanciato la propria collezione primavera-estate,...
di Giorgio Perugini
Si fa presto a dire pronto gara, infatti, questo è uno spot troppo spesso abusato. In casa Assos non si...
di Giorgio Perugini
Il casco Helios™ Spherical MIPS® è stato una delle ultime novità di Giro ed è un modello leggero e incredibilmente...
di Giorgio Perugini
Selle Italia ha pensato bene di proporre il nuovissimo modello Flite anche in versione Gravel e vi dirò, operazione riuscita...
di Giorgio Perugini
È davvero difficile raccontarvi se un gruppo è migliore di un altro, del resto, comprenderete quante siano le differenze tra...
di Giorgio Perugini
I generi esistono ancora? Si direbbe di sì per quanto riguarda la tipologia di telaio, in effetti, esiste quello aero,...
di Giorgio Perugini
23 grammi vi sembrano tanti? Io sono certo che siano pochissimi e racchiudere tanta tecnologia in un peso così contenuto...
di Pietro Illarietti
Si chiama Revolution e suona tanto di reazionario, ma in realtà si tratta di una bicicletta che va addomesticata e...
di Pietro illarietti
Si chiama Eclipse, un nome suggestivo, che significa eclisse. Una novità di casa Somec, azienda italianissima di Lugo di...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy