I PIU' LETTI
INTERNAZIONALI. LARS FORSTER E JOLANDA NEFF A SEGNO AD ANDORA
dalla Redazione | 07/03/2021 | 17:07

Il grande Cross Country, la disciplina olimpica della Mountain Bike, è finalmente tornata in Italia. Quasi 20 mesi dopo lo spettacolare round di Coppa del Mondo in Val di Sole, Domenica 7 Marzo ad Andora Race Cup la prima tappa di Internazionali d'Italia Series ha riportato nel nostro Paese un campo partenti di assoluto prestigio, tanto che in molti hanno parlato dell’appuntamento ligure come di un vero e proprio antipasto di Coppa del Mondo.

L’evento organizzato da ASD Andora Race con la consulenza di Mirko Celestino ha offerto il giusto mix di tecnica e dislivello (170 mt) sui 4.200 metri dell’anello immerso nella macchia mediterranea, a poche centinaia di metri dal lungomare. Molti fra i più forti atleti al mondo hanno trovato il sole e temperature miti ad attenderli in uno dei primissimi banchi di prova della stagione, con in palio punti preziosi per la qualificazione per i Giochi Olimpici di Tokyo.

Le gare Open hanno premiato due atleti svizzeri, l’ex Campione Europeo Lars Forster (Scott-SRAM), e Jolanda Neff (Trek Factory Racing), già Campionessa del Mondo, che in Liguria hanno trovato le loro prime gioie stagionali.

OPEN UOMINI: LARS FORSTER EMERGE DAL GRUPPO

L’apertura di Internazionali d’Italia Series ha offerto una gara Uomini Open fra le più aperte ed incerte nella storia recente del circuito. Fin dalla partenza, la gara è sempre stata condotta da un gruppo di una decina di atleti, con frequenti rivolgimenti di fronte e tutti i più forti protagonisti in lizza per le prime posizioni: dal campione del Mondo Sarrou a Forster, da Carod a Koretzky fino agli italiani Kerschbaumere Braidot – quest’ultimo fino ad una foratura che ne ha guastato i piani – e al giovane Simone Avondetto. 

A risolvere la situazione è stata un’iniziativa di Lars Forster (Scott-Sram) in chiusura del penultimo giro, dopo che già in precedenza aveva tentato un allungo senza esito. Questa volta nessuno è riuscito a tenere il suo passo, con Victor Koretzky e Milan Vader (entrambi KMC-Orbea) a cercare un ultimo ricongiungimento, guardati a vista da Gerhard Kerschbaumer (Specialized).

Il finale è un assolo di Forster, che veste la maglia di leader migliorando uno score davvero impressionante quando si parla di Internazionali d’Italia: per l’ex campione d’Europa si tratta del terzo successo (dopo Montichiari 2016 e San Marino 2019) in sole quattro partecipazioni in gara.

“Vincere così al mio debutto stagionale è fantastico" – ha affermato Forster. “La gara è stata velocissima, ma tatticamente si è sviluppata proprio come speravo. Dopo aver cercato una prima accelerazione per capire come stessero gli altri, mi sono mosso al coperto cercando di risparmiare per il finale. L’Italia ed Andora ci hanno offerto questo bellissimo inizio di stagione, in una gara tecnicamente bella e ben organizzata: speriamo di continuare su questo passo.”

Alle spalle di Forster si sono classificati Victor Koretzky (+ 0.11), Milan Vader (+ 0.14), David Valero (BH-Templo, + 0.15) e Gerhard Kerschbaumer (+ 0.16), quinto e migliore degli italiani.

“È stata una corsa molto tattica, con tutti questi atleti davanti oggi non servivano solo le gambe.” ha esordito l’altoatesino. “La gara di oggi era praticamente una Coppa del Mondo, e per questo sono contentissimo del risultato. Mi impressiona pensare come, al di fuori della Coppa, qualche anno fa gare di questo livello si trovassero solo in Svizzera. Bisogna fare un plauso a chi organizza, soprattutto in questi tempi difficili, perché eventi di questo tipo fanno bene a tutto il nostro movimento, e penso soprattutto ai più giovani.”

OPEN DONNE: NEFF DA' SPETTACOLO, SORPRESA MITTERWALLNER

Non mancavano certo le pretendenti per la prima maglia di leader firmata GSG nella prova Open Donne, e a vestirla è stata una delle atlete più attese e amate del circuito. La svizzera Jolanda Neff (Trek Factory Racing) si è presa la prima vittoria stagionale con una prestazione di grande brillantezza, riscattando un avvio che l’aveva vista perdere il passo dalle prime leader della gara.

Jolanda Neff

In partenza, infatti, il primo allungo era stato firmato da Lena Gerault (VCA Anjos Asterion), Sina Frei(Specialized), Anne Terpstra (Ghost), Martina Berta e Greta Seiwald (entrambe SantaCruz-FSA). A condurre l’inseguimento in questa prima fase era stata l’iridata Pauline Ferrand-Prévot (Absolute Absalon), che però successivamente non è riuscita a trovare il passo migliore, concludendo con un anonimo 16° posto.

Già dalla seconda tornata, tuttavia, Jolanda Neff mostrava di aver trovato il colpo di pedale giusto, riportandosi in scia alle prime per poi accelerare nella terza, con quello che si sarebbe rivelato l’allungo decisivo.

Alle sue spalle, tuttavia, si consumava una rimonta ancora più impressionante e inattesa: transitata 17ma dopo la prima tornata l’austriaca Mona Mitterwallner, classe 2002, Campionessa del Mondo in carica di categoria Junior, si conservava giro dopo giro sempre sotto il minuto di ritardo dalla testa della corsa, recuperando posizioni su posizioni e, infine, andando ad erodere persino il vantaggio di Jolanda Neff: il secondo posto è suo, ad appena 37 secondi dalla campionessa svizzera, così come la maglia di miglior Under 23 ed un futuro tutto da scrivere.

Terzo posto a 43 secondi per un’ottima Anne Terpstra, seguita da Sina Frei (+0.56) e la migliore delle italiane, la vincitrice di Andora 2019 Martina Berta. 27a piazza per la ligure Francesca Saccu.

“È splendido arrivare al successo così presto in stagione,” ha dichiarato Neff, “in realtà in partenza avrei voluto cercare di stare subito con le prime, ma ho trovato buone sensazioni sul tracciato e con esse il passo per fare la differenza. Non ero mai stata a gareggiare ad Andora, ho trovato un percorso divertente, molto naturale, ed è stato un piacere tornare a correre qui in Italia dopo oltre un anno e mezzo. Speriamo che presto possiamo ritrovare anche il calore dei tifosi, anche in vista dei Mondiali in Val di Sole.”

JUNIOR: FESTA PER BOICHIS E CORTINOVIS

Era il nome più atteso nella categoria Junior Uomini, ed Adrien Boichis non ha deluso. Il francese della Passion VTT Venelles ha imposto la sua legge sul tracciato di Andora Race Cup, presentandosi da solo sul traguardo nella categoria Junior Uomini, che ha aperto alle 9:00 il programma della prima prova di Internazionali d’Italia Series sotto il sole della Riviera Ligure. 

Boichis è stato protagonista fin dalle primissime battute, tentando un allungo nelle fasi iniziali prima del ritorno di due atleti, il suo compagno di squadra Axel Pourriere ed il campione italiano di categoria, il ligure Matteo Siffredi (Scott Libarna XCO), ulteriormente motivato dall’opportunità di gareggiare in casa. Boichis ha poi rotto gli indugi nel quarto e ultimo giro, involandosi solitario verso il successo con 19 secondi sul connazionale Pourriere e 1.12 su Siffredi, comunque soddisfatto della sua prestazione: “Un piazzamento che vale, in una gara di alto livello.”

Reduce da un buon avvio di stagione, Sara Cortinovis (Four Es Racing Team) si è presa la soddisfazione di prevalere nella categoria Junior Donne, al termine di un duello con Noelle Rüeschi (Nazionale Svizzera) risoltosi solo allo sprint sulla retta conclusiva. Terzo posto a 21 secondi per la valdostana Giulia Challancin (Scott Libarna XCO).

STASERA GLI HIGHLIGHT SU FACEBOOK, PROSSIMA TAPPA: ISOLA D’ELBA

Al di là del dato sportivo, tuttavia, il messaggio che parte forte e chiaro da Andora è quello di uno sport, la Mountain Bike ed il Cross Country in particolare, che ha una gran voglia di ritrovare i suoi spazi e la sua normalità, in attesa di poter riabbracciare il proprio pubblico. Lo spettacolo di Andora, da rivivere Domenica sera alle 20:00 sulla pagina Facebook di Internazionali d’Italia Series e Martedì 9 Marzoalle 21:30 su Bike Channel, è il lancio perfetto di una stagione italiana di altissimo livello, fra gli appuntamenti di Internazionali d’Italia Series ed il Mondiale MTB in Val di Sole dal 25 al 29 Agosto prossimi.

Internazionali d’Italia Series si prepara ora ad imbarcarsi per l’Isola d’Elba, dove fra meno di un mese (5 Aprile) la Capoliveri Legend XCO illuminerà il giorno di Pasquetta, con un altro parterre de roi ad offrire un grande spettacolo.

IL CALENDARIO DI INTERNAZIONALI D'ITALIA SERIES 2021

Stage 1 - Andora Race Cup - 7 Marzo

Stage 2 - Capoliveri Legend XCO - 5 Aprile

Stage 3 - Marlene Sudtirol Sunshine Race - 10-11 Aprile

Stage 4 - Valle di Casies - 2 Giugno

Stage 5 - La Thuile MTB Race - 26-27 Giugno

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
In origine fu il primo impianto integrato nel modello elettrico di punta della collezione Bianchi, l’avveniristico e-SUV nel 2019, un modello spaziale sotto ogni aspetto, tradizione che oggi continua con...

Tra due mesi si svolgerà la seconda edizione della BERGHEM#molamia, evento cicloamatoriale in programma domenica 13 giugno 2021, a Gazzaniga, in Valle Seriana. La BERGHEM#molamia vuole far scoprire il benessere...

Che l’Appennino emiliano-romagnolo fosse il cuore pulsante di Appenninica MTB Stage Race lo si era capito già dal nome, ma a ribadire questo legame profondo da oggi c’è anche un...

È stata inaugurata oggi la Ciclovia del Sole sull’ex ferrovia Bologna-Verona da Mirandola (Tramuschio) a Sala Bolognese (Osteria Nuova): 46 km realizzati in due anni dalla Città metropolitana di Bologna...

Topeak, marchio distribuito in Italia da Ciclo Promo Components, ha in catalogo oggetti meravigliosi e praticissimi ed uno dei miei preferiti è il mini utensile Mini 20 PRO, un pezzo...

Briko®, storico brand italiano di attrezzatura e accessori sportivi, ha da sempre progettato i propri prodotti lavorando su performance e tecnologia, con particolare attenzione alla sicurezza dei propri atleti e...

Una simpatica iniziativa lanciata dai gemelli Enzo e Maurizio Giustozzi, organizzatori della Gf dei Sibillini, in accordo con Sonia Roscioli, coordinatrice del Marche Marathon - Ciclo Promo Components - Trofeo Namedsport. Tra tutti quelli che,...

Martedì 13 aprile un grande evento per inaugurare la Ciclovia del Sole sull’ex ferrovia Bologna-Verona. Per rispettare le misure anti-Covid sarà senza pubblico ma trasmesso in diretta su social, web...

Xenia Materials è un’azienda italiana con sede a Vicenza diventata famosa per la sua capacità di ingegnerizzare e produrre materiali innovativi a base polimerica per l’applicazione nei settori più avanzati. L’azienda...

La Bottega di Alcide è un laboratorio artigianale che si avvale della Stampa 3D per realizzare le sue idee e Alcide Pece è il creativo che produce Climb3D, un prodotto...

La parentesi primaverile riservata agli Under 23 ha portato una ventata di novità all'interno della Work Service Marchiol Vega: oltre alle buone prestazioni offerte dai ragazzi diretti da Mirco Lorenzetto,...

Grazie al miglioramento della situazione legata al Covid e il conseguente passaggio in zona arancione della Liguria, si apre la possibilità di potere portare in scena la Granfondo Diano Marina,...

La decana della MTB Italiana ha vissuto sabato 10 aprile 2021 la giornata più importante e prestigiosa della sua storia. Da 20 anni, Nalles e il Marlene Südtirol...

Il gilet è per antonomasia un capo passepartout, ma in questo caso Assos si è superata rendendolo adatto ad ogni stagione con tessuti tecnici e dettagli race. Dura 4...

Con una storia comune iniziata nel 2001, Shimano e Unipublic lavorano insieme da oltre 20 anni per supportare il lavoro di team e ciclisti nelle gare ciclistiche professionistiche. A seguito...

Con l’arrivo della stagione primaverile riprende l'attività agonistica del Gruppo Sportivo Cintellese sodalizio veneziano presieduto dall'ex professionista Gianluca Geremia che in questi giorni si appresta a festeggiare il 34. anno...

Quando scoppia la primavera, si sa, l’Alto Adige diventa una delle terre elette della Mountain Bike. Il Marlene Südtirol Sunshine Race ha tenuto fede al proprio nome regalando agli atleti che domani,...

Il pasto prima della gara è spesso un preciso rituale, rispettoso di piccoli dettagli, eseguito in modo un po’ scaramantico. Ci si muove in precario equilibrio tra la consapevolezza di...

Specifichiamo subito una cosa, i Look Kéo 2 Max Carbon non sono un ripiego rispetto ai più blasonati KéO Blade. Il pedale è leggero, la superficie d’appoggio è più che ampia...

La sensibilità nei confronti della natura cresce giorno dopo giorno in ognuno di noi e gli sportivi forse più di altri hanno a cuore la natura, perché per loro...

Sabato 10 aprile a Nalles andrà in scena un’edizione da record del Marlene Südtirol Sunshine Race. Al via sono attesi i primi 10 del ranking mondiale UCI maschile e uno stuolo di...

In questi giorni si conclude la difficile e tribolata stagione agonistica dello sci, e il comprensorio di Pila (Valle d’Aosta) inizia a pensare alla stagione estiva, con in naturale -...

La grinta incontra lo stile nella nuova collezione Grace di La Passione. Il brand direct-to-consumer lancia quattro nuovi capi disegnati in base alle richieste delle atlete più esigenti. I tessuti...

Gli occhiali da sole Poc Devour puntano tutto su una copertura eccezionale, ma i loro pregi non finiscono qui. La montatura nonostante le dimensioni è ridotta all’osso e le astine...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Il casco Helios™ Spherical MIPS® è stato una delle ultime novità di Giro ed è un modello leggero e incredibilmente...
di Giorgio Perugini
Selle Italia ha pensato bene di proporre il nuovissimo modello Flite anche in versione Gravel e vi dirò, operazione riuscita...
di Giorgio Perugini
È davvero difficile raccontarvi se un gruppo è migliore di un altro, del resto, comprenderete quante siano le differenze tra...
di Giorgio Perugini
I generi esistono ancora? Si direbbe di sì per quanto riguarda la tipologia di telaio, in effetti, esiste quello aero,...
di Giorgio Perugini
23 grammi vi sembrano tanti? Io sono certo che siano pochissimi e racchiudere tanta tecnologia in un peso così contenuto...
di Pietro Illarietti
Si chiama Revolution e suona tanto di reazionario, ma in realtà si tratta di una bicicletta che va addomesticata e...
di Pietro illarietti
Si chiama Eclipse, un nome suggestivo, che significa eclisse. Una novità di casa Somec, azienda italianissima di Lugo di...
di Giorgio Perugini
È veramente difficile trovare ultimamente un marchio oltre a POC che si sia distinto di più per il design dei...
di Pietro Illarietti
Si chiama Aqua Pro Jacket, by Sportful, e nel nome c'è molta dell'essenza di questo capo che si propone...
di Giorgio Perugini
Le abbiamo già conosciute, infatti ve ne ho parlato in occasione della loro presentazione, del resto la speciale edizione Les...
di Giorgio Perugini
Un casco oggi deve rispondere davvero a molti requisiti, inoltre, per molti è diventato un capo/accessorio da abbinare speso a...
di Giorgio Perugini
Se vi piacciono i telai classici e avete il pallino per i prodotti leggeri, con la nuova Pedemonte Aurata RS...
di Giorgio Perugini
È passato un mese abbondante dal lancio della nuova gamma di tubeless prodotti da Pirelli e non ci sono dubbi,...
di Giorgio Perugini
Le Bont Vaypor S sono scarpe dalle altissime prestazioni ed è il motivo principale che le fa preferire da molti...
di Giorgio Perugini
Il casco Ventus 2.0 e gli occhiali Supernova formano un’accoppiata appagante dal punto estetico e interessantissima dal punto di vista...
di Giorgio Perugini
Che Trenta 3K Carbon sia un casco vincente, comodo e sicuro lo dimostrano in ogni occasione gli atleti del UAE...
di Giorgio Perugini
Sutro è un modello iconico e ha dalla sua molte caratteristiche tecniche oltre ad un design che ha spopolato nell’ultimo...
di Giorgio Perugini
Qualità e tecnicità sono due voci che precedono da sempre il marchio Assos e nessun appassionato ne fa mistero, posizionando...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy