I PIU' LETTI
SPORTFUL DOLOMITI RACE, UNA GIORNATA DA RICORDARE
dalla Redazione | 17/06/2019 | 07:48

Per il terzo anno il vicentino Enrico Zen (Team Mobilzen Trek) fa sua la granfondo di Feltre, la più dura di sempre con 5.200 mt di dislivello e 210km dello stesso percorso fatto 15 giorni fa dai prof del Giro d’Italia nella tappa vinta da Pello Bilbao. Gli amatori dopo aver raggiunto passo Croce d’Aune dovevano continuare a salire per 2,7km (con pendenze anche del 13%) e raggiungere la località Le Buse, luogo di arrivo della tappa, per poi scendere dal Col Melon che invece Carapaz e gli altri avevano percorso in salita. Alle spalle di Zen che ha chiuso in 6h52’13” è arrivato dopo 50” il compagno Oscar Tovar Rivera, terzo Stefano Cecchini (Cicli Copparo) che aveva puntato alla vittoria. Per il terzo anno il Croce d’Aune e lo strappo finale di 2km è stato decisivo per l’attacco finale che ha permesso a Zen di conquistare il trofeo più ambito.

Distacchi importanti, invece, in campo femminile dove la tedesca Cristina Rausch (già vincitrice della Maratona dles Dolomites del 2018 e specialista delle ultramarathon cycling) ha fatto gara a sé, tagliando il traguardo dopo 7h33’01” con 30’ di anticipo sulle avversarie, la trentina Jessica Leonardi (Biemme Garda), 8h03’05”, vincitrice del Medio della Sportful Dolomiti Race 2018 e Debora Morri (Team del Capitano) che ha chiuso in 8h10’54”.

Il percorso Gran Fondo era lungo 210km e prevedeva la scalata del Cima Campo, Passo Manghen (Cima Coppi del Giro d’Italia 2019), passo Rolle e passo Croce d’Aune con l’aggiunta del Monte Avena. Arrivo a Feltre in Piazza Maggiore con gli ultimi leggendari 450mt in salita per raggiungere il cuore storico della città. 

In 4.700 si sono iscritti alla granfondo, oltre la metà, malgrado un maggio freddo e piovoso che ha impedito gli allenamenti, hanno scelto il percorso piu duro e lungo. Sul passo Rolle nelle prime ore del pomeriggio le temperature si sono improvvisamente abbassate e la pioggia gelida ha preso il posto del sole splendido di inizio mattina costringendo l’organizzazione a recuperare un 90na di ciclisti infreddoliti.

“Io non parto mai per vincere, 5200mt di dislivello sono tanti e fino all’ultimo è difficile dire chi vincerà, oggi è venuta fuori la mia grinta, questa vittoria è il coronamento di tanti sacrifici e la mia fidanzata lo sa bene. Lavorare e allenarsi non è per niente facile” ha raccontato Zen.

All’attacco del Passo Croce d’Aune sono arrivati in 12, ma la rumba vera è scattata sugli ultimi km del Monte Avena. “Cecchini ha imposto un forcing all’inizio del Croce ed è stato fantastico - ha detto Zen - ma io conosco molto bene quella montagna, l’ho scalata tante volte abitando qua vicino. Sapevo cosa mi aspettava, sapevo che avrei fatto la differenza negli ultimi km del Monte Avena”.

“Questa è la mia ultima Sportful da atleta vero, smetto con le granfondo dopo la Maratona dles Dolomites e farò il turista. Ci sono quattro granfondo che contano in Europa e questa è una di quelle, ma adesso basta” ha detto Cecchini vincitore di qualche edizione fa.

Tra le donne, poco da dire con una Rausch che ha dominato la gara, a Ponte Oltra, all’attacco del Croce d’Aune aveva già 23’ di vantaggio diventati 30’ al traguardo. Una gara in solitaria, con pure il problema che nella discesa del Croce aveva perso una lente a contatto. “Una gara fantastica, mi sono divertita molto”. Le ha fatto eco la Leonardi: “Io ci ho provato ma era davvero una spanna sopra”.

Sul percorso Medio, 140km e 3.250mt di dislivello il passo della Gobbera e Broccon al posto di Manghen e Rolle, si è imposto il faentino Stefano Pagni in 4h19’21” davanti a Sergei Pomoshinikov (tesserato con i Colli Berici Vicenza) che ha chiuso in 4h20’41” e Andrea Pontalto (Team Mobilzen) in 4h21’42”.

E’ arrivata dall’Aquila per conquistare ancora, dopo alcuni anni di assenza, la Sportful Dolomiti Race percorso Medio, Chiara Ciuffini (Team Isolmant) che ha chiuso in 4h58’58” davanti a Nicole Fedele (C-Bike) in 5h07’40” e Monica Bonfanti (Rodman Azimut) in 5h08’07”.

Ravanelli: “Una granfondo da fare per avere un souvenir della vita”

Al via anche i campioni olimpici Paolo Bettini che ha fatto il Medio al campione spagnolo Purito Rodriguez: “Ma il prossimo anno ci sarà ancora il pezzo fino al Monte Avena? Io non torno” ha detto ironico Bettini “correre sulle stesse strade del Giro dopo averlo visto 15 giorni fa qui è stato proprio bello”. Ritirato per crampi a metà Croce d’Aune l’altro olimpico, Cristian Zorzi, cosi come l’olimpico Jury Chechi che nel Medio ha dovuto evitare il Croce d’Aune “Non ero cosi allenato da fare anche l’ultimo passo”. 

Ormai un habitué Manfred Moelgg, lo sciatore alla sua quarta partecipazione. “Fare una granfondo dove è passata la tappa del Giro d’Italia è davvero un’emozione unica. Questa resta una granfondo sempre molto dura e affascinante, poi gli ultimi 2.7km sono davvero duri”

Esordio alla Sportful Dolomiti Race per “penna bianca” Fabrizio Ravanelli, l’ex calciatore della Juventus: “Era la mia prima partecipazione a questa granfondo, il percorso Medio è davvero fantastico, la gara è bellissima, segnalata perfettamente e con personale ovunque. Fantastico trovare l’asfalto in condizioni così perfette. Direi che questa granfondo è da fare per avere un souvenir della vita”. 

Hanno partecipato fermandosi a tutti i ristori e vivendo la granfondo come un vero amatore, senza velleità agonistiche l’ex prof bellunese Alex Turrin e l’attuale prof Lara Vieceli (Wn Rotor). “Quei ristori sembrano dei banchetti, c’era di tutto. Arrivata a Croce d’Aune pensavo di iniziare la discesa e invece ho scoperto che si continuava a salire, 2km non proprio facili”. Ha commentato la Vieceli che in gara ha anche rincorso un ciclista che aveva gettato una carta per terra.

 

Tra le società, vittoria della squadra di casa, Il Pedale Feltrino al via con quasi 100 ciclisti.

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Mentre in Italia si sta incentivando l’uso della bicicletta con il bonus sconto del 60% sull’acquisto del mezzo, anche Appenninica MTB Parmigiano Reggiano Stage Race è pronta a venire incontro...

Il Comitato organizzatore della Granfondo Terre dei Varano è fortemente impegnato nella realizzazione dell’edizione 2020 che è stata posticipata al 26 luglio. Seppur ancora nell’incertezza delle norme e delle necessarie...

Il Comitato Organizzatore della Granfondo Top Dolomites, di concerto con l’APT Madonna di Campiglio, comunica che la terza edizione della gara in programma nel week-end previsto del 4-6 settembre 2020 è...

Le tappe di UCI Trials World Cup (24-26 luglio 2020) e di Mercedes-Benz UCI Mountain Bike World Cup (11-13 settembre 2020) ed i Campionati del Mondo di 4Cross (10-11 Settembre...

Briko®, storico brand italiano di attrezzatura e accessori sportivi, ha stretto un accordo con Aon, primo gruppo in Italia e nel mondo nella consulenza dei rischi e delle risorse umane,...

Nel giorno della Giornata Mondiale della Bicicletta la Scuola Handbike Cooperatori ci regala un video che celebra la ripartenza, dopo quasi tre mesi di covid lockdown, degli allenamenti degli handbikers...

Abbiamo conosciuto anni fa la 3T Exploro, una bici che ha spaccato il mercato proponendosi come unica e vera alternativa ad una bici da strada o ciclocross. In breve si...

Ci sono migliaia di motivi per andare in bici e solo noi conosciamo quelli che ci spingono a farlo. A volte pedaliamo per non guidare, in altri momenti lo facciamo...

Le aziende in questi ultimi anni hanno messo a punto diverse strategie per confezionare il casco perfetto e una cosa è certa, ognuna di queste ha trovato una buona ricetta....

La gamma di calzature Shimano che impreziosiscono i piedi di triatleti e delle stelle della MTB si è appena ampliata con l’uscita di nuove versioni a colori dei modelli...

A giugno ripartiamo insieme. Da questo mese potremo finalmente tornare a muoverci da una regione all’altra e persino uscire dai confini nazionali, dopo le restrizioni imposte dall’emergenza coronavirus. Il Centro Ricerche...

La abbiamo vista in azione con il Team Vini-Zabù KTM, anche se pre un brevissimo periodo a causa del lockdown, ma una cosa è certa, questa KTM Revelator Lisse Sonic...

Lo stile inconfondibile Alé lo porti a pelle. Quando pedali d’estate e il caldo si fa sentire non temere: la tua Velo active ti mantiene asciutta con il suo tessuto...

A causa del prolungarsi dell’emergenza di Covid-19, gli organizzatori dell’Abruzzo Mtb Cup hanno deciso di rimandare lo svolgimento del circuito al 2021. Decisione saggia ma inevitabile tenuto conto delle criticità...

Tra qualche anno, il mondo guarderà al 2020 e al Covid-19 come ad uno snodo decisivo per la nostra generazione. Con la fase di progressiva ripartenza che sta coinvolgendo tutte le...

Siamo molto dispiaciuti, sia come associazione A.C.O.F.I. che come addetti ai lavori facenti parte del fuoristrada, che il nostro Presidente Federale non abbia ancora dato una risposta alla nostra presentazione,...

Diciamoci la verità, è molto difficile ricevere regali da parte delle aziende, soprattutto in un periodo di vacche magre come questo . Quando ci viene detto che possiamo ricevere un...

I raggi Berd sono realizzati con un tecnopolimero avanzato ad altissimo peso molecolare (UHMWPE) chiamato polietilene ad altissimo peso molecolare e giusto per darvi qualche strumento di valutazione in più,...

Nell’ambito del concorso promosso da Progress Sitefinity, piattaforma internazionale di Web Content Management System (CMS), il sito web globale mapei.com è stato premiato come miglior sito nella categoria "multisite".  Il concorso, indetto per la prima volta...

Bend36 e EF Pro Cycling Team annunciano una collaborazione preziosa ed autentica. 30 giovani ciclisti professionisti provenienti da 17 nazionalità metteranno alla prova le loro abilità conducendo le più audaci competizioni...

La proposta Santini per pedalare quest’estate è Redux. La linea nasce dalla filosofia “less is more”: meno peso e minore resistenza aerodinamica per essere più veloci e performanti, meno cuciture...

Il mondo intero è stato costretto a fermarsi a causa del coronavirus, ma ilProrider non ha mai abbandonato la bicicletta. Pur rispettando tutte le limitazioni imposte dal governo e dalle autorità...

"L’idea di una città in cui prevale la bicicletta non è pura fantasia”. Marc Augé aveva ragione: questo mezzo di trasporto ha due secoli alle spalle eppure non è mai...

Q36.5® è uno di quei marchi che lavora sodo su ricerca e innovazione e i risultati sono sempre spettacolari. L’anno scorso sono rimasto letteralmente a bocca aperta dopo aver provato...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Abbiamo imparato a conoscere Tubolito per via delle sue camere d’aria arancioni realizzate con uno speciale elastomero termoplastico. Detto così...
di Giorgio Perugini
Starvos WaveCel, il nuovo casco Bontrager, ha il grande merito di proporre la tecnologia WaveCel ad un pubblico più ampio,...
di Giorgio Perugini
Dopo aver calato una scala reale con la gamma Velo Road Racing, Pirelli ha messo le mani sul gravel con...
di Giorgio Perugini
Questa sella è dedicata agli scettici, soprattutto a quelli che guardano con diffidenza la stampa 3D, ritenendola valida solo per...
di Giorgio Perugini
Mi ero fatto altri programmi, ebbene sì, ma credo che lo steso valga per tutti voi. Non era ancora finito...
di Giorgio Perugini
Ci sono ritorni e ritorni, questo è vero, concordate? Talvolta un ritorno può essere un flop e altre meno e...
di Giorgio Perugini
Con Killer SLR Pittorico 3D la bici diventa come la tela di un pittore e vi riporta direttamente nel momento...
di Giorgio Perugini
Veloflex è uno di quei marchi che non hanno bisogno di tante presentazioni, infatti, sono largamente conosciuti da chi pretende...
di Giorgio Perugini
Ci sono tecnologie che fanno la differenza, una di queste, almeno per quanto riguarda la costruzione bici, è IsoSpeed. Preferite...
di Giorgio Perugini
Lo ammisi subito e senza mai tirarmi indietro, la Grail mi ha fatto impazzire fin dalla sua presentazione....
di Giorgio Perugini
Conoscevo molto bene Olympia Boost, oggetto di una review approfondita esattamente l’anno scorso, quindi, visto l’ottimo feedback avuto...
di Giorgio Perugini
Chiamatela Killer SLR, anzi Killer SLR ElectroDisko. Non è un semplice bici, ma un pezzo d’arte in movimento....
di Giorgio Perugini
Pensate ancora che la rinomata scorrevolezza dei cuscinetti Campagnolo sia solo una leggenda? Eh no ragazzi, si tratta...
di Giorgio Perugini
Quando si parla di Assos, non a caso si racconta di grande qualità, una percezione che coinvolge la...
di Giorgio Perugini
Design, materiali tecnologicamente all’avanguardia e eccellente abilità manifatturiera, sono in breve i tratti distintivi che descrivono meglio la AHW XWarm...
di Giorgio Perugini
Con lei ho imparato a fare video e foto bellissimi, utili per ricordare le migliori avventure della stagione....
di Giorgio Perugini
Il freddo è arrivato e la pioggia non ci ha risparmiato, ma con gli ultimi prodotti di Santini creati con...
di Giulia De Maio
La scienza Enervit mette a disposizione degli sportivi la gamma più ricca e completa di gel energetici per la performance...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy