I PIU' LETTI
NASCE "IL GIRO NEL GIRO" CON AUTOSTRADE PER L'ITALIA
dalla Redazione | 27/04/2019 | 07:49

Sarà una grande vetrina delle bellezze della provincia italiana, da vivere in bicicletta come gli eroi del Giro d’Italia. Nasce “Il Giro nel Giro”, l’originale iniziativa ideata e realizzata da Autostrade per l’Italia con il supporto di RCS Sport, in occasione del Giro d’Italia 2019.

 

L’iniziativa mette insieme il più celebre e seguito evento sportivo italiano - il Giro d’Italia - di cui Autostrade per l’Italia è partner da molti anni, con il progetto “Sei in un Paese Meraviglioso” attraverso il quale la società promuove il patrimonio artistico, culturale, naturalistico e gastronomico della provincia italiana, raccontando e valorizzando 300 esperienze che coinvolgono oltre 1000 Comuni italiani e 40 beni Unesco presenti nella penisola. Si tratta di un sistema di promozione integrato che - partendo dalle grandi cornici dorate posizionate all’interno di 100 aree di servizio autostradali - utilizza TV, web, carta stampata e cartelloni “Touring” installati lungo l’autostrada e che ha superato i 7 milioni di contatti l’anno. 

Proprio da questa esperienza è nata l’idea di collegare il Giro d’Italia con quattro meravigliosi siti Unesco, proponendo a ciclisti amatoriali altrettante pedalate che - partendo dal tracciato della competizione ciclistica nazionale - si concluderanno proprio di fronte a beni dichiarati “patrimonio dell’umanità”. I siti ad alto valore artistico e culturale coinvolti nelle quattro tappe del “Giro nel Giro” sono il centro storico di Firenze, la Villa Adriana a Tivoli, i Monumenti Paleocristiani a Ravenna e la Villa Barbaro a Maser.

Le tappe selezionate sono di diversa difficoltà tecnica, così da consentire la partecipazione a un pubblico differenziato di appassionati: si passa dai 47 chilometri della Vinci-Firenze, di complessità medio/alta, con un percorso collinare da affrontare per poi godersi lo scenario unico del centro storico fiorentino da Piazzale Michelangelo; ai 31 chilometri della Frascati-Tivoli, con arrivo proprio all’ingresso della stupenda Villa Adriana. Più semplici, quasi rilassanti, le passeggiate in pianura per raggiungere Villa Barbaro, a Maser (31 chilometri partendo dalla città di Treviso), e la 10 chilometri dal centro di Ravenna fino alla basilica di Sant’Apollinare.

Ha ideato l’iniziativa il Direttore Relazioni Esterne, Affari Istituzionali e Marketing del gruppo Atlantia e di Autostrade per l’Italia Francesco Delzio, che ha dichiarato: «Il Giro nel Giro è un inno alla bellezza: quella dei beni artistici dichiarati patrimonio dell’umanità, che rendono unica l’Italia dalla provincia alle città d’arte, e insieme quella del ciclismo amatoriale capace di coinvolgere e appassionare tutta la famiglia. Con questo particolarissimo Giro Autostrade per l’Italia rilancia il suo ruolo sociale come strumento di promozione delle bellezze dei territori attraversati dalla nostra rete e come vetrina dei valori migliori dell’identità italiana caratterizzata da un incrocio unico di paesaggi e attività dell’uomo».

A concludere il calendario de “Il Giro nel Giro” anche quest’anno ci sarà la grande “classica” sulla A1 Panoramica, che si svolgerà il 25 maggio: un appuntamento che si rinnova per il quarto anno consecutivo e che consente ad oltre 1000 appassionati delle due ruote di realizzare il “sogno proibito” di pedalare su un’autostrada per circa 36 km di saliscendi da Puliana a Pian Del Voglio e ritorno (la tratta interessata verrà ovviamente chiusa al traffico per l’evento, restando aperta invece la Direttissima che si dipana in parallelo).

Ciascuna tappa amatoriale prenderà il via nelle ore precedenti l’inizio della tappa ufficiale del Giro d’Italia, proprio dal punto di partenza della tappa, in modo che gli amatori possano sentirsi parte integrante della manifestazione ciclistica più importante d’Italia. Dopo aver vissuto lo spirito, la musica, i colori e gli stand che animano il Villaggio del Giro, al pari dei professionisti in gara per la maglia rosa, gli iscritti a “Il Giro nel Giro” indosseranno una pettorina dotata di numero e il via verrà dato dallo speaker ufficiale della manifestazione.

Le gare si svolgeranno per una tratta iniziale sul tracciato del Giro, a traffico aperto, con velocità controllata, e con l’assistenza stradale in apertura e chiusura della carovana da parte dello staff tecnico del Giro d’Italia. Una volta raggiunto il bene Unesco, i partecipanti potranno sostare il tempo utile per riposarsi e ristorarsi nei corner allestiti ad hoc da Autostrade per l’Italia con frutta, multivitaminici e acqua e potranno visitare il bene culturale raggiunto. A pausa ultimata, la carovana ritornerà, sempre con l’assistenza dello staff tecnico del Giro d’Italia, al punto di partenza.

 

LE PEDALATE E GLI ITINERARI:

Tappa n° 1 – 13 maggio 2019

Vinci – Centro storico di Firenze (Piazzale Michelangelo) – 47 Km + ritorno – 3 stelle

La pedalata prenderà il via alle 12.10, i partecipanti potranno raggiungere il Punto di passaggio obbligatorio (lo stesso, cioè, dal quale prende il via ufficialmente la Tappa del Giro d’Italia) a partire dalle ore 8.00. E’ qui che sarà organizzato l’accredito con la consegna dei materiali necessari alla pedalata (pettorina, cappello, zainetto, numero per ciclista partecipante e bicicletta, ecc.) Concluse le operazioni di accredito, gli amatori potranno trascorrere nel Villaggio ufficiale il tempo a disposizione prima di inforcare la bici. Il percorso, non agonistico a velocità controllata,  seguirà inizialmente quello previsto per la tappa del Giro in partenza da Vinci. Il Gruppo salirà poi sulla collina di Vinci, attraversando Empoli e Montelupo Fiorentino, per raggiungere il Centro di Firenze. Qui il gruppo di partecipanti avrà un’ora di pausa da dedicare alle bellezze del Centro storico, visto da Piazzale Michelangelo, ristorandosi nei corner allestiti da Autostrade per l’Italia prima di ripartire in sella alla volta di Vinci e percorrere a ritroso gli ultimi 42 kilometri per chiudere la tappa di Giro nel Giro.

Il Centro storico di Firenze (scheda di “Sei in un Paese Meraviglioso” – www.autostrade.it)

Firenze è stata costruita sul sito di un insediamento etrusco e sulla successiva colonia romana di Florentia (fondata nel 59 a.C.). Questa città toscana è diventata, durante il primo periodo mediceo (tra il XV e il XVI secolo), simbolo della rivoluzione rinascimentale, raggiungendo livelli di sviluppo economico e culturale straordinari. L'attuale Centro Storico si estende su 505 ettari ed è delimitato da ciò che resta delle mura cittadine del XIV secolo. Tali mura sono caratterizzate da porte, torri, e dalle due fortezze medicee tuttora esistenti: quella di San Giovanni Battista, a nord, detta "da Basso", e il Forte di San Giorgio a Belvedere situato tra le colline del versante sud. Il fiume Arno scorre da est a ovest, attraversando la città, e una serie di ponti, tra cui Ponte Vecchio e Ponte Santa Trinita, collegano le sue due sponde. Settecento anni di straordinaria fioritura culturale e artistica sono ben visibili nella cattedrale trecentesca di Santa Maria del Fiore, nella Chiesa di Santa Croce, in Palazzo Vecchio, negli Uffizi e a Palazzo Pitti. La storia della città è evidente anche nelle opere di grandi maestri come Giotto, Brunelleschi, Botticelli e Michelangelo. Il Centro Storico di Firenze rappresenta una realizzazione sociale ed urbana unica, frutto di una continua creazione durata secoli, che racchiude musei, chiese, palazzi e beni di inestimabile valore. Firenze ha esercitato un’influenza predominante sullo sviluppo dell’architettura e delle arti monumentali, in primo luogo in Italia e poi in Europa; ed è nel contesto fiorentino che nasce e si sviluppa il concetto di Rinascimento. Questo patrimonio conferisce a Firenze un carattere unico sia dal punto di vista storico che estetico.

Tappa n° 2 – 15 maggio 2019

Frascati – Tivoli (Villa Adriana) – 31 km + ritorno – 2 stelle

Come tutte le tappe de Il Giro nel Giro, anche questa avrà inizio dal Punto ufficiale di Partenza del Giro d’Italia. Nel centro di Frascati, il ritrovo degli appassionati iscritti sarà alle 9.00 per partire alle 11.25 (orario di partenza del Giro alle 13.55) con tutto il tempo a disposizione per visitare il Villaggio ufficiale dopo le operazioni di accredito. La pedalata ha una durata prevista di 2.15 ore su un percorso di 62 km complessivi (andata e ritorno), per raggiungere Villa Adriana a Tivoli. Questa corsa prevede una difficoltà medio/bassa, ideale per i meno allenati che vogliano partecipare a una giornata unica, da trascorrere all’insegna dello sport e dell’arte. Attraversando le zone di Monte Porzio Catone, Colonna, Zagarolo, Gallicano nel Lazio, i ciclisti giungeranno alla meta di Tivoli. Qui la meravigliosa Villa Adriana aprirà loro le porte per una visita prima di ripartire, dopo una sosta di ristoro a base di frutta e bevande energetiche, alla volta di Frascati.

 

Villa Adriana (Tivoli) - (scheda di “Sei in un Paese Meraviglioso” – www.autostrade.it)

Villa Adriana è l'eccezionale eredità architettonica del grande imperatore romano Adriano. Costruita quale luogo di ritiro da Roma tra il 117 e il 138 d.C., la villa è stata progettata come una città ideale e incorpora le tradizioni architettoniche della Grecia antica, Roma ed Egitto. I resti di circa 30 edifici si estendono su 120 ettari sulle colline tiburtine, a Tivoli, nel Lazio.

Il sito è basato su una disposizione complessa e ben pianificata. Con un gran numero di edifici residenziali e ricreativi, ampi giardini e piscine riflettenti, esso costituisce un'oasi serena e contemplativa.

Questo straordinario complesso di edifici e strutture simboleggia un potere che stava gradualmente diventando assoluto. Villa Adriana ricorda luoghi e edifici famosi in tutto l'impero, riproducendo elementi delle culture materiali di Egitto, Grecia e Roma sotto forma di una "città ideale".


Dopo aver sofferto danni e abbandono per molti secoli dopo la morte di Adriano nel 138 d.C., il sito fu riscoperto nel 1461. La serenità del luogo ispirò un rinnovato interesse per l'architettura classica. Gli studi di Villa Adriana influenzarono gli architetti dei secoli successivi, in particolare l'architettura rinascimentale, ma soprattutto quella barocca. Il suo notevole successo nella progettazione ha continuato a esercitare un'influenza significativa su importanti architetti e disegnatori dell'era moderna.

 

Tappa n° 3 – 21 maggio 2019

Ravenna – Sant’Apollinare in Classe – 10 km + ritorno – 1 stella

Punto di ritrovo per la pedalata di Giro nel Giro previsto alle 9.00 al Punto di partenza ufficiale del Giro d’Italia. La pedalata prenderà il via alle 11.10, anticipando di due ore e mezza la partenza ufficiale. Una volta concluse le operazioni di accredito, i partecipanti potranno visitare e intrattenersi nel Villaggio del Giro d’Italia, prima che lo speaker annunci l’avvio della pedalata che dal centro attraverserà la città di Ravenna per raggiungere Sant’Apollinare in Classe. La durata della corsa è di 40 minuti, su un percorso complessivo di 20 km, a bassa difficoltà, ideale anche per chi, non necessariamente allenato, voglia vivere l’esperienza del giro e approfittare dell’occasione per una visita ai Monumenti Paleocristiani di Ravenna. La pausa di un’ora e mezza consentirà, infatti, di visitare almeno alcuni degli otto monumenti Unesco, dopo un ristoro organizzato da Autostrade nella location di destinazione.

 

I Monumenti Paleocristiani di Ravenna (scheda di “Sei in un Paese Meraviglioso” – www.autostrade.it)

 

Il sito seriale UNESCO I monumenti paleocristiani di Ravenna è costituito da otto monumenti - il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano, la Basilica di SantApollinare Nuovo, il Battistero degli Ariani, la Cappella Arcivescovile, il Mausoleo di Teodorico, la Chiesa di San Vitale e la Basilica di SantApollinare in Classe - edificati tra il V ed il VI secolo D.C. Questi edifici di culto riflettono le importanti vicende storiche, politiche e religiose di Ravenna, divenuta prima capitale dellImpero Romano dOccidente (AD 402), poi nota in Italia come la capitale ostrogota e bizantina.

Il Mausoleo di Galla Placidia, di piccole dimensioni, ma ricoperto all’interno da una preziosa e suggestiva decorazione musiva su un fondo blu notte, appartiene alla tradizione dell’architettura latina dOccidente. Il Battistero Neoniano, splendente di tarsie marmoree, di stucchi e mosaici policromi nella cupola, costituisce un esempio raffinato e perfettamente conservato di battistero paleocristiano. Del periodo più fulgido del regno dei Goti, il Battistero degli Ariani, conserva mosaici che rappresentano il battesimo di Cristo, e particolarità iconografiche che riflettono i principi di fede ariana. Sempre sotto il regno di Teodorico venne costruita la Basilica di SantApollinare Nuovo, con funzione di cappella palatina, i cui mosaici appartengono alla tradizione stilistica romana e allo stesso tempo mostrano il forte influsso bizantino. Il Mausoleo di Teodorico è un episodio architettonico unico e irripetibile: costruito con grandi blocchi di pietra dIstria, a pianta centrale, è lunico esempio superstite rimasto di una tomba di re barbarico di questo periodo. La Cappella Arcivescovile, invece, è lunico monumento ortodosso fatto costruire durante il regno di Teodorico. La Basilica di San Vitale, di età giustinianea, è una delle massime realizzazioni dell’architettura bizantina in Italia, e concentra in sé elementi di tradizione occidentale e orientale. Infine, a 5 chilometri da Ravenna si innalza la Basilica di SantApollinare in Classe, che si impone per le sue grandiose forme basilicali, il  campanile cilindrico, la spazialità dell’interno, la ricchezza dei marmi e dei mosaici.



Tappa n° 4 – 31 maggio

Treviso – Maser – 31 km + ritorno – 2 stelle

Il raduno degli appassionati per la tappa di Treviso è previsto alle 8.00, per le operazioni di accredito. La partenza del Giro nel Giro è fissata alle 10.20, due ore prima della partenza reale del Giro d’Italia. La durata della corsa è di 2.15 ore, su un percorso a medio/bassa difficoltà di 62 kilometri totali, 31 per raggiungere Maser, location di arrivo della corsa. A destinazione i ciclisti potranno intrattenersi nei corner di ristoro appositamente allestiti per la loro pausa e visitare Villa Barbaro, a Maser, tra quelle del Palladio nel Veneto e che al suo interno ospita uno dei più straordinari cicli di affreschi del Cinquecento Veneto realizzato da Paolo Veronese.

La città di Vicenza e le Ville del Palladio nel Veneto con focus sulla Villa di Maser (scheda di “Sei in un Paese Meraviglioso” – www.autostrade.it)

 

La città di Vicenza e le Ville del Palladio nel Veneto è un sito seriale comprendente la città di Vicenza e ventiquattro ville palladiane sparse nel territorio veneto.

Fondata nel secondo secolo a.C., Vicenza prosperò sotto la dominazione veneziana dall’inizio del XV secolo alla fine del XVIII secolo. L’opera di Andrea Palladio (1508–80), basata su dettagliati studi dell’architettura classica romana, ha regalato alla città il suo particolare aspetto. I palazzi e le residenze furono inseriti all’interno del contesto urbano della città medioevale, creando così un pittoresca e ininterrotta carrellata di edifici sulle cui facciate architettoniche lo stile gotico Veneto si alterna con il classicismo articolato di Palladio.

 

Le ville Palladiane di campagna sintetizzano, sia figurativamente che materialmente, gli aspetti funzionali della gestione delle terre e l’autocelebrazione dei proprietari. Il cuore è la casa-tempio, abbellita con una monumentale scalinata, coronata da un frontone sostenuto dalle colonne della loggia. I portici si sviluppano ad ala rispetto l’edificio principale e terminano spesso con torri. I diversi componenti sono collegati da un linguaggio classico comune e ordinati secondo una gerarchia ben definita.

 

Vicenza è ampiamente, e non a caso, conosciuta come la città del Palladio. Come tale, Vicenza ha acquisito da tempo un riconoscimento a livello mondiale che si riflette nei testi di architettura e storia dell’arte. Basando le sue opere sullo studio approfondito dell'architettura classica romana, Palladio fu l’ispirazione per un movimento senza precedenti nella storia dell'architettura.
Vicenza, città natale di questo movimento, conserva molti degli edifici originali e per ciò è l’esempio vivente di un concetto umanistico totale, basato su una interpretazione contemporanea dell’antichità.

 

Il sito comprende il centro storico di Vicenza con ventritre edifici attribuiti al Palladio, tre ville extra muros e ventuno ville diffuse in tutta l’area veneta, a dimostrazione di una notevole versatilità nell’applicare i suoi principi sia al contesto rurale che a quello urbano.

 

Tra queste, la villa realizzata tra  il 1549 e il 1558 per i fratelli Barbaro a Maser che costituì per Palladio un punto di arrivo importante nella definizione della nuova tipologia di edificio di campagna. Per la prima volta la casa dominicale e le barchesse sono allineate in un’unità architettonica compatta.  Al suo interno Paolo Veronese realizza uno dei più straordinari cicli di affreschi del Cinquecento Veneto.

                                                     

Tappa n° 5 – 25 maggio

Barberino del Mugello  (Panoramica A 1)

Partenza  Puliana e ritorno – 36 Km

Non poteva mancare poi, a chiusura dell’edizione 2019, la pedalata amatoriale da cui origina l’idea dell’iniziativa Il Giro nel Giro. Nello spettacolare scenario appenninico dell’A1 Panoramica, tra Firenze e Bologna, le ruote di oltre 1000 cicloamatori scivoleranno sull’asfalto dell’Autostrada del Sole e daranno vita alla quarta edizione del “Giro in A1 Panoramica”, sulla prima “autostrada turistica” d’Europa con i suoi 33 chilometri che collegano Barberino di Mugello e Rioveggio. I cicloamatori percorreranno un circuito sull’Autostrada del Sole, da Barberino a Pian del Voglio e ritorno, per un totale di 36 chilometri (il tratto interessato sarà ovviamente chiuso al traffico veicolare, che passerà per la Direttissima). Una gara ormai classica, che si rinnova per il quarto anno consecutivo.

 

COME PARTECIPARE

Le iscrizioni a Giro nel Giro sono già aperte, per partecipare è sufficiente iscriversi, in modo semplice e gratuito, dal sito Autostrade per l’Italia (www.autostrade.it). Solo per quanto riguarda la pedalata sulla Panoramica, sarà possibile partecipare all’iniziativa anche iscrivendosi al mattino stesso, presso il gazebo che verrà allestito al campo sportivo Spartaco Banti di Barberino del Mugello.

 

GLI EROI DELLA SICUREZZA

Alla partenza di ciascuna tappa di Giro nel Giro, ma anche delle ulteriori 4 tappe del Giro d’Italia lungo la rete nazionale, verranno tradizionalmente premiati gli “eroi della sicurezza”: uomini in divisa della Polizia Stradale e addetti alla viabilità di Autostrade per l’Italia che, con coraggio e abnegazione, hanno contribuito a salvare vite umane ed a risolvere situazioni complesse durante lo svolgimento delle loro attività. Si tratta di un momento particolarmente simbolico, molto atteso dai partecipanti, che consente a un pubblico ampio di conoscere l’impegno dei rappresentanti della Polizia Stradale e degli addetti di Aspi sul fronte della sicurezza e della tutela degli automobilisti. Le 8 premiazioni degli “Eroi della Sicurezza” saranno: Bologna (11 maggio), Vinci (13 maggio), Frascati (15 maggio), Cassino (16 maggio), Vasto (17 maggio), Riccione (19 maggio), Ravenna (21 maggio), Treviso (31 maggio).

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
CDB Cream ha una linea di prodotti naturali che spiccano per formulazioni innovative e grande qualità della materia prima utilizzata. Anche nel ciclismo, così come in tutti gli sport endurance, può...

Adesso è ufficiale: l’ideatore del mohicano più famoso al mondo, Renzo Rosso, il 12 e 13 giugno prossimi tornerà sui pedali per partecipare con la sua squadra alla 24 Ore...

Annullata la Granfondo Città di Ancona, che avrebbe dovuto tenersi domenica 1° marzo ad Ancona. L'annullamento viene ufficializzato dagli organizzatori della granfondo a seguito dell'ordinanza della Regione Marche che fino...

Il mercato dell’e-bike è sempre più in crescita: nell’ultimo anno, il numero di biciclette elettriche vendute in Italia si aggira attorno ai 90.000 mezzi. È la nuova tendenza nel mercato...

È difficile spiegare come nasce un’idea. Può arrivare dopo un sogno, un particolare accadimento, dopo una precisa analisi oppure, in un modo...

Non ancora sopiti gli echi delle celebrazioni del Centenario della nascita di Fausto Coppi, poiché tutto il 2020 può essere ancora considerato l’anno...

E’ stata presentata nel magnifico scenario del Castello di Santa Severa, messo a disposizione da Lazio Crea, la Granfondo a squadre dell’Etruria Meridionale, che avrà luogo il 22 marzo 2020...

Si apre ufficialmente la stagione del pedale laziale domenica Primo Marzo, con una tappa perfetta per far partire in modo graduale l’avventura ciclistica 2020. La Medio fondo di Vetralla (VT)...

L’obiettivo in casa Canyon resta sempre lo stesso: offrire il massimo grado di sviluppo tecnologico applicato ai telai ed unirlo a componenti di qualità tenendo sempre ben presente...

Prosegue senza sosta alcuna l’organizzazione materiale della Granfondo Porto Sant’Elpidio-Stefano Garzelli a un mese dall’evento ciclistico amatoriale in programma domenica 22 marzo. È programmata per lunedì 16 alle 18:30 presso...

Maglie di lana, biciclette, polvere e tanta passione: domenica 19 aprile ad Arezzo si corre l’Ardita e la città toscana torna ad offrirsi come esclusivo palcoscenico per una delle più...

Presentata la squadra Ciclissimo Bike Team 2020 Domenica 23 Febbraio, è stata presentata la squadra Ciclissimo Bike Team. Il primo momento ufficiale della stagione sportiva 2020 si...

In vista dell’edizione numero 50 in programma il prossimo 24 maggio, la Nove Colli cambia leggermente i suoi percorsi per permettere a tutti i 12.000 partecipanti di percorrere con maggiore...

Chiamatelo anche casco tuttofare se si va bene, tanto la verità è questa e verrà a galla durante il suo utilizzo. Impala, l’ultima novità della belga Lazer dedicata...

Vista l'emergenza nazionale legata al COVID-19 (Coronavirus) e data l'ordinanza regionale della Ligura n. 1/2020 che impone lo stop alle manifestazioni pubbliche di ogni genere sino alle 24.00 di domenica...

Prime ufficializzazioni di cancellazioni per le manifestazioni ciclistiche delle prossime settimane. Scrive il comitato organizzatore della Energy Marathon: «Confermiamo l'annullamento della Energy Marathon MG.K Vis, in programma il 1 Marzo...

È stata la suggestiva location del Palazzo della Regione Lombardia a fare da sfondo alla presentazione della Ktm Protek Dama, uno dei team lombardi di spicco del...

Grande spettacolo alla Granfondo Internazionale Laigueglia Lapierre: in una giornata nuvolosa ma dal clima quasi primaverile, si è svolta la 22/a edizione della manifestazione organizzata dal Gs Alpi. 1900 erano...

Si avvicina sempre di più l’appuntamento con la Southgardabike Dryarn®! Il prossimo 7/8 marzo la città di Medole, in provincia di Mantova, ospiterà l’evento sportivo più atteso della stagione. Fra quindici...

Solitamente dalle pagine dei quotidiani o siti per cui lavorano ci fanno rivivere le straordinarie emozioni che soltanto il ciclismo è in grado di regalare. Domenica 19 luglio saranno invece...

A Casalbordino Lido è in piena fase organizzativa la terza edizione del Trofeo Bar Bistrot 69 a cura della Polisportiva Casalbike e del Team Iachini Cycling. Domenica 1°marzo si preannuncia...

Con la cerimonia di presentazione dei calendari e delle premiazioni dei campioni 2019, svoltasi sabato sera nell'Hotel B.H.R. a Quinto di Treviso, è partita ufficialmente la nuova stagione cicloturistica amatoriale...

Manca solo una settimana alla seconda edizione della Gran Fondo Città di Ceriale, che sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo terrà occupata la cittadina savonese di Ceriale. Ormai è...

Cinquemila persone si sono ritrovate oggi a Roma per la manifestazione #RISPETTIAMOCINSTRADA, a sostegno della sicurezza stradale e della sostenibilità e contro le morti sulla strada. Associazioni di...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Lo ammisi subito e senza mai tirarmi indietro, la Grail mi ha fatto impazzire fin dalla sua presentazione....
di Giorgio Perugini
Conoscevo molto bene Olympia Boost, oggetto di una review approfondita esattamente l’anno scorso, quindi, visto l’ottimo feedback avuto...
di Giorgio Perugini
Chiamatela Killer SLR, anzi Killer SLR ElectroDisko. Non è un semplice bici, ma un pezzo d’arte in movimento....
di Giorgio Perugini
Pensate ancora che la rinomata scorrevolezza dei cuscinetti Campagnolo sia solo una leggenda? Eh no ragazzi, si tratta...
di Giorgio Perugini
Quando si parla di Assos, non a caso si racconta di grande qualità, una percezione che coinvolge la...
di Giorgio Perugini
Design, materiali tecnologicamente all’avanguardia e eccellente abilità manifatturiera, sono in breve i tratti distintivi che descrivono meglio la AHW XWarm...
di Giorgio Perugini
Con lei ho imparato a fare video e foto bellissimi, utili per ricordare le migliori avventure della stagione....
di Giorgio Perugini
Il freddo è arrivato e la pioggia non ci ha risparmiato, ma con gli ultimi prodotti di Santini creati con...
di Giulia De Maio
La scienza Enervit mette a disposizione degli sportivi la gamma più ricca e completa di gel energetici per la performance...
di Giorgio Perugini
L’azienda americana Trek ha da poco creato un nuovo gruppo di prodotti accumunati dalla sigla XXX, un vero...
di Giulia De Maio
La stagione invernale è l’ideale per tirare un po’ il fiato, concentrarci sulla nostra bicicletta e magari concederci qualche sfizio...
di Giorgio Perugini
Agli irriducibili del completo estivo non posso fare altro che suggerire i manicotti e i gambali Storm della...
di Giorgio Perugini
Siamo spesso alla ricerca della bici giusta, quella che possiamo cucirci addosso per passare con disinvoltura dalla gran...
di Giorgio Perugini
Veloce, vincente e versatile. Ecco Utopia descritto con tre semplici parole. Veloce, visto che la stessa Kask assicura...
di Pietro Illarietti
  La Cinelli Superstar è una bicicletta che oserei definire smart. Cosa mi è piacuto di questo prodotto corsaiolo...
di Giorgio Perugini
Gli occhiali prodotti da Limar hanno notoriamente un rapporto qualità/prezzo davvero sorprendente, motivo per cui vi consiglio una...
di Giorgio Perugini
Se c’è un capo che ritengo indispensabile, quello è sicuramente il gilet. Pratico e leggero, trova spazio facilmente...
di Giorgio Perugini
  Superleggera come la luce, bella come poche altre possono esserla. Aurata si presenta così, come un pezzo di rara...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy