I PIU' LETTI
AGILITA', NON È MAI TROPPO TARDI PER MIGLIORARE LA PEDALATA
di Giorgio Perugini | 10/01/2019 | 08:03

Ci siamo, manca davvero poco alle prime GF dell’anno e siamo certi che molti di voi abbiano spinto sull’acceleratore con lavori specifici sui rulli e in palestra. In questa fase della preparazione serve concentrarsi certamente sulla forza ma non bisogna mai trascurare l’agilità. Una pedalata agile è redditizia in qualsiasi circostanza, quindi non perdete tempo e cercate di inserire qualche esercizio specifico a partire da oggi.

Spingere rapporti molto duri serve a migliorare la forza, questo è sicuro, ma occorre terminare adeguatamente l’esercizio con un bel “frulla-frulla“ per dare sollievo alle gambe. Inserire questi esercizi nella seduta fa sempre la differenza ma esistono metodiche più precise che riescono a dare risultati nettamente più redditizi. Ricordate però che aumentare la pedalata media di 5/7 RPM è già un bel risultato, quindi non sconfortatevi se non otterrete subito un netto miglioramento. Grazie all’esperienza del Dott. Andrea Morelli, metodologo dell'allenamento, responsabile del settore ciclismo e del laboratorio di analisi del movimento del Centro Ricerche Mapei Sport, cerchiamo di far luce su quali siano gli esercizi corretti da fare in strada o sui rulli per migliorare l’agilità.

Alta cadenza è spesso indice di efficienza. Questo “live-motive” non è sempre vero anche se in parte aumentare la cadenza di pedalata può avere la sua effettiva utilità. In pratica la cadenza di pedalata è influenzata dalla potenza a cui si pedala: più la potenza sviluppata è alta più la cadenza ottimale (teorica) si alza. Ma qual è lo svantaggio di pedalare agile? Naturalmente se muovo i miei segmenti corporei (coscia, gamba e piede) ad una velocità maggiore il costo energetico aumenta, la frequenza cardiaca sale e naturalmente vado incontro a fatica prematuramente. Per questo motivo ogni atleta ha una cadenza di pedalata ottimale che dipende dalle sue caratteristiche antropometriche, dalla lunghezza degli arti, dalla distribuzione delle masse muscolari e dal suo sistema nervoso) oltre che dalle caratteristiche del percorso, come salita, pianura o discesa…

L’agilità si può migliorare con delle esercitazioni specifiche che possiamo raggruppare in funzione della tipologia di meccanismo che vanno a stimolare oppure nel tipo di esercitazione in cui vengono inserite. Abbiamo quindi esercitazioni coordinative, o di velocizzazione che stimolano il sistema neuromuscolare oppure esercizi che abbinati al lavoro specifico tendono a stressare in modo diverso i meccanismi energetici coinvolti oppure le diverse fibre muscolari. Possiamo quindi dividere le esercitazioni anche in funzione della durata in brevi oppure prolungate.

Come sempre è importante procedere seguendo una progressione corretta poiché anche lavori in  “iperagilità” a cadenze superiori alle 100-110rpm, se protratte per lunghi periodi, possono essere dannosi, soprattutto a carico di articolazione e tendini.

Un primo esempio di lavoro che è possibile eseguire è quello di effettuare brevi tratti alternando alta cadenza a cadenza normale. Per esempio eseguire in pianura 5 volte  20 secondi a 115-120rpm con 1’40” di recupero a cadenza normale. L’intensità in questo caso non è importante, bisogna utilizzare un rapporto agile, la corona piccola da 39 o 36 denti con un pignone 19-23 per intenderci e far “girare le gambe” cercando di essere i più fluidi e coordinati possibile. Le prime volte è possibile che si inizi a “saltare” sulla sella, oppure che “si perda il controllo” del movimento. Bene, è importante cercare di controllare i movimenti per superare queste fasi e piano piano si riuscirà ad essere più fluidi e precisi.

Gradualmente è possibile aumentare la durata delle esercitazioni, diminuendo per esempio, il tempo del recupero ed allungando il tempo di lavoro. Ricordiamo che l’esercizio va eseguito a bassa intensità, la potenza deve essere mantenuta in Z1 o Z2, la frequenza cardiaca è quella del ritmo lento o del ritmo lungo (<70% della frequenza cardiaca massima).

I lavori prolungati invece consistono in tratti in cui la cadenza deve essere mantenuta sulle 95-100rpm che possono iniziare dalla durata di cinque/otto minuti al ritmo lungo e possono raggiungere la durata di venti o trenta minuti continui.

Questi tipo di esercitazioni, ossia quelle brevi ad alta ed altissima cadenza e quelle prolungate possono essere inserite anche in sedute specifiche sui rulli o su ciclosimulatore.

Un'esercitazione spesso usata, soprattutto dai professionisti è quella del “dietromotore”. Attenzione perché è vietata dal codice della strada quindi sarebbe meglio appoggiarsi a strutture come un velodromo.

Foto Mapei Sport

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
 Il lunedì post granfondo è sempre molto difficile per il comitato organizzatore della Sportful Dolomiti Race di Feltre (BL) guidato da Ivan Piol: tutto da finire di sistemare, pulire, riordinare....

E’ Nicolas Samparisi, alfiere della KTM Alchemist Dama, il vincitore della prima tappa (e relativa prova speciale) dell’8° edizione del Rally di Sardegna International MTB, gara...

Sarà Anagni, incantevole borgo ciociaro che ha dato i natali a ben 4 Papi nonché, per tutti gli appassionati, al grande Vittorio Nereggi e ad altri grandi nomi del ciclismo...

Il Giro delle Miniere è sempre più nelle mani di Roberto Cesaro. Dopo aver centrato il successo nella Granfondo che ha inaugurato la 20esima edizione della corsa, il corridore partenopeo...

Attesa sempre più crescente per la terza edizione della Sirente Bike Marathon con la macchina organizzativa del Gruppo Alpini Aielli e dell’Avezzano Mtb che sta funzionando a dovere per il...

Il dottor Claudio Pecci, direttore responsabile e direttore sanitario del Centro Ricerche Mapei Sport di Olgiate Olona (Va), ci spiega che cos’è l’asma da sforzo. Grazie a lui in questo...

Shimano si conferma una garanzia assoluta anche in ambito di motori elettrici ed è così che arriva in questi giorni l’ultimo aggiornamento firmware (versione 3.4.3) che coinvolge tutti...

Per il terzo anno il vicentino Enrico Zen (Team Mobilzen Trek) fa sua la granfondo di Feltre, la più dura di sempre con 5.200 mt di dislivello e 210km dello stesso percorso...

Da Ferrara, dall’Emilia, da Milano e da Roma. Gruppi numerosi, altri che ci provano da soli, coppie, famiglie, amici. Risciò, bici in carbonio, footbike o handbike. Sono...

Oggi prima tappa - Arzana-Gairo Tasquisara - dell’8^ edizione del Rally di Sardegna Bike, evento unico nel suo genere che porterà i bikers nei selvaggi e incontaminati paesaggi della dell’Ogliastra...

Sono 400 i ciclisti che hanno preso il via dalla Galleria Commerciale di Carcare, domenica 16 giugno, per la seconda edizione della Gran Fondo Alpi Liguri, organizzata dal GS Loabikers...

  Inutile nascondersi, il peso su una bici da corsa ha la sua importanza e non è una questione marginale. Negli anni abbiamo assistito alla nascita di un filone particolare...

Che si tratti di Cross Country o eMTB, l’estate di Marco Aurelio Fontana passa sempre per la Val di Sole. A pochi mesi dal suo passaggio dalla disciplina olimpica alle...

Un traguardo importante quello della decima edizione per la BMW HERO Südtirol Dolomites, che questa mattina ha visto al via di Selva Val Gardena ben 4.019 biker pronti a sfidarsi...

Buone novità per chi ama le vacanze attive nel Garda Trentino. Il paradiso dello sport outdoor non manca mai di sorprendere i suoi affezionati ospiti con proposte e opportunità sempre...

Conto alla rovescia per la XI edizione della Granfondo Terre dei Varano, competizione ciclistica nel cuore dei monti Sibillini, nelle Marche che si svolgerà il prossimo 14 luglio. Quest’anno, tra...

All’insegna delle novità la Granfondo Alte Cime d’Abruzzo collocata come ogni anno nel mese di luglio (domenica 7): il borgo di Castel del Monte, il territorio della comunità Montana...

Grande attesa per la partenza dei “Campionati Italiani Assoluti di Paraciclismo”, in programma sabato 22 e domenica 23 giugno in Veneto. La manifestazione che assegnerà le ambite maglie tricolori andrà...

  Se siete alla ricerca di una soluzione unica che vi porti a spasso praticamente ovunque, sappiate che Trek ha appena presentato la nuova Crockett, molto di più di una...

Decisa la data della 3ª Granfondo Michele Scarponi - Strade Imbrecciate. L’edizione 2020 si terrà domenica 19 aprile a Filottrano.   Il Comitato organizzatore è già al lavoro per...

a Valle d’Aosta è una regione abituata a respirare l’atmosfera della grande Mountain Bike. Dopo aver ospitato nel 2017 il gran finale di Internazionali d’Italia Series a Courmayeur e nel...

Sono moltissime le iniziative di contorno previste per la granfondo internazionale La Fausto Coppi Officine Mattio, che partirà da Cuneo il prossimo 30 giugno. Tra queste, novità 2019, c’è la...

Quando finalmente sembra essere arrivata l’estate ecco che il CO della Valseriana Marathon presenta il pregiato pacco gara della gara che quest'anno in...

Un montepremi sicuramente invidiabile quello della 2a edizione della Gran Fondo Alpi Liguri, che aggiunge due premi di grande valore. Così domenica 16 giugno, alla partenza della seconda edizione della...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
La ricerca spinge sempre verso l’ottimizzazione delle performance e visto che si tratta di un pneumatico, la scorrevolezza,...
di Giulia De Maio
In occasione della 24H di mountain bike più famosa e partecipata al mondo abbiamo testato la Gomma Vittoria Mezcal Graphene...
di Giorgio Perugini
Settimana scorsa sembrava di essere tornati indietro nel tempo, più precisamente a novembre 2018 mentre oggi è arrivata...
di Giorgio Perugini
Optare per una Aero-Bike significa scendere a compromessi, quindi veloce sì ma il comfort resta un miraggio. Questo...
di Giorgio Perugini
Il ciclismo ha incontrato negli anni diversi step evolutivi, basti guardare le vecchie bici in acciaio, ora soppiantate...
di Giorgio Perugini
Le KR1 sono diventate famose ai piedi di Elia Viviani e hanno scortato il campione in carica italiano...
di Giorgio Perugini
Dove sta scritto che una sella da gara e leggera debba offrire una seduta da fachiro? Vecchie regole,...
di Giorgio Perugini
Si parla sempre più di assistenza elettrica e di mobilità sostenibile, due concetti che abbiamo imparato a trovare...
di Giorgio Perugini
Probabilmente queste scarpe sono nate con la camicia, del resto, sono salite sui gradini più alti del podio...
di Giorgio Perugini
Forse in questi giorni resta davvero difficile parlare di bella stagione ma alla fine siamo a maggio, stanno...
di Giorgio Perugini
La primavera è arrivata ma dopo una timida presentazione, la nostra penisola è stata avvolta da un clima...
di Giorgio Perugini
Vi eravate già innamorati della sella Dimension ma aspettavate la versione CPC? Eccola qui, semplicemente pazzesca! Il progetto...
di Giorgio Perugini
Molti di voi conosceranno il marchio SCICON per via delle ottime borse da viaggio utili per trasportare le...
di Giorgio Perugini
Ho ancora nelle gambe la grande sensazione di libertà trasmessa dalla Look Huez RS, un vera bomba da...
di Giorgio Perugini
Aerodinamica e veloce, affilata come un rasoio e ora decisamente più comoda che in passato grazie ad un...
di Giorgio Perugini
Sono passati solo due anni dal lancio delle Extreme RR e dell’innovativa tecnologia brevettata XFrame® e oggi, con...
di Giorgio Perugini
Le ruote Shimano WH-RS770 hanno carattere da vendere e non sono da considerarsi assolutamente un ripiego rispetto al...
di Giorgio Perugini
Le nuove fi’zi:k R5 Powerstrap Tempo riescono a ridare splendore alla cara chiusura a velcro, un sistema che...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy