I PIU' LETTI
TREK. RUOTE BONTRAGER AEOLUS XXX2 TLR, NATE PER LA SALITA
di Giorgio Perugini | 11/12/2018 | 09:43

Le ruote Aelous XXX nascono per stupire e catturare gli sguardi. Scure, cattive e leggere divorano l’asfalto con una leggiadria incredibile. 1300 grammi scarsi per aggredire ogni salita, ogni rampa che vi trovate davanti con una sicurezza e una rigidità pressoché totale.

La versione copertoncino con cui pedaliamo dai primi di giugno è una vera cannonata che scava un solco nei nostri cuori. Affidabili, leggere, silenziose e scorrevoli, da qualsiasi angolazione le prendiate queste nuove Aeolus XXX hanno classe e prestazione da vendere. Continua incessante il lavoro di Bontrager, marchio che non ha nulla da invidiare a quelli ben più blasonati. L’unico problema per noi sarà separarsi da queste XXX.

Che sia il Tour de France o la salita dietro casa vostra, Bontrager vi affida il meglio!

Bontrager non si nasconde dietro tanti proclami, queste XXX in tutti i tre profili sono nate per fornire all’atleta un set affidabile e performante.

Detto così suona molto normale…ma con i cerchi in carbonio i problemi sono spesso dietro l’angolo. Quindi, quando immaginate le XXX mettete da parte i più comuni problemi riscontrabili su ruote aero in carbonio. In casa Trek le risorse non mancano e la rinomata capacità nel lavorare il prestigioso carbonio OCLV aggiunta ad un assemblaggio totalmente manuale fanno il resto.

Materie prime, profili e pista frenante. Tutto al top.

I cerchi che abbiamo testato per voi sono le Aeolus XXX 2 TLR, un set estremamente leggero dotato di una altezza di 28mm, un profilo tutto sommato basso ma forte di una riuscitissima aerodinamica. La larghezza interna del cerchio da 21 mm fa in modo che il pneumatico da 25 sia di rigore ma strizza l’occhio anche al 28mm, un vero tappeto che appiattisce ogni asperità e regala un comfort spettacolare.

In casa Trek il carbonio è di casa e tutto, dalle fibre alla resine utilizzate, viene lavorato con un processo produttivo all’avanguardia. Il risultato? Un cerchio leggero e stabile, veloce e resistente come pochi altri al mondo. L’aerodinamica non è trascurata neanche con un profilo così basso, infatti, anche per il 28mm Trek ha scelto il profilo migliore in termini di leggerezza, velocità e stabilità.

Cerchi come questi non sono prodotti esoterici in cui la leggerezza fa rima con delicatezza. Con XXX si pedala sicuri ovunque, anche in discesa a 100km/h, poche storie. La pista frenante prodotta con la tecnologia Laser Control Track riduce gli spazi d’arresto e dona una nuova fiducia nei confronti della frenata sul carbonio. L’unico rischio? Il consumo dei pattini sarà più veloce ma frenando non sentirete mai alcun rumore e non avrete patemi d’animo neanche sul bagnato.

Mozzi neri in alluminio. Eleganza e scorrevolezza da primato.

I componenti interni DT Swiss sono una garanzia e si dimostrano veloci e affidabili in ogni circostanza. Il disegno dei mozzi è realizzato su specifiche Trek e vengono montati con raggi DT Swiss Aerolite e cuscinetti a sfera in acciaio finemente lavorati.

Sull’anteriore la raggiatura radiale esalta il design minimale del mozzo in alluminio mentre quello posteriore ( 24 raggi ), con raggi incrociati e contrapposti sul lato catena, assicura stabilità anche durante le fasi di massima spinta.

Il cricchetto a 36 denti di DT Swiss ha un rumore caratteristico che è pura goduria. Dal punto di vista estetico, l’unico barlume di colore si ritrova nel rosso infuocato con cui sono evidenziate le XXX, un dettaglio che spicca sul nero lucido e sulle scritte Bontrager ricavate tramite incisione a laser. Non so se vi è chiaro, ma in questo progetto ogni grammo ha il suo valore. Gli sganci rapidi sono in alluminio e di color nero, due elementi eleganti facilissimi da serrare.

Su strada la goduria è immensa. Non è il solito set da salita

Spesso e volentieri se una cosa fa bene il suo lavoro è come non averla, giusto? Con le XXX avviene più o meno la stessa cosa. Scorrono velocissime e quando il dislivello aumenta si sentono perfettamente a loro agio. In questo caso però non si tratta del classico set da salita, le XXX 2 TLR filano in pianura come un profilo ben più alto e lo fanno con una reattività sconosciuta ai cerchi da 35mm in su.

La stabilità è rigorosa e la guida, anche nei tratti più nervosi, ne può trarre solo enormi benefici. I rilanci e gli scatti sono il loro pane, merito di una raggiatura stabile e vigorosa, in più la praticità del copertoncino è senza pari. In definitiva, le strabilianti capacità con cui Trek lavora il carbonio sono nodi che vengono subito al pettine. I cerchi sono Tubeless ready, quindi potrete sbizzarrirvi con la prova delle migliori coperture Tubeless in circolazione.

 

Noi le abbiamo montate con Pirelli PZero TT e con le Vittoria Competition da 25mm e in entrambe i casi il loro funzionamento ( direi intensivo ) è stato esemplare. Ancora oggi, nonostante le nostre strade non siano dei tavoli da biliardo, girano ancora a meraviglia e sono drittissime. Per quanto riguarda la frenata, penso che Bontrager abbia raggiunto davvero un risultato invidiabile, sia sull’asciutto che sul bagnato. A vederla, la pista frenante non sembra così aggressiva, ma l’effetto abrasivo lo potete trovare direttamente osservando il veloce consumo dei pattini.

A chi consigliarle?

Bontrager ha ragione, le XXX sono ruote da gara che potete usare tutti i giorni soprattutto in questo profilo basso. Perché rinunciare alle loro prestazioni data l’affidabilità e la sicurezza con cui si districano anche sull’asfalto più irregolare? Per questo motivo le reputo una soluzione all-in-one da utilizzare tutto l’anno, al massimo alternando coperture invernali a quelle più race e specifiche per la bella stagione. Con questa coppia potete fare un ambo secco: qualità del carbonio Trek e meccanica della svizzera DT Swiss, cosa volere di più?

Aeolus XXX 2

    Ruota Bontrager Aeolus XXX 2 Tubolar Road € 1.074,99- € 1.324,99

    Ruota Bontrager Aeolus XXX 2 TLR Clincher Road € 1.074,99- € 1.324,99

 

www.trekbikes.com/it/it_IT/

 

★★★★★ leggereza

★★★★★ eleganza

★★★★☆ prezzo

★★★★★ scorrevolezza

★★★★☆ aerodinamica

★★★★☆ rigidità verticale

★★★★★ rigidità torsionale

★★★★★ manutenzione

★★★★★ salita

★★★★★ discesa

★★★★☆ pianura

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Il prossimo 12 maggio la Granfondo WHYsport Città di Valdagno festeggia il suo primo lustro di vita. C’è voluto relativamente poco tempo perché la manifestazione vicentina diventasse uno dei principali...

Ritorna anche nel 2019 una delle manifestazioni più originali e innovative del panorama ciclistico: stiamo parlando de LA RONDA, che Sabato 13 Aprile andrà in scena a Conegliano (TV) con...

Si può coniugare la passione per il ciclismo con la festa di Capodanno? Grazie al nuovo evento “Ride To Capodanno” organizzato da Witoor tutto questo è possibile.Dal 29 dicembre 2018...

Caldarola e i Monti Sibillini attendono tutti coloro che il 23 giugno decideranno di prendere parte alla Granfondo dei Sibillini - La cicloturistica, sesta prova del Marche Marathon - Ciclo...

Freddo e ciclismo sono due parole che possono convivere solo e soltanto se ci sono le giuste precauzioni, giusto? Coprirsi in maniera adeguata è la prima cosa logica...

Con una simpatica cerimonia in famiglia il Team Bellato Peseggia ha festeggiato l'altra sera i 25 anni di attività. Il sodalizio è nato il 20 dicembre del 1993 grazie ad...

La bici è il futuro, BikeEconomy la strada da seguire. Perché BikeEconomy non significa solo biciclette e accessori, ma anche turismo, salute, mobilità e molto molto altro. Quello che può...

Continua la partnership tra SIDI e il Team KATUSHA ALPECIN. Venerdì sera a Koblenz in Germania, nel quartier generale Canyon, si è tenuta la presentazione ufficiale del team che si...

Freddo e pioggia possono condizionare le vostre uscite in bici e farvi saltare importanti momenti di svago? Abitate in una località umida e siete stufi di tornare a...

Una capitale del Prosecco c’è già: è Valdobbiadene. L’altra arriverà nel 2019, quando per la prima volta oltre duemila ciclisti provenienti da tutto il mondo proveranno l’emozione di pedalare nel...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Spesso un capo invernale può essere troppo caldo oppure, talvolta, non è abbastanza isolante mentre in altri casi...
di Giorgio Perugini
Ammettiamolo, con i tempi che corrono valutare con attenzione le spese che vorremmo fare non è affatto una...
di Pietro Illarietti
Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobicitech dal titolo «Tested4You»: come facile intuire, i nostri tester proveranno per voi capi...
di Giorgio Perugini
  Due giorni a Cannes per una presentazione ufficiale Look non sono roba da poco. La casa francese continua ad...
di Giorgio Perugini
  Ho una personalissima lista di cose che mi fanno girare le scatole e quasi in cima all’elenco si posiziona...
di Giorgio Perugini
La sella perfetta esiste, questo è poco ma sicuro. Sarà l’unica che vi farà pedalare più comodamente rispetto ad altre...
di Giorgio Perugini
  Nella storia recente abbiamo potuto notare come alcuni prodotti abbiano avuto il merito di fare scuola gettando la base...
di Giorgio Perugini
  Ebbene sì, non si tratta di un prodotto nuovissimo, infatti, i Michelin Power Competition sono in vendita da più...
di Giorgio Perugini
Sono passati diversi giorni dall’Eroica e a parte un discreto mal di gambe mi è rimasto addosso un incredibile entusiasmo....
di Giorgio Perugini
La domanda che mi fanno in molti incontrandomi in bici durante il giorno è sempre la stessa: perché lasci le luci...
di Giorgio Perugini
Sono stati la novità dell’anno di Oakley,  i Flight Jacket hanno vinto la partita contro l’appannamento in maniera definitiva, questa...
di Giorgio Perugini
  Tranquilli, i tempi son cambiati e non si cade in contraddizione desiderando un casco ventilato e aerodinamico. Oggi come...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto, era molto tempo che desideravo affrontare una prova Gravel e finalmente l’occasione si è presentata. Jeroboam 300...
di Giorgio Perugini
  Con questa review si chiude il lungo test svolto con le selle Repente iniziato circa un anno fa, una ...
di Giorgio Perugini
  Da un paio di anni è di gran moda indossare calzini colorati e vivaci mentre si pedala, un capo...
di Giorgio Perugini
Riciclare è la parola d’ordine quando si pensa all’ambiente e all’inutile spreco di materie prima una volta utilizzate per realizzare...
di Giorgio Perugini
Avete presente quelle nuvole gonfie di pioggia, pronte ad esplodere in un fragoroso temporale da un istante all’altro?...
di Giorgio Perugini
Sicurezza, ventilazione e aerodinamicità sono solo alcune delle voci che descrivono al meglio il casco Ventus, un progetto...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy