I PIU' LETTI
EUROPEI MTB. CATTANEO: «ABBIAMO VISSUTO UNA GRANDE EDIZIONE»
dalla Redazione | 29/07/2019 | 07:41

Si sono conclusi  a Brno (Repubblica Ceca) i Campionati Europei MTB durante i quali sono stati assegnati 9 titoli continentali oltre a quelli delle categorie Master.

Ad imporsi tra gli Elite, davanti ad oltre 10.000 persone che hanno assistito alle gare all’Anthropos Bike Arena, sono stati due tra i migliori interpreti del fuoristrada a livello mondiale: Mathieu van der Poel (Paesi Bassi) e Jolanda Neff (Svizzera).

La gara maschile è stata dominata dal talento olandese, già campione europeo in carica del ciclocross e medaglia d’argento agli europei strada lo scorso anno, che dopo essere rimasto vittima di una caduta nel corso della prima tornata ha sbaragliato il campo degli avversari.

Van der Poel, vincitore quest’anno dell’Amstel Gold Race, ha dato ancora una volta una dimostrazione di grande classe attaccando nel corso della terza tornata delle otto in programma per involarsi in solitudine verso il traguardo che ha tagliati con 43” di vantaggio sul campione europeo uscente Florian Vogel (Svizzera) e 1’02” su Milan Vader (Paesi Bassi).

Anche tra le Donne Elite non c’è stata storia con il successo della plurititolata Jolanda Neff. La svizzera, campionessa europea uscente, è stata protagonista di una vera e propria prova di forza; nel corso della prima tornata ha attaccato ed ha continuato ad incrementare il proprio vantaggio sulle altre atlete fino a tagliare il traguardo con 2’52” di vantaggio sull’ucraina Yana Belomoina, vincitrice del titolo europeo nel 2017, e 3’05” su Elisabeth Brandau (Germania).

I campionati europei si Brno si sono aperti con il Team Relay che ha registrato il successo della Svizzera (Joel Roth, Dario Lillo, Ramona Forchini, Sina Frei e Andri Frischknet) che, al termine di una prova particolarmente combattuta, si è imposta sull’Italia (Simone Avondetto, Andrea Colombo, Eva Lechner, Martina Berta e Luca Braidot) e sulla Danimarca (Sebastian Fini, Markus Heuer, Sofie Pedersen, Caroline Bohe, Simon Andreassen).

Come lo scorso anno il podio dell’Eliminator Uomini è stato occupato interamente da corridori francesi con Hugo Briatta che ha preceduto i connazionali Titouan Perrin Garnier, campione del mondo in carica, e Lorenzo Serres, mentre in campo femminile la giovanissima italiana Gaia Tormena (soli 17 anni) ha superato la francese, campionessa del mondo, Coline Clauzure e la spagnola Magdalena Duran.

Successo svizzero nel Cross Country Donne Junior grazie a Jacqueline Schneebeli che dopo aver controllato le avversarie più dirette nelle prime fasi di gara, si è involata in solitudine verso la conquista del titolo europeo. Alle spalle della Schneebeli, a 1’52”, si è classificata l’austrica Mona Mitterwallner a 2’17”, la britannica Harriet Harnden.

A decidere la prova degli Uomini Junior è stata una volata a due che ha premiato il belga Lukas Malezsewski; alle sue spalle si è classificato Janis Baumann (Svizzera), mentre in terza posizione si è classificato il britannico Harry Birchill a 1’09”.

Tra le Donne Under 23 la svizzera Sina Frei ha conquistato il quinto titolo europeo consecutivo della propria carriera. La Frei, vincitrice due giorni prima anche dell’oro nel Team Relay, ha dominato la prova fin dalle prime battute e si è lasciata alle spalle la giovane austriaca Laura Stigger, vincitrice lo scorso anno tra le Junior dei titoli mondiale ed europeo XCO e della maglia iridata nella gara in linea su strada, e la francese Loana Lecomte.

La gara degli Under 23 si è conclusa con la vittoria di Vlad Dascalu che ha portato alla Romania un oro storico. Dascalu è stato protagonista di una condotta di gara impeccabile che l’ha visto staccare gli avversari più diretti nella seconda metà gara. Alle sue spalle, con un ritardo di 59”, si è classificato lo svizzero Filippo Colombo, mentre in terza posizione, a 1’36”, ha chiuso Maximilian Brandl (Germania).

Il medagliere finale vede al primo posto la Svizzera con sette medaglie (quattro ori e tre argenti) davanti alla Francia (un oro, due argenti e due bronzi) e Italia (un argento e un bronzo).

Rocco Cattaneo, Presidente dell’Union Européenne de Cyclisme: “Quella che si è chiusi a Brno è stata una delle edizioni più belle degli ultimi anni per quanto riguarda i campionati europei di Mountain Bike. Il successo di questo evento è il risultato di una serie di fattori, a partire dal livello tecnico degli atleti partecipanti che hanno dato grande spettacolo al folto pubblico presente e ai tanti appassionati che hanno potuto seguire le gare da casa grazie alla diretta TV.

Voglio rivolgere un ringraziamento particolare a tutti i membri del comitato organizzatore presieduto da Lubomír Vidlák per l’impegno e la professionalità con cui hanno affrontato un evento che richiede una notevole mole di lavoro, curando ogni minimo dettaglio e mettendo in evidenza una passione non comune; un ringraziamento che va anche e soprattutto a tutti i volontari, fondamentali per il successo di questo campionato. Grazie anche alla Federazione Ciclistica della Repubblica Ceca con il suo presidente Petr Marek e la Città di Brno con il Sindaco Markéta Vaňková per aver accolto con entusiasmo questo campionato.”

La prossima edizione dei Campionati Europei MTB si terrà a Graz (Austria) dal 14 al 17 maggio 2020.

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Non potevano mancare i rappresentanti del ciclismo eroico sui percorsi permanenti della “Sulle strade di Alfredo Binda”. Oggi è stato Luca Carraro, pedalatore appassionato del ciclismo di un tempo, che...

Sarebbe il momento migliore dell’anno per fare il Col du Telegraphe, il Col d’Aubisque, l’izoard, il Col de Tourmalet o la gloriosa Alpe d’Huez visto che le giornate estive sono...

Finalmente si alza il sipario sulla III edizione di Italian Bike Festival. Dopo mesi di incertezze, la più grande manifestazione italiana dedicata al mondo della bike industry, agli appassionati di...

Il mondo della e-bike sta vivendo un vero e proprio boom, utilizzabile in città, in campagna e in montagna, sui percorsi pianeggianti e sui saliscendi collinari, sull’asfalto e nell’off-road; un universo...

La notizia è fresca fresca ed è tutto ufficiale, nella stagione 2020 Il team belga Circus-Wanty Gobert-Tormans potrà contare su Bryton come partner tecnico e gli atleti avranno il piacere...

Una porta d'ingresso su un nuovo concetto di benessere, in cui sport, salute, food e ambiente si fondono in un unico spazio, dedicato al turismo slow e sostenibile. È questo,...

L'annullamento della Marathon dei Colli Albani ed il conseguente annullamento dei Campionati Italiani Marathon, che si sarebbero dovuti correre a Rocca di Papa (RM) il 13 settembre, ha creato un vuoto che, su...

Per viaggiare la bici la metti in auto o sul portapacchi? Poi, una volta arrivato a destinazione nella località dove trascorrerai la vacanza la terrai in camera, vero? Ecco, probabilmente...

Il cicloturista italiano ama usare la bicicletta anche per gli spostamenti quotidiani, in particolare nei tragitti casa-lavoro, trascorre vacanze in bici piuttosto lunghe (oltre le 6 notti per il 50%...

Col ritorno della bella stagione e la possibilità di svolgere attività sportive in natura, ritorna Enjoy Stelvio National Park. Le strade dei più famosi passi alpini tornano protagoniste della voglia di libertà di...

I mesi appena trascorsi sono stati molto difficili. I progetti e le “battaglie” ambientali, per via della crisi, sono state poste in secondo piano, rispetto all'immediata emergenza sanitaria.Oliviero Alotto, runner,...

Alessio Berti, l'infaticabile attore, sceneggiatore e scrittore appassionato di sport e in modo particolare di quello della bicicletta, dopo aver concluso il viaggio da Onara di Tombolo-Basilica Sant'Antonio (Padova) a...

Scratch M5 è la sella che sto testando per voi e posso già anticiparvi che si tratta di un prodotto davvero speciale nato dalla collaborazione di Prologo con il Politecnico...

Sabato 18 luglio si comincerà a fare sul serio con una cronoscalata su una delle salite più rappresentative della città scaligera, che dalla mattina al pomeriggio vedrà coinvolte diverse tipologie...

E’ il 1985 quando esce nelle sale cinematografiche il primo episodio della trilogia di “Ritorno al futuro”. Nel film, lo stravagante scienziato “Doc” costruisce una macchina per viaggiare nel tempo,...

Quando le cose stavano al loro posto, insieme alle stagioni, c'era il Giro di Lombardia (e c'è ancora, non vi allarmate, anche se quest'anno non si sa bene): una delle...

“RIPARTIAMO PER BENE” questo il titolo scelto dal team NewsCiclismo per la sua nuova impresa, un ciclopellegrinaggio che li vedrà impegnati in una sfida solidale. 1000 chilometri da Varese aLourdes...

Garmin rivoluziona ancora una volta il nostro modo di praticare sport. Da oggi sono disponibili gli innovativi sportwatch con ricarica solare. Grazie alla luce naturale ora le nostre attività possono...

Pronte per inseguire i traguardi più importanti nel mondo del triathlon. Sono le nuove T-5 Air di Sidi, le scarpe pensate per i campioni della tripla specialità A testarle...

La e-bike è il futuro ed è l’emblema della nuova mobilità, per intenderci, quella sostenibile che promette di cambiare il volto delle nostre città. La e-Road, la sua versione sportiva,...

Il progetto era nato già nei mesi precedenti il lockdown, ma la Sc Gazzanighese ha deciso di non fermarsi, anzi, dopo il periodo cupo che abbiamo vissuto per la pandemia...

Dal 2015, la Terminillo Marathon è la conferma di un successo coltivato e portato avanti con la passione, il massimo dell’impegno e la professionalità nel promuovere l’ormai celebre Montagna di...

Il campione dello SCOTT Racing Team lo scorso weekend ha pedalato per 24 ore ininterrotte salendo per ben 10 volte sul Monte Gölem: per lui un dislivello Totale di 12.738...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




La e-bike è il futuro ed è l’emblema della nuova mobilità, per intenderci, quella sostenibile che promette di cambiare il...
di Giorgio Perugini
Il casco Giro Manifest Sferical è l’ultima novità destinata al mondo off-road che sfrutta la Spherical™ Technology creata in partnership...
di Giorgio Perugini
I gusti cambiano e cambiano soprattutto le esigenze di chi pedala, oggi più che mai. L’amatore evoluto passa molte ore...
di Giorgio Perugini
Dopo aver apprezzato in lungo e in largo la nuova chiusura powerstrap elaborata da fi’zi:k è arrivato il momento di...
di Giorgio Perugini
Per molti versi, cercando tra le bici più performanti e veloci in circolazione è difficile trovarne una comoda e accogliente...
di Giorgio Perugini
L'edizione speciale a tiratura limitata di un capo, di un accessorio o di una bici è una di quelle cose...
di Giorgio Perugini
Spesso con gli amici se ne discute a lungo ma non si arriva mai ad un punto. Chiacchiere da bar...
di Giorgio Perugini
Abbiamo imparato a conoscere Tubolito per via delle sue camere d’aria arancioni realizzate con uno speciale elastomero termoplastico. Detto così...
di Giorgio Perugini
Starvos WaveCel, il nuovo casco Bontrager, ha il grande merito di proporre la tecnologia WaveCel ad un pubblico più ampio,...
di Giorgio Perugini
Dopo aver calato una scala reale con la gamma Velo Road Racing, Pirelli ha messo le mani sul gravel con...
di Giorgio Perugini
Questa sella è dedicata agli scettici, soprattutto a quelli che guardano con diffidenza la stampa 3D, ritenendola valida solo per...
di Giorgio Perugini
Mi ero fatto altri programmi, ebbene sì, ma credo che lo steso valga per tutti voi. Non era ancora finito...
di Giorgio Perugini
Ci sono ritorni e ritorni, questo è vero, concordate? Talvolta un ritorno può essere un flop e altre meno e...
di Giorgio Perugini
Con Killer SLR Pittorico 3D la bici diventa come la tela di un pittore e vi riporta direttamente nel momento...
di Giorgio Perugini
Veloflex è uno di quei marchi che non hanno bisogno di tante presentazioni, infatti, sono largamente conosciuti da chi pretende...
di Giorgio Perugini
Ci sono tecnologie che fanno la differenza, una di queste, almeno per quanto riguarda la costruzione bici, è IsoSpeed. Preferite...
di Giorgio Perugini
Lo ammisi subito e senza mai tirarmi indietro, la Grail mi ha fatto impazzire fin dalla sua presentazione....
di Giorgio Perugini
Conoscevo molto bene Olympia Boost, oggetto di una review approfondita esattamente l’anno scorso, quindi, visto l’ottimo feedback avuto...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy