I PIU' LETTI
A LA THUILE SORPRESA DASCALU: AL ROMENO E TEOCCHI LE CORONE DI INTERNAZIONALI D'ITALIA
dalla Redazione | 27/06/2021 | 07:45

L’edizione 2021 di Internazionali d’Italia Series si è conclusa sabato 26 giugno a La Thuile esattamente com’era iniziata lo scorso mese di marzo ad Andora: all’insegna dello spettacolo e delle stelle del Cross Country mondiale. 

La seconda edizione dell’evento valdostano, quinta e ultima tappa del più prestigioso circuito italiano di MTB,  ha regalato sfide ad alta intensità, merito di un tracciato che si è confermato fra i più tecnici e selettivi, e un finale a sorpresa.

Il forfait di Maxime Marotte (Team Santa Cruz), a causa di una indisposizione, e l’incidente meccanico occorso a Simone Avondetto (Trek-Pirelli) hanno lanciato Vlad Dascalu (Trek-Pirelli) verso l'affermazione finale a Internazionali d’Italia Series fra gli Uomini Open. Il romeno, Campione del Mondo U23 nel 2019, si è aggiudicato anche il successo di tappa.

Fra le Donne Open, la bergamasca Chiara Teocchi ha invece regalato una grande soddisfazione a se stessa e al Team Trinity Racing, cogliendo la sua terza affermazione assoluta a Internazionali d’Italia Series. Successo di tappa per la favorita Evie Richards (Team Factory Racing) davanti all’australiana Rebecca McConnell (Primaflor-Mondraker). 

Matteo Siffredi (Scott-Libarna) e Sara Cortinovis (Four ES Racing) hanno conquistato sia la vittoria di tappa che la classifica finale fra gli Juniores. Avondetto e Giada Specia (KTM-Protek) si sono invece laureati campioni U23.

Teocchi

A LA THUILE E’ IL GIORNO DI DASCALU

Sembrava dovesse essere un duello annunciato fra Avondetto e Marotte, ma ancora una volta il l’ultimo atto di Internazionali ha consegnato un finale a sorpresa. Il 24enne romeno Vlad Dascalu, fra i talenti più fulgidi a livello mondiale, ha ribaltato le gerarchie fra gli Uomini Open, vincendo a La Thuile al termine di una gara di testa dall’inizio alla fine. Il biker romeno ha preceduto sul traguardo il russo Anton Sintsov (Struby Bixs) e un ritrovato Stephane Tempier (Trek Factory Racing).

“Sono felicissimo”, ha detto Dascalu dopo aver tagliato il traguardo. – “Per me è la prima vittoria in Italia. Volevo fare gara di testa e ci sono riuscito. Un grazie speciale al Team Trek-Pirelli per aver reso tutto questo possibile”.

Dascalu, Blevins, Tempier, Zanotti e Sintsov hanno acquisito un significativo margine di vantaggio sin dalle prime curve, con l’aostano Vittone (KTM-Protek) a capo del gruppo inseguitore, mai realmente in gioco per la vittoria di tappa. Insieme a loro in apertura c’era anche il leader della classifica Simone Avondetto (Trek-Pirelli), ma la rottura della catena lo ha costretto a ripartire dall’ultima posizione, affidando le residue possibilità di successo ad una rimonta subito apparsa impossibile.

Nell’ultimo giro, Dascalu ha provato l’assolo personale giungendo sul traguardo in solitaria. Per lui una grande soddisfazione e la consapevolezza di essere entrato a far parte dei piani alti del Cross Country mondiale. Primo degli italiani a La Thuile Juri Zanotti (KTM-Protek), quarto.

Teocchi  - Dascalu

RICHARDS CONCEDE IL BIS A LA THUILE. TEOCCHI CALA IL TRIS A 'INTERNAZIONALI' 

Dopo aver dominato nel 2019, Evie Richards (Trek Factory Racing) è riuscita nella sempre difficile impresa di ripetersi, tanto più su un tracciato impegnativo come quello di La Thuile MTB Race. Alle spalle della britannica, l’australiana Rebecca McConnell (Primaflor-Mondraker) e la statunitense Haley Batten (Trinity Racing) hanno completato una top-3 di livello mondiale. 

Chiara Teocchi (Trinity Racing), settima quest’oggi, si è invece aggiudicata il titolo assoluto di Internazionali d’Italia Series 2021 fra le Donne Open. Per la bergamasca è il terzo successo assoluto nel più importante circuito italiano di Cross Country dopo quelli conquistati nel 2016 e nel 2017. 

"E' una grande soddisfazione per me vincere ancora una volta Internazionali d'Italia Series" - spiega Chiara Teocchi. - "Dopo tanti problemi fisici sono tornata a competere al massimo livello e questo mi motiva anche per il futuro".  

A La Thuile, Evie Richards ha rotto definitivamente gli indugi con l’azione decisiva nel corso del secondo dei cinque giri in programma, lasciandosi alle spalle McConnell e, ancora più staccata, l’americana Batten.

Dopo una buona partenza, Teocchi ha perso delle posizioni a causa di una caduta senza conseguenze sul rock garden. La bergamasca ha proseguito in controllo, facendo leva sul cospicuo margine di vantaggio accumulato in classifica generale.

In testa alla corsa, Richards ha imposto invece un ritmo insostenibile, lanciando un segnale forte in chiave Olimpica. Niente ha potuto Rebecca McConnell, staccata di oltre 2 minuti dalla vincitrice. Prima delle azzurre al traguardo, Giada Specia (KTM Protek Dama), quarta davanti alla compagna di squadra Marika Tovo.

Sara Cortinovis (Four ES Racing) si è invece aggiudicata la gara Junior Donne completando un fantastico cinque su cinque a Internazionali d’Italia Series. Alle sue spalle le tedesche Sina Van Thiel (RSC Kempten) e Kaya Pfau (Kaya Pfau Team).

Podio Uomini Open
Podio Donne Open

UCI JUNIOR SERIES: SIFFREDI, LA SODDISFAZIONE E’ DOPPIA

La Thuile ha accolto i giovani protagonisti del Cross Country mondiale con una mattinata soleggiata e le temperature fresche tipiche del clima valdostano. Presente fra il pubblico anche la campionessa di sci Federica Brignone, grande appassionata di Mountain Bike.

Alle 10.30, il programma di La Thuile MTB Race si è aperto con l’attesissimo appuntamento con le UCI Junior Series maschili. Il Campione Italiano Matteo Siffredi (Scott-Libarna) ha sbaragliato la concorrenza con una tattica di gara all’attacco, conquistando sia il prestigioso successo di tappa che l’affermazione finale a Internazionali d’Italia Series.

Alle spalle del ligure, il tedesco Paul Schehl (NN) e il neozelandese Ethan Rose (NZ MTB Academy) hanno completato il podio. “Sono felicissimo di aver vinto ad Internazionali, è un sogno che si realizza”, ha commentato un emozionatissimo Siffredi.

Siffredi
Sara Cortinovis

GLI ORGANIZZATORI: “UN’EDIZIONE SENZA PRECEDENTI”

Grande soddisfazione nelle parole di Michele Mondini e Luca Carton di CM Outdoor Events, la società di gestione di Internazionali d'Italia Series.

“E’ stata un’edizione nata non senza difficoltà per via dell'emergenza sanitaria, ma nella quale i grandi sforzi organizzativi sono stati ripagati da un livello tecnico senza precedenti nella storia del circuito. I grandi campioni del Cross Country mondiale hanno apprezzato il nostro prodotto e la possibilità di disputare gare di alto livello in un periodo caratterizzato da numerose cancellazioni all’estero. Crediamo allo stesso tempo di aver dato una grande opportunità anche al movimento italiano, offrendo agli atleti la possibilità di competere coi grandi campioni del panorama internazionale”.

“Questo risultato non sarebbe stato possibile senza il supporto della Federazione Ciclistica Italiana, l’impegno di Shimano, Scott Sports, Pirelli e GSG e la resilienza di tutti i nostri organizzatori, che hanno dimostrato una volontà fuori dal comune per aiutare la mountain bike a risorgere dopo il buio del 2020. A tutti loro e a chi ha lavorato con noi in queste cinque tappe vogliamo esprimere il nostro più sentito ringraziamento.”

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Vi piace la salita? Ogni volta che organizzate un’uscita pensate solo al dislivello? Tranquilli, siete in buona compagnia! Se siete scalatori incalliti noterete solo biciclette leggere e performanti, insomma, i...

“Adoro le mie nuove scarpe da corsa NW Veloce Extreme e ora hai la possibilità di vincerne un paio per te!” Ecco servito il contest con cui potete vincere le...

Il Centro Ricerche Mapei Sport è lieto di tornare a organizzare il suo consueto convegno annuale in presenza. Sabato 23 marzo presso l’Hotel Double Tree by Hilton di Solbiate Olona (Varese) preparatori, medici...

Se siete rimasti piacevolmente colpiti dalla nuova colorazione Team Replica della formazione Bahrain Victorius e volete pedalare la nuova stagione su una delle quattro versioni Limited Edition sappiate che l’italia...

La nuova Spectral CF di Canyon è stata sottoposta a una completa evoluzione ingegneristica per affermarsi come la bici da trail definitiva. Grazie all'aggiunta di nuove caratteristiche a tecnologie già...

La nuova collezione primaverile Prime di Specialized è pronta per voi, una collezione ideata e preparata con grande cura per favorire la vostra naturale passione per il ciclismo. Che si...

Spider è la gravel secondo De Rosa, un prodotto esclusivo che oggi vi presentiamo nella nuova colorazione Ocean. Spider è un modello completo con cui potete competere ad ogni livello...

Q36.5 introduce Elemental: la nuova collezione per la primavera e l’estate del 2024. La nuova collezione si compone di due linee capisaldo del marchio bolzanino: Dottore Pro e Gregarius Pro. Nei...

In un ciclismo amatoriale che oggi sembra trasformato, continua a crescere la passione per il Gravel, del resto è piuttosto evidente che i nuovi appassionati si moltiplichino alla velocità della...

Quad Lock è il marchio di accessori smartphone progettati con particolare attenzione al design e alla resistenza, ideali per tutti coloro che percorrono strade deserte in bicicletta. Da oggi tutti...

La stagione 2024 su strada ha portato una grande novità in casa Northwave, che a fianco di campioni già affermati come Filippo Ganna e Matej Mohoric quest’anno potrà contare anche...

Specialized Bicycle Components ha recentemente presentato le nuove scarpe Torch 2.0 e Torch 3.0, due prodotti progettati per soddisfare le richieste di un consumatore evoluto Comfort, design elegante e prestazioni superiori si ritrovano...

Se state preparando la vostra gravel per il prossimo trail , sapete già di cosa voglio parlarvi se inserisco nella stessa frase la parola bike computer e luce anteriore! È...

So che le temperature vi portano a sognare, ma la primavera non è ancora arrivata ed il periodo si presta a proverbiali ritorni di aria fredda che possono veramente far...

In questi giorni Trek ha ampliato la propria linea di scarpe ad alte prestazioni per ciclismo su strada e lo ha fatto con tre nuovi modelli davvero molto interessanti. RSL...

In questa stagione 2024 vedremo la borraccia Shiva Bio di Bottle Promotions sulle bici e nelle mani di moltissimi atleti, infatti, sarà a disposizione dei Team World Tour Astana Qazaqstan, Soudal Quick-Step,...

In sintesi non è possibile realizzare un telaio che sia più veloce di un altro scegliendo singolarmente ogni tubazione ed il rispettivo profilo, tanto quanto non è possibile creare un...

Al via di una stagione che si preannuncia calda e particolarmente veloce, Specialized presenta il nuovo casco Propero 4, un prodotto raffinato che unisce le ottime doti aerodinamiche del S-Works...

La crisi che ha colpito il settore ciclistico, dopo lo straordinario boom dell’era covid, si sta facendo sentire anche in svizzera e tocca uno dei marchi più prestigiosi, la BMC....

POLINI HI-Speed è un dispositivo elettronico studiato per i motori per E-bike al fine di eludere il fermo del motore ai 25 Km/h e di conseguenza aumentare l’assistenza attiva sfruttando...

Consideratelo un capo versatile e caldo, del resto, il Giubbino OVIS in pile realizzato da Santini con l’esclusiva termofelpa Polartec® Thermal Pro Shearling Fleece è perfetto nelle giornate fredde passate...

Devi cambiare i copertoni, ma le leve che avevi con te hanno perso smalto e flettono? Peggio ancora, si sono rotte? È il momento di passare a qualcosa di veramente...

Quando arriva il momento della sosta, anche per un caffè veloce, il rischio che la nostra bici possa finire nelle mani di un altro è un incubo che ci passa...

Per la Team Edition 2024 del suo modello da corsa di punta, la Pressure, l’ufficio design di Cinelli continua ad affinare il linguaggio della tecnica di verniciatura graffiata introdotta con...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
I caschi sono tutti uguali? Certo che no e questo è un aspetto su cui più volte abbiamo cercato di...
di Giorgio Perugini
Da sempre in casa Trek la parola Madone ha un solo sinonimo ed è “velocità”. La nuova Madone SL 7...
di Giorgio Perugini
Laddove C sta per Carbonio e congiunzioni (anche se oggi dobbiamo parlare di parti), Colnago, Cambiago e Classe c’è anche...
di Giorgio Perugini
Se siete alla ricerca di un winter kit adeguato per pedalare in questo inverno, le proposte di Q36.5® vi daranno...
di Giorgio Perugini
Temevamo un arrivo repentino del freddo e così è stato, ora fuori le temperature sono scese molto e negli ultimi...
di Giorgio Perugini
Desiderate un’esperienza di ascolto ottima anche mentre correte o pedalate? Niente di più facile con le cuffie a conduzione ossea...
di Giorgio Perugini
Per molti amanti del gravel arriva la parte della stagione che regala emozioni forti, infatti, la natura che si appresta...
di Giorgio Perugini
Siamo a novembre e in alcune regioni d’Italia si registrano ancora temperature superiori ai 25°C, una situazione surreale che però...
di Giorgio Perugini
Leggerissime e rigide, ma anche veloci e incredibilmente scattanti, insomma, un set di ruote di livello incredibile alla portata di...
di Giorgio Perugini
Al celebre marchio francese Café du Cycliste non mancano certo stile ed inventiva, del resto, basta sfogliare le pagine della...
di Giorgio Perugini
Scegliere la ruota giusta oggi è complicato, soprattutto se siamo soliti affrontare percorsi misti in cui pianura, salita e discesa...
di Giorgio Perugini
Una cosa è certa, oggi grazie a geometrie molto spinte e al sapiente uso della fibra di carbonio le aziende...
di Giorgio Perugini
C-Shifter è l’ultimo nato dalla nobile famiglia Shifter di Bollé, un occhiale ad alte prestazioni dotato di ottiche sopraffine che...
di Giorgio Perugini
Adidas si è immessa con forza nel ciclismo, un’azione che permette di trovare il celebre marchio a tre strisce sia...
di Giorgio Perugini
Avete in tasca pochi denari e cercate un casco nuovo? Limar Maloja sarà la vostra sorpresa per l’estate 2023! Limar,...
di Giorgio Perugini
Giro Sport Design crede in maniera forte al progetto Aries, tanto da metterlo nella condizione di scalzare il modello Aether,...
di Giorgio Perugini
L’iconico pantaloncino da gara prodotto da Assos, l’Equipe R, viene completamente rivisto e rilanciato riprendendo molti concetti iper sportivi che...
di Giorgio Perugini
Iconici ma incredibilmente moderni e funzionali, così si presentano i nuovi Detector di Briko, un modello che si ispira fortemente...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155
Pubblicità | Redazione | Privacy Policy | Cookie Policy | Contattaci

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy