I PIU' LETTI
NALINI. CENTENARIO E TOURMALET, CLASSE & INNOVAZIONE
di Giorgio Perugini | 19/08/2018 | 00:06

La storia di Nalini è un po’ la storia del ciclismo, inutile negarlo, diverse sono state le formazioni gloriose che hanno vestito questo marchio.  Banesto e Carrera solo per citarne due e molti sono stati i campioni che hanno approfittato delle tecnologie e delle lavorazioni manuali messe a disposizione da Nalini come Indurain, Pantani, Zabel, Cipollini, Valverde o Nibali.

Questa azienda ha una struttura operativa di primissimo livello, in grado di seguire tutte le fasi della lavorazione dalla A alla Z e di arrivare ad un prodotto finito che profuma di perfezione al 100%. Uno dei migliori kit nel catalogo di Nalini è rappresentato dalla Maglia AHS Centenario e dal AHS Tourmalet Bibshort.

La Maglia Centenario è leggera, aderente e traspirante, esattamente come deve essere la maglia di un professionista. Realizzata in morbida microfibra, ha maniche con fondo a taglio vivo privo di qualsiasi inserto siliconico. La lunga lampo rovescia anteriore può contare su un tiretto cam loco e soprattutto su una protezione che la isola dal collo a fondo corsa. Il pannello anteriore è liscio, proprio come le maniche mentre il pannello posteriore e il fianco è realizzato con un tessuto in micro rete per massimizzare la ventilazione e l’allontanamento del sudore dalla pelle.

Le tre tasche posteriori hanno un taglio particolare, infatti, da sinistra verso destra, il loro margine superiore ( bordato in materiale rifrangente ) corre inclinato facendo in modo che quella di destra sia nettamente più piccola rispetto alle altre due. In questa posizione viene aggiunto un bel taschino con zip, completamente a scomparsa.

La grafica della jersey in prova, caratterizzata interamente con temi che riguardano la componentistica della bicicletta, è vivace e ben organizzata con i colori nero e bianco. La fibra per realizzare questa maglia gode del trattamento Moa Mantodry che velocizza l’allontanamento dell’umidità dal tessuto lasciando la pelle più asciutta.

Il Bibshort Tourmalet ha una pregevole costruzione in pannelli, tutti realizzati con alcuni dei migliori tessuti disponibili. La parte centrale del pantaloncino, basso ventre e poi interno gamba, sfrutta il tessuto navetta stretch, l’ideale per sostenere al meglio la muscolatura e resistere totalmente alle abrasioni.

Le bretelle vengono realizzate con tessuto navetta, un materiale ben utilizzato per via del suo ridotto spessore. Le cuciture piatte a 4 aghi sono un must in casa Nalini e  vengono eseguite con assoluta maestria. Per la restante parte della gamba, compresa la parte alta dei glutei, viene utilizzata la Lycra Sport ad alto supporto muscolare. Il fondo gamba senza cuciture è governato da una sottile banda siliconica grippante e da un comodo sistema « anti sbecco » con tape rifrangente.

Il pezzo forte del bib è l’inserto fondello « 1nt3gra » integrato intorno a cui viene costruito tutto il capo. La centratura del fondello è ottima e davvero ampia è la sua superficie interna tanto da neutralizzare totalmente eventuali sfregamenti interni. La sua struttura in schiuma è differenziata ad alta densità mentre il rivestimento che va a contatto con il corpo promuove il rilascio dei F.I.R. ed è coperta con ioni di argento per una totale azione battericida.

Durante la prova il completo è stato una totale certezza e non ha mai evidenziato alcun difetto. La maglia Centenario è leggera e comoda pur offrendo una vestibilità aderente e un taglio aero. Nei momenti di massimo calore lo smaltimento del sudore è molto veloce tanto che basta scollinare e affrontare anche brevi discese per ritrovarsi perfettamente asciutti. Le maniche, anche se prive di grippante, restano sempre in perfetta posizione amplificando la sensazione di grande comfort.

Il vero protagonista della nostra prova è stato il bibshort Tourmalet, un capo carico di aspettative visto anche il nome evocativo. Nel complesso i voti sono molto alti, soprattutto nella zona del fondello. Nonostante l’imbottitura non sia di forte spessore, il comfort rimane una prerogativa costante in sella anche dopo diverse ore.

Il taglio vivo sul fondo gamba tiene abbastanza bene anche se è un po’ delicato mentre l’utilizzo dei vari tessuti navetta innalza il livello del capo posizionandolo direttamente tra i migliori in circolazione. Il marchio e la scritta Nalini in materiale rifrangente sono ben inseriti su entrambi i capi e non ne appesantiscono l’aspetto.

www.nalini.com

★★★★★ stile

★★★★★ aerodinamicità

★★★★★ rapporto qualità/prezzo

★★★★☆comodità complessiva

★★★★★ rifiniture, cuciture

★★★★★ resistenza all’usura e ai lavaggi

 Equipaggiamento utilizzato nel servizio:

- Bici Carrera AR01

- Cerchi Bontrager XXX

- Pneumatici Pirelli Pzero TT

- casco Briko Ventus

- Occhiali Briko Superleggero XL

- Scarpe Gaerne G-Stilo+ Summer

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Con grande rammarico il Comitato Organizzatore della Granfondo del Matese 2018 rende noto che è stato costretto ad annullare la manifestazione a causa dell’esiguo numero di iscrizioni pervenute finora.Nicolangiolo Zoppo,...

Un territorio votato all'attività all'aria aperta. Un territorio dove innamorarsi dei panorami o lasciarsi tentare dalle delizie della cucina nostrana è all'ordine del giorno. E la Tremalzo Bike Scott non...

Diego Piva (Rodman Azimut) con il tempo di 31'11'' si e` aggiudicato, per il secondo anno consecutivo, il successo nella Cronoscalata Cesana Torinese-Sestriere. Prima donna al traguardo con il tempo...

  Sono passati circa quattro mesi da quando sono tornato a pedalare su un pedale Shimano, li alterno in particolare modo ad altri due pedali di marchi concorrenti e devo...

Il panorama ciclistico laziale si arricchisce di una nuova gara: la prima edizione della point-to-point Parco Nazionale del Circeo, manifestazione voluta fortemente dal direttore del Parco in sinergia con il...

Classe, calzata e ottimo comfort ai sono solo alcune delle caratteristiche che descrivono le Fi:zi’k Infinito X1, le scarpe per gli appassionati di mtb pronte per correre ai massimi livelli...

La Val di Fassa, si sa, è un autentico paradiso per gli appassionati di ciclismo che vogliono vivere esperienze indimenticabili tra sport e natura: sono tantissimi, infatti, i percorsi che...

Tutto è pronto per il contest slopestyle più importante dell'anno: il Red Bull Joyride. Insieme al Red Bull Rampage, senza dubbio la classica di freeride più attesa della stagione. Evento clou del festival dedicato al Crankworx,...

Fino ad oggi anche il ciclismo ha fatto massiccio ricorso ai volontari della Protezione Civile, preziose figure impiegate in compiti di vigilanza dei percorsi per garantire un sicuro transito dei...

Quando intorno a mezzogiorno il ponte Morandi è collassato, Manuele Bellasio, 16 anni, di Pinerolo,  si trovava in auto insieme alla sorellina Camilla, quattro anni più giovane, sua mamma...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




  Sono passati circa quattro mesi da quando sono tornato a pedalare su un pedale Shimano, li alterno in particolare...
di Giorgio Perugini
  Lo ammetto e non ne faccio un mistero, sono stato tra i primi in Italia ad utilizzare i prodotti...
di Giorgio Perugini
  Questo marchio non è certo ai suoi primi giorni di vita, infatti, è ben dagli anni ’80 che Titici...
di Giorgio Perugini
  Che il ciclismo di oggi sia fortemente contaminato dalla moda non è certo una scoperta ma è proprio questa...
di Giorgio Perugini
Le nuove Infinito R1 Knit nascono per offrire al ciclista una nuova esperienza in termini di calzata, sia in termini...
di Giorgio Perugini
L’edizione 2018 dell’Eroica (qui il Link dell’Eroica Gaiole) si sta avvicinando ed una cosa è certa, è decisamente...
di Giorgio Perugini
Nella mia esperienza da ciclista ho imparato che le vecchie regole valgono per tutti e una delle più note in...
di Giorgio Perugini
Che tipo di ciclista sei? Sei ossessionato dalla velocità o ti piace stare sempre a ruota? Se ti piace prendere...
di Giorgio Perugini
  Pare che le prossime due settimane saranno funestate da un caldo rovente che porterà le temperature ben oltre le...
di Giorgio Perugini
  Il nastro manubrio ha un’importanza fondamentale, infatti, non è solamente un dettaglio estetico su cui si può giocare per...
di Giorgio Perugini
Sono anni che veniamo letteralmente investiti da novità che promettono di cambiare definitivamente la bici. Dapprima sono stati i materiali,...
di Giorgio Perugini
Forse siamo degli sciagurati, ma quanto ci piace pedalare con questo caldo? A volte più picchia il sole e più...
di Giorgio Perugini
Il modello Aspide è per Selle San Marco un vero cavallo di battaglia, soprattutto nelle versione Superleggera, una sella che...
di Giorgio Perugini
Se anche in questo momento dell’anno non volete mettere da parte la bici, vuol dire che il caldo vi piace,...
di Giorgio Perugini
Chiariamo subito un dubbio: il nome Imperfect nasce dal gioco di parole “I’m Perfect”, ed è il nome della prima...
di Giorgio Perugini
È inutile girarci intorno, questa Cipollini The One è un po’ come Super Mario Cipollini, è davvero difficile che passi...
di Giorgio Perugini
È passato circa un anno circa dalla presentazione dei nuovi pneumatici Pirelli, un lasso di tempo abbastanza lungo in cui...
di Giorgio Perugini
Gli occhiali da ciclismo Bollé si sono confermati in queste stagioni nelle posizioni di vertice per quanto riguarda design e...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy