I PIU' LETTI
PASSA IL GIRO E SCOPRE I LUOGHI CARATTERISTICI DEL CONSORZIO DI BONIFICA PIANURA DI FERRARA, IL PIU’ GRANDE D’ITALIA
dalla Redazione | 16/10/2020 | 07:30

La tappa 13 del Giro d’Italia, da Cervia a Monselice, passa nei territori della pianura regolati idraulicamente dall’importante lavoro del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, con la presenza di idrovore antichissime ritenute monumento all’ingegneria idraulica. Sarà a Baura, nei pressi del più antico ma ancora funzionante impianto del 1858, che il Consorzio saluterà il Giro con uno speciale striscione

Il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara è un ente di diritto pubblico e gestisce in un comprensorio di oltre 256.000 ha, strutture di proprietà dello Stato, si occupa della difesa idraulica, irrigazione e tutela ambientale, oltre che fornire diversi servizi ad altri soggetti pubblici e privati. E’ il più grande d’Italia per consistenza della contribuenza con un bilancio di oltre 34.000.000 di euro, che per entità delle opere di bonifica del territorio. Grazie ai 170 impianti idrovori e i suoi 4241 km di canali, oltre a garantire l’irrigazione per l’agricoltura , è fondamentale l’importante attività legata alla sicurezza idraulica di una provincia sotto il livello del mare e per il restante 50 %appena al di sopra. Tra gli impianti storici, toccati dal Giro ce ne saranno diversi tra i quali l’Impianto Idrovoro di Baura che, costruito nel 1858 è il più antico e tuttora in attività dopo vari potenziamenti. Il suo compito è sollevare nel Po di Volano le acque di una vastissima area, consentendo al centro di Ferrara e alle strade che il Giro percorrerà di non essere allagate. Tante le iniziative del Consorzio anche legate al mondo dello sport come l’organizzazione di una mezza maratona e varie altre attività ludico sportive così come la definizione di un percorso ciclistico attraversando tecnologia, arte e storia grazie a impianti immortalati da De Chirico o fermati nelle pagine delle opere di Bassani.

PEDALARE NEI TERRITORI DELLA BONIFICA TRA STORIA, TECNOLOGIA E CULTURA 

Da Cento passando per Ferrara a Comacchio, il territorio attraversato è quello del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, il più grande d’Italia sia per consistenza che per entità delle opere di bonifica, ma è anche un viaggio nella storia, nell’arte, nella letteratura, nella tecnologia e nella tutela ambientale, l’evoluzione della sicurezza idraulica e l’irrigazione per un comparto importantissimo quale è l’agricoltura, posta in un territorio per metà sotto il livello del mare e che comunque anche negli areali più elevati, necessita di una gestione costante. 

E’ a Ferrara che il Consorzio inizia a raccontarsi e a svelare le sue perle partendo da Palazzo Naselli Crispi, sede monumentale cinquescentesca che gli interventi post sisma consentiranno al pubblico la visita alla parte più antica e di rappresentanza. Esternamente si può gia ammirare la facciata restaurata e le opere murales su pannelli, volute dal Consorzio per raccontarsi affidandosi alle mani di artisti per parlare ai giovani. Un palazzo che sarà riaperto a fine ottobre, guarito dalle ferite del sisma e che mostrerà molti segreti finora nascosti come le ceramiche trovate sotto il pavimento del primo piano, un’ antica tecnica di alleggerimento dei solai e parti di affreschi venuti alla luce rimuovendo controsoffitti.

Tra i tanti tesori del Consorzio c’è la cartografia del Catasto Carafa, vere opere d’arte risalenti a fine 1700 che consentono di ricostruire l’economia del territorio, le proprietà catastali, lo studio del tracciato delle vie d’acqua e la comparazione con lo stato attuale. Proseguendo verso Baura ecco il primo impianto idrovoro che testimonia l’attività di bonifica iniziata già a metà 1800 che, con la forza motrice generata da caldaie a carbone, ha permesso di tenere libera dalle acque Ferrara ed una vasta area attorno, favorendo il deflusso nel Po di Volano e consentendo la crescita della città. Bastano pochi km e il viaggio nel territorio e nel tempo continua arrivando alle Prese di Migliaro che, con i Sifoni di Berra l’anno scorso, sono stati insigniti del riconoscimento internazionale Icid Register of World Heritage Irrigation Structures ed ora candidabili come siti Unesco. Riconosciuti come un’opera ingegneristica eccezionale e innovativa per i primi anni del ‘900 permisero lo sviluppo delle attività agricole, la sicurezza alimentare e sanitaria della regione dalla malaria.

Percorrendo viali alberati si arriva a territori più aspri e costieri nel comune di Codigoro e il suo impianto idrovoro, importante non solo perché al servizio di un comprensorio di 70.000 ettari ma per essere stato protagonista di pittura e letteratura. Delle ciminiere dell’impianto, infatti se ne innamorò il noto pittore metafisico Giorgio De Chirico che le immortalò nello sfondo della sua opera ‘Le Muse inquietanti’ dipinta nel 1917 quando in piena guerra si trovò a Ferrara. Struttura che è stata descritta anche da Giorgio Bassani nel celebre romanzo ‘L’ airone “che vinse il premio Campiello nel 1969.

Aironi che oggi volano attorno all’idrovora immortalati sull’edificio e sull’entrata accompagnati da alcune frasi dello scrittore, riproducendone fedelmente la calligrafia. La storia della bonifica, narrata sulla base di documenti dell’archivio, è anche un recupero della memoria di luoghi antichi, situazioni dimenticate e la storia di tanti che con genio e sudore hanno saputo strappare i terreni all’acqua. E’ così che raggiungendo l’ottocentesco impianto di Marozzo a Lagosanto, ci si immerge nell’Ecomuseo della Bonifica, un luogo sempre in via di evoluzione che al suo interno custodisce gli antichi macchinari mentre il parco è un vero museo di arte contemporanea a cielo aperto dove si possono ammirare le bellissime sculture ispirate all’acqua ma anche alla tecnologia, di artisti che di anno in anno, vincono il concorso nazionale ” De Aqua et terra” indetto dal Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara.

Il viaggio, come un fiume, si conclude verso il mare dove tra Valle Lepri e Pega di Comacchio si trova un moderno idrovoro tra i più grandi d’Europa, a fianco della città di Spina il porto etrusco di ingresso al Po e alla valle padana. Lì svetta il monumento alla bonifica, eretto nel 1957, forse modesto ma di grande valore simbolico grazie ad una lama che metaforicamente squarcia il muro di isolamento e sottosviluppo economico e sociale che aveva avvolto il delta del Po prima delle opere di bonifica. 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Gaia Tormena questa volta non ce l'ha fatta. Al campionato del Mondo Eliminator che si è celebrato a Leuven, in Belgio, la 18enne valdostana, dominatrice fino ad oggi della stagione...

I numeri raccontano di un movimento gravel in forte crescita. Infatti alla quarta edizione di Nova Eroica, disputata in questo fine settimana a Buonconvento, si erano iscritti 1274 ciclisti in...

Al termine di una delle stagioni World Tour più vincenti,  Bianchi è orgogliosa di presentare la sua ultima innovazione per il mondo racing su strada: Specialissima. Che si tratti di scattare sui...

Ci siamo, oggi passeremo direttamente all’ora solare e quindi dovremo fare i conti con giornate sempre più buie. I ciclisti temono molto questo momento dell’anno, del resto, la fine del...

Che fosse un Giro d’Italia particolare lo sapevamo in partenza, questo è chiaro. Attraversare la nostra bella penisola a maggio riserva qualche imprevisto meteorologico, ma passare da sud a nord...

Bici tradizionali, bici elettriche, monopattini e tanto altro. La mobilità dolce piace, e sempre di più, agli italiani. Al punto da aver ormai trovato -pare -una stabile convivenza con l’automobile,...

Air-Liner GRAVEL è un prezioso alleato contro le forature messo a punto da Vittoria e lavora in abbinamento ad aria e lattice per migliorare le performance dei moderni sistemi tubeless....

Vigorelli istituisce un mondo, un universo. A Milano e nel mondo è sinonimo di record epici, di velocità, di sfde, di vittorie. Di Pista. Oggi più che mai attuale, grazie...

Procede l'iter burocratico per la realizzazione della Ciclo-Via Appenninica, l'itinerario ciclo-turistico che unisce l'Italia dalla Liguria alla Sicilia attraverso le strade secondarie a basso traffico dell'Appennino. Il progetto promosso a...

La nuova collezione invernale Equipe offre una naturale estensione dell’Assos Layering System, un sistema che abbina capi, quindi strati diversi, per garantire a chi pedala durante l’inverno la massima stabilità...

Guerciotti è pronta a presentare la sua nuova gamma elettrica, che sarà svelata lunedi 26 ottobre alle ore 19.00 su tutti i canali social dell’azienda milanese. Nel frattempo, Guerciotti anticipa...

È veramente difficile trovare ultimamente un marchio oltre a POC che si sia distinto di più per il design dei prodotti, forme innovative sempre connesse alla performance, questo sia chiaro....

Ci sono sostanziali cambiamenti al programma di Nova Eroica che si svolgerà regolarmente domenica 25 ottobre a Buonconvento, in provincia di Siena. I cambiamenti sono suggeriti dalla prudenza che va...

Ha provato in tutti i modi, il Gs Loabikers, a salvare il Trofeo Loabikers e portarlo al termine, ma le ultime disposizioni del governo hanno messo timore agli amministratori locali,...

Mascherina e scaldacollo, un colpo solo e due bersagli centrati in pieno! Il governo ha messo le cose in chiaro, diversi paletti delimiteranno le nostre libertà ma nessuna di queste...

Un nuovo capitolo della storia di Bianchi nel circuito UCI World Tour è pronto a cominciare con l’accordo pluriennale di partnership firmato...

Raccogliere l’eredita di un prodotto vincente e perforante come le fi’zi:k Infinito R1, scarpe che hanno raccolto in questi ultimi anni larghi consensi tra amatori e professionisti, non è cosa...

Se negli ultimi giorni non siete riusciti a stare al passo con tutte le gare in programma, è ora di rimettervi in pari con la Coppa del mondo Mercedes-Benz UCI Downhill...

Cerchi un supporto universale per fissare il tuo bikecomputer al manubrio ma non trovi quello che fa per te? Non gettare al spugna, ecco per te Serie Race, un supporto...

Visto il nuovo DPCM, il Comune di Diano Marina ha ritenuto opportuno non dare il consenso per lo svolgimento della Cronometro Individuale programmata per sabato 24 ottobre, evento collaterale la...

Parola d'ordine multi-season ed è così che prende vita la linea Adapt nata dalla collaborazione tra lo storico marchio italiano Santini e Polartec®, azienda americana leader nella produzione di tessuti...

Lo spostamento a fine ottobre di Nova Eroica, che solitamente si svolge in stagioni decisamente più calde e assolate, sembrava l’ennesima maledizione causata dal Covid-19. In realtà in questo periodo...

Nel pieno rispetto delle normative anticontagio da Covid-19, domenica 18 ottobre si svolgerà la Granfondo Alassio, evento amatoriale che conclude la stagione organizzativa del GS Alpi. Il 2020, anno così...

Chi si è avvicinato al ciclismo in questo ultimo periodo lo ha fatto probabilmente attverso le bici gravel, del resto, spesso sono i modelli più a buon mercato e spiccano...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




È veramente difficile trovare ultimamente un marchio oltre a POC che si sia distinto di più per il design dei...
di Pietro Illarietti
Si chiama Aqua Pro Jacket, by Sportful, e nel nome c'è molta dell'essenza di questo capo che si propone...
di Giorgio Perugini
Le abbiamo già conosciute, infatti ve ne ho parlato in occasione della loro presentazione, del resto la speciale edizione Les...
di Giorgio Perugini
Un casco oggi deve rispondere davvero a molti requisiti, inoltre, per molti è diventato un capo/accessorio da abbinare speso a...
di Giorgio Perugini
Se vi piacciono i telai classici e avete il pallino per i prodotti leggeri, con la nuova Pedemonte Aurata RS...
di Giorgio Perugini
È passato un mese abbondante dal lancio della nuova gamma di tubeless prodotti da Pirelli e non ci sono dubbi,...
di Giorgio Perugini
Le Bont Vaypor S sono scarpe dalle altissime prestazioni ed è il motivo principale che le fa preferire da molti...
di Giorgio Perugini
Il casco Ventus 2.0 e gli occhiali Supernova formano un’accoppiata appagante dal punto estetico e interessantissima dal punto di vista...
di Giorgio Perugini
Che Trenta 3K Carbon sia un casco vincente, comodo e sicuro lo dimostrano in ogni occasione gli atleti del UAE...
di Giorgio Perugini
Sutro è un modello iconico e ha dalla sua molte caratteristiche tecniche oltre ad un design che ha spopolato nell’ultimo...
di Giorgio Perugini
Qualità e tecnicità sono due voci che precedono da sempre il marchio Assos e nessun appassionato ne fa mistero, posizionando...
di Giorgio Perugini
Nel momento più caldo dell’anno non si deve rinunciare al casco ma puntare su un prodotto leggero, sicuro e molto...
di Giorgio Perugini
Non tutti gli amatori desiderano suole rigide e tomaie iper contenitive ed il motivo è semplice, la ricerca delle massime...
di Giorgio Perugini
Il nostro Vincenzo Nibali è senza dubbio un immenso campione, un atleta geniale e moderno in grado di vincere su...
di Giorgio Perugini
In casa Veloflex non ne hanno mai fatto mistero, infatti, chiamano i loro copertoncini direttamente tubolari aperti, giusto per far...
di Giorgio Perugini
Ci sono prodotti che hanno fatto la storia del ciclismo, rivoluzionando completamente ogni concetto di vestibilità e sostegno offerto all’atleta....
di Giorgio Perugini
La e-bike è il futuro ed è l’emblema della nuova mobilità, per intenderci, quella sostenibile che promette di cambiare il...
di Giorgio Perugini
Il casco Giro Manifest Sferical è l’ultima novità destinata al mondo off-road che sfrutta la Spherical™ Technology creata in partnership...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy