I PIU' LETTI
MORELLI: «LE GARE ON LINE? I RISCHI SONO IMPROVVISAZIONE E OVERTRAINING»
di Pietro Illarietti | 28/03/2019 | 07:45

 

Sempre più frequente si sente parlare di competizioni ciclistiche on line. Volendo, ogni 15 minuti, sulle varie piattaforme parte una sfida. Basta inserirsi in un gruppo e si può gareggiare in modo virtuale, contro avversari situati in ogni parte del mondo, senza muoversi da casa.

La domanda che mi pongo è una. A queste gare può accedere chiunque e soprattutto senza un controllo medico preventivo? Non si correre il rischio di esagerare con gli sforzi attraverso l’utilizzo di questi strumenti? I cicloamatori spesso eccedono con slanci di agonismo, ignorando i propri limiti, alla caccia di super performance che a lungo andare diventano controproducenti, essendo il fisico sempre impegnato in sforzi massimali.

Ci aiuta a comprendere meglio queste dinamiche Andrea Morelli, responsabile del settore ciclismo di Mapei Sport e allenatore.

«Quando ti trovi on line è come essere in un videogame, di cui sono un fan, tra le altre cose. In questo caso un videogame particolare in cui il fisico è chiamato a sforzi importanti. Al nostro Centro abbiamo avuto un atleta che ha gareggiato in prove infrasettimanali. Sono sempre a tutta. Bisogna prestare attenzione al fatto che ti trovi in situazioni che possono essere pericolose per termoregolazione e sudorazione».

A questo punto Morelli spiega meglio il concetto.

«Capita che si svolgano allenamenti sui rulli in cui si procurano stress importanti al fisico. Solitamente lo si fa per abituarlo, in modo controllato, a condizioni particolari. Ad esempio per preparare una gara al caldo in Qatar».

Il problema nasce quando non vi è un certo pressapochismo nell’affrontare gli impegni.

«I cicloamatori lo fanno con divertimento e non hanno programmi di allenamento specifici con periodizzazioni. Un’attività indoor va dimensionata a un’ora o novanta minuti al massimo. Insomma… Si può fare ma va programmata perché il fai da te fa male».

Siamo diventati tutti autodidatti….

«Le persone tendono a fare le cose da sole. E’ il problema di tutti i settori: giornalisti, blogger, allenatore… Non dico che devi essere laureato in Scienze Motorie, ma tutti s’inventano coach. Penso che vi sia improvvisazione in genere come nei posizionamenti per bike fitting».

Torniamo al mondo virtuale…

«Ci sono clienti che hanno poco tempo a disposizione a cui preparo le tabelle e si allenano virtualmente. La cosa può funzionare».

Scusi se insisto con le gare virtuali, ma chi ci garantisce su questi atleti che esprimono grandi potenze e non siamo già nell’era degli ergometri dopati o dei misuratori taroccati?

«Questo non possiamo saperlo ma è un concetto che si lega molto alla mente umana e al desiderio di apparire».

Parlando di sostanza, come si tutela la salute di queste persone?

«Sicuramente ci vorrebbero prima i controlli d’idoneità fisica. Quando sei nel mondo virtuale crei un avatar, che dal punto di vista motivazionale ti dà delle forti spinte e ti trovi contro tutto il mondo, quindi sei portato a spingere moltissimo. Ritengo sia importante valutare la propria condizione fisica attraverso uno screening medico. Il rischio è andare in overtraining è reale. Arrivati a quel punto un soggetto deve essere fermato anche per mesi. Per completezza aggiungo che con certi stress si potrebbero avere anche problemi di salute generale, come collassi o, in casi più gravi, con il manifestarsi di patologie occulte».

Quanto valgono effettivamente questi atleti? Sono dei prototipi teorici che poi messi su strada esprimono lo stesso potenziale?

«Non si diventa un corridore facendo le gare on line. È un buon metodo di allenamento alternativo per chi abita in zone fredde, ad esempio. Il mercato videoludico degli esports cresce vertiginosamente. Si stimano 200 milioni di spettatori per un evento elettronico nel 2025. Gli sponsor stanno arrivando anche lì e la visibilità è pazzesca. Mischiare elettronico e fisico può diventare un modello del futuro. Si pagherà per competere con tanto di gadget e merchandising. Parliamo di un futuro non molto lontano con premi in denaro elettronico e reale».

Come è possibile formare un vero atleta allenandosi solamente indoor e virtualmente? Mancano i fondamentali del ciclismo, come il saper stare in sella.

«Da un altro punto di vista ti dico che per contro non ci sono pericoli di cadute. Ovviamente se sei un amante del ciclismo vero sai che ci sono tecniche, strategie, peso, vento, sofferenze.. cose che perdi nel virtuale. Gli algoritmi simulano tutto, ma certi dettagli no. Parliamo di un altro tipo di ciclismo. Comunque piuttosto che rimanere inattivo c’è chi sceglie di praticarlo. Da qui a deviare verso una competizione quotidiana ne passa… Dopo qualche giorno arriverebbero dolori muscolari e stanchezza cronica. Il fisico reclamerebbe uno stop». 

 

 

Copyright © TBW
TUTTE LE NEWS
Sono stati presentati i tre percorsi ufficiali della prima edizione dell’Italian Gravel Trophy, la nuova “due giorni” cicloturistica organizzata da Inbici Media Group in collaborazione con l’associazione “Welcome to Gabicce”...

Per ora i modelli sono sette e permettono a CYBRO, azienda di Bassano del Grappa fondata da Alessandro Graser, di spaziare tra pista ed e-bike con grande disinvoltura. Scendendo nel...

Serial 1 Cycle Company, il marchio e-bike creato in collaborazione con lo storico produttore americano di motociclette Harley-Davidson, Inc., è felice di annunciare una partnership con Harley-Davidson Europe: a partire...

Dopo un’attenta valutazione logistica ed organizzativa il Gs Alpi ha sciolto anche l’ultima riserva: l’ottava edizione della Gran Fondo di Alassio - una delle rassegne cicloturistiche più attese d’autunno -...

Da sempre la GimondiBike Internazionale Banca Mediolanum ha un occhio di riguardo nei confronti dei giovani e della loro formazione, soprattutto per quelli del territorio della Franciacorta. E da questa...

La capostipite ed uno dei modelli più apprezzati era la Prime 2.0, una sella innovativa con cui l’azienda veneta Repente ha fatto vedere al mondo intero cosa significasse produrre selle...

Definiti i due tracciati della Granfondo San Benedetto del Tronto - Ciù Ciù, che si terrà domenica 3 ottobre nella splendida Riviera delle Palme. Percorsi che porteranno i partecipanti a...

Difficile pensare ad un momento migliore per spingersi in lunghi giri con la nostra bici, del resto l’estate è il momento migliore per correre e allenarsi, ma non sottovalutate il...

Il produttore olandese di pneumatici per biciclette A. Dugast lo scorso maggio è entrato a far parte del Gruppo Vittoria e per celebrare questa unione i due marchi hanno collaborato...

Se ci dovessimo fermare al curriculum della Inflite ci potremmo domandare ma perché mai aggiornarla? Cosa si può aggiungere a così tanta perfezione? Quattro Campionati del Mondo di Ciclocross, campionessa...

Trek svela i dettagli della nuova Roscoe, la mountain bike front da trail. Caratterizzata da una forcella a lunga escursione, pneumatici aderenti e geometria progressiva, è una bici nata per...

Eccola! La Colli della Sabina è pronta a tornare. E lo farà il prossimo 18 e 19 settembre. Un anno di stop dovuto alla pandemia non ha frenato l'entusiasmo dell'Acido...

Nella sua carriera Danilo DI Luca ha sempre utilizzato biciclette di altissima gamma, ma con il senno del poi pare che ogni modello lasciasse indietro sempre qualcosa. Grazie alla sua...

PRO ci ha abituato negli anni a prodotti spettacolari e avveniristici, dotati soprattuto di qualità sopraffina e soluzioni all’avanguardia e il copione si ripete con il nuovo manubrio integrato Vibe...

Gaerne, la celebre azienda trevigiana che festeggerà nel 2022 i suoi 60 anni di storia, ricopre d’oro questa estate 2021 con le nuove G.STL nella dorata versione “Gold Rush”, un...

Ampi spazi aperti, magnifici panorami alpini, sentieri immersi nella natura più bella. Questo e tanto altro aspetta chi vorrà scoprire le Dolomiti,...

Grande spettacolo alla Granfondo dell’Est! Est!! Est!!!, manifestazione che si è svolta domenica 25 luglio dopo un anno di assenza dal calendario a causa della pandemia di Covid-19. In un...

È davvero difficile che un ciclista possieda solo un paio di occhiali e in questi casi non è molto pratico portali con sé in vacanza nelle loro singole custodie. I...

Il 44° Giro delle Dolomiti è iniziato domenica con la prima tappa. La tappa di 91, 4 chilometri per 1673 metri di dislivello ha portato circa 300 ciclisti amatoriali di...

Le nostre bici sono sempre più leggere e affidabili e lo stesso discorso vale per tutti i componenti. Affinché tutto funzioni a meraviglia e non si verifichino rischi, occorre affidarsi...

Da oggi Trek amplia la sua offerta di manubri, lanciando un nuovo prodotto in alluminio leggero progettato per garantire ai ciclisti amanti delle avventure e degli sterrati il massimo del...

Oramai siamo entrati di slancio nell’era del bikepacking, un modo di vivere la bici all’avventura che sta davvero spopolando. Ma lo zaino è davvero un accessorio sulla via del tramonto?...

Restano ancora pochi giorni per iscriversi con appena 35 euro alla MARATHON BIKE della Brianza in programma domenica 5 settembre 2021.  La quota termina martedì 27 luglio. Dal 28 luglio...

Negli anni passati URSUS aveva presentato Magnus H.01, probabilmente il miglior manubrio integrato in circolazione, leggero, comodo e incredibilmente aerodinamico. Oggi nel 2021 arriva Magnus H.02, non una semplice evoluzione...

VIDEO TEST
ALTRI VIDEO DI TEST




di Giorgio Perugini
Iconici, essenziali e apprezzatissimi da un esercito di appassionati che rivedono in questi occhiali il mito, il ciclismo dei campioni...
di Giorgio Perugini
Il calzino è un capo che spesso può fare una grande differenza, soprattutto  se indossiamo scarpe con suola in carbonio....
di Giorgio Perugini
Per ottimizzare un capo occorre togliere? Per rendere migliore lo stesso capo potrebbe essere utile semplificare e ridurre al minimo...
di Giorgio Perugini
L’alluminio non passa mai di moda e la riprova sono le ruote Miche Graff SP destinate alle gravel, un set...
di Giorgio Perugini
Leggerezza, ventilazione e aerodinamicità, come fare a trovare il giusto equilibrio in un completo da bici? Non è una cosa...
di Giorgio Perugini
Alé è un brand italiano che non ha bisogno di molte presentazioni, del resto si tratta di un marchio che...
di Giorgio Perugini
In questo ultimo anno abbiamo potuto tutti constatare quanto sia cresciuto il fenomeno gravel, un nuovo trend che ha confermato...
di Giorgio Perugini
La rivoluzione OCLV 800 Series abbraccia anche la gamma Madone esaltandone reattività e leggerezza, una dieta dimagrante per questo telaio...
di Giorgio Perugini
Il mercato delle e-bike corre veloce, un incremento davvero positivo che ha dimostrato quanto i nostri consumatori fossero in realtà...
di Giorgio Perugini
Finisseur, marchio prodotto da Deporvillage, azienda leader della vendita online per articoli sportivi, ha recentemente lanciato la propria collezione primavera-estate,...
di Giorgio Perugini
Si fa presto a dire pronto gara, infatti, questo è uno spot troppo spesso abusato. In casa Assos non si...
di Giorgio Perugini
Il casco Helios™ Spherical MIPS® è stato una delle ultime novità di Giro ed è un modello leggero e incredibilmente...
di Giorgio Perugini
Selle Italia ha pensato bene di proporre il nuovissimo modello Flite anche in versione Gravel e vi dirò, operazione riuscita...
di Giorgio Perugini
È davvero difficile raccontarvi se un gruppo è migliore di un altro, del resto, comprenderete quante siano le differenze tra...
di Giorgio Perugini
I generi esistono ancora? Si direbbe di sì per quanto riguarda la tipologia di telaio, in effetti, esiste quello aero,...
di Giorgio Perugini
23 grammi vi sembrano tanti? Io sono certo che siano pochissimi e racchiudere tanta tecnologia in un peso così contenuto...
di Pietro Illarietti
Si chiama Revolution e suona tanto di reazionario, ma in realtà si tratta di una bicicletta che va addomesticata e...
di Pietro illarietti
Si chiama Eclipse, un nome suggestivo, che significa eclisse. Una novità di casa Somec, azienda italianissima di Lugo di...
© 2018 | Prima Pagina Edizioni Srl | P.IVA 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy