Numero 1 - Anno 2018
 
Editoriale
ALTRO CHE PUFF. Non potevamo finire peggio l’anno, e temo che l’inizio non potrà essere tanto diverso. Altro che puff, questo è un colpo da KO, che ha mandato al tappeto il corridore più rappresentativo del ciclismo mondiale, quel Chris Froome che ha fatto suoi quattro Tour de France, una Vuelta e adesso ha nel mirino il Giro d’Italia. Positivo al salbutamolo alla 18° tappa della Vuelta. Il fuoriclasse britannico - dati alla mano - ha fatto ricorso a dosi massicce della sostanza, un broncodilatatore, principio attivo del Ventolin. Troppo dosaggio, per curare l’asma che da sempre tormenta il keniota bianco. Per la Wada e per l’Uci vi si può fare ricorso, ma senza esagerare, fino a 1.000 nanogrammi per millilitro: Froome ne ha fatti registrare 2.000. La posologia tradizionale parla di 8 puff al giorno, per toccare la quota di 1.000 ne servirebbero 16, per arrivare a 2.000 più di trenta. Ora il corridore e il suo staff devono disputare la corsa più difficile: dimostrare che il metabolismo di Froome ha mal digerito quel giorno il farmaco, reagendo in maniera differente per l’impatto della disidratazione sull’escrezione urinaria. Ora la Fondazione antidoping indipendente, incaricata dei controlli per l’Uci, ha trasferito tutto al servizio giuridico antidoping della Federciclo internazionale. Sono stati nominati due esperti, chiamati a scambiarsi informazioni con i legali di Froome e del Team Sky. Il corridore si sottoporrà a Losanna a test di laboratorio, dove saranno ricreate le condizioni di gara, per verificare le reazioni fisiologiche dell’atleta dopo aver fatto nuovamente ricorso ai puff di Ventolin. Non so come possano ricostruire in laboratorio le condizioni di gara, sia a livello climatico (pioveva), che di fatica (si era alla 18° tappa, dopo quasi tre settimane di corsa durissima): il team britannico è convinto di poter dimostrare la buonafede fisiologica di Froome, io un po’ meno. Probabile che alla fine di questo iter, il servizio antidoping decida di accogliere le spiegazioni dei periti di parte e considerare pulito l’atleta, oppure proporre per lui una sanzione anche seppur per negligenza (caso Ulissi). Il rischio? Che questa brutta faccenda duri troppi mesi. Il nostro movimento non può permetterselo.

FERMARSI. Ci sono alcune cose di questa vicenda che mi lasciano in ogni caso basito. Intanto la grande riservatezza mantenuta, caso più unico che raro. Il fattaccio è stato nascosto a regola d’arte fino a metà dicembre. Ricordiamo che la notizia della positività arriva allo staff del corridore il 20 settembre scorso, ma viene tutto silenziato, tanto che la notizia dell’anomalia del controllo arriva solo il 13 dicembre, a controanalisi già effettuate. Per il caso Ulissi, la Lampre di Saronni aveva sospeso in via precauzionale il corridore. La Sky, che come tutti i team di World Tour ha al proprio interno un codice etico (viene inviato anche alla Ernest Young, la società di controllo), non ci ha minimamente pensato. Fermarlo sarebbe stato un segnale di grande rispetto e di assoluta serietà da parte di un team che fin dal suo ingresso nel mondo del ciclismo si era fatto paladino del ciclismo pulito. Pensavo che anche questo facesse parte dei “marginal gains”.

SEMAFORO ROSSO. Ma qualcosa deve fare anche l’Uci. Se siamo a questo punto, molto dipende anche da lei. Manca chiarezza, troppe le zone d’ombra, tantissima la confusione: spero che il nuovo presidente David Lappartient ci metta presto mano. I grandi burocrati di Aigle spaccano il capello in quattro quando vogliono, con i loro semafori rossi, gialli e verdi per assegnare o meno le licenze, seguendo le linee guida che sono date da un buon comportamento sotto l’aspetto sportivo, economico, organizzativo ed etico. Domanda: ma come hanno potuto dare la licenza al Team Sky, senza che Brailsford si sia nemmeno presentato davanti alla commissione delle licenze dell’Uci? Un caso di questo tipo è davvero acqua fresca? È talmente acqua fresca che Froome rischia seriamente di perdere la Vuelta e di vedersi comminare almeno qualche mese di sospensione. Se la Sky l’avesse fermato subito, oggi potrebbe vantare un presofferto che gli avrebbe fatto molto comodo, dato che ora la squalifica scatterebbe dal momento in cui il britannico venisse sanzionato. L’Uci manda semafori rossi a iosa: basta che un corridore, anziché disputare 85 giorni di corsa all’anno (per gli studiosi dell’Istituto Superiore dello Sport di Losanna, oltre questo numero di corse c’è il forte rischio di ricorrere al doping) ne fa 91 ed il team rischia un richiamo formale, che vale un’ammonizione. Per un caso di positività al salbutamolo, invece, si fa spallucce. Sky favorita? Se si fa così, diventa davvero difficile non pensarlo.

BASTA VENTOLIN. Detto ciò, vedremo come andrà a finire questa tristissima e intricata vicenda. Ma il punto sta proprio nel fatto che è intricata, poco chiara, e il ciclismo mai come adesso ha bisogno solo di chiarezza. Non voglio entrare in ambito farmaceutico, non m’interessa e non sono nemmeno in grado di poterlo fare. Ma un’idea molto basica me la sono fatta. Il Ventolin non fa male, e non cambia la prestazione di un atleta? Che se ne discuta, ma si arrivi una volta per tutte a formulare un regolamento meno bizantino. Se si accetta il limite dei 1000 ng/millilitro, che si tolga la possibilità di ricorrere al laboratorio per dimostrare la propria estraneità: hai 2.000 ng/ml? Scatta la qualifica. Punto. Invece no, tutti con il fiato sospeso, come se l’asma ce l’avessimo tutti. Ecco, sento il bisogno di aria pura, chi ha il fiato corto si fermi, come un Aru con la bronchite (ha perso il podio del Tour) o un Nibali punto da una vespa (ha perso da Horner la Vuelta). Froome e tanti altri come lui soffrono di asma? Problemi loro, e meglio per tutti: è una variabile che renderebbe più spettacolare e incerto il nostro sport. Sul più bello il fiato si fa corto; come una gomma che si sgonfia e un mal di pancia che ti fa andare per i campi. Al grido di: Basta Ventolin per tutti! È il ciclismo che deve tornare a respirare.

Pier Augusto Stagi
ULTIME NOTIZIE
GRAN FONDO
GF GIMONDI, BERGAMO VALORE AGGIUNTO
La partenza e l'arrivo. La fatica e la gioia. Il Selvino e la Costa Valle Imagna. I ristori e le ecozone. > >
GRAN FONDO
LA GF LAIGUEGLIA COMPIE VENT'ANNI
E’ l’ouverture della stagione ciclo-amatoriale, lo spartiacque fra il letargo invernale ed il ritorno > >
COMPONENTISTICA
BIKE HEAD COMPOSITES PRESENTA BITURBOROAD
È da quando sono stati introdotti i freni a disco sulle bici da corsa che > >
INIZIATIVE
GALLARATE #USALABICIINSICUREZZA
#usalabiciinsicurezza, atto finale in quel di Gallarate, in provincia di Varese. Oggi, infatti, vengono > >
GRAN FONDO
GF ALASSIO, SCALDATE I MOTORI
E’ già aria di primavera in Liguria. Ed è tutto pronto ad Alassio, una delle più belle località della > >
FUORISTRADA
VENETO CUP, PARTITO IL CONTO ALLA ROVESCIA
E’ cominciato il conto alla rovescia per l’avvio della Veneto Cup & Kids 2018. Veneto Cup. Il circuito > >
FUORISTRADA
IRON BIKE 2018, I NUMERI E LE NOVITÀ
Tra le novità spicca, in primis, il sito internet www.ironbikepuglia.it, portale sul quale saranno disponibili > >
FUORISTRADA
TROFEO MONTE SANT'ANGELO, DOMENICA TUTTI A PALMA CAMPANIA
Promette di essere una straordinaria edizione il Trofeo Monte Sant’Angelo che, domenica 25 febbraio, > >
FUORISTRADA
TROFEO ERACLE, TEMPO DI CRONOCOPPIE
Si avvicina a grandi passi l’evento di mountain bike destinato ad alimentare l’interesse degli appassionati > >
AMATORI
COLLINE MATERANE, UNA GIORNATA DA INCORNICIARE
Il Santuario di Madonna di Picciano ha confermato l’indissolubile legame dei santuari benedettini con > >
ABBIGLIAMENTO
ABUS. GAME CHANGER, INNOVATIVO E AERODIMANICO
Generalmente il nome di un prodotto può essere realizzato utilizzando sigle > >
GRAN FONDO
MARCHE MARATHON, ULTIME ORE PER ABBONARSI
Ancora pochi giorni per abbonarsi al Marche Marathon - Ciclo Promo Components - Trofeo Namedsport. Infatti > >
GRAN FONDO
GF LOANO, PIÙ FORTI DEL VENTO
Il vero grande nemico da combattere, domenica 18 febbraio, alla ottava edizione della Gran Fondo Città > >
AMATORI
PEDALATIUM, PARTENZA COL BOTTO
E non poteva partire meglio di così il Circuito Pedalatium, 4 appuntamenti imperdibili con lo sport > >
GRAN FONDO
INBICI TOP CHALLENGE, CONTO ALLA ROVESCIA
Ultimi granelli di clessidra per il debutto ufficiale della terza edizione dell’InBici Top Challenge, > >
INIZIATIVE
«SICURI IN BICICLETTA», PROGETTO DA APPREZZARE
“Sicuri in bicicletta”, presentato a Roma il giorno di San Valentino, è un progetto che merita la giusta > >
FUORISTRADA
JOLANDA NEFF RITROVA SHIMANO
Jolanda Neff, pluri Campone del Mondo XC, torna a gareggiare con Shimano, il marchio che l’ha portata > >
ALIMENTAZIONE
ETHIC SPORT OMEGA 3 TGX, UN PORTENTO PER LA SALUTE
Sono parecchi anni che si parla di Omega 3, grassi polinsaturi capaci di apportare innumerevoli benefici > >
FUORISTRADA
WILIER FORCE 7C VERSO IL DEBUTTO
Rientrata dal ritiro a Gran Canaria, la Wilier Force 7C pedala verso il debutto stagionale, che sarà > >
FUORISTRADA
UMBRIA MTB MARATHON, ULTIMI GIORNI PER LA SECONDA QUOTA
Ultimi giorni per approfittare delle quote scontate per abbonarsi al Jeko Umbria Marathon > >
GRAN FONDO
COLNAGO FESTIVAL, CRISTIANO MILITELLO GUEST STAR
Ogni anno il Colnago Cycling Festival si rinnova e propone al suo pubblico, sempre più vasto e variegato, > >
AMATORI
CICLISMO AMATORIALE, PASSIONE IN SICUREZZA
Definito il programma per la serata dedicata a “Ciclismo amatoriale, passione in sicurezza”, in programma > >
ABBIGLIAMENTO
SIXS. NUOVA TS3W, PIÙ CALDO E LIBERTÀ
Chi pratica sport all’aperto nei mesi invernali non può fare a meno di un capo intimo adeguato, una > >
GRAN FONDO
GF CITTÀ DI LOANO, TUTTO È PRONTO
E' iniziato il conto alla rovescia dell'ottava edizione della Gran Fondo Città di Loano, che domenica > >
INIZIATIVE
TUTTI IN SELLA PER L'ANNO DEL TURISMO UE-CINA
Il Delta del Po, Riserva della Biosfera MaB UNESCO, parteciperà il prossimo venerdì 2 marzo all'evento > >
ABBIGLIAMENTO
SANTINI VESTIRÀ IL TOUR DE SUISSE
La corsa a tappe elvetica ha scelto Santini Cycling Wear per le maglie ufficiali dei leader di classifica. > >
ABBIGLIAMENTO
SIXS SA COMBATTERE IL FREDDO
Glx Winter e Winter Bootie sono due delle grandi novità SIXS per il 2018. Due prodotti pensati per l’inverno > >
BICICLETTE
ENGLISH CYCLES, L'OPERA D'ARTE
Esattamente come accade nel motociclismo, anche il mondo delle bici è caratterizzato > >
INIZIATIVE
FCI e Fondazione ANIA presentano "SICURI IN BICICLETTA"
Aumentare la sicurezza dei ciclisti sulla strada attraverso una serie di iniziative che favoriscano > >
PARACICLISMO
MANIAGO SVELA I SUOI MONDIALI
A distanza di alcune settimane dalla presentazione ufficiale a Palazzo Chigi a Roma, con la presenza > >
 
 
DA NON PERDERE
RITRATTI DALLA A ALLA Z
+ Tutti i ritratti
ALBI D'ORO
+ Albi d'oro
OSCAR TUTTOBICI
+ Oscar tuttoBICI
I NOSTRI LIBRI

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy